Principale

Gotta

Dislocazione della spalla: trattamento dopo riduzione, fisioterapia

L'articolazione della spalla è formata dalle superfici articolari di due ossa: la scapola e la spalla. La prima è un'area liscia concava piatta, mentre la seconda ha la forma di una palla. Questa testa sferica a contatto con la superficie articolare della scapola (mentre entra) è solo un quarto e la sua stabilità in questa posizione è fornita dalla cosiddetta cuffia dei rotatori - la capsula articolare e l'apparato muscolo-legamentoso.

A causa della sua struttura, l'articolazione della spalla è una delle articolazioni più mobili del nostro scheletro, in esso sono possibili tutti i tipi di movimenti: flessione ed estensione, abduzione e adduzione, nonché rotazione (rotazione). Tuttavia, per lo stesso motivo, lui e il più vulnerabile - più della metà di tutte le lussazioni nella pratica di un traumatologo sono esattamente le dislocazioni dell'articolazione della spalla.

Imparerai a conoscere la nostra patologia, i suoi tipi, le cause e i meccanismi di occorrenza, così come i sintomi, i principi di diagnosi e le tattiche di trattamento (incluso il periodo di riabilitazione dopo la riduzione) dell'articolazione della spalla nel nostro articolo.

Quindi, la dislocazione dell'articolazione della spalla, o semplicemente la dislocazione della spalla, è una separazione persistente delle superfici articolari dello spazio articolare della scapola e della testa sferica dell'omero, risultante da lesioni o da qualche altro processo patologico.

classificazione

A seconda del fattore causale, si distinguono questi tipi di lussazioni:

  1. Congenita.
  2. acquisita:
    • traumatico (o primario);
    • non traumatico (arbitrario, patologico e abituale).

Ognuna di queste ragioni sarà discussa in modo più dettagliato nella relativa sezione dell'articolo.

Se una dislocazione traumatica si verifica in isolamento, senza essere accompagnata da altre lesioni, è chiamata semplice. Nel caso in cui la violazione dell'integrità della pelle, rottura del tendine, fratture della clavicola, scapola, omero, danni al fascio neurovascolare sia determinata contemporaneamente alla dislocazione della spalla, viene diagnosticata una lussazione complicata.

A seconda della direzione in cui viene spostata la testa dell'omero, le dislocazioni della spalla si dividono in:

La stragrande maggioranza dei casi di questa lesione - fino al 75% - sono spiegati da dislocazioni anteriori, circa il 24% sono dislocazioni inferiori o ascellari e altre varianti della malattia si trovano solo nell'1% dei pazienti.

Un ruolo importante nel determinare la tattica del trattamento e della prognosi è giocato dalla classificazione in base al tempo trascorso dal momento del trauma. Secondo lei, ci sono 3 tipi di distorsioni:

  • fresco (fino a tre giorni);
  • stantio (da tre giorni a tre settimane);
  • vecchio (dislocato accaduto più di 21 giorni fa).

Cause di dislocazione della spalla

La dislocazione traumatica si verifica, di regola, come risultato di una persona che cade in un braccio diritto esteso o allungato in avanti, così come a causa di un colpo alla zona della spalla dalla parte anteriore o da dietro. Il trauma è la causa più comune di questa patologia.

Se dopo una dislocazione traumatica per qualsiasi motivo (spesso questa causa diventa un periodo insufficiente di immobilizzazione dell'arto colpito dopo la riduzione della lussazione), la cuffia dei rotatori non viene completamente ripristinata, si sviluppa la dislocazione. La testa dell'omero emerge dalla cavità articolare della scapola durante lo sport (ad esempio, quando serve la palla nella pallavolo o il nuoto) e anche quando una persona compie semplici azioni nella vita (vestirsi / svestirsi, pettinarsi, appendere i vestiti dopo il lavaggio e altri). In alcuni pazienti, questo accade fino a 2-3 volte al giorno, e con ogni successiva dislocazione, la soglia del carico necessaria per il verificarsi di un infortunio diminuisce e diventa più facile correggerla. "Esperto" a questo proposito, il paziente non si rivolge più ai medici per fare il lavoro, ma lo fa da solo.

Con lo sviluppo di neoplasie, osteomieliti, processi tubercolari, osteodistrofie o osteocondropatie nell'articolazione della spalla o nel tessuto circostante, sono possibili dislocazioni patologiche.

Meccanismo di sviluppo della dislocazione

La lesione indiretta - una caduta su un braccio diritto esteso, esteso o esteso in avanti - fa sì che la testa dell'omero si muova nella direzione opposta alla caduta, rottura della capsula articolare nello stesso punto e possibilmente danneggiare i muscoli, i legamenti o le fratture delle ossa che formano l'articolazione.

Con la pressione sull'area articolare di un tumore benigno o maligno, la testa salta anche fuori dalla cavità articolare - si verifica una dislocazione patologica.

Spalla lussata: sintomi

La principale lamentela dei pazienti con questa patologia è il dolore intenso persistente che si è manifestato dopo essere caduto su un braccio disteso o colpire la spalla. Notano anche una forte limitazione dei movimenti dell'articolazione della spalla - cessa assolutamente di svolgere le sue funzioni, e i tentativi di movimenti passivi sono fortemente dolorosi.

Un'altra caratteristica importante è il cambiamento della forma dell'articolazione della spalla. In una persona sana, ha una forma arrotondata, senza alcuna protrusione significativa. In caso di dislocazione, l'articolazione è deformata verso l'esterno - una protuberanza sferica ben marcata - la testa dell'omero - viene determinata dalla parte anteriore, posteriore o inferiore. Nella dimensione antero-posteriore, l'articolazione è appiattita.

In caso di dislocazioni più basse, la testa dell'omero danneggia il fascio neurovascolare, che passa attraverso la regione ascellare. Il paziente lamenta intorpidimento di alcune aree della mano (che innerva il nervo danneggiato) e una diminuzione della sensibilità in esse.

diagnostica

Il medico sospetterà la dislocazione nella fase di raccolta dei reclami, la storia della vita e la malattia del paziente. Quindi valuterà lo stato obiettivo: ispezionare e palpare (sentire) l'articolazione colpita. Lo specialista presterà attenzione alla deformazione che è evidente a occhio nudo, alla presenza di difetti della pelle o di emorragie nell'area (può verificarsi quando un vaso sanguigno viene rotto al momento della ferita).

Con dislocazione abituale, si noterà l'atrofia del muscolo deltoide e i muscoli della regione scapolare con una normale configurazione dell'articolazione della spalla e la restrizione dei movimenti (specialmente di abduzione e rotazione) in essa.

La palpazione (quando si sonda) la testa dell'omero si trova in un luogo atipico - verso l'esterno, verso l'interno o verso il basso dalla cavità articolare. Il paziente non può effettuare movimenti attivi nell'articolazione interessata e, quando si tenta di spostare un passivo, viene determinato il cosiddetto sintomo della resistenza della molla. Sia la palpazione che il movimento dell'articolazione della spalla sono fortemente dolorosi. Nel gomito e nelle articolazioni sottostanti, l'intervallo di movimento è preservato, la palpazione non è accompagnata dal dolore.

Se durante la dislocazione si danneggiano uno o più nervi del fascio neurovascolare che passa attraverso la regione ascellare (di solito questo accade con lussazioni inferiori), durante l'esame il medico determina la diminuzione della sensibilità nella mano innervata da questi nervi.

Il metodo principale di diagnosi strumentale della lussazione della spalla è la radiografia dell'area interessata. Ti permette di stabilire una diagnosi accurata - il tipo di dislocazione e la presenza / assenza di altri tipi di lesioni in quest'area.

In casi dubbi, al fine di chiarire la diagnosi, a un paziente viene prescritto un computer o una tomografia a risonanza magnetica dell'articolazione della spalla, nonché un'elettromiografia, che aiuterà a rilevare una diminuzione dell'eccitabilità dei muscoli atrofizzati che si verifica con lussazioni abituali.

Tattiche di trattamento

Subito dopo la lesione, è necessario chiamare un'ambulanza o un taxi per portare il paziente con una spalla lussata all'ospedale. Mentre attende l'auto, dovrebbe ricevere il primo soccorso, che include:

  • freddo sulla zona interessata (per fermare il sanguinamento, ridurre il gonfiore e alleviare il dolore);
  • sollievo dal dolore (farmaci anti-infiammatori non steroidei - paracetamolo, ibuprofene, dexalgin e altri, e se il bisogno del farmaco è determinato dal medico di emergenza, quindi analgesici narcotici (promedol, omnopon)).

Al momento del ricovero, il medico esegue innanzitutto le necessarie misure diagnostiche. Quando viene esposta una diagnosi accurata, la necessità di ridurre la dislocazione viene alla ribalta. La dislocazione traumatica primaria, specialmente quella vecchia, è la più difficile, mentre è più facile dislocare la solita ogni volta.

La riduzione della dislocazione non può essere effettuata "dal vivo" - in tutti i suoi casi è necessaria l'anestesia locale o generale. I giovani pazienti con dislocazione traumatica non complicata di solito subiscono l'anestesia locale. Per fare questo, un analgesico narcotico viene iniettato nell'area della articolazione colpita, e quindi viene somministrata un'iniezione di novocaina o lidocaina. Dopo che la sensibilità dei tessuti diminuisce e i muscoli si rilassano, il medico esegue una contrazione chiusa della dislocazione. Esistono molti metodi di copyright, i più comuni sono i metodi di Kudryavtsev, Meshkov, Ippocrate, Janelidze, Chaklina, Richer, Simon. I meno traumatici e i più fisiologici sono i modi di Janelidze e Meshkov. Il più efficace di tutti i metodi sarà con anestesia completa e manipolazioni eseguite delicatamente.

In alcuni casi, al paziente viene mostrata la soppressione della dislocazione in anestesia generale - anestesia.

Se la riposizionamento chiuso non è possibile, viene risolta la questione dell'intervento aperto: un'artrotomia dell'articolazione della spalla. Durante l'operazione, il medico rimuove il tessuto tra le superfici articolari e ripristina la congruenza (reciproca corrispondenza tra loro) di quest'ultimo.

Dopo che la testa dell'omero si è stabilita nella sua posizione anatomica, il dolore diminuisce in poche ore e scompare completamente entro 1-2 giorni.

Immediatamente dopo il ripristino, il medico ripete i raggi X (per determinare se la testa è nel posto giusto) e immobilizza l'arto con un calco in gesso. Il termine di immobilizzazione varia da 1 a 3-4 settimane e, in alcuni casi, e altro ancora. Dipende dall'età del paziente. I giovani pazienti indossano una benda più a lungo, nonostante la sensazione di completa salute. Ciò è necessario in modo che la capsula articolare, i legamenti ei muscoli che la circondano, ripristinino completamente la loro struttura - questo ridurrà il rischio di dislocazioni ricorrenti (abituali). Nei pazienti anziani, l'immobilizzazione prolungata porterà a un'atrofia muscolare intorno all'articolazione, che interromperà la funzionalità della spalla. Per evitare questo, non vengono messi in gesso, ma bende o bendaggi Deso e la durata dell'immobilizzazione è ridotta a 1,5-2 settimane.

fisioterapia

I metodi di fisioterapia per la dislocazione dell'articolazione della spalla sono usati sia nella fase di immobilizzazione che dopo la rimozione della fasciatura immobilizzante. Nel primo caso, l'obiettivo della fisioterapia è ridurre l'edema, il riassorbimento nell'area di lesione a versamento traumatico e infiltrazione, così come l'anestesia. Nella fase successiva, il trattamento con fattori fisici viene utilizzato per normalizzare il flusso sanguigno e attivare i processi di riparazione e rigenerazione nei tessuti danneggiati, oltre a stimolare il lavoro dei muscoli paraarticolari e ripristinare l'intera gamma di movimenti nell'articolazione.

Per ridurre l'intensità del dolore, il paziente viene prescritto:

Come metodi anti-infiammatori utilizzati:

Per migliorare il deflusso della linfa dalla lesione e quindi ridurre il gonfiore dei tessuti, utilizzare:

Espandere i vasi sanguigni e migliorare il flusso di sangue nell'area danneggiata aiuterà:

  • elettroforesi medicinale di vasodilatatori (pentossifillina, acido nicotinico);
  • galvanoterapia;
  • terapia magnetica a bassa frequenza;
  • irradiazione infrarossa;
  • applicazioni di paraffina e ozocerite;
  • terapia laser rossa;
  • ultratonotherapy.

Le seguenti procedure fisiche migliorano i processi di recupero - riparazione e rigenerazione - nei tessuti interessati:

  • terapia laser a infrarossi;
  • magnetoterapia ad alta frequenza.

Per normalizzare le funzioni dei muscoli periarticolari, applicare:

La fisioterapia è controindicata in presenza di un'enorme emorragia nell'articolazione (emartro) prima che il liquido venga rimosso da lì.

Terapia fisica

Esercizi di terapia fisica mostrati al paziente in tutte le fasi della riabilitazione dopo la riduzione della lussazione della spalla. L'obiettivo della ginnastica è di ripristinare l'intera gamma di movimento nell'articolazione interessata e la forza dei muscoli circostanti. Il complesso di esercizi per il paziente viene selezionato dal medico di terapia fisica in base alle caratteristiche individuali del decorso della malattia. In primo luogo, le sessioni dovrebbero essere condotte sotto il controllo del metodologo, e più tardi, quando il paziente ricorda la tecnica e l'ordine degli esercizi, può eseguirli autonomamente a casa.

Di norma, nei primi 7-14 giorni di immobilizzazione, si consiglia al paziente di spremere / aprire le dita a turno e in un pugno, nonché di flettere / estendere il polso.

Dopo 2 settimane, fatta salva l'assenza di dolore, al paziente è permesso fare movimenti accurati con la spalla.

A 4-5 settimane, i movimenti nell'articolazione sono consentiti con un aumento graduale del loro volume - abduzione, adduzione, flessione, estensione, rotazione fino a quando l'articolazione ripristina completamente le sue funzioni. Dopodiché, a 6-7 settimane, puoi sollevare gli articoli prima con un po 'di peso, aumentandolo gradualmente.

È impossibile forzare gli eventi, questo può portare ad un indebolimento della cuffia dei rotatori e a ripetute dislocazioni. Se provi dolore in una qualsiasi delle fasi della riabilitazione, devi interrompere temporaneamente gli esercizi e, dopo un po ', ricominciare da capo.

conclusione

La dislocazione della spalla è una delle lesioni più comuni nella pratica di un trauma-chirurgo. La causa principale di ciò è una caduta su un braccio diritto, messo da parte, alzato o allungato in avanti. Sintomi di dislocazione - dolore severo, mancanza di movimento nell'articolazione interessata e sua deformazione, visibili a occhio nudo. Al fine di verificare la diagnosi, di norma vengono eseguite radiografie, in casi difficili ricorrono ad altri metodi di visualizzazione - computer e risonanza magnetica.

Il ruolo principale nel trattamento di questa condizione è giocato dalla riposizionamento dell'articolazione danneggiata, dal ripristino della congruenza delle sue superfici articolari. Inoltre, al paziente vengono prescritti antidolorifici e articolazione immobilizzata.

La riabilitazione è molto importante, il complesso di misure di cui iniziano a funzionare immediatamente dopo l'applicazione della benda immobilizzante e continuano fino a quando le funzioni articolari sono completamente ripristinate. Include tecniche di fisioterapia che aiutano ad alleviare il dolore, ridurre il gonfiore, aumentare il flusso sanguigno e i processi di recupero nell'area danneggiata, e gli esercizi di terapia fisica che aiutano a ripristinare la gamma di movimento nell'articolazione. Eseguire queste procedure dovrebbe essere sotto la supervisione di un medico, nel pieno rispetto delle sue raccomandazioni. In questo caso, il trattamento sarà il più efficace possibile e la malattia scomparirà il prima possibile.

Specialista della Clinica medica di Mosca parla della dislocazione della spalla:

Come recuperare dalla dislocazione dell'articolazione della spalla

L'articolazione della spalla nella sua struttura è una formazione unica che consente alla mano di una persona di muoversi in un'ampia varietà di piani ed eseguire movimenti complessi. È proprio a causa della sua grande mobilità che può spesso dislocarsi e farsi male. Andando oltre i limiti della sua posizione normale, una persona perde la capacità di muoversi normalmente, il dolore si unisce.

A rischio, in termini di ottenere questo infortunio, sono gli atleti coinvolti nel baseball, il nuoto. Ma questo non significa che questo non possa accadere a una persona comune.

Con il riposizionamento tempestivo e un'adeguata immobilizzazione, la prognosi dopo la lussazione è favorevole. Dopo questo, è necessario effettuare la riabilitazione, che consentirà il ripristino dei movimenti nello stesso volume.

Il bisogno di riabilitazione

Il recupero è il prossimo passo dopo il trattamento primario e la precedente immobilizzazione, che può richiedere circa un mese. Nelle persone anziane, questa è una fase ancora più importante, perché in una persona anziana il periodo di immobilizzazione può arrivare a un mese e mezzo.

Nel processo di riabilitazione, sviluppano e rinforzano i muscoli dell'articolazione della spalla, specialmente quelli che sono responsabili di svolte interne ed esterne. Per fare ciò, dovrai eseguire esercizi speciali sotto la supervisione di un medico esperto o di un istruttore, e solo dopo la consultazione.

Piano di riabilitazione

Opzioni di esercizio

Prima di eseguire attività di riabilitazione, devono essere pianificati. Qualcuno si adatta a un complesso, mentre altri sono completamente diversi. Il complesso di attività include:

  • fisioterapia;
  • Terapia fisica;
  • massaggio;
  • apparecchi ortopedici;
  • metodi popolari e non convenzionali.

Procedure fisioterapeutiche

Questa tecnica non comporta l'uso di droghe, quindi può essere sicuro per quasi ogni persona, soprattutto con una tendenza alle allergie.

A causa dell'effetto positivo dei fattori fisici, nell'elenco di quali correnti possono essere distinte, l'azione del campo magnetico, del laser, della radiazione ultravioletta o dell'infrarosso, l'ultrasuono fornisce il massimo effetto sulla regione dell'articolazione della spalla.

I metodi sono stati provati positivamente in materia di prevenzione e riabilitazione, non solo dopo la dislocazione della spalla, ma anche per altri tipi di lesioni. La fisioterapia favorisce l'attivazione dei processi biochimici, rafforza il sistema immunitario, mobilita le difese naturali dell'organismo. Ciò accelera enormemente la ripresa e il recupero dall'infortunio.

Nell'arsenale delle procedure fisioterapeutiche ci sono molte misure, ma l'ottimale è l'uso di:

  • inductothermy;
  • UHF;
  • terapia magnetica;
  • ultrasuoni;
  • fonoforesi;
  • terapia laser;
  • elettrico;
  • terapia ad onde d'urto;
  • massaggio.

Ginnastica terapeutica

La ginnastica terapeutica (terapia fisica) aiuta a ripristinare la funzione persa. Durante la sessione, esegui semplici esercizi che non portano dolore, ma contribuiscono al rafforzamento dei muscoli. È importante rafforzare il deltoide, il trapezio, i muscoli e i bicipiti, il raggiungimento della stabilità sarà la chiave per prevenire la ri-dislocazione nell'articolazione.

Per ottenere il massimo effetto, l'inizio dell'allenamento dovrebbe essere eseguito da semplici esercizi, complicandoli gradualmente e aumentando la molteplicità delle ripetizioni. La prima cosa da ottenere è aumentare il tono muscolare, quindi passare a costruire, fare esercizi con un carico, aumentare l'ampiezza. La terapia sportiva viene eseguita solo in accordo con la prescrizione e dopo aver consultato uno specialista o un riabilitatore. L'allenamento per la forza senza un allenamento speciale o prestazioni inadeguate può provocare una lesione ripetuta.

Opzioni per esercizi dopo la dislocazione

LFK persegue tre fasi principali:

  1. L'attivazione dei muscoli durante l'immobilizzazione viene effettuata durante le prime tre settimane.
  2. Il restauro dell'articolazione danneggiata viene effettuato durante i primi tre mesi.
  3. Il pieno recupero può durare fino a 6 mesi.

Queste fasi sono molto condizionali e possono variare a seconda della gravità del danno, delle caratteristiche individuali, della forma fisica della persona.

Gli esercizi introduttivi dovrebbero essere eseguiti già nella fase di immobilizzazione, questa fase è finalizzata alla preparazione dei muscoli per un ulteriore lavoro normale e l'esecuzione di movimenti più complessi. Inoltre, tali esercizi contribuiscono alla normalizzazione dei processi metabolici del corpo, al lavoro stabile del sistema respiratorio, al cuore e ai vasi sanguigni.

Una persona deve eseguire costantemente i movimenti con il pennello e le dita della mano su cui si trova l'intonaco o la fissazione. La tensione del gruppo muscolare della mano, dell'avambraccio e della spalla è importante.

È necessario distinguere tra tensione e movimento. Durante la tensione, c'è semplicemente una contrazione dei muscoli, e durante il movimento un cambiamento nella posizione dell'arto nello spazio, che contribuisce a lesioni ripetute.

Dopo l'immobilizzazione, tutti gli esercizi mirano a ripristinare la mobilità dell'articolazione e dei muscoli. A causa della sua complicazione, gli esercizi contribuiscono alla riduzione dello stress, all'eliminazione delle contratture e alla resistenza.

Quindi, in questo periodo è utile:

  • Flessione ed estensione delle dita, articolazione del gomito.
  • Alzare un braccio ferito, sostenendolo con un braccio sano.
  • Portare al lato di entrambe le mani.
  • Movimento rotazionale
  • Appoggia la mano dietro la schiena.
  • Movimenti del braccio oscillante.

Esegui la ginnastica non solo la mano ferita, ma anche sana. Ciò contribuisce al normale coordinamento e alla sincronizzazione dei movimenti. Nel caso in cui la mano è posato sul fazzoletto secondo la raccomandazione del medico, viene rilasciato prima dell'inizio della ginnastica.

Dopo 4 settimane di tale allenamento, si consiglia di eseguire esercizi con un carico. Si consiglia di utilizzare manubri, palle, bastoncini per ginnastica, espansori e altri oggetti che possono contribuire all'allenamento e allo sviluppo dei muscoli.

Galleria fotografica: opzioni di esercizio per la riabilitazione dopo la dislocazione dell'articolazione della spalla

Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

Dopo l'operazione, è necessario immobilizzare l'intero braccio, inclusa la mano. Quando il cast viene rimosso, inizia la riabilitazione, che consiste nell'eseguire una serie speciale di esercizi per aumentare la gamma di movimento.

Esercitare la terapia dopo la dislocazione

L'effetto maggiore può essere raggiunto se si svolgono attività di riabilitazione in acqua.

Dopo l'operazione, i carichi a bassa intensità possono essere eseguiti solo dopo tre mesi. Fare lavori fisici pesanti è possibile solo dopo sei mesi.

A seconda dell'operazione, sarà necessaria l'immobilizzazione con cerotto o bendaggio. La durata dell'usura dipende dalla settimana al mese, nonché dal tipo di operazione eseguita. Una persona può fare terapia fisica in modo indipendente, ma solo dopo che un istruttore esperto mostrerà e insegnerà la correttezza della ginnastica. La durata della riabilitazione dopo l'intervento può durare da due a quattro mesi.

Fai attenzione

Un medico dovrebbe essere consultato in caso di qualsiasi disagio, come nel momento dell'immobilizzazione o nella fase di riabilitazione. Un'attenzione speciale richiederà:

  • Intorpidimento unilaterale della mano bilaterale.
  • Edema dell'arto superiore, in particolare ferito.
  • Dolore alla spalla che peggiora
  • Edema in costante aumento.
  • La rigidità dei tessuti nell'articolazione della spalla.

In caso di disagio, è severamente vietato resistere. È imperativo contattare un appuntamento con uno specialista e scoprire la causa dei problemi, quindi correggerli.

Se vengono seguite tutte le raccomandazioni del medico, la riabilitazione può richiedere fino a 6 mesi. Durante questo periodo, di regola, la funzione dell'articolazione della spalla viene completamente ripristinata, i muscoli si rafforzano, i movimenti diventano coordinati e una persona può tornare alla vita a tutti gli effetti e al lavoro quotidiano.

La lussazione dell'articolazione della spalla può richiedere uno sforzo considerevole non solo dalla vittima, ma anche dal medico. È necessario eseguire con competenza e adeguata riabilitazione e la vittima ascoltare le raccomandazioni di uno specialista e attuarle rigorosamente. In questa fase, è importante non esagerare e fare tutto in modo coerente e metodico, altrimenti c'è il rischio di complicazioni. Una serie di esercizi può essere la più varia e viene scelta in ciascun caso in modo strettamente individuale, a seconda della costituzione della persona e della gravità della lesione. Il suo fisico e naturalmente l'età.

Recupero della lussazione articolare della spalla: esercizio fisico, massaggio

Il corpo umano è unico sia nella struttura che, se possibile, nel recupero. Se una lussazione dell'articolazione della spalla si verifica dopo una caduta o un colpo, è importante consultare immediatamente un traumatologo. Nelle prime ore dopo l'infortunio, puoi persino regolare l'articolazione della spalla. Dopo 24 ore, i processi di recupero sono iniziati nel corpo e l'articolazione delle ossa è ricoperta da tessuto connettivo, che non consente di regolare l'articolazione in posizione anatomicamente corretta senza intervento chirurgico.

Se la dislocazione della spalla non è complicata, si usano metodi di trattamento conservativi: si dislocano e quindi applicano una benda di fissazione del Dezo o una stecca di gesso. In un periodo fino a 4 settimane, l'arto si troverà in uno stato di immobilizzazione. In questo momento, è molto importante eseguire esercizi speciali per ripristinare la funzione dell'articolazione della spalla dopo la dislocazione.

Ulteriori informazioni sulle tecniche di recupero

Il trattamento della dislocazione della spalla comporta una vasta gamma di attività volte a ripristinare le funzioni dell'articolazione della spalla. La riabilitazione è obbligatoria per i pazienti, indipendentemente dalla gravità della lesione e dai tempi di immobilizzazione. Le principali tecniche di recupero sono:

  1. Esercizio terapeutico Questa fase è molto importante sulla strada della ripresa. Gli esercizi per lo sviluppo dell'articolazione della spalla vengono eseguiti un giorno dopo la riduzione e gradualmente passano a esercizi più complessi.
  2. Il massaggio combinato con altri metodi apporta benefici innegabili sotto forma di una migliore circolazione sanguigna, riduzione degli ematomi, edema e rafforzamento dei muscoli e dei legamenti.
  3. Fisioterapia: ultrasuoni, UHF, fonoforesi, elettrostimolazione. Il trattamento di fisioterapia non prevede l'uso di farmaci. Ha un effetto positivo sull'articolazione danneggiata. Tuttavia, vale la pena di discutere l'uso di questa o quella procedura con il medico, in quanto vi sono controindicazioni.
  4. L'uso di strutture ortopediche come prescritto da un medico.

Terapia di recupero dopo lussazione

Esercizi dopo ogni dislocazione dell'articolazione della spalla fanno il giorno successivo alla riduzione. Ciò è dovuto al fatto che una parte dell'arto superiore per lungo tempo sarà priva di movimento. I primi esercizi vengono eseguiti con il pennello della mano ferita, le dita, nella zona dell'avambraccio. Gli esercizi sono eseguiti a turno da un arto ferito e sano. Durante questo periodo, è utile una combinazione di movimenti attivi del braccio libero e contrazioni muscolari isometriche - contrazioni dei muscoli della spalla durante la sua fissazione. L'obiettivo principale di questi esercizi è quello di prepararsi per la fase successiva della riabilitazione, l'allenamento del respiro, del cuore e dei muscoli del cingolo scapolare.

Quando il periodo di immobilizzazione termina e la benda viene rimossa dall'area danneggiata, inizia la fase successiva della riabilitazione. L'arto ferito è legato con una sciarpa speciale. Il termine, in media, è di 2-3 settimane.

Dopo aver consultato un medico riabilitativo, viene stilato un set speciale di esercizi, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente:

  • condizioni di salute;
  • età;
  • allenamento fisico;
  • luogo e tipo di dislocazione;
  • metodi di trattamento.

Dopo questo, il lavoro inizia con l'aiuto della terapia fisica. I movimenti vengono eseguiti ad un ritmo medio, il fazzoletto viene lasciato in mano. Spesso gli esercizi vengono eseguiti con enfasi su una mano sana o con il suo aiuto. Inizia gli esercizi da una posizione seduta. Il complesso di base consiste nei seguenti esercizi:

  1. collegamento e separazione delle lame;
  2. flessione ed estensione dell'articolazione della spalla;
  3. movimento della spalla in un cerchio, rispettando l'ampiezza minima;
  4. alzando la mano e un po 'di ritardo nella posizione estrema;
  5. movimenti di flessione-estensione dalle dita;
  6. sollevando gli arti in avanti e poi giù;
  7. esercizi per l'articolazione del polso: abduzione, sollevamento, ecc.;
  8. abduzione di entrambi gli arti dietro la schiena;
  9. movimenti del braccio a dondolo.

Quando i muscoli si riprendono e le condizioni fisiche migliorano, il carico può essere gradualmente aumentato. Già permesso di fare esercizi con l'uso della ponderazione, come manubri, palla ginnastica e altri. Il movimento si è svolto più audace, con maggiore ampiezza. In questa fase, la fretta è controindicata. Inizialmente, è necessario ottenere movimenti indolori senza mezzi improvvisati e peso aggiuntivo, solo dopo di ciò prendere un grande carico.

L'esercizio terapeutico è progettato per rafforzare i muscoli della cintura della spalla, quindi la scelta degli esercizi dopo aver rimosso la sciarpa si espande:

  1. sollevando le braccia in avanti senza pesare, quindi con i manubri - il peso dei manubri aumenta gradualmente, in base al tasso di recupero del paziente;
  2. sollevando gli arti senza appesantire, quindi con il peso;
  3. movimenti circolari in senso orario e antiorario;
  4. abduzione delle mani in diverse direzioni;
  5. sollevamento simultaneo della gamba piegata al ginocchio e braccio piegato all'altezza del gomito;
  6. sollevare le braccia diritte con i manubri o una palla sollevata da una posizione prona;
  7. esercizi di resistenza;
  8. lanciare la palla con entrambe le mani.

Lo schema di allenamento si basa sul principio di aumentare la complessità dei movimenti. Il numero di ripetizioni - da 7 a 12 volte.

Prestare particolare attenzione a come la spalla risponde al carico ricevuto e anche a quanto bene questo carico corrisponde alle condizioni del paziente. Per i sintomi negativi, contattare il medico. Se improvvisamente ci sono dolore, intorpidimento delle mani, aumento del gonfiore, si consiglia di interrompere l'esecuzione della terapia fisica e visitare uno specialista.

Un'attenzione particolare deve essere prestata all'esecuzione della terapia fisica dopo una complicata dislocazione dell'articolazione della spalla, nonché dopo l'intervento chirurgico. Il gesso Longuet viene applicato fino a un mese, mentre l'arto è completamente fissato dalla mano all'articolazione della spalla. L'esercizio con carico maggiore è autorizzato a eseguire non prima di tre mesi dopo l'operazione. La formazione ad alta efficienza può essere raggiunta eseguendoli in piscina. Eseguendo una serie di esercizi in acqua, il carico sul giunto sarà minimo.

Il massaggio svolge un ruolo importante nel processo di recupero dopo la dislocazione della spalla. Il massaggio è prescritto da un medico ed eseguito da un massaggiatore professionista. La riabilitazione è un processo responsabile e qualsiasi movimento sbagliato può causare complicazioni.

Inizia il massaggio tre giorni dopo l'infortunio. Le azioni durante la sessione sono fluide e consistono in movimenti di carezze, sfregamenti e impastamenti. È importante che il paziente non soffra di forti dolori. Durante il massaggio, la circolazione sanguigna viene ripristinata nei tessuti, il tono muscolare aumenta, i legamenti vengono rafforzati e l'atrofia muscolare viene prevenuta. La sessione dura un quarto d'ora.

Se segui le raccomandazioni del medico curante ed esegui una serie di esercizi per ripristinare l'attività fisica nell'articolazione della spalla, il recupero richiederà non più di sei mesi. Il valore delle misure di riabilitazione consiste nel complesso impatto sulla zona danneggiata e nel minimizzare possibili complicazioni.

Periodo di recupero dopo la dislocazione dell'articolazione della spalla

La lussazione dell'articolazione della spalla è una lesione molto comune, soprattutto tra le persone coinvolte in vari sport.

Il più delle volte quando questa articolazione è ferita, la testa dell'osso della spalla cade in avanti, mentre la mano ferita viene girata verso l'esterno e da parte.

Questa condizione è chiamata lussazione anteriore o la sua forma anteriore, ed è questo tipo di dislocazione della spalla che si verifica più spesso, in quasi il 96% dei casi.

Nell'articolo imparerai tutto sulla riabilitazione dopo la dislocazione dell'articolazione della spalla, nonché quali esercizi dovrebbero essere eseguiti per il trattamento durante il periodo di recupero.

Trattamento della dislocazione della spalla

Quando si riceve una lesione che coinvolge una lussazione della spalla, è importante fornire rapidamente (ricevere) il primo soccorso, poiché un ulteriore trattamento dipende da esso, dalla sua complessità, efficacia e dall'aspetto delle possibili conseguenze. È importante chiamare immediatamente un medico o un'ambulanza, ma se c'è un'opportunità, è meglio consegnare autonomamente la persona alla clinica più vicina.

Prima dell'arrivo del medico come primo soccorso, è possibile svolgere determinate attività, in particolare:

  • Applicare una fascia di fissazione di rinforzo che allevierà l'articolazione ferita e allevia il dolore.
  • Mettere un raffreddore sul luogo dell'infortunio per prevenire la comparsa di edema, che complicherà il rifornimento.
  • Cerca di garantire l'immobilità della mano ferita.

Il trattamento della dislocazione viene sempre assegnato in base alla sua gravità e al tipo di danno ricevuto, per il quale di solito viene eseguita una radiografia. Di norma, il trattamento inizia sempre con la riduzione della lesione, che può essere eseguita in diversi modi in anestesia generale o anestesia locale.

La scelta del metodo di riduzione dipende principalmente dalle peculiarità della lesione ricevuta, dall'ubicazione del giunto lussato e dalla costituzione della persona lesa. È importante escludere la presenza di una possibile frattura e danni alle ossa.

Dopo il ripristino, una benda viene applicata al paziente per un certo periodo di tempo, dopodiché inizia il decorso delle misure di riabilitazione, la cui durata dipende in gran parte dalla correttezza del pronto soccorso e dalla velocità della riduzione.

A cosa serve la riabilitazione?

Dopo aver effettuato la regolazione, il passo successivo nella terapia è una riabilitazione adeguata e adeguata. È importante tenere conto del fatto che, dopo aver eseguito l'aggiustamento, soprattutto se ha richiesto un intervento chirurgico da parte del chirurgo, la spalla deve essere a riposo per un certo periodo di tempo, che viene sempre impostato dal medico, in base alle condizioni del paziente e alle caratteristiche della lesione corretta.

Nelle persone anziane, questo periodo può essere piuttosto lungo e talvolta raggiunge 1,5 - 2 mesi. Nelle persone più giovani, il tempo di immobilizzazione può richiedere meno tempo, a seconda delle caratteristiche della lesione e del metodo di riduzione.

Successivamente, iniziano le misure finalizzate alla riabilitazione, il cui obiettivo è sempre quello di ripristinare le funzioni articolari perse a causa di un infortunio nel modo più completo possibile. Ecco perché, dopo la fine del periodo di immobilità, è così importante impastare correttamente l'articolazione, svilupparla e rinforzare i muscoli, specialmente quelli che sono responsabili della capacità di ruotare la spalla.

Per la riabilitazione, il medico prescrive un numero di esercizi per il paziente dopo la dislocazione dell'articolazione della spalla per l'intero corso della riabilitazione, allo stesso tempo inizia con esercizi più facili, passando gradualmente a quelli più difficili. Ma è importante iniziare tale corso solo dopo essere stato nominato come medico e seguire rigorosamente tutte le istruzioni.

Recupero iniziale della spalla

Il recupero iniziale è il periodo di tempo che inizia immediatamente dopo la riduzione della dislocazione dell'articolazione della spalla e continua fino alla nomina di esercizi fisici mirati a ripristinare la mobilità e rafforzare i muscoli.

Le solite raccomandazioni dopo la riduzione della dislocazione possono essere considerate:

  • Immobilizzazione del giunto impostato per circa una settimana, che si ottiene applicando una benda speciale, fissando la spalla nella posizione corretta richiesta. Inoltre, per il fissaggio possono essere applicate stecche, così come l'imposizione di gesso, se necessario. È importante che il braccio ferito sia a riposo durante la settimana.
  • Se ci sono complicazioni sotto forma di danni ai muscoli, ai tessuti molli o alle ossa (comprese le loro fratture), la fissazione della spalla impostata può essere richiesta per un periodo più lungo.
  • In alcuni casi, il medico può prescrivere e utilizzare speciali farmaci antinfiammatori appartenenti al gruppo non steroideo, in particolare l'ibuprofene, che non solo elimina il processo infiammatorio, ma allevia anche il dolore.
  • Alla fine del periodo di immobilità dell'articolazione dovrebbe essere gradualmente incluso nel lavoro, iniziando con un piccolo carico ed esercizi prescritti dal medico. È importante che il carico aumenti gradualmente e uniformemente.
  • Per prevenire la ri-dislocazione non bisogna dimenticare il rafforzamento dei legamenti.
  • Si consiglia inoltre di utilizzare preparazioni speciali e additivi progettati per rafforzare i legamenti e ripristinare la struttura delle articolazioni contenenti le vitamine necessarie. Puoi usare alcuni tipi di unguenti.
  • Nelle prime fasi della riabilitazione, gli esercizi leggeri sono più spesso prescritti, ad esempio, con un espansore morbido, così come i manubri leggeri.

misure di riabilitazione

Di norma, dopo il riposizionamento della spalla lussata, le attività di riabilitazione vengono svolte in 4 fasi successive ed è molto importante che il paziente le attraversi tutte.

Il primo stadio può essere considerato come le procedure di riabilitazione iniziale, eseguite quasi immediatamente dopo il riposizionamento della lesione o della chirurgia. Questi includono:

  • L'imposizione di una benda speciale per immobilizzare la spalla per un periodo di 5-7 giorni (in alcuni casi, questo periodo può essere esteso).
  • Esegui esercizi leggeri per scaldare le braccia e prevenire la comparsa della stasi del sangue. Tali esercizi vengono eseguiti solo con la mano e il polso senza esercitare una mano ferita. Lo scopo di tali esercizi è quello di assicurare il normale flusso di sangue e un adeguato flusso sanguigno nell'area dell'articolazione danneggiata.
  • L'uso di farmaci anti-infiammatori.
  • Sovrapponi e freddo per ridurre il dolore e il gonfiore.

Nella seconda fase (dalla 2a alla 4a settimana), le misure di riabilitazione sono considerate come:

  • La nomina di movimenti leggeri dell'articolazione della spalla, che non dovrebbe causare forti dolori.
  • Se non c'è dolore, il medico prescrive esercizi di riscaldamento più seri, ripristinando la mobilità dell'articolazione danneggiata.
  • È permesso rimuovere la benda.
  • Dopo un allenamento, è importante applicare freddo all'articolazione in modo che non si verifichi gonfiore.
  • In nessun caso in questa fase non è possibile eseguire alcun movimento combinato, come i giri della spalla, in particolare verso l'esterno, così come l'estensione delle mani sul lato. Tali azioni possono portare a ricorrenti dislocazioni e molte complicazioni.

Alla terza fase (dalla 4a alla 6a settimana) le procedure di riabilitazione sono:

  • Nel garantire la piena mobilità dell'articolazione danneggiata, un regolare esercizio fisico.
  • All'inizio della retrazione del braccio di lato, ma solo se l'articolazione danneggiata non fa male e l'esercizio non causa sofferenza.
  • Svolgimento di esercizi regolari con esercizi per ripristinare la mobilità precedente.
  • È importante cercare di ottenere l'utilità dei movimenti.

La quarta fase della riabilitazione dopo la dislocazione della spalla e il recupero è il ritorno del paziente alle sue solite attività e stile di vita, la capacità di sollevare piccoli pesi. Se una persona, prima di infortunarsi, era impegnata negli sport di potenza, allora in questa fase può tornare alla formazione, iniziando a lavorare con piccoli carichi e aumentandoli gradualmente.

Ora sai come rafforzare l'articolazione della spalla dopo la dislocazione e farlo bene.

fisioterapia

Le procedure di fisioterapia sono un mezzo eccellente non solo per la riabilitazione dopo gli infortuni, ma anche una misura preventiva per rafforzare l'articolazione della spalla. Quando vengono utilizzati nel corpo umano, l'attivazione di tutti i processi biologici naturali, l'accelerazione del recupero dalla malattia, si verifica il ripristino dell'articolazione lesionata, ma, inoltre, viene rafforzato il sistema immunitario generale e l'attivazione delle difese naturali.

Oggi, per il trattamento delle articolazioni lesionate in fisioterapia vengono utilizzate una serie di tecniche che mostrano risultati eccellenti in termini di efficacia, in particolare:

  • UHF;
  • fonoforesi;
  • inductothermy;
  • Terapia con onde ultrasoniche;
  • Terapia dell'onda magnetica;
  • Terapia ad onde d'urto;
  • Stimolazione elettrica;
  • Terapia laser;
  • Massaggi.

Considerare come sviluppare un'articolazione della spalla dopo la dislocazione con l'aiuto della terapia fisica.

Esercitare dopo una dislocazione dell'articolazione della spalla è solitamente rappresentato da un intero insieme di esercizi del piano elementare, grazie al quale una persona svanisce gradualmente nell'attività motoria persa dell'articolazione danneggiata.

Durante le lezioni, la forza del muscolo deltoide, così come i bicipiti e il tricipite, viene reintegrata, il che porta gradualmente a una condizione stabile dell'articolazione ferita stessa. L'implementazione corretta degli esercizi di dislocazione della spalla raccomandati dal medico non è solo una garanzia per il completo recupero, ma anche la prevenzione di possibili ricadute (ri-dislocazione).

Iniziare il trattamento e l'allenamento dopo aver ridotto la dislocazione della spalla e la fine del periodo di riposo dell'articolazione. I primi esercizi in questo caso consistono sempre in esercizi leggeri e molto semplici, il cui scopo è quello di aumentare il tono muscolare generale del braccio ferito e assicurare un sufficiente flusso di sangue. A poco a poco, su indicazione del medico, il carico sul braccio e l'articolazione stessa dovrebbero essere aumentati e la gamma di esercizi eseguiti dovrebbe essere ampliata.

Si deve esercitare estrema cautela quando si eseguono carichi di potenza dopo che la dislocazione è ridotta, poiché tali esercizi, se eseguiti in modo improprio o il carico inadeguato, possono portare non solo allo stiramento dei legamenti indeboliti, ma anche alla loro rottura. Pertanto, per una corretta e completa guarigione, è necessario attenersi scrupolosamente alle raccomandazioni del medico e non all'automedicazione.

Durante il periodo di riabilitazione dopo la riduzione della lussazione della spalla, l'attenzione principale è focalizzata sul ripristino della forza muscolare perduta, perché è dovuto a muscoli forti che l'articolazione si è stabilizzata e la testa dell'osso è posta nella posizione corretta. La stabilizzazione della testa avviene nella direzione antero-posteriore, che impedisce ulteriormente di scivolare e fuori dalla regione articolare.

Le misure di riabilitazione della fisioterapia per la lussazione della spalla sono di solito effettuate in 3 fasi:

  • Ripristino iniziale: il periodo durante le prime 3 settimane dopo il ripristino.
  • Il recupero è il periodo dei primi 3 mesi dopo l'infortunio.
  • Il periodo di recupero completo, che può richiedere fino a 6 mesi (a seconda della complessità della lesione e delle sue caratteristiche).

Tale classificazione è di solito condizionata, poiché i periodi di ciascuna fase possono essere aumentati o diminuiti da un medico individualmente, in base alle condizioni del paziente e alle caratteristiche della lesione ricevuta.

Nella fase iniziale, iniziando quasi immediatamente dopo aver riparato la ferita e la fissazione dell'articolazione e proseguendo per circa 3 settimane, è consentito e raccomandato di eseguire esercizi che prepareranno l'articolazione e i muscoli danneggiati a carichi più complessi in futuro. Inoltre, vengono eseguiti esercizi in questo periodo per stabilizzare i processi metabolici, normalizzare la circolazione sanguigna nel braccio e nell'articolazione. Di regola, in questo periodo il dottore raccomanda quanto segue:

  • Movimenti accurati e accurati con le dita della mano ferita e l'intera mano, compresa l'articolazione del polso.
  • Esercizi leggeri mirati alla tensione periodica dei blocchi muscolari di tutte le parti del braccio.

Con l'inizio della seconda fase, gli esercizi diventano più complessi e il carico aumenta gradualmente, il che è necessario per eliminare la contrattura muscolare, rafforzarli, aumentare la resistenza:

  • Non solo puoi muovere liberamente le dita e spazzolare, spingere il pennello in un pugno, ma anche eseguire la flessione nel gomito.
  • Si raccomanda di sollevare con attenzione la mano ferita, mentre si tiene con una mano sana.
  • Puoi fare un passo pulito e lento della mano ferita a lato.
  • Cauto ratto del braccio ferito dietro la schiena, a poco a poco questo esercizio viene eseguito senza supporto, in modo sincrono, con due mani.
  • Braccio oscillante liscio.
  • Dopo che il medico ha risolto, i movimenti di rotazione possono essere eseguiti con entrambe le mani.

Di norma, gli esercizi per ripristinare l'articolazione della spalla dopo la dislocazione con qualsiasi tipo di carico, ad esempio i manubri di peso ridotto, possono essere passati nel periodo di 4-5 settimane dopo la riduzione della lesione. Per l'allenamento, è possibile utilizzare altri dispositivi, in particolare uno speciale bastone da ginnastica, piccole palline, espansori, spostandosi gradualmente verso i simulatori. Con la corretta implementazione di tutte le raccomandazioni, il ripristino completo della mobilità passata avviene in 5-6 mesi.

Caratteristiche della riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

Di norma, in caso di lussazione della spalla, la chirurgia è raramente richiesta, ma in alcuni casi è impossibile prevenire la possibilità di lesioni successive in qualche altro modo. Molto spesso, la chirurgia è necessaria nei casi in cui i grandi vasi, tendini, ossa, muscoli o nervi sono danneggiati durante una lesione. L'operazione viene eseguita, se necessario, il prima possibile dopo l'infortunio.

A volte i medici suggeriscono di eseguire un'operazione anche con una normale dislocazione primaria al fine di stabilizzare in modo ottimale l'articolazione rafforzando i legamenti. Esistono diversi metodi per eseguire un'operazione del genere e la scelta di un particolare dipende generalmente dal fisico del paziente, dalle caratteristiche della sua attività e dal suo stile di vita.

La riabilitazione dopo l'intervento dipende principalmente dal metodo scelto e dalle condizioni del paziente. Di norma, le fasi di recupero sono praticamente le stesse che nel caso di riduzione non chirurgica del danno, ma il loro periodo complessivo, così come ciascuno di essi, può essere significativamente ritardato e le procedure e gli esercizi richiederanno maggiore accuratezza e cautela nell'esecuzione.

Il punto importante qui è il ripristino dei muscoli danneggiati durante l'intervento chirurgico, per i quali possono essere prescritti preparati speciali della categoria degli enzimi, specialmente se una persona è stata coinvolta nello sport prima di farsi male. Momento obbligatorio dopo tale operazione sono le procedure di crioterapia, che vengono eseguite da 5 a 7 volte al giorno per 15 minuti nella prima fase della riabilitazione quando l'articolazione è immobilizzata.

È importante che le procedure di riabilitazione inizino immediatamente dopo tale operazione e vengano eseguite insieme al trattamento principale. I primi esercizi nella fase iniziale del recupero dovrebbero essere eseguiti per diversi secondi con il rilassamento obbligatorio e un graduale aumento di tempo, sotto la stretta supervisione di un medico o di un istruttore di terapia fisica. L'aumento del carico avviene esclusivamente con il permesso dello specialista supervisore.

Il periodo finale di recupero in questo caso inizia tra le 12 e le 15 settimane dopo l'intervento, in alcuni casi l'articolazione è completamente guarita e ritorna alle normali attività, così come allo sport, dopo circa 6-9 mesi.

Cosa non fare durante il periodo di recupero

Certamente, la prima cosa che non è raccomandata quando si riceve un infortunio è cercare di correggere l'articolazione da sola senza avere le qualifiche necessarie, specialmente se è possibile ricevere un'adeguata assistenza medica. Dirigi spalla dislocata può essere solo in casi di emergenza.

Dopo la riduzione della dislocazione non può essere auto-medicato. È molto importante seguire rigorosamente le raccomandazioni e le prescrizioni del medico. Non si può trascurare l'implementazione di esercizi elementari nella fase iniziale della riabilitazione, perché questo periodo è molto importante.

È impossibile al primo e al secondo stadio della riabilitazione eseguire esercizi di forza senza un precedente addestramento, anche se una persona si è già impegnata in un tale sport. Tali azioni possono portare a un grave stiramento dei legamenti indeboliti e persino alla loro rottura, il che complicherà significativamente la condizione e potrebbe provocare un'ulteriore limitazione della mobilità.

Riabilitazione dell'articolazione della spalla dopo dislocazione: come ripristinare rapidamente la prestazione articolare

L'obiettivo principale di tutte le attività di riabilitazione è di ripristinare le funzioni perse dell'articolazione della spalla. Per questo, il paziente ha dimostrato di sviluppare e rafforzare i muscoli responsabili dei turni. In questo articolo vedremo cos'è la riabilitazione dell'articolazione della spalla dopo la dislocazione.

Tappe principali

La riabilitazione dopo l'infortunio comporta il passaggio di tre fasi, che troverai nella tabella.

Tabella 1. Fasi di riabilitazione:

I primi giorni dopo il ripristino

Mettendo il giunto sul posto, il medico applica una benda di fissaggio. Questo garantirà il resto dell'area danneggiata. Il periodo in cui indossa - 7 giorni. Ma se si verificano complicazioni, la benda viene applicata per un periodo più lungo.

Aiuto con dislocazione abituale

Le opzioni chirurgiche sono indicate sull'etichetta.

Tabella 2. I principali tipi di operazioni:

Anche il primo stadio di recupero dopo l'intervento è indossato con una benda. Il termine dipende dal tipo di intervento chirurgico. Quindi il medico ti dirà cosa fare dopo.

Cosa fare

Il paziente è assegnato al passaggio:

  • manipolazioni di massaggi;
  • manipolazioni fisioterapiche;
  • LFK dopo dislocazione dell'articolazione della spalla.

Trattamenti di massaggio

L'obiettivo principale è ridurre il gonfiore e rafforzare i legamenti. Il massaggio è permesso di eseguire entro 72 ore dopo il riposizionamento.

Durante la procedura, uno specialista usa le seguenti tecniche:

  • accarezzare;
  • macinazione;
  • punti di pressione.

La forte pressione è proibita.

Fai attenzione! Con la comparsa del dolore, la procedura è terminata.

Il passaggio della fisioterapia

Il recupero dalla dislocazione dell'articolazione della spalla implica le seguenti procedure.

Tabella 3. Fisioterapia:

La durata della terapia è di 40 minuti. Il numero di sessioni - 11-15.

La sindrome del dolore è ridotta.

Grazie alla stimolazione dei processi metabolici, l'infiammazione si ferma.

Aumenta la microcircolazione. Ciò porta ad un miglioramento del metabolismo cellulare.

Totale assegnato 8-10 sessioni.

La circolazione sanguigna migliora, le funzioni immunitarie aumentano.

Se i vasi periferici sono rotti, la procedura è controindicata. Altrimenti, lo spasmo risultante bloccherà il flusso di sangue.

Passaggio della terapia fisica

Le istruzioni date al paziente dal medico curante devono essere seguite esattamente. Il costo della deviazione dalle raccomandazioni del terapista della riabilitazione è molto alto. Nel peggiore dei casi, il paziente avrà bisogno di un secondo intervento chirurgico.

Primo stadio

L'obiettivo principale è quello di immobilizzare la spalla.

  • ridurre il dolore;
  • correggere correttamente l'area danneggiata;
  • fermare il retrauma.

La durata della prima fase è di 14 giorni.

Fai attenzione! Sono consentiti esercizi facili per il polso e la mano.

Al paziente è permesso ruotare il pennello, spremere e aprire le dita. Aiuta a mantenere i muscoli in forma. Grazie all'implementazione di questi esercizi, il sangue scorre sulle dita e normalmente circola attraverso il braccio.

Secondo stadio

L'obiettivo principale è sviluppare l'attività primaria dell'articolazione danneggiata. Gli esercizi sono progettati per sviluppare la mobilità.

L'articolazione è ancora libera, quindi in questa fase non è possibile eseguire una combinazione di diversi semplici esercizi. Al paziente è consentito piegare e piegare la mano e l'arto al gomito. Il numero di approcci: 10-12.

Dopo aver fatto gli esercizi, la mano ferita potrebbe gonfiarsi un po '. Questo è spaventoso. Per ridurre il disagio consigliato si comprime il ghiaccio.

Terzo stadio

L'obiettivo principale è sviluppare la mobilità dell'articolazione danneggiata. Il secondo compito importante è rafforzare i muscoli.

Gli esercizi dopo la dislocazione dell'articolazione della spalla dovrebbero sviluppare la mobilità.

  • alzando e abbassando le mani;
  • prendendo la mano ferita di lato;
  • eseguire movimenti rotatori;
  • tenendo la mano ferita leggera.

Fai attenzione! Non è possibile eseguire movimenti bruschi.

Quarta tappa

Questa è una fase di transizione. La sua durata è di 2-2,5 mesi. L'obiettivo principale è ripristinare le importanti funzioni del giunto. È importante superare questa fase fino alla fine, seguendo tutte le raccomandazioni del medico curante. Altrimenti, il riso guadagna la ri-dislocazione.

Quinta tappa

In questa fase, ha permesso esercizi di forza per sviluppare l'articolazione della spalla dopo la dislocazione. Sono eseguiti usando i manubri. Sviluppa e rafforza i muscoli.

Sono ammessi anche esercizi funzionali. Il paziente può eseguire lanci. I carichi aumentano gradualmente.

Quello che devi prestare attenzione

L'effetto migliore può essere raggiunto se tutti gli esercizi sono eseguiti in piscina. È possibile sollevare pesi solo dopo 6-7 mesi.

La combinazione di "dislocazione dell'articolazione della spalla e dello sport" è possibile in 6-9 mesi. Ma se l'infortunio è stato grave e ci sono state complicazioni, il ritorno allo sport è possibile solo dopo 1 anno.

Ricerchi l'aiuto medico è necessario quando i seguenti sintomi:

  • intorpidimento dell'arto superiore;
  • rigidità del tessuto nella zona interessata;
  • gonfiore crescente;
  • aumento della sindrome del dolore.

Non può tollerare il dolore Questo sintomo può indicare la progressione di una grave complicanza.

conclusione

A un paziente può essere prescritto un ciclo di farmaci. Allo stesso tempo, deve aderire alle raccomandazioni dietetiche. Maggiori informazioni sul periodo di riabilitazione diranno il video in questo articolo.