Principale

Gomito

Caratteristica completa dell'osteoporosi delle ossa: sintomi, trattamento, conseguenze della malattia

Una percentuale significativa di persone sopra i 50 anni ha l'osteoporosi delle ossa. Il trattamento e la prevenzione di questa malattia spesso non vengono eseguiti, mentre i processi di deplezione ossea negli anziani sono piuttosto attivi. Secondo le statistiche, ogni 800 persona su 50 ha una frattura dell'anca, che in quasi il 100% dei casi porta alla disabilità.

"Osteoporosi dell'osso" in termini di medicina, il termine non è del tutto corretto. Tradotto dal greco "osteon" significa già "ossa", "poros" - è tempo. Con questa malattia, le ossa diventano più porose.

La foto mostra la struttura del tessuto osseo sano e affetto.

Cosa succede all'osso nell'osteoporosi

L'osso nella sua struttura può essere di due tipi: compatto e spugnoso. Il tessuto compatto è molto denso, ha una struttura uniforme e consiste di piastre ossee concentriche disposte. È una sostanza compatta che copre tutte le ossa all'esterno. Lo strato di sostanza compatta è più spesso nella parte centrale delle lunghe ossa cosiddette tubolari: sono ad esempio il femore, le ossa dello stinco (tibiale e fibulare), l'omero, l'ulna, il raggio. Questo è chiaramente mostrato nella foto qui sotto.

Le teste delle ossa, così come le ossa piatte e corte, hanno uno strato sottilissimo di sostanza compatta, sotto cui c'è una sostanza ossea spugnosa. La sostanza spugnosa stessa ha una struttura porosa perché è costituita da piastre ossee, che si trovano ad angolo tra loro e formano una specie di cellula.

La sostanza spugnosa dell'osso sano ha placche ossee ben definite e pori piccoli. Le placche di tessuto spugnoso non sono disposte casualmente, ma secondo la direzione in cui l'osso sperimenta i carichi maggiori (ad esempio durante la contrazione muscolare).

Nell'osteoporosi, il tessuto osseo perde la sua componente minerale, a causa della quale le placche ossee diventano più sottili o scompaiono del tutto. Ciò porta ad una diminuzione dello spessore del compatto e dell'assottigliamento della sostanza spugnosa.

Di conseguenza, non solo la densità minerale dell'osso stesso cambia, ma anche, e soprattutto, la struttura del tessuto osseo. Le piastre smettono di allinearsi lungo le linee di compressione-tensione, che riduce significativamente la resistenza dell'osso allo stress.

Cause della malattia

L'osteoporosi delle ossa si sviluppa in violazione del metabolismo del fosforo e del calcio nel corpo, così come la predominanza dei processi di distruzione del tessuto osseo durante il suo restauro.

L'ultima tesi merita di essere spiegata. Durante la vita di una persona, le ossa sono costantemente aggiornate. Giorno e notte nei nostri corpi lavorano cellule chiamate osteoblasti e osteoclasti. Gli osteoblasti sintetizzano la sostanza ossea, gli osteoclasti invece la distruggono. In una persona sana, questi processi si trovano in uno stato di equilibrio (approssimativamente, quanta osso è stato creato, quanto è stato "risolto"). Nell'osteoporosi, gli osteoclasti sono attivi e gli osteoblasti sono "sottosviluppati".

Le ragioni di questo squilibrio possono essere suddivise in due gruppi. Da un lato, dopo 40 anni nel corpo, in linea di principio, c'è un rallentamento nei processi finalizzati alla sintesi, alla divisione e alla rigenerazione. Questo vale anche per il tessuto osseo, quindi anche dopo una persona completamente sana l'età perde lo 0,4% della sua massa all'anno. Di conseguenza, lo sviluppo della variante primaria (cioè senza ovvi motivi) della malattia è possibile.

D'altra parte, fattori come uno stile di vita sedentario, menopausa nelle donne, fumo e abuso di alcool e una dieta scorretta possono accelerare significativamente l'osteoporosi. Le malattie del sistema digestivo peggiorano l'assorbimento dei minerali a livello intestinale, il che porta a compromettere il metabolismo del calcio e del fosforo. Ecco come si verifica l'osteoporosi secondaria.

Le donne soffrono di questa malattia 4,5 volte più spesso degli uomini.

I sintomi dell'osteoporosi: brevemente sulla cosa principale

Nella maggior parte dei casi, il cambiamento nella normale struttura del tessuto osseo inizia molto prima che compaiano i primi sintomi clinici: disagio nella regione interscapolare, debolezza muscolare, dolore alla colonna lombare e alle estremità.

Ciò è dovuto al fatto che il tessuto osseo ha un considerevole "margine di sicurezza" - sia letteralmente che figurativamente. Il dolore, i cambiamenti di postura (slouching, curvatura laterale della colonna vertebrale e simili), le fratture e una visibile diminuzione dell'altezza di una persona si verificano quando i cambiamenti nelle ossa sono molto pronunciati.

A seconda di quanto sia pronunciata la distruzione del tessuto osseo, ci sono diversi gradi della malattia:

  • Il grado 1 (lieve) è caratterizzato da una leggera diminuzione della densità ossea. Il paziente ha dolore non permanente alla colonna vertebrale o agli arti, diminuzione del tono muscolare.
  • Al grado 2 (moderato), si osservano cambiamenti pronunciati nella struttura delle ossa. Il dolore diventa permanente, c'è una fessura causata da una lesione della colonna vertebrale.
  • Grado 3 (grave) è una variante estrema della manifestazione della malattia quando la maggior parte del tessuto osseo viene distrutta. Caratterizzato da spiccata postura anormale, ridotta crescita, dolore alla schiena intenso e costante.

Di regola, i pazienti arrivano all'appuntamento del medico nella fase avanzata dell'osteoporosi. Nonostante i risultati della medicina, non è possibile aiutare le persone a riprendersi completamente in tali situazioni. Tuttavia, un trattamento attivo e competente può fermare la malattia e prevenirne le conseguenze più terribili: le fratture della colonna vertebrale, il collo della coscia, che spesso provocano la morte del paziente e quasi sempre su una sedia a rotelle.

Proprio perché prima della perdita del 20-30% della massa ossea, la malattia praticamente non si manifesta in alcun modo, è consigliabile per le persone di età superiore ai 40 anni consultare un reumatologo per determinare se hanno i primi segni di osteoporosi e se la terapia dovrebbe iniziare. Ulteriori metodi di esame, ad esempio la densitometria: misurazione della densità minerale ossea, aiutano a stabilire i primi sintomi e i cambiamenti nel corpo.

Con la mancanza di calcio, il corpo lo toglie dalle ossa.

Trattamento farmacologico

Spesso, anche dai medici di base, puoi sentire che l'osteoporosi deve essere trattata con farmaci a base di calcio e vitamina D. Quindi è così o no?

Certamente, le medicine di questi gruppi sono fondamentali nella terapia: sono prescritte, se non sempre, quindi nella maggior parte dei casi - esattamente. Allo stesso tempo, vorrei sottolineare che l'approccio al trattamento dell'osteoporosi anche lieve o moderata deve necessariamente essere completo e l'uso di preparati di calcio da solo non è sufficiente per ottenere l'effetto desiderato.

La maggior parte dei farmaci utilizzati in terapia, sopprime l'attività degli osteoclasti o stimola il lavoro degli osteoblasti. In entrambi i casi, l'organismo passa dalla distruzione dell'osso al suo restauro.

Poiché il calcio e il fosforo sono il componente più importante della sostanza ossea, vengono prescritti medicinali contenenti questi minerali. Si ritiene che una persona sia carente di calcio molto più spesso del fosforo, perché nella dieta della stragrande maggioranza delle persone il suo contenuto è insufficiente.

La vitamina D è responsabile dell'assorbimento del calcio nell'intestino, ecco perché questa vitamina è nei regimi di trattamento dell'osteoporosi. Inoltre, la vitamina D viene prodotta nella pelle durante il bagno di sole. Da questo punto di vista, una moderata esposizione al sole ha un effetto profilattico e terapeutico favorevole sul corpo. In inverno, il medico può prescrivere corsi UV sotto lampade speciali.

Alcuni pazienti, in parallelo con la terapia di mineralizzazione, sono prescritti l'ormone calcitonina, che stimola il flusso di calcio dal sangue nell'osso. Così come i farmaci di altri gruppi (bifosfonati, estrogeni), la calcitonina inibisce il riassorbimento osseo. Colpisce gli osteoblasti, attivandoli e gli osteoclasti, al contrario li sopprimono. La calcitonina è particolarmente efficace se al paziente viene diagnosticata un'osteoporosi secondaria o solo un grado lieve e moderato della malattia.

I bifosfonati sono un altro gruppo di farmaci efficaci per il trattamento della patologia. Iniziano il processo della morte programmata degli osteoclasti. In definitiva, questo porta a un rallentamento del riassorbimento osseo.

Per la prevenzione delle malattie delle ossa e delle articolazioni, è necessaria l'attività fisica.

Gli estrogeni sono uno dei farmaci più popolari per il trattamento dell'osteoporosi nelle donne che hanno iniziato la menopausa (oltre 45-50 anni). Gli estrogeni sono ormoni femminili.

I moderni farmaci estrogeni agiscono sui recettori delle cellule ossee, portando a normali processi di sintesi e distruzione delle ossa e, allo stesso tempo, non hanno un effetto stimolante sul sistema riproduttivo femminile. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, i preparati a base di estrogeni, nonostante la loro provata efficacia nel trattamento, sono prescritti a donne con utero remoto. Questa misura di cautela consente di ridurre al minimo il rischio di tumori maligni dipendenti dall'ormone ("estrogeno").

Trattamento non farmacologico

Il trattamento non farmacologico è un aspetto importante della terapia, ma non si dovrebbe essere troppo speranzosi, contando su una cura completa solo con l'aiuto di decotti a base di erbe e di esercizio fisico (specialmente in caso di malattia grave).

Per le terapie non farmacologiche e la prevenzione dovrebbero includere l'educazione fisica, camminare (camminare), aerobica. I requisiti per tali carichi non sono troppo complicati: non dovrebbero essere eccessivi (nessun allenamento con una barra!), Non dovrebbero implicare forti shock meccanici (come, ad esempio, con giochi di palla attivi).

Abbiamo parlato dei migliori metodi non tradizionali nell'articolo "Trattamento dell'osteoporosi con rimedi popolari".

Dieta corretta

Oltre al trattamento farmacologico e all'attività fisica, tutti i pazienti vengono mostrati e devono essere corretti. È dimostrato che la stragrande maggioranza dei russi non riceve abbastanza calcio dal cibo e allo stesso tempo non assume farmaci contenenti calcio.

Un adulto (25-50 anni) ha bisogno di circa 1200 mg di calcio al giorno. Il bisogno di farlo nelle donne in gravidanza e l'allattamento al seno è ancora più alto: circa 1500 mg. Le persone anziane hanno bisogno di 1200-1500 mg di calcio.

Per la prevenzione e il trattamento dell'osteoporosi di qualsiasi gravità, si consiglia di assumere più latticini, e in particolare il formaggio, in 100 grammi di cui contiene circa 700-1000 mg di calcio. Nel latte condensato, uno dei preferiti di molte prelibatezze, il calcio è anche parecchio: in 100 grammi di prodotto, 307 mg. 500 mg contiene formaggio e formaggio fuso, 120 - latte vaccino e yogurt, 150 - fiocchi di latte (i calcoli sono indicati per 100 grammi del prodotto). Il calcio è assorbito al meglio dai prodotti a base di latte fermentato.

Tra i prodotti non caseari, possiamo consigliare noci e nocciole (122 e 170 mg, rispettivamente), sardine (427 mg), cavolo bianco (210 mg), pane nero (100 mg).

Ovviamente, questa lista non è completa. Per coloro che desiderano approfondire questo tema, ci sono tabelle speciali (i dati nelle diverse tabelle differiscono). Ad esempio:

Oltre al calcio, la dieta dovrebbe essere arricchita con alimenti contenenti magnesio, fosforo, potassio. La restrizione del sale è anche un punto importante non solo nella prevenzione dell'osteoporosi, ma anche in altre malattie (principalmente il sistema cardiovascolare).

Alla fine dell'articolo, vorrei ricordarvi la verità che ha avuto il vantaggio dei denti: qualsiasi malattia è più facile da prevenire che curare. Ecco perché una dieta equilibrata ed esercizio fisico, e le persone dopo i 45 anni - assunzione regolare di droghe di calcio (solo dopo aver consultato un medico!) Ti permetterà di prevenire le conseguenze dell'osteoporosi e di rimanere in buona salute per molti anni.

Osteoporosi: distruzione ossea, cause di sintomi e trattamento della malattia

L'osteoporosi è una patologia causata dalla distruzione del tessuto osseo. Gli esperti non invano considerarla una "epidemia silenziosa", perché la malattia è stata completamente asintomatica per anni, e le ossa in questo momento perdono costantemente densità e diventano eccessivamente fragili. Non è difficile indovinare a quali conseguenze questo porta. Anche da un semplice movimento scomodo, o semplicemente lasciando cadere un oggetto pesante sulla gamba, puoi "guadagnare" un arto rotto. Secondo le statistiche, metà delle donne la cui età è passata da 50 anni e il 20% degli uomini maturi hanno segni evidenti di osteoporosi.Le donne soffrono di questa malattia più spesso, a causa del fatto che sviluppano estrogeni nel corpo durante la menopausa, sostenendo la resistenza ossea. Oltre ad appartenere al sesso debole, le seguenti categorie di persone possono essere a rischio di sviluppare patologie:

  • Persone a lungo prendendo antiacidi contenenti alluminio e ormoni steroidei;
  • in pensione;
  • Pazienti che sono costantemente seduti su diete e hanno una carenza di peso corporeo.

Vale la pena ricordare su coloro che hanno gravato sull'eredità, è un sostenitore di abitudini distruttive, compreso l'abuso del caffè, e conduce anche uno stile di vita sedentario. L'osteoporosi minaccia prima tutte queste persone. Spesso puoi sentire la domanda sul perché questa malattia si verifica e qual è il meccanismo del suo sviluppo. Il fattore principale che provoca la sua comparsa è l'eccessiva rimozione di calcio dal corpo, con conseguente sua carenza. Quando la mancanza di questo elemento chimico essenziale diventa evidente, inizia a lisciviare nel sangue dallo scheletro. Se non viene rifornito dall'esterno, diventa molto pericoloso, poiché i depositi di calcio presenti nelle ossa sono gradualmente completamente esauriti, il che porta direttamente alla comparsa dell'osteoporosi.

Eziologia dell'osteoporosi

Quando il corpo umano funziona normalmente, mantiene sempre un equilibrio di calcio, dal momento che cellule speciali, osteoclasti che rimuovono l'eccesso di questo elemento e gli osteoblasti dell'edificio che lo forniscono funzionano in modo sincrono. Ma a volte si verificano dei fallimenti nella loro attività - o osteoclasti distruttivi o osteoblasti inadeguati mostrano un'attività eccessiva. Questa situazione direttamente e porta al fatto che una persona sviluppa l'osteoporosi. Tali violazioni sono causate da determinate cause o dalla loro combinazione. I fattori che possono provocare il verificarsi di questa patologia includono i seguenti:

  • Il ruolo principale giocato dalla genetica. Quindi, le persone appartenenti alle razze caucasoidali o mongoloidi, così come le femmine, soffrono di questa malattia molto più spesso di altre categorie della popolazione;
  • L'ereditarietà è anche un fattore di rischio. Nel caso in cui qualcuno di parenti di sangue avesse una storia di questa malattia, allora vale la pena prendere adeguate misure preventive che possano prevenire lo sviluppo dell'osteoporosi;
  • Aumenta il rischio di patologie e interruzioni ormonali. Particolarmente attenti alla comparsa di segnali di pericolo dovrebbero essere le donne durante la menopausa, così come quelle persone che hanno una storia di malattie surrenali, paratiroidee e pancreatiche;
  • L'osteoporosi può anche verificarsi quando una persona ha patologie dei sistemi circolatorio, digestivo ed endocrino, nonché delle autoallergie sistemiche;
  • Porta allo sviluppo della malattia e all'uso a lungo termine di farmaci di determinati gruppi. Gli antibiotici tetracicline, anticoagulanti, ormoni tiroidei, glucocorticoidi aumentano significativamente il rischio di malattia;
  • Un fattore di rischio significativo è lo stile di vita. L'osteoporosi è causata dall'abuso di tabacco da fumo, dal fascino delle bevande alcoliche e del caffè, da un eccessivo esercizio fisico e anche da un'attività fisica insufficiente.

Tutte queste ragioni sono i prerequisiti immediati per lo sviluppo dell'osteoporosi, poiché disturbano l'equilibrio del calcio nel corpo e, di conseguenza, a causa di ciò, il tessuto osseo viene distrutto.

Come individuare l'osteoporosi nelle prime fasi?

Questa malattia insidiosa è praticamente asintomatica da molto tempo, quindi è molto difficile stabilire che il processo di distruzione sta avvenendo nel tessuto osseo. A questo proposito, molti pazienti hanno una domanda sul fatto che ci siano segni indiretti che possono allarmare una persona e suggerirgli l'insorgenza dell'osteoporosi. È possibile determinare con precisione la malattia nelle fasi iniziali, quando la diminuzione della densità delle ossa non supera il 3%, ma per questo è necessario sottoporsi a uno studio diagnostico ecografico denominato densitometria ossea. Tuttavia, c'è un numero di segni non specifici che dovrebbero allertare la persona e spingerlo a visitare tempestivamente uno specialista. Tra questi ci sono i seguenti segni:

  • Un segnale serio che indica l'insorgenza dell'osteoporosi è il cambiamento nella crescita. Se è diminuito di oltre 1,5 cm in breve tempo, consultare immediatamente un medico;
  • Un altro segno indiretto di questa patologia è un evidente deterioramento della postura ad occhio nudo. Dovrebbe allarmare qualsiasi curvatura della colonna vertebrale;
  • Vale la pena prestare attenzione al verificarsi di dolore caratteristico nella schiena lombare e toracica, che sono aggravati sia dopo una lunga permanenza in una posizione, sia con un piccolo sforzo fisico. Indicano anche la presunta occorrenza di osteoporosi.

Si raccomanda di consultare un medico e sottoporsi a una diagnosi adeguata, anche in assenza di tali sintomi patologici, a coloro che hanno sviluppato disturbi nella famiglia, alle donne nel periodo della menopausa e a tutti coloro che, dopo 40 anni, hanno avuto più di 2 fratture.

Tipi di osteoporosi

Secondo la statica della salute pubblica oggi più di 200 milioni di persone soffrono di questa malattia. Questa malattia è considerata sociale, che si manifesta in una società sviluppata. Nella pratica clinica, di solito è diviso in osteoporosi primaria, idiopatica e secondaria. Le forme primarie di patologia includono:

  • Osteoporosi senile derivante dall'invecchiamento del corpo. È caratteristico di entrambi i sessi, ma più spesso di 70 donne soffrono di questa malattia. Lo sviluppo della malattia è accompagnato da frequenti emicranie, deficit visivo, debolezza nei muscoli. Le fratture delle ossa in questa patologia si verificano abbastanza spesso e di solito portano a tristi conseguenze;
  • Solo per le donne in menopausa, la fragilità ossea postmenopausale è caratteristica. Ciò è dovuto al fatto che in questo momento diminuiscono la produzione di estrogeni, che normalmente supporta la densità ossea. Questo tipo di osteoporosi ha una manifestazione pronunciata e colpisce la regione toracica della colonna vertebrale, della zona lombare e del bacino. Quando spesso si verificano fratture da compressione multiple, che sono molto pericolose;
  • Per gli uomini, l'osteoporosi idiopatica è caratteristica. Potrebbe verificarsi abbastanza presto. Il limite di età più basso per questo tipo di osteoporosi è di 20 anni. La malattia inizia quasi impercettibilmente. Il suo primo segno che dovrebbe allarmarsi, sono, di volta in volta, sorgere nel dolore alla schiena. Questa forma di patologia ha una caratteristica: solo le ossa scheletriche del corpo sono interessate, gli arti rimangono inalterati. Anche con le sue possibili fratture spinali;
  • L'ultimo tipo di osteoporosi primaria è giovanile, che sarà discusso in modo specifico, poiché si verifica solo nei bambini. La ragione non è completamente compresa, ma presumibilmente si trova in presenza di difetti alla nascita nel bambino. La patologia si manifesta inaspettatamente, le sue caratteristiche principali sono la curvatura toracica della postura e il dolore significativo alle gambe e alla schiena. Inoltre, se un bambino sviluppa questa malattia, allora può essere molto indietro rispetto ai suoi coetanei in altezza. Con questo tipo di osteoporosi è possibile una tendenza alle fratture compressive, ma non sono obbligatorie.

La forma secondaria della malattia si verifica a seguito di qualsiasi altra malattia. L'osteoporosi di questo tipo colpisce più spesso le persone che hanno una storia di malattia di Crohn, malattia polmonare cronica, artrite reumatoide, oncologia o diabete. Anche un prerequisito per il suo sviluppo può servire come un farmaco a lungo termine con l'alluminio. Le fratture da compressione per questo tipo di malattia non sono tipiche, ma sono accompagnate da un forte dolore all'osso.

Pericolo di osteoporosi giovanile

La gente di solito crede che l'osteoporosi sia molto anziana, quindi perché i bambini soffrono? Gli esperti identificano 2 gruppi di prerequisiti che possono innescare l'emergere di una malattia così pericolosa nelle giovani generazioni. Questo è, in primo luogo, una diminuzione del tasso di formazione dello scheletro e, in secondo luogo, un aumento della deformazione del tessuto osseo. Nei bambini, questi processi patologici sono congeniti. In essi l'osteoporosi appare come una conseguenza dei disturbi che si verificano durante lo sviluppo fetale. La sua provocazione:

  • Vari avvelenamenti della donna che porta il bambino;
  • Attività lavorativa della futura madre, non rispettando le norme igieniche o le sue malattie croniche;
  • Violazioni della funzionalità della placenta, provocando ipotiroidazione o ipossia intrauterina;
  • Prematurità del feto

Nel periodo puberale, l'osteoporosi si verifica a seguito di esposizione a tossine o radiazioni, inizio precoce del consumo di alcol, accompagnato da infiammazione di patologie (tubercolosi o collagenosi), uno stile di vita sedentario e una dieta squilibrata. Spesso, il bambino sviluppa una tale malattia, i genitori non si rendono conto a lungo, poiché non ha sintomi specifici. I presupposti di solito si verificano solo quando si verifica una frattura ripetuta senza una lesione specifica. Queste lesioni di solito colpiscono l'ulna o l'omero, il collo del femore e i corpi vertebrali.

Gli adolescenti lamentano dolore alle gambe o alla schiena solo quando l'osteoporosi del tessuto osseo diventa significativa. Anche in questo momento sperimentano una rapida stanchezza in posizione seduta o in piedi. All'inizio, i dolori sono acuti, ma intermittenti e veloci, e in assenza di una terapia appropriata, diventano doloranti e si sentono costantemente, anche durante il sonno.

I sintomi dell'osteoporosi in diverse fasi

La comparsa dei primi segni clinici in questa patologia si manifesta in ritardo, dopo un periodo piuttosto lungo dopo l'inizio dei cambiamenti immediati nella struttura del tessuto osseo. I sintomi iniziali dell'osteoporosi sono considerati dolore agli arti inferiori e inferiori, debolezza muscolare e anche una sensazione di disagio nella regione interscapolare. Ciò è dovuto al fatto che l'apporto di calcio in una persona è abbastanza grande e visibile (displasia e postura), così come i cambiamenti clinici (dolore) compaiono solo quando sono quasi completamente consumati. Esistono diversi gradi di osteoporosi. Sono legati alla forza con cui il tessuto osseo viene distrutto. Ogni stadio della malattia ha i suoi sintomi:

  • Il grado di osteoporosi è considerato leggero ed è caratterizzato dal fatto che la loro struttura non ha ancora subito cambiamenti significativi e la densità non è quasi ridotta. Nell'uomo, durante questo periodo, ci sono sensazioni dolorose non permanenti e piuttosto deboli e una leggera diminuzione del tono muscolare negli arti o nella colonna vertebrale;
  • II, un moderato grado di osteoporosi, è accompagnato da marcati cambiamenti nella struttura ossea. Le lesioni spinali causano slouching e il dolore diventa permanente
  • L'osteoporosi di grado III è una manifestazione grave e grave della malattia. Con lui, la parte principale del tessuto osseo viene distrutta, il che provoca la comparsa di sintomi come il mal di schiena intenso e persistente, una significativa riduzione della crescita e pronunciate violazioni della postura.

I pazienti di solito ottengono un appuntamento con uno specialista esattamente quando l'osteoporosi entra in uno stadio avanzato. Nonostante il fatto che la medicina moderna abbia un sacco di tecnologie innovative per alleviare i pazienti da vari disturbi, in queste situazioni non è quasi mai possibile un recupero completo. Solo l'attivo e adeguatamente trattato può prevenire le pericolose conseguenze dell'osteoporosi, delle fratture dell'anca o del midollo spinale, che quasi sempre si traducono in disabilità e talvolta persino nella morte. A causa del fatto che prima della perdita di massa ossea del 20-30%, la malattia non ha praticamente manifestazioni evidenti, le persone con più di 40 anni dovrebbero consultare regolarmente un reumatologo. Ciò aiuterà a identificare i primi segni della malattia e ad avviare un complesso di procedure terapeutiche.

Diagnosi dell'osteoporosi

Al giorno d'oggi, la rilevazione della presenza di questa patologia in un paziente non presenta alcuna difficoltà. Ma la radiografia convenzionale non è in grado di valutare pienamente il grado di sviluppo nell'uomo dell'osteoporosi. Ecco perché vengono utilizzate tecniche speciali per diagnosticare la malattia. Sono necessari per il motivo che per pianificare un trattamento adeguato e valutare i cambiamenti nella densità ossea che si verificano durante la sua dinamica, uno specialista deve avere informazioni quantitative sulla sua condizione immediata. Tale valutazione nella diagnosi di osteoporosi è considerata la principale. Questo studio è condotto mediante densitometria, che può essere di 3 tipi: ecografia, TC e risonanza magnetica e radiografia.

Questa procedura è un grande vantaggio, che consiste nel fatto che permette di identificare la malattia fin dalle prime fasi del suo sviluppo, quando non sono ancora visibili cambiamenti sulle radiografie nel solito modo. Inoltre, la densitometria è indispensabile nel caso in cui sia necessario monitorare il corso del trattamento dell'osteoporosi, in quanto consente di rilevare le deviazioni minime nella direzione di riduzione o aumento della densità ossea.

Oltre a questo metodo innovativo di individuazione dei disturbi, viene eseguito anche un esame del sangue biochimico per selezionare i farmaci adatti per ogni caso specifico della malattia. Conoscendo i suoi risultati, uno specialista non può a caso, ma con la massima accuratezza scegliere da un gran numero di farmaci destinati al trattamento di questa patologia ossea esattamente quello che è necessario per un certo sviluppo della malattia.

Trattamento di osteoporosi

La scelta dei metodi terapeutici per questa malattia dipende dalla sua natura. Il trattamento della forma secondaria della malattia ha lo scopo di eliminare la causa che è diventata un prerequisito per il suo sviluppo dell'osteoporosi. E con il primario, che si sviluppa principalmente nelle femmine e con una natura legata all'età, le misure terapeutiche hanno le loro caratteristiche. Hanno lo scopo di rallentare la perdita ossea o, se possibile, di costruirla. Si distinguono i seguenti metodi di trattamento:

  • Il principale, che consiste nella nomina di pazienti con farmaci che influenzano il metabolismo del calcio nell'osso. L'assunzione di questi farmaci può rallentare o interrompere il corso dell'osteoporosi, ma dovrebbe essere lungo e continuo. In questo caso, i farmaci più efficaci sono i regolatori del metabolismo del calcio-fosforo, che sono simili agli ormoni paratiroidei;
  • Sostituzione ormonale, sintomatica Questo tipo di trattamento ha iniziato di recente ad essere usato sempre di più, ed è usato non solo con evidenti segni di osteoporosi, ma anche nel caso in cui una persona abbia i prerequisiti per lo sviluppo di questa malattia. Alle donne in menopausa si consiglia di assumere i modulatori del recettore dell'estrogeno che rallentano la perdita ossea. Ciò consente una riduzione del 50% del rischio di fratture provocate dallo sviluppo dell'osteoporosi.

Nel caso in cui si tratta della patologia dell'articolazione dell'anca o del ginocchio, si presume l'operazione. Se il trattamento farmacologico conservativo è inefficace, eseguire l'artroplastica in comune, quando il logorio viene sostituito con una protesi. Questo metodo viene utilizzato quando il rischio di frattura dell'anca diventa molto alto. Non solo migliora la qualità della vita di un malato, ma consente anche di estenderlo in modo significativo.

Prevenzione dell'osteoporosi

Per prevenire lo sviluppo di questa malattia, è prima di tutto necessario condurre uno stile di vita sano, ma dovrebbe essere fatto non dal momento in cui sono comparsi i sintomi allarmanti, ma dall'infanzia stessa, quando si verifica la formazione dell'osso. È in questo momento che tutti gli sforzi dovrebbero essere fatti per formare una solida base per le ossa, che non permetterà all'osteoporosi di svilupparsi anche durante la menopausa in una donna. Inoltre, la prevenzione della malattia coinvolge diversi aspetti importanti:

La lotta contro le malattie croniche è considerata una misura molto efficace per prevenire lo sviluppo di questa patologia. È necessario trattare prontamente tutte le malattie, specialmente per quelle malattie che sconvolgono l'equilibrio del calcio e provocano direttamente l'insorgenza dell'osteoporosi;

L'esercizio dovrebbe essere moderato, ma dovrebbe essere mantenuto costantemente. Rafforza molto bene lo scheletro del jogging e passeggiate all'aria aperta, danze, esercizi mattutini;

  • Una corretta alimentazione per l'osteoporosi fornisce un elevato contenuto di calcio nella dieta. Impedirà il verificarsi della malattia anche dopo molti anni. Inoltre, gli alimenti utilizzati nella dieta dovrebbero essere ricchi di fosforo, magnesio e vitamina D. Sono necessari per una nutrizione di qualità delle ossa. Ma un eccesso di sale sarà dannoso, poiché contribuisce alla lisciviazione dei minerali necessari dalle ossa e, di conseguenza, allo sviluppo dell'osteoporosi.

Sintomi di osteoporosi, trattamento e misure di prevenzione

L'osteoporosi è una rarefazione degli strati corticali e spugnosi dell'osso derivanti dalla dissoluzione parziale della sostanza ossea. Il nome della malattia deriva dalle parole greche: osteo - osso e poros - tempo, buco, buco. La fragilità del tessuto osseo, causata da una diminuzione del peso specifico dell'osso in un'unità di volume, è causata da un disturbo dei processi metabolici nel corpo, che sono responsabili dell'assorbimento dell'elemento in traccia di calcio. Consideriamo più in dettaglio perché appare l'osteoporosi, che cos'è e come trattare una malattia con la medicina tradizionale e tradizionale?

La patologia è più comune nelle donne durante la menopausa (fino all'80% dei casi). La condizione dei pazienti con osteoporosi è che anche con lesioni minori e carichi di compressione hanno le ossa rotte. Il processo di distruzione delle ossa progredisce ogni anno, limitando la mobilità dei pazienti e riducendo la qualità della vita. Numerose attività aiutano a fermare il processo e prevenire il verificarsi di fratture e crepe.

Cos'è?

L'osteoporosi è una malattia scheletrica metabolica sistemica cronica o una sindrome clinica che si manifesta in altre malattie, caratterizzata da ridotta densità ossea, ridotta microarchitettura e aumento della fragilità a causa di alterazioni del metabolismo osseo con catabolismo predominante sulla formazione ossea, ridotta resistenza ossea e aumento del rischio di fratture.

Questa definizione si riferisce all'osteoporosi alle malattie del sistema muscolo-scheletrico e del tessuto connettivo (ICD-10) e la integra con il concetto di "malattia metabolica o metabolica".

cause di

Nello sviluppo dell'osteoporosi, uno squilibrio svolge un ruolo nel rimodellamento osseo. Cellule, osteoclasti e osteoblasti sono coinvolti nel processo di rinnovamento costante del tessuto osseo. Un osteoclasto distrugge la massa ossea di 100 osteoblasti. Per gli osteoblasti occorrono 80 giorni per riempire (mineralizzare) le lacune ossee causate dagli osteoclasti in 10 giorni.

Con un aumento dell'attività osteoclasta (per vari motivi), la distruzione del tessuto osseo avviene più rapidamente della sua formazione. Le placche trabecolari diventano più sottili e perforate, i collegamenti orizzontali vengono distrutti, la fragilità dell'osso aumenta e la fragilità, che minaccia le fratture ossee.

Considerare fattori di rischio dettagliati.

  • più tardi il menarca;
  • qualsiasi squilibrio ormonale;
  • menopausa precoce (postovariectomico compreso);
  • precedenti periodi di amenorrea prima della menopausa;
  • tutti i tipi di infertilità.
  • vecchiaia e vecchiaia (vecchiaia);
  • genere femminile (il rischio di osteoporosi per gli uomini è tre volte inferiore rispetto alle donne);
  • Appartenente alla razza caucasoide o mongoloide;
  • la presenza di osteoporosi, fratture patologiche e / o fratture del collo e delle vertebre femorali in parenti stretti;
  • massa ossea di picco basso (calcolata obiettivamente);
  • fisico fragile (soggettivo);
  • la lunghezza del collo del femore rispetto alla diafisi;
  • peso ridotto (fino a 56 kg di donne caucasiche e fino a 50 kg di asiatici, fino a 70 kg di uomini di entrambe le razze);
  • altezza critica (per le donne sopra 172 cm, per gli uomini - 183 cm);
  • mancanza di osteoartrosi generalizzata;

A causa dello stile di vita:

  • fumo di tabacco;
  • esercizio eccessivo;
  • nutrizione parenterale lunga;
  • carenza di calcio alimentare (mancanza di minerali nel cibo o violazione del suo assorbimento);
  • abuso di alcool (alcolismo);
  • adynamia, attività fisica insufficiente (riduzione della stimolazione dell'accumulo di massa ossea da parte del sistema muscolare);
  • ipovitaminosi D (mancanza di vitamina negli alimenti o nelle regioni settentrionali).

Fattori causati da farmaci a lungo termine:

  • anticonvulsivanti (fenitoina e altri);
  • litio;
  • per il trattamento dei tumori (citostatici, citotossici);
  • metatrexato, ciclosporina A;
  • glucocorticoidi (in termini di prednisone ≥ 7,5 mg al giorno per sei mesi o più);
  • ormoni tiroidei (L-tiroxina, ecc.);
  • anticoagulanti (diretti, indiretti);
  • antibiotici tetracicline;
  • antiacidi leganti il ​​fosfato;
  • agonisti e antagonisti dell'ormone gonadotropico e del suo fattore di rilascio.

Fattori dovuti a comorbidità:

  • sistemi digestivi (assorbimento alterato);
  • insufficienza circolatoria cronica;
  • insufficienza renale cronica;
  • condizione dopo il trapianto di organi;
  • endocrino (iperparatiroidismo, tireotossicosi, iperprolattinemia, diabete, sindrome di Cushing, ipogonadismo primario, morbo di Addison);
  • sistema sanguigno e organi che formano il sangue (leucemia, mieloma multiplo, linfoma, anemia perniciosa);
  • allergie auto sistemiche (artrite reumatoide, spondilite anchilosante, polimiosite, lupus eritematoso sistemico, ecc.).

Pertanto, la comparsa dell'osteoporosi sarà del tutto prevedibile, se si conoscono tutte le ragioni che influenzeranno la formazione della malattia presentata.

L'osteoporosi di tipo senile si verifica a causa di carenza di calcio associata all'età e alla perdita di equilibrio tra la forzatura della distruzione del tessuto osseo e il tasso di formazione di nuovo tessuto di tipo osseo. "Senile" implica che lo stato presentato si forma ad un'età più elevata, il più delle volte in persone di 70 anni e oltre. Questo disturbo è due volte più comune nelle donne rispetto ai maschi. Nelle donne, è quasi sempre combinato con la fase postmenopausale.

Va notato in particolare che in meno del 5% dei casi la malattia è causata da qualche altro disturbo o dall'assunzione di determinati farmaci. Questa è una forma di osteoporosi, nota come secondaria. Può formarsi in condizioni che sono state indicate sopra. Supponi problemi ai reni o ghiandole endocrine. Eccessivo bere attivo e dipendenza dal fumo esacerbano solo la malattia presentata.

C'è anche un'osteoporosi "giovanile" idiopatica. Questo è il tipo più raro di osteoporosi, la cui causa è attualmente sconosciuta. Si forma nei neonati, bambini e persone in giovane età, che hanno livelli normali di ormoni e vitamine nel sangue. Inoltre, non hanno visto alcuna ragione comprensibile per la diminuzione della densità del tessuto osseo.

classificazione

A seconda delle ragioni, è diviso in primario a causa dell'invecchiamento naturale dell'organismo e secondario.

Tipi di osteoporosi primaria:

  • Osteoporosi adulti
  • Idiopatico (ragioni non stabilite). Può svilupparsi a qualsiasi età.
  • Postmenopausa (nelle donne)
  • Giovanile (adolescente)
  • Senile (senile)

I tipi di osteoporosi secondaria sono causati da:

  • Malattie del sangue
  • Malattie del tubo digerente, che contribuiscono all'assorbimento del calcio compromesso.
  • Malattia renale (sindrome di Fanconi, insufficienza renale cronica).
  • Malattie endocrine (sintesi ridotta degli ormoni sessuali, disfunzione della tiroide, paratiroide, pancreas, ghiandole surrenali).
  • Malattie del tessuto connettivo (reumatismi, lupus eritematoso sistemico, artrosi, artrite reumatoide).
  • Altre malattie che portano alla distruzione delle ossa.

Cosa succede alle ossa nell'osteoporosi?

L'osso nella sua struttura può essere di due tipi: compatto e spugnoso. Il tessuto compatto è molto denso, ha una struttura uniforme e consiste di piastre ossee concentriche disposte. È una sostanza compatta che copre tutte le ossa all'esterno. Lo strato di sostanza compatta è più spesso nella parte centrale delle lunghe ossa cosiddette tubolari: sono ad esempio il femore, le ossa dello stinco (tibiale e fibulare), l'omero, l'ulna, il raggio. Questo è chiaramente mostrato nella foto qui sotto.

Le teste delle ossa, così come le ossa piatte e corte, hanno uno strato sottilissimo di sostanza compatta, sotto cui c'è una sostanza ossea spugnosa. La sostanza spugnosa stessa ha una struttura porosa perché è costituita da piastre ossee, che si trovano ad angolo tra loro e formano una specie di cellula.

La sostanza spugnosa dell'osso sano ha placche ossee ben definite e pori piccoli. Le placche di tessuto spugnoso non sono disposte casualmente, ma secondo la direzione in cui l'osso sperimenta i carichi maggiori (ad esempio durante la contrazione muscolare).

Nell'osteoporosi, il tessuto osseo perde la sua componente minerale, a causa della quale le placche ossee diventano più sottili o scompaiono del tutto. Ciò porta ad una diminuzione dello spessore del compatto e dell'assottigliamento della sostanza spugnosa.

Di conseguenza, non solo la densità minerale dell'osso stesso cambia, ma anche, e soprattutto, la struttura del tessuto osseo. Le piastre smettono di allinearsi lungo le linee di compressione-tensione, che riduce significativamente la resistenza dell'osso allo stress.

Primi segni

I primi sintomi dell'osteoporosi nelle donne dopo 50 anni:

  • dolori, dolori alle ossa, specialmente quando il tempo cambia;
  • lo sviluppo della malattia parodontale e dei cambiamenti delle unghie;
  • affaticamento rapido, episodi di battito cardiaco accelerato;
  • comparsa precoce di capelli grigi;
  • contrazioni muscolari a scatti delle gambe durante la notte, soprattutto nelle donne.

I sintomi dell'osteoporosi

Il pericolo del quadro clinico è associato ad insorgenza asintomatica o oligosintomatica dell'osteoporosi, mascherata da osteocondrosi della colonna vertebrale e artrosi delle articolazioni. La malattia viene spesso diagnosticata già in presenza di una frattura. E le fratture possono verificarsi con trauma minimo, sollevamento pesi.

È abbastanza difficile notare i sintomi di osteoporosi di una donna in una fase precoce, anche se ci sono diversi segni. Ad esempio, cambiamenti nella postura, dolore alle ossa quando il tempo cambia, unghie e capelli fragili, carie. La più sensibile alla malattia è la colonna vertebrale, il collo del femore, le ossa delle braccia e il polso. I primi sintomi dell'osteoporosi possono essere dolore nella colonna lombare e toracica durante il carico statico prolungato (ad esempio, lavoro sedentario), crampi alle gambe notturni, fragilità delle unghie, abbassamento senile, riduzione della crescita (riducendo l'altezza delle vertebre), malattia parodontale.

Dolore costante nella parte posteriore, lombare, regione interscapolare possono essere sintomi di osteoporosi. Se hai dolore, diminuisci in altezza, cambi di postura, dovresti consultare un medico, essere esaminato per la presenza di osteoporosi.

diagnostica

Stabilire una diagnosi accurata solo sulla base dei reclami del paziente è impossibile. Infatti, sotto i segni dell'osteoporosi, anche altre malattie del sistema muscolo-scheletrico possono essere mascherate, richiedendo un approccio diverso al trattamento.

Le moderne capacità diagnostiche consentono di risolvere più problemi contemporaneamente: identificare la presenza di osteoporosi e le sue conseguenze, valutare il grado di osteopenia e determinare la possibile causa di questa patologia.

Metodi di diagnosi dell'osteoporosi:

  1. RM e TC.
  2. Esame di un ortopedico (chirurgo, neuropatologo).
  3. Assorbtiometria isotopica.
  4. Analisi generale e biochimica delle urine.
  5. Lo studio dello stato ormonale.
  6. Densitometria dei tessuti ossei a raggi X o ultrasonici (densità minerale ossea stimata).
  7. Analisi generale e biochimica del sangue (con indicazione della concentrazione di calcio, fosforo, magnesio e altri indicatori).
  8. Determinazione dell'escrezione giornaliera di calcio da parte dei reni (valutazione del grado di assorbimento di questo oligoelemento nelle strutture del tubo digerente).
  9. Radiografia dello scheletro (in diverse proiezioni per ottenere un'immagine più chiara, il metodo è efficace quando si perde più di un terzo della massa ossea).

Il metodo principale per valutare la perdita ossea nella diagnosi di osteoporosi è la densitometria ossea. Questo metodo consente di misurare con precisione la massa ossea, valutare la densità strutturale del tessuto osseo e determinare il grado di osteopenia. Nella maggior parte dei paesi europei, si consiglia di eseguire la densitometria ogni due anni per tutte le donne sopra i 45 anni e per gli uomini dai 50 anni. Se ci sono fattori di rischio per l'osteoporosi, questo test deve essere iniziato prima.

Come trattare l'osteoporosi?

Il trattamento moderno dell'osteoporosi nelle donne è un evento complesso ed è inseparabile dalla corretta alimentazione, dall'uso della vitamina D, dai farmaci contenenti fosforo - integratori di calcio. I più famosi sono i seguenti metodi di trattamento:

  1. L'uso di bifosfonati, ad esempio alindronato. Questo farmaco previene la distruzione del tessuto osseo e quasi dimezza il rischio di fratture patologiche;
  2. L'uso del farmaco "Miakaltsik", che è un analogo naturale della calcitonina, migliora il metabolismo fosforico e del calcio;
  3. Un metodo efficace per trattare l'osteoporosi nelle donne è la terapia ormonale sostitutiva, che viene eseguita dopo l'inizio della menopausa. La terapia con estrogeni deve essere effettuata solo dopo un esame approfondito da parte di un ginecologo, mammologo e tenendo conto della gravità degli effetti collaterali, la più frequente delle quali è la trombosi venosa.

Oltre ai metodi di trattamento sopra descritti, ai pazienti con osteoporosi viene mostrata una speciale terapia di esercizio senza carico, nonché un massaggio moderato.

Bifosfonati per il trattamento dell'osteoporosi

Al momento, i bifosfonati dovrebbero essere considerati un metodo riconosciuto per la prevenzione e il trattamento dell'osteoporosi, non solo nelle donne ma anche negli uomini. Gli studi che sono stati condotti con successo su molte migliaia di pazienti hanno dimostrato che i bisfosfonati:

  • inibire la riserva ossea;
  • influenzare positivamente l'aumento della densità minerale ossea (BMD);
  • assolutamente non pericoloso;
  • ben tollerato dal corpo umano;
  • avere pochi effetti collaterali;
  • ridurre la probabilità di fratture.

Ad oggi, solo una certa quantità di bifosfonati viene utilizzata nella pratica attiva, vale a dire alendronato, rizendronato, ibondronato, acido zoledrinico. Sono caratterizzati da una varietà di modi e modi di introduzione nel corpo.

L'alindronato deve essere considerato il bisfosfonato più noto e ben studiato. Il suo grado di efficacia è stato dimostrato in numerose indagini su quelli con osteoporosi. Gli studi sono stati effettuati in presenza di fratture nell'area delle vertebre.

Inoltre, questo farmaco è efficace nella prevenzione dell'osteoporosi nelle donne in postmenopausa con osteopenia. In media, l'alindronato riduce del 50% la probabilità di fratture della localizzazione più diversa del 50% e la probabilità di fratture più specifiche nella regione vertebrale del 90%.

Questo farmaco viene prescritto alla dose di 70 mg, cioè una compressa, una volta alla settimana. Nell'osteoporosi postmenopausale, il rizendronato viene anche usato alla dose di 30 mg a settimana.

Dieta e regole nutrizionali

I principi di base dell'alimentazione nell'osteoporosi si inseriscono in uno schema molto semplice: il cibo deve fornire la quantità necessaria di calcio e vitamina D. Quest'ultimo è necessario per il corretto assorbimento del calcio. Inoltre, il potassio, il fosforo e il magnesio migliorano anche l'assorbimento del calcio.

I pazienti con osteoporosi diagnosticata dovrebbero essere esclusi dalla dieta:

  • qualsiasi prodotto da fave di cacao e caffè;
  • bevande alcoliche;
  • zucchero - può essere sostituito con miele;
  • dolciaria;
  • bevande gassate che contengono caffeina nella loro composizione - per esempio, la famosa energia;
  • margarina, maionese e qualsiasi salsa grassa - è meglio sostituirli con panna acida o olio d'oliva / salsa di senape e aceto balsamico;
  • Grassi di carne di montone e di manzo - quando si mangia carne di queste specie, è necessario scegliere pezzi magri.

I prodotti approvati per l'osteoporosi includono:

  • Verdure e tipi di verdure a foglia verde.
  • Frutta, bacche di assolutamente tutti i tipi.
  • Tutti i tipi di noci e semi.
  • Tutti i tipi di funghi Secondo studi scientifici, il più alto contenuto di calcio si trova nei funghi bianchi.
  • Legumi.
  • Pasta.
  • Oli vegetali raffinati
  • Frutti di mare. Gamberetti, cozze, polpi, calamari - questi rappresentanti del mondo marino hanno una quantità piuttosto elevata di calcio nella loro composizione chimica. In casi estremi, è necessario utilizzare regolarmente cavoli di mare - è anche ricco di iodio.
  • Pesce. È necessario introdurre nella dieta sia i pesci di fiume sia quelli di mare, poiché hanno diverse composizioni. Non dovresti friggerlo, è meglio farlo bollire, cuocere a vapore o stufare.
  • Uova. Puoi mangiare uova di pollo e di quaglia - saranno ugualmente utili per le persone con osteoporosi.
  • Verdure. Sono ammessi assolutamente tutti i tipi di verdure, compresi pomodori, zucchine, zucca. Se ti piacciono le verdure fritte, quindi usa una griglia per questo, e la cottura delle verdure in umido è meglio con l'uso di una minima quantità di olio vegetale.
  • Carne di tutti i tipi. È molto utile introdurre coniglio e tacchino nella dieta del paziente con osteoporosi.
  • Prodotti lattiero-caseari Non ci dovrebbero essere dubbi: kefir e ricotta, panna acida e panna, siero e ryazhenka hanno un alto contenuto di calcio. Ma dovresti prestare attenzione al contenuto di grassi dei prodotti - dovrebbe essere basso.

Regole del mangiare nella dieta per l'osteoporosi:

  • è meglio mangiare cibo cucinato a casa;
  • un giorno dovrebbe essere almeno 5 pasti;
  • una pausa tra i pasti dovrebbe essere non più di 3, 5 ore;
  • spuntini in un caffè sostituiscono yogurt e frutta fresca (mela, banana);
  • è impossibile combinare carne e cereali in un piatto;
  • puoi mangiare tranquillamente carne con verdure;
  • non è possibile organizzare una dieta mono - ad esempio, mangiando solo latticini o verdure per un giorno intero

Una dieta eccezionale non darà buoni risultati - dovrebbe essere solo un componente nel trattamento dell'osteoporosi.

Modifica dello stile di vita

Il trattamento e la prevenzione dell'osteoporosi sono impossibili senza modificare lo stile di vita e liberarsi dei fattori di rischio di questa malattia e delle sue complicanze. Il trattamento farmacologico o di altro tipo per l'osteoporosi è importante e deve essere integrato da una modifica del proprio stile di vita.

Le principali raccomandazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità per i pazienti a rischio di fratture osteoporotiche:

  • mantenere uno stile di vita attivo permanente;
  • sufficiente esposizione al sole e all'aria aperta;
  • evitare il fumo e il consumo eccessivo di alcol;
  • rispetto degli standard individuali di calcio e vitamina D negli alimenti e, se necessario, per riempire i farmaci deficitari;
  • mantenere un indice di massa corporea di almeno 19 kg / m2, poiché il basso peso corporeo è un serio rischio di fratture;
  • osservare un modello di sonno sano;
  • frequenta regolarmente località balneari e motel.

Con un programma di trattamento ben progettato che terrà conto di tutte le caratteristiche individuali del paziente, la causa della compromissione della mineralizzazione e dei fattori di rischio, nonché con adeguate misure preventive, il progresso dell'osteoporosi può essere significativamente rallentato e talvolta interrotto.

prospettiva

La prognosi per il recupero dipende dal grado e dalla tempestività del rilevamento dell'osteopenia e dalla correttezza della correzione di questa condizione patologica.

Poiché l'osteoporosi è considerata una malattia degli anziani, sfortunatamente, evitare questa malattia non è sempre possibile. Il principale pericolo nell'osteoporosi sono le lesioni e le loro conseguenze. Ma i medici tendono a dire che non in tutti i casi l'osteoporosi è un "accompagnamento" della vecchiaia. Per evitare che la malattia venga compromessa, è necessario seguire le misure preventive e monitorare attentamente la propria salute.

È anche importante tenere conto della presenza di malattie o condizioni di fondo che portano allo sviluppo di questa patologia e nel trattamento dell'osteoporosi delle ossa per effettuare la loro adeguata correzione. Con l'eliminazione di tali fattori di rischio, la previsione diventa più favorevole.

prevenzione

Come prevenire l'osteoporosi o interrompere la sua ulteriore progressione? È necessario rispettare le seguenti regole:

  1. È necessario limitare il consumo di caffè, tè, bevande alcoliche il più possibile.
  2. È necessario che una certa attività fisica sia presente ogni giorno.
  3. Si raccomanda di praticare l'educazione fisica e gli sport, ma di evitare carichi troppo intensi.
  4. Limitare il consumo di alimenti contenenti fosforo. Questa è carne rossa, qualsiasi bevanda dolce con gas.
  5. Una dieta equilibrata che coinvolge mangiare cibi che contengono grandi quantità di calcio. Questi includono latte, kefir, formaggio, ricotta, broccoli.

Inoltre, non dimenticare l'esame preventivo del corpo, che ti consentirà di individuare tempestivamente i problemi relativi al funzionamento del sistema motorio e di prevenire conseguenze potenzialmente letali.