Principale

Gotta

Struttura della caviglia: cosa devi sapere al riguardo?

L'articolazione della caviglia è considerata la più vulnerabile tra le altre. Dopo tutto, non è senza motivo che il leggendario tendine d'Achille si trova qui, che ha causato la morte del mitico eroe. E oggi, la conoscenza dell'anatomia dell'articolazione della caviglia è necessaria per tutti, perché quando è danneggiata, non solo gli eroi possono perdere forza e capacità.

struttura della caviglia

La caviglia collega le ossa della gamba e del piede, grazie ad essa, la persona fa movimenti con i piedi e cammina normalmente. La struttura dell'articolazione della caviglia è piuttosto complicata: al suo interno sono collegate diverse ossa e un sistema di cartilagini e muscoli che li collegano tra di loro. Inoltre, attorno ad ogni articolazione si forma una rete di vasi sanguigni e plessi nervosi, fornendo nutrimento ai tessuti e coordinazione dei movimenti dell'articolazione.

La caviglia è costretta a sopportare il peso del corpo umano e garantire la corretta distribuzione durante la deambulazione. Pertanto, la forza dell'apparato legamentoso, della cartilagine e del tessuto osseo è di grande importanza.

Ha i suoi confini anatomici. Nella parte superiore, l'articolazione è limitata da una linea immaginaria che si estende per 7-8 cm sopra la caviglia mediale (una protuberanza chiaramente visibile all'interno della caviglia). Sotto è separato dalla linea del piede, collegando le cime delle caviglie mediale e laterale (situate sul lato opposto).

Le seguenti aree si distinguono nell'area comune:

  1. Anteriore - rotolamento sulla parte posteriore del piede.
  2. Posteriore - regione del tendine di Achille. Questo è il tendine più potente del corpo umano, perché può sopportare un carico fino a 400 kg. Collega il calcagno e il muscolo gastrocnemio e quando viene ferito, la persona perde la capacità di muovere il piede.
  3. Interno - l'area della caviglia mediale.
  4. Esterno - zona della caviglia laterale.

Elementi ossei del giunto

L'articolazione della caviglia consiste di due ossa della tibia. Questo è il tibiale e il peroneo. Anche a loro è collegato l'osso del piede o l'osso di ariete. Quest'ultimo è talvolta chiamato anche nadpyatnoy.

Le estremità inferiori (distali) delle ossa della tibia formano insieme un nido, che include il processo dell'astragalo del piede. Questa connessione è un blocco - la base dell'articolazione della caviglia. Distingue diversi elementi:

  • caviglia esterna - formata dall'estremità distale del perone;
  • superficie distale della tibia;
  • caviglia interna (rappresenta la parte distale della tibia).

elementi ossei dell'articolazione

Ci sono bordi anteriori e posteriori, superfici interne ed esterne sulla caviglia esterna. Sul bordo posteriore della caviglia esterna c'è una scanalatura in cui sono fissati i tendini dei muscoli peroneali lunghi e corti. Attaccati alla superficie esterna della caviglia esterna sono i legamenti laterali e la fascia dell'articolazione. Fascia - una guaina connettiva delle articolazioni. Sono formati da guaine che coprono muscoli, nervi e tendini.

Sulla superficie interna vi è una cartilagine ialina, che, insieme alla superficie superiore dell'astragalo, costituisce la fessura esterna dell'articolazione della caviglia.

Che aspetto ha?

La superficie distale della tibia assomiglia ad un arco, all'interno del quale c'è un processo. I margini anteriore e posteriore della tibia formano due escrescenze, chiamate caviglia anteriore e posteriore. Sul lato esterno della tibia c'è una tacca fibulare, su entrambi i lati del quale ci sono due collinette, e la caviglia esterna è parzialmente situata in essa. Insieme formano la tetra sindosmosi. È di grande importanza per il normale funzionamento dell'articolazione.

L'epifisi distale della tibia è divisa in 2 parti - più grande, posteriore e più piccola - anteriore. La superficie articolare è divisa da una piccola formazione ossea - la cresta, nelle parti mediale (interna) e laterale (esterna).

articolazione della caviglia

La caviglia interna è formata da protuberanze anteriori e posteriori. La parte anteriore ha una grande dimensione ed è separata dalla fossa posteriore. La fascia dell'articolazione e del legamento deltoide sono attaccati all'interno della caviglia, che non ha superfici articolari.

La parte esterna è ricoperta di cartilagine ialina e, insieme alla superficie interna dell'astragalo, forma la fessura interna dell'articolazione della caviglia.

L'astragalo collega le ossa della tibia e del calcagno. Consiste di un corpo, un blocco e un collo con una testa. Usando il blocco, l'astragalo è collegato alle ossa della tibia. Si trova nella cosiddetta "forchetta" formata dalle sezioni distali delle ossa della tibia. La parte superiore del blocco è convessa, vi è una scanalatura, corrispondente alla cresta dell'epifisi distale tibiale.

La parte anteriore del blocco è un po 'più larga della parte posteriore e passa nella testa e nel collo dell'astragalo. Dietro c'è un piccolo tubercolo con una scanalatura, dove si trova il tendine del lungo flessore del pollice.

Muscoli della caviglia

Muscoli - i flessori del piede sono sul dorso e sulla superficie esterna dell'articolazione della caviglia:

  • tibiale indietro,
  • muscolo tricipite
  • lungo flessore dell'alluce,
  • plantare,
  • lungo flessore di tutte le altre dita.

I muscoli estensori si trovano nella sezione anteriore dell'articolazione della caviglia:

  • pollice estensore lungo,
  • tibiale anteriore,
  • lungo estensore delle altre dita.

I supporti e i pronatori del collo del piede forniscono movimento dentro e fuori dall'articolazione. I pronatori sono brevi e lunghi, così come i terzi muscoli peronei. Ai supporti del collo del piede - tibiale anteriore e lungo estensore del pollice.

sistema muscolare della caviglia

Legamenti della caviglia

Questi elementi hanno un'importante funzione nel fornire movimento nell'articolazione. Tengono insieme i componenti dell'osso e consentono di eseguire vari movimenti nell'articolazione.

I legamenti dell'articolazione della caviglia sono suddivisi in legamenti della sinensmosi tibiale tra la superficie esterna della tibia e della caviglia del perone e il lato esterno e interno dell'articolazione della caviglia.

  1. I legamenti della sinensmosi tibiale sono potenti formazioni che sono suddivise in tosse interossea, tibiale inferiore inferiore, tibiale anteriore anteriore e trasversale.
    • Il legamento interosseo è una continuazione della membrana interossea, il suo scopo principale è quello di tenere insieme gli stinchi.
    • Il legamento inferiore posteriore è una continuazione del legamento interosseo, impedisce una rotazione eccessiva verso l'interno.
    • La tibia anteriore inferiore si trova tra l'incisione fibulare tibiale e la caviglia esterna, impedendo un'eccessiva rotazione del piede verso l'esterno.
    • Il legamento trasversale si trova sotto il precedente e impedisce anche al piede di ruotare verso l'interno.
  2. I legamenti laterali esterni sono l'anteriore e posteriore talpe-fibulare, calcaneale-fibulare.
  3. Il legamento laterale interno, o deltoide, è il più potente dei legamenti della caviglia. Collega la caviglia interna e le ossa del piede - caviglia, tallone e scafoide.

Rifornimento di sangue e terminazioni nervose

Questa articolazione riceve l'apporto di sangue lungo i tre rami delle arterie sanguigne - tibiale anteriore e posteriore e peroneo. Si ramificano ripetutamente nell'area comune. Fanno reti vascolari nelle caviglie, capsule e legamenti dell'articolazione.

Il deflusso venoso è rappresentato da una rete di navi molto estesa, suddivisa in reti interne ed esterne. Quindi formano le vene safene piccole e grandi, le vene tibiali anteriori e posteriori. Tutti sono interconnessi da una vasta rete di anastomosi (connessioni di navi vicine che formano un'unica rete).

I vasi linfatici ripetono il decorso dei vasi sanguigni, rispettivamente, il deflusso della linfa passa davanti e all'interno parallelamente all'arteria tibiale e all'esterno e dietro il perone.

Nell'articolazione della caviglia vi sono rami di terminazioni nervose come: nervi superficiali piccoli e tibiali, nervi tibiali profondi e nervi gastrocnemici.

Caratteristiche funzionali della caviglia

La quantità di movimento in questa articolazione è 60-90 gradi. Il movimento è possibile attorno al suo asse, situato nel centro della caviglia interna e attraverso il punto situato anteriormente alla caviglia esterna. È anche possibile il movimento del piede dentro e fuori, e inoltre, la flessione plantare e l'estensione del punto.

L'articolazione della caviglia spesso subisce vari effetti traumatici. Questo porta a legamenti strappati, frattura e lacerazione delle caviglie, crepe e fratture delle ossa della tibia. Spesso si verifica anche un danno alle terminazioni nervose e ai muscoli.

Anatomia dell'articolazione della caviglia

Il nome della caviglia riflette eloquentemente la sua struttura e funzione. È una combinazione di gamba e piede in un unico giunto.

È impossibile immaginare il corpo umano senza caviglia, perché fornisce la mobilità di tutto il corpo. Per la corsa, la camminata, il movimento in generale, il suo normale funzionamento e lo stato di salute sono molto importanti. Tuttavia, è la parte più vulnerabile dello scheletro anatomico ed è spesso esposta a lesioni che possono portare alla completa immobilità di una persona.

Anatomia dell'articolazione della caviglia

La caviglia assicura la mobilità del piede e rende possibile qualsiasi movimento. La struttura dell'articolazione della caviglia è molto complessa. Consiste di un sistema di ossa, che è collegato da cartilagine, legamenti e muscoli. L'articolazione della caviglia collega l'osso fibula grande e piccolo con il sovraspinato, il ramo e l'osso del piede. Nella cosiddetta cavità tra l'osso della tibia grande e piccolo è il processo osseo del piede. Una caviglia si forma attorno a questa connessione ossea.

Le ossa della caviglia hanno una funzione importante: distribuiscono la pressione del peso corporeo di una persona sul piede. Perché è così importante? È questa distribuzione che ci permette di interrompere bruscamente il processo di camminare e correre, ruotare di 180 °, sollevare pesi. Inoltre, al fine di sopportare il peso del corpo, tutti i carichi e i movimenti, la caviglia deve avere una forza e una forza speciali.

La caviglia è composta dalle seguenti sezioni:

Le parti esterne ed interne sono situate sui lati esterni ed interni delle caviglie, la porzione anteriore è la parte posteriore del piede e la parte posteriore è localizzata nel tendine di Achille.

La tibia ha l'aspetto di un arco, il suo lato interno ha anche un processo sia davanti che dietro. È proprio quello che chiamano la caviglia anteriore e posteriore. La caviglia esterna è localizzata principalmente nei processi fibulari. La superficie del giunto è divisa nel lato interno ed esterno della cresta ossea. Le ossa della gamba sono collegate alla ram e al calcagno. La base dell'astragalo o del blocco si collega alla parte inferiore della gamba.

Articolazione muscolare

Il movimento dell'articolazione della caviglia è fornito da muscoli e legamenti. I muscoli dell'articolazione forniscono flessione ed estensione del piede.

I muscoli che sono dietro e forniscono la flessione:

  • tibia, che si trova dietro;
  • muscolo plantare;
  • flessori delle dita dei piedi;
  • muscolo tricipite.

I muscoli situati nella parte anteriore dell'articolazione e sono responsabili dell'estensione:

  • grande tibia, situata di fronte;
  • estensori delle dita dei piedi.

Accanto all'osso fibulare sono fissati i muscoli responsabili del movimento nel lato esterno, mentre i supporti del collo del piede sono responsabili del movimento verso l'interno (muscolo fibulare anteriore e estensore del pollice).

Bundles

I legamenti dell'articolazione svolgono la funzione motoria. Fissano le ossa dell'articolazione al loro posto, nella posizione anatomicamente corretta. Cioè, grazie ai legamenti, le ossa non si staccano. Sono collegati in un sistema comune, che svolgono armoniosamente le loro funzioni di base.

Il più grande legamento della caviglia è il deltoide. Collega tra loro l'ariete, l'osso navicolare e calcaneale con la caviglia, che si trova all'interno. Un potente apparato legamentoso è la connessione dei muscoli della tibia piccola e grande.

Vasi sanguigni

I vasi sanguigni forniscono nutrimento alla caviglia. Questa funzione è assunta dalle arterie grandi e peronee. Nell'area della capsula articolare, queste arterie si diramano, così come la rete vascolare da esse. Il sangue venoso passa attraverso i vasi interni ed esterni, che sono collegati alle vene tibiali grandi e piccole anteriori e posteriori, nonché alle grandi vene safeniche. I canali venosi sono collegati alla rete generale mediante passaggi speciali (anastomosi).

funzioni

Una delle funzioni principali di questa articolazione è garantire la mobilità del corpo.

Quindi, fornisce:

  • distribuzione del carico (peso corporeo) sull'intera area del piede;
  • deprezzamento di movimenti improvvisi e improvvisi (in curva, inversione del corpo affilata, camminata veloce e corsa);
  • riduce lo scuotimento acuto che i piedi sperimentano durante la corsa o camminando attraverso la cartilagine fino all'articolazione e alla parte superiore della gamba;
  • la stabilità del corpo nella sua posizione verticale mentre cammina e corre;
  • movimenti regolari in discesa o in salita;
  • muoversi su terreno irregolare e stabilità del corpo.

Lesioni alla caviglia

Gli infortuni si sviluppano a causa di uno stress eccessivo sull'articolazione. Dal momento che per tutta la sua vita una grande forza di gravità agisce su di lui, la sua ferita si verifica molto spesso. Per quanto strano possa sembrare, il danno articolare si verifica a causa di uno stile di vita sedentario. Con un piccolo carico su questa zona dello scheletro, i muscoli si atrofizzano e diventano decrepiti, la loro forza e resistenza diminuiscono. Pertanto, qualsiasi movimento negligente può causare lesioni: una caduta durante le condizioni ghiacciate, rimboccarsi le scarpe a tacco alto scomode, saltare e camminare anche vivace. Le cause più comuni sono lividi, distorsioni, distorsioni, legamenti strappati e fratture. Molto spesso, questo tipo di lesione si osserva negli atleti e negli amanti dei tacchi alti. Inoltre, non dimenticare che si verificano frequenti danni alle ossa dell'articolazione nell'anziano, che è associato a cambiamenti correlati all'età nella struttura ossea (osteopenia e osteoporosi).

Lesioni meccaniche

Questi includono:

Dislocazioni e sublussazioni

Le lesioni più comuni alla caviglia. Caratterizzato dalla violazione della posizione delle ossa dell'articolazione. Dislocazioni e sublussazioni possono essere lesioni isolate o altre lesioni, come la rottura del legamento. Quando si verifica la sublussazione, vi è uno spostamento parziale dell'articolazione, se i suoi elementi sono leggermente distanti l'uno dall'altro, ma comunque il contatto. La dislocazione è caratterizzata dal fatto che la posizione delle ossa è completamente spostata l'una rispetto all'altra. Tuttavia, sia nel caso di una lesione, sia nel caso di un'altra, il normale funzionamento dell'articolazione viene interrotto, si osservano gonfiore e dolore severo. Si può dire che con la sublussazione le manifestazioni non sono così gravi.

La lussazione può essere accompagnata da rottura o distorsione. Ciò accade spesso quando si verifica un serraggio del piede, se era quello di supporto in quel momento. Allo stesso tempo, si sviluppa un edema grave, si verifica un'emorragia dovuta alla rottura dei vasi sanguigni, si verifica dolore, soprattutto quando si cerca di far girare il piede all'interno. Simultaneamente con una distorsione, si può verificare una frattura del piede.

contusioni

Quando le contusioni non violano l'integrità dei tessuti. Questo tipo di danno risulta da un forte colpo o caduta. È caratterizzato da gonfiore e dolore nell'area colpita. In caso di lividi è impossibile non solo camminare, ma anche solo stare su una gamba sola.

Legamento lacerato

Si può osservare quando una persona gli ha inavvertitamente calpestato il piede e l'ha torto. In questo caso, il piede diventa bluastro e quando si tenta di calpestarlo, la persona avverte un attacco acuto di dolore.

fratture

Si sviluppano come conseguenza del cadere o di colpire un osso con un oggetto pesante. Si manifesta con dolore acuto, spostamento dell'articolazione e gonfiore. Le fratture della caviglia sono di tipo diverso, poiché uno dei suoi reparti può essere ferito. Ad esempio, può verificarsi una frattura della parte esterna dell'articolazione. In questo caso, c'è una frattura della fibula, che è accompagnata dalla sublussazione del piede.

La frattura della parte interna della caviglia o della tibia è accompagnata dalla sublussazione del piede e da un'ulteriore frattura del lato posteriore dell'osso.

Una frattura dell'astragalo può essere osservata con cadute da una grande altezza e un atterraggio fallito.

Trattamento per lesioni

La tattica del trattamento dipende dal grado e dalla natura del danno. Grande importanza è la fornitura di pronto soccorso. Dopo tutto, il modo in cui il primo soccorso è stato reso dipende da ulteriori trattamenti e recupero.

Per il primo soccorso è necessario utilizzare un pneumatico fatto di materiali di scarto. Può essere una tavola, un bastone, un compensato. È necessario fissare l'arto in una posizione elevata e applicare un impacco con ghiaccio ad esso. Al paziente vengono somministrati antidolorifici. La vittima viene trasportata all'ospedale in posizione prona. Una frattura viene diagnosticata dopo l'esame e l'esame radiografico. Una benda di gesso viene applicata sull'arto ferito (per circa 3-4 settimane). Quindi prescrivere un corso di fisioterapia, massaggi, trattamenti sanitari - resort. In alcuni casi, particolarmente difficili, il trattamento chirurgico viene utilizzato per ripristinare l'integrità delle ossa.

Quando si allungano le prescritte procedure termiche. In caso di rottura degli accoppiamenti, viene utilizzato sia il trattamento conservativo che chirurgico, il cui scopo è quello di ripristinare il legamento danneggiato.

patologie

Tra le patologie della caviglia più comuni:

artrite

Malattia infiammatoria delle articolazioni Si sviluppa come conseguenza di malattie sistemiche: artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, spondilite anchilosante, gotta. La fonte dell'infiammazione è un'infezione, che insieme al flusso sanguigno viene introdotta nella cavità dell'articolazione.

L'artrite può essere dei seguenti tipi:

  • reumatoide;
  • reattiva;
  • psoriasica;
  • gottosa;
  • infettive;
  • traumatica.

L'artrite ha due forme:

La forma acuta si sviluppa rapidamente, con febbre alta, edema, dolore e scarso benessere generale.

La forma cronica non ha esordio acuto, ma è caratterizzata da periodi di esacerbazioni e remissioni.

I sintomi possono determinare il tipo di artrite e il grado di danno articolare:

  • dolore in una o più articolazioni;
  • disfunzione della caviglia;
  • gonfiore;
  • arrossamento della pelle;
  • deterioramento delle condizioni generali (temperatura, debolezza, malessere)

Per il trattamento dell'artrite vengono utilizzati metodi di trattamento conservativo:

  • farmaci anti-infiammatori non steroidei (diclofenac, indometacina, movalis)
  • antibiotici (nel caso di malattie infettive);
  • terapia dietetica (per l'artrite, il paziente deve abbandonare le verdure di belladonna, per l'artrite gottosa, rifiutare i prodotti contenenti purine)
  • analgesici (l'artrite è spesso accompagnata da forte dolore);
  • vitamine per migliorare i processi metabolici;
  • integratori alimentari contenenti collagene, glucosamina, calcio, magnesio, fosforo.

artrosi

Malattia degenerativa - distrofica, che si manifesta con danni alla cartilagine articolare. Come risultato di processi degenerativi, la cartilagine diventa più sottile e distrutta. La malattia è pericolosa perché porta a disfunzioni dell'articolazione e, nei casi più gravi, a completa immobilità.

Nella fase iniziale, la malattia è quasi asintomatica o si manifesta con sintomi molto minori. Nelle fasi successive, l'articolazione viene completamente distrutta e la persona diventa disabilitata.

La malattia è caratterizzata dalla progressiva distruzione della superficie della cartilagine dell'articolazione. La produzione di liquido sinoviale, che lubrifica e nutre la cartilagine, è ridotta. Va detto che i processi degenerativi sono irreversibili, ma è ancora possibile prevenirne le conseguenze (disabilità).

Le cause dell'artrosi sono le seguenti:

  • cambiamenti legati all'età nel tessuto osseo e nelle articolazioni;
  • sovrappeso e obesità, che aumentano il carico sulle articolazioni, che contribuisce alla loro distruzione;
  • carico intenso sulla caviglia (con alcuni esercizi, spesso si sviluppa negli atleti);
  • fratture ossee e altre lesioni;
  • piedi piatti e altre anomalie congenite;
  • predisposizione ereditaria;
  • effetti intensivi prolungati sull'articolazione (ad esempio, indossando scarpe strette e scomode con tacchi).
  • sensazioni di dolore;
  • rigidità articolare;
  • crunch caratteristico;
  • deformità articolare.

Nel trattamento delle patologie della caviglia utilizzando una varietà di metodi di trattamento. Prima di tutto vengono prescritti farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS), condroproiettori, ormoni steroidei, antibiotici. Un ruolo importante è svolto dalle procedure fisioterapeutiche: ionoforesi, fonoforesi, magnetoterapia, elettroforesi. Cura del fango molto efficace nell'ambito del trattamento sanitario - resort.

Caviglia: anatomia e struttura + foto

La caviglia è il meccanismo più sensibile e importante dell'anatomia e della struttura del piede, che consiste in ossa muscolari e formazioni tendinee, con il loro lavoro regolato congiuntamente è possibile produrre movimento del piede, per mantenere l'equilibrio e la stabilità in posizione eretta.

Una caviglia regola la gamma di movimento che esegue il piede, attenua gli impulsi durante il movimento, camminando e saltando.

Inoltre, questa parte del piede è più sensibile a varie lesioni e processi infettivi e infiammatori.

Perché questo accada diventerà chiaro se consideriamo la struttura dell'articolazione della caviglia umana.

Caratteristiche anatomiche della caviglia

La distribuzione uniforme del peso della persona sul piede è dovuta all'articolazione della caviglia. Il limite superiore anatomico è convenzionalmente collocato da sette a otto centimetri sopra la caviglia mediale.

La linea tra l'articolazione e il piede è la linea tra le caviglie. Il laterale si trova sull'altro lato del mediale.

L'articolazione ha divisioni interne, esterne, anteriori e posteriori. La parte anteriore è il retro. La parte posteriore si trova nella regione del tendine di Achille.

La divisione interna si trova nella caviglia mediale, la divisione esterna al posto del laterale.

Struttura dettagliata

ossatura

L'articolazione della caviglia combina le ossa fibulari e tibiali con l'astragalo soprapiano e l'osso del piede.

La parte esterna dell'osso entra nel foro tra le ossa inferiori della fibula e le ossa tibiali, una congiunzione della caviglia è formata vicino a tale connessione.

  1. - caviglia interna - è il bordo inferiore della tibia;
  2. - la caviglia esterna rappresenta il bordo della fibula;
  3. - l'area inferiore della tibia.

La parte esterna della caviglia possiede delle rientranze nella parte posteriore, in cui sono fissati i tendini che si adattano ai muscoli fibulari. Le guaine del tessuto connettivo (fascia) insieme ai legamenti articolari laterali sono fissate all'esterno della caviglia.

L'articolazione della caviglia ha una fenditura che si forma sulla superficie interna del lato superiore dell'astragalo e della cartilagine ialina.

Che aspetto ha la caviglia?

Superficie inferiore del bordo

La tibia è simile nell'aspetto all'arco. All'interno dell'arco c'è un processo. Sull'osso della tibia sono localizzati i processi, che sono chiamati caviglia anteriore e posteriore.

Filetto finissimo

Situato all'esterno della tibia. Sul lato di questo tubercolo localizzato di tacca. Parte della caviglia esterna si trova nel taglio peroneo che, insieme alla caviglia esterna, forma la sintetasi tibiale.

Affinché l'articolazione funzioni in modo efficace, è necessario monitorarne le condizioni. La parte posteriore è più grande della parte anteriore.

Cresta ossea

Divide la superficie dell'articolazione nell'interno e nell'esterno.

La caviglia interna è formata dal tubercolo anteriore e posteriore della superficie articolare. Sono separati dalla fossa. La collinetta posteriore è più piccola di quella anteriore.

Calcagno e osso di vitello

Sono uniti dall'osso dell'astragalo. Grazie al blocco, si connette allo stinco. Tra le parti distali delle parti peroneale e tibiale, si forma una cosiddetta "forchetta", in cui si trova il blocco dell'astragalo.

Sul lato superiore, il blocco ha una forma convessa con una rientranza in cui entra la cresta dell'epifisi distale tibiale.

Il blocco anteriore è leggermente più grande, la parte si trova nel collo e nella testa. Sulla schiena c'è una piccola protuberanza con un solco, lungo il quale si piega il pollice.

muscoli

I muscoli si trovano sul retro e all'esterno, ci sono:

  1. - tibiale posteriore;
  2. - muscolo tricipite della gamba;
  3. - muscolo flessorio lungo delle dita dei piedi;
  4. - plantare.

Nella parte anteriore ci sono i muscoli estensori:

  1. - lungo estensore dell'alluce;
  2. - tibiale anteriore;
  3. - Lungo estensore delle altre dita.

Il movimento dentro e fuori dall'articolazione è fornito dai pronatori.

Bundles

Il corretto funzionamento dell'articolazione è dovuto ai legamenti che fissano gli elementi ossei in posizione.

Il legamento deltoide è considerato il più potente, contribuisce alla connessione delle ossa di ariete, navicolare e calcagno sul lato interno della caviglia.

I legamenti della sezione esterna comprendono: legamento calcagno-fibulare, posteriore-anteriore e fibro-tarulare.

La syndesmosis di Mezhbertsovy è un'educazione che è un apparato legamentoso. Per impedire una rotazione inutile verso l'interno, c'è un legamento inferiore posteriore, che funge da continuazione del legamento interosseo. E da una improvvisa rotazione esterna, la piega tibiale anteriore inferiore, che si trova tra la tacca fibulare, trattiene indietro.

Rifornimento di sangue

La fornitura di sangue dell'articolazione passa attraverso tre arterie sanguigne - la tibiale anteriore e posteriore, fibulare.

Il deflusso venoso è rappresentato da un'ampia rete di vasi, suddivisa in reti esterne e interne. Quindi formano le vene safene piccole e grandi, le vene tibiali anteriori e posteriori. Collegati tra loro da una rete di anastomosi.

I vasi linfatici hanno lo stesso andamento dei vasi sanguigni, il flusso di linfa passa davanti e parallelo all'interno dell'arteria tibiale e all'esterno e dietro il perone.

I rami delle terminazioni nervose, così come la peroneale superficiale, i nervi tibiali, il gastrocnemio e il profondo nervo tibiale si trovano nell'articolazione della caviglia.

Caviglia: struttura, funzioni e lesioni

Varie 0 3.451 Visualizzazioni

L'articolazione della caviglia è un meccanismo importante costituito da formazioni ossee e muscolo-tendine, grazie al lavoro coordinato che non solo assicura ogni movimento del piede, ma regola anche la stabilità verticale della persona. L'articolazione regola un'ampia gamma di movimenti eseguiti dal piede, percepisce e ammorbidisce gli impulsi dalla suola quando si muove o salta, garantisce la manovrabilità del movimento umano. Tuttavia, è questa parte della gamba, che è l'area tra la parte inferiore della gamba e il piede, è più vulnerabile a vari danni meccanici e malattie di natura infettiva-infiammatoria. Il tempo perso dopo le prime manifestazioni di sintomi di un malfunzionamento nell'articolazione aggrava la situazione e può portare allo sviluppo di malattie croniche, come l'artrite.

Aspetto ed elementi dell'articolazione della caviglia

Struttura della caviglia

La caviglia è un sistema di connessioni di muscoli, ossa e tendini, che assicura la distribuzione del carico trasmesso dal sistema muscoloscheletrico umano al piede, i movimenti di traslazione e rotazione della gamba durante lo spostamento o l'esperienza di carichi.

L'aspetto dell'osso dell'articolazione

Nell'anatomia di un giunto, è consuetudine distinguere i gruppi di regioni accoppiate, come interne ed esterne; anteriore e posteriore. La struttura dell'articolazione della caviglia è la parte anteriore, che è la parte posteriore del piede, e la parte posteriore, situata nella regione del tendine di Achille. Il limite superiore della caviglia è 8 cm sopra il rigonfiamento distinguibile dalla superficie interna, è chiamato la caviglia mediale.

Qual è la parte mediale della caviglia

La linea situata tra la caviglia laterale, situata sul lato opposto della parte mediale, è il bordo anatomico che separa la caviglia e il piede della persona.

Questa è la parte laterale anteriore della caviglia.

La struttura dell'articolazione della caviglia è un nodo mobile della formazione articolare, costituito da:

  1. astragalo;
  2. tallone;
  3. la tibia;
  4. osso della tibia.

L'anatomia del dispositivo della tibia e le ossa della tibia, che hanno un ispessimento alle estremità, consentono di limitare l'astragalo nelle parti superiore e laterale. Le ossa al posto della fine rappresentano un buco nella forma di una formazione concava da una parte e una parte convessa, che è la testa dell'articolazione dall'altra. L'estremità inferiore della tibia è arcuata, la sua anatomia include il processo all'interno e due processi, chiamati caviglie nella parte anteriore e posteriore della tibia.

Le sporgenze anteriori e posteriori della superficie articolare costituiscono la superficie della caviglia interna e l'elemento anteriore è caratterizzato da grandi dimensioni rispetto al posteriore. Un legamento che ha una forma deltoide, insieme ad un sistema di muscoli che fornisce il movimento dell'articolazione, si collega alla caviglia senza la partecipazione degli elementi articolari dall'interno della struttura. Sulla superficie esterna, sul lato opposto al legamento deltoide, c'è una cartilagine che svolge funzioni protettive.

Il sistema dei legamenti e dei muscoli della caviglia

La funzione dei legamenti è di tenere le ossa e assicurare la loro posizione specifica l'una rispetto all'altra. La loro anatomia è una collezione di fibre sotto forma di fasci disposti in modo tale che, da un lato, non impedisce il movimento delle strutture ossee durante l'esecuzione di un'azione; d'altra parte, per garantire la forza della posizione fissa delle ossa. La flessibilità intrinseca dei legamenti consente loro di eseguire movimenti di flessione e di estensione con i parametri di ampiezza necessari. La struttura dell'articolazione della caviglia comprende i legamenti, che si trovano su entrambi i lati delle superfici laterali dell'articolazione, mentre sul lato interno il legamento deltoide rappresenta la sua anatomia. Il lato esterno della caviglia costituisce la fibula del tallone, tubo, anteriore, posteriore del ramo.

Il legamento tra le ossa collega gli elementi tibiale e tibiale, il complesso inferiore posteriore dei muscoli e dei tendini delle gambe in combinazione con l'elemento trasversale impedisce un'eccessiva ampiezza di rotazione del piede nella direzione interna. La rotazione nella direzione esterna, superando i limiti fisiologicamente determinati, è limitata dal legamento tibiofibulare anteriore inferiore. Il legamento fibulare talone nella parte inferiore passa nel legamento calcagno-fibulare. Il legamento deltoide e il gruppo muscoloscheletrico fibulare e fibulare talone agiscono come elementi che collegano le ossa dell'articolazione della caviglia umana.

La struttura dei legamenti della caviglia ha un dispositivo di un sacchetto a doppio strato, in cui i tessuti ossei sono racchiusi tra lo spazio dei muscoli che fa muovere le gambe. Uno dei compiti svolti dall'articolazione è quello di garantire una perfetta aderenza dei muscoli all'osso, mentre il suo altro scopo è la produzione di massa plastica, che serve da riempitivo per le cavità.

L'articolazione della caviglia è fornita di sangue mediante tre arterie che formano una ramificazione sulla rete di elementi più piccoli nell'area della capsula articolare. Il flusso di sangue attraverso le vene è fornito dal sistema vascolare situato all'interno e attorno all'articolazione. La ramificazione della rete di approvvigionamento del sangue consente di distribuire in modo efficiente i nutrienti e l'ossigeno alle cellule della struttura e di prelevare il sangue attraverso il sistema venoso, che dona nutrienti.

funzioni

  • L'articolazione della caviglia esegue un trasferimento uniforme della massa di tutto il corpo di una persona sull'area del piede. La struttura della caviglia fornisce un'ammortizzazione di impatti e tremori acuti vissuti dalla superficie del piede quando si cammina e si corre e si tradisce attraverso la cartilagine fino all'articolazione e quindi alla parte superiore del piede umano.

Le lesioni più frequenti della caviglia

  • Il lavoro ben coordinato delle parti della caviglia consente al corpo di stare in piedi mentre cammina, assicurando movimenti fluidi durante la salita o la discesa. Lo spostamento del piede in entrambe le direzioni nella direzione verticale è fornito dalla caviglia, e per il movimento nelle aree laterali è responsabile la connessione del calcagno e delle ossa del ramo.
  • Quando si muove su una superficie irregolare, l'anatomia del muscolo della caviglia gli permette di esercitare una tensione e un rilassamento delle fibre per mantenere la stabilità del corpo umano, nel piano dell'asse verticale.

La caviglia può ruotare attorno al proprio asse con un'ampiezza di 60-90 ° e un asse che descrive il raggio attorno alla parte esterna della caviglia.

Malattie della caviglia

Nota: la caviglia, grazie alla sua anatomia di collegamento di molti elementi, è la parte più vulnerabile della gamba, proprio a causa del gran numero di parti che compongono la sua composizione. La teoria dell'affidabilità dice che più elementi contiene un sistema, meno è probabile che fallisca. Questo giudizio si applica completamente alla caviglia, che contiene un gran numero di strutture suscettibili all'influenza di varie vulnerabilità. Le sue malattie più comuni sono:

  • La frattura della caviglia è uno degli eventi traumatici più comuni che si verificano nel caso di legamenti sottosviluppati durante l'esecuzione di un movimento acuto all'interno o all'esterno della caviglia. Nel caso in cui l'articolazione della caviglia sia danneggiata, è impossibile per una persona fare affidamento sull'arto ferito, a causa di dolore acuto, l'area di concentrazione del disturbo si gonfia.
  • La tendinite è un processo infiammatorio nella regione del tendine di Achille, che si manifesta sotto forma di sintomi di dolore che si verificano quando si cammina o si corre. La malattia è pericolosa a causa di possibili complicazioni sotto forma di una violazione dell'integrità del tessuto tendineo, la possibilità di artrite.
  • L'artrite è un processo infiammatorio cronico nella caviglia e nelle articolazioni adiacenti, il cui verificarsi può essere causato da una varietà di fattori. I processi infiammatori sono caratterizzati dal fatto che non sono necessariamente il risultato di un danno all'integrità dell'articolazione. Particolarmente chiaramente i sintomi dolorosi di artrite compaiono di notte, durante il giorno si manifesta quando c'è un carico sulla caviglia, per esempio, quando si cammina. I sintomi della malattia sono aggravati dal processo di ferratura e salendo le scale.

Come si manifesta l'artrite della caviglia

  • L'artrosi deformante è una malattia estremamente pericolosa, perché in caso di un inizio prematuro della terapia, può portare a perdita di mobilità, una limitazione nella possibilità di movimento e disabilità di una persona. Questo tipo di artrosi si sviluppa sullo sfondo delle lesioni precedentemente trasferite delle aree della ram, della tibia o del danno alle caviglie interne ed esterne. In caso di danni alle ossa, è possibile la formazione di una superficie con rilievo irregolare. Quando un tale osso entra in contatto con altri elementi nella regione articolare, la scorrevolezza del movimento e lo scivolamento dell'articolazione sono disturbati, la probabilità di un tumore e i cambiamenti nell'andatura di una persona sono elevati.
  • Distorsione colpisce la caviglia, il suo sintomo principale è gonfiore, derivante dalla fuoriuscita di sangue nelle parti interne ed esterne del piede.

Distorsione alla caviglia

  • L'osteoartrosi è una diminuzione della mobilità articolare dovuta alla presenza di lesioni tissutali della cartilagine dalla superficie interna dell'articolazione.

Per qualsiasi interruzione del lavoro, è necessario ridurre il carico sulla caviglia, a seconda della gravità della malattia, è necessario immobilizzarlo. Per eseguire una diagnosi accurata e la prescrizione di misure per il trattamento della malattia, è necessario consultare uno specialista, in base ai segni esterni, una descrizione dei sintomi della malattia e durante radiografia, risonanza magnetica o ecografia, determinare il grado di danno alle strutture dell'articolazione e prescrivere il trattamento.

Video. Come recuperare la caviglia dopo l'infortunio

La caviglia è uno degli organi più importanti, più precisamente il sistema di comunicazione dei muscoli, delle ossa e dei tendini, fornendo non solo la stabilità verticale di una persona, ma anche la sua manovrabilità e l'esecuzione delle necessarie funzioni da parte del piede. Altre funzioni del giunto comprendono assicurare la rotazione del piano del piede in più direzioni e lo smorzamento dei carichi sperimentati dalle gambe di una persona durante la camminata e la corsa. Il danneggiamento di uno dei numerosi organi che compongono questo sistema può portare all'immobilizzazione e persino all'invalidità. La cura tempestiva e adeguata della superficie ferita della gamba e la prevenzione di possibili lesioni, incluso, ad esempio, l'uso di una benda a rischio di danni, sono molto importanti.

Articolazione della caviglia

L'articolazione più vulnerabile nel corpo umano è la caviglia. Con l'aiuto della caviglia, il piede e la parte inferiore della gamba sono collegati tra loro.

Grazie a questo comune, una persona può camminare. L'articolazione della caviglia è piuttosto complessa: è una combinazione di varie ossa, l'una con l'altra collega il sistema di cartilagine e muscoli. I vasi sanguigni e i plessi nervosi forniscono nutrimento ai tessuti e aiutano ad allineare il movimento.

Anatomia dell'articolazione della caviglia

Le seguenti sezioni si distinguono nella caviglia:

- posteriore. È il tendine più massiccio del corpo umano, può sopportare fino a 400 kg. Grazie a questo tendine, il calcagno e il muscolo gastrocnemio sono collegati, e se si verifica un infortunio, la capacità di muovere il piede è persa;

- Interno - caviglia mediale.

- Esterno - caviglia laterale.

Caviglie

La caviglia consiste delle ossa tibiali e peronee della tibia. Attaccato all'osso suprapiolico del piede (caviglia).

Le estremità inferiori (distali) delle ossa della tibia sono un nido, con il processo in entrata dell'astragalo del piede. Questo composto forma un blocco - la base dell'articolazione della caviglia. Distingue la caviglia esterna, la superficie distale della tibia e la caviglia interna.

Sulla caviglia esterna, i bordi posteriore e anteriore, le superfici interne ed esterne sono diverse. Sul retro della caviglia esterna c'è una scanalatura in cui sono fissati i tendini dei muscoli peroneali lunghi e corti. Sulla superficie esterna della caviglia esterna sono attaccati i legamenti laterali e la fascia dell'articolazione. Le fasce sono chiamate guaine connettive delle articolazioni. Le fasce sono formate da gusci che coprono muscoli, tendini e nervi.

La superficie interna contiene cartilagine ialina, che, insieme al piano superiore dell'osso nadpyaton, costituisce la fessura esterna della caviglia.

La superficie distale della tibia in apparenza è simile all'arco, sul suo lato interno c'è un processo. I bordi anteriore e posteriore della tibia creano 2 escrescenze, chiamate caviglia anteriore e posteriore. Il bordo esterno della tibia contiene una tacca peroneale, ci sono 2 tubercoli su entrambe le facce e la caviglia esterna non è completamente situata in essa. Insieme formano la syndesmosis del tibus, che è molto importante per una buona articolazione.

L'epifisi distale della tibia è divisa in 2 sezioni - grande, posteriore e più piccola - anteriore. Piccola formazione ossea: la cresta divide la superficie articolare in parti mediali (interne) e laterali (esterne).

I tubercoli anteriori e posteriori formano la caviglia interna. Il tubercolo anteriore è più grande ed è separato dal tubercolo posteriore da una fossa. La parte interna della caviglia non ha superfici articolari, le fasce dell'articolazione e il legamento deltoide sono attaccate ad essa.

La parte esterna è ricoperta di cartilagine ialina e, insieme alla superficie interna dell'astragalo, forma la fessura interna della caviglia.

Muscoli della caviglia

Muscoli - i flessori del piede si trovano sul retro e sulla superficie esterna dell'articolazione della caviglia. Questi includono: il tibiale posteriore, il muscolo tricipite della parte inferiore della gamba, il lungo flessore dell'alluce, il plantare, il lungo flessore delle altre dita.

I muscoli estensori passano attraverso la sezione anteriore dell'articolazione della caviglia. Tra loro si distinguono: un lungo estensore del pollice, tibiale anteriore, un lungo estensore del resto delle dita dei piedi.

Grazie ai supporti e ai pronatori del collo del piede, si verificano movimenti dentro e fuori dall'articolazione. Da pronatori comprendono muscoli corti, lunghi e peronei. Ai supporti del collo del piede - tibiale anteriore e lungo estensore del pollice.

Distorsione alla caviglia

L'infortunio a cui tutti così ostinatamente si riferiscono come lo stretching è in realtà un danno ai legamenti della caviglia. I nostri pacchetti non si allungano, ma si rompono. Ma la natura del divario potrebbe essere diversa. Dalla rottura delle singole fibre a una rottura parziale e completa. Distorsione del legamento è un termine che descrive il danno ai legamenti quando le singole fibre di un legamento sono strappate, ma nel complesso il legamento è stabile. Se i legamenti fossero tesi, non ci sarebbero emorragie, gonfiore e dolore dopo la lesione.

Danni all'articolazione della caviglia

Il danno del legamento si verifica più spesso nelle articolazioni della caviglia, del ginocchio, della spalla e del gomito a causa della loro anatomia e fisiologia.

I legamenti sono strutture molto forti coinvolte nella formazione delle articolazioni. Senza di loro, il movimento normale non è possibile. La gravità del danno ai legamenti è stimata in gradi:

  • Grado I - lieve danno ai legamenti (rottura delle singole fibre, senza danni all'intero fascio) senza perdita di stabilità dell'articolazione.
  • II grado - rottura parziale del legamento, ma senza perdita di stabilità dell'articolazione.
  • Grado III - rottura completa del legamento con instabilità articolare.

I legamenti danneggiati causano infiammazione, gonfiore ed emorragia (livido) intorno all'articolazione colpita. Il movimento nell'articolazione è doloroso.

A volte il danno ai legamenti (rottura completa) può essere molto serio, richiedendo un trattamento chirurgico e una riabilitazione.

Struttura della caviglia

La caviglia ha la seguente struttura:

L'articolazione è formata da tre ossa, la tibia, la fibula e l'osso del ramo. Queste ossa sono tenute insieme nell'articolazione della caviglia con l'aiuto dei legamenti, che sono potenti fili di tessuto connettivo che tengono le ossa, permettendoti di fare movimenti normali e dare stabilità all'articolazione. I tendini connettono i muscoli con le ossa e sono necessari per trasferire la forza. L'articolazione della caviglia è prevalentemente fissata da due legamenti. Questo è il legamento peroneo e il legamento deltoide.

Segni di lesioni del legamento della caviglia

Ci sono i seguenti segni di lesione dell'articolazione della caviglia:

  • Il dolore
  • edema
  • Emorragia (livido)
  • Restrizione di movimento

I sintomi di "stiramento" e frattura sono molto simili. Infatti, a volte le fratture possono essere scambiate per distorsioni. Ecco perché è così importante consultare un ortopedico per un consiglio dopo ogni infortunio.

Se il danno ai legamenti della caviglia è lieve, il gonfiore e il dolore possono essere piccoli. Ma se il danno è grave, il gonfiore e il dolore sono solitamente intensi.

La maggior parte delle lesioni alla caviglia si verificano durante lo sport o mentre si cammina su superfici irregolari, quando c'è un grande rischio di torsione del piede. La posizione innaturale del piede nelle scarpe col tacco alto. Incidenti stradali

Il danno di solito si verifica quando il carico che l'esperienza dei legamenti supera il limite normale. Ciò accade all'improvviso, quando il piede viene alzato o la rotazione (rotazione) della tibia viene eseguita a un piede fisso.

Di norma, i danni minori ai legamenti (gradi I e II) guariscono da soli entro tre settimane. Gli obiettivi principali del trattamento sono di alleviare l'infiammazione, gonfiore e dolore, limitando i movimenti, per tornare al normale cammino il più presto possibile.

Pronto soccorso per allungare l'articolazione della caviglia

Si raccomandano i seguenti metodi per il trattamento dei legamenti della caviglia:

  • Restrizione di carichi e movimenti. È importante limitare il movimento e il carico sulla caviglia per evitare ulteriori danni.
  • Freddo localmente L'uso del ghiaccio aiuterà a rallentare o ridurre il gonfiore e fornire una sensazione insensibile che allevierà il dolore. Ha senso applicare il ghiaccio sul sito dell'infortunio alla caviglia durante le prime 48 ore dopo l'infortunio. Non tenere mai il ghiaccio per più di 20 minuti alla volta per prevenire il congelamento. Una pausa di 1,5 ore prima della ri-esposizione del ghiaccio, ciò consente ai tessuti di ritornare alla temperatura e al trofismo normali, ripetere se necessario. Puoi avvolgere qualsiasi prodotto congelato in un asciugamano e attaccarlo al luogo di danneggiamento. Questo aiuterà a ridurre il dolore e il gonfiore. Il ghiaccio dovrebbe essere applicato il prima possibile dopo l'infortunio. (Non mettere il ghiaccio direttamente sulla pelle, inoltre non lasciare il ghiaccio durante il sonno e tenerlo per più di 30 minuti, con conseguente congelamento).
  • Bendaggio elastico. È necessario bendare la gamba con una benda elastica. Ma la benda è giusta, non troppo stretta. Se le dita diventano fredde, appare il torpore, quindi la benda è troppo stretta. Una benda elastica limiterà il gonfiore e limiterà il movimento dell'articolazione. Puoi dormire senza una benda. Ma il movimento deve necessariamente bendare la fascia elastica della gamba.
  • Posizione sublime. Ad esempio, posiziona la gamba ferita in posizione elevata, appoggiando il piede su un cuscino stando sdraiato su un divano o su un letto. Se ti siedi, puoi mettere il piede sulla sedia, questo ridurrà gonfiore e dolore.

Escluso: riscaldamento dell'area danneggiata durante la prima settimana, sfregamento con alcol e massaggio, che può aggravare il gonfiore. Ad esempio, escludere le vasche idromassaggio, le saune. Il calore ha l'effetto opposto rispetto al ghiaccio. Cioè, stimola il flusso sanguigno.

  • Se i sintomi di danni al legamento della caviglia peggiorano entro le prime 24 ore, consultare un medico per ulteriori esami medici.

È importante limitare il carico quando si cammina (non fare completamente affidamento sul piede) finché la ferita non viene diagnosticata da un medico.

Diagnosi di ferita alla caviglia

La prima cosa che un medico farà è porre domande su come si è verificato il danno per determinare il suo meccanismo. È importante per la diagnosi di varie lesioni. L'esame fisico della caviglia può essere doloroso, perché il medico deve determinare in quale punto e in quale movimento si verifica il dolore più grave, al fine di stabilire la diagnosi corretta.

Un medico può ordinare una radiografia della caviglia per determinare se c'è una frattura.

Trattamento dei legamenti della caviglia

Alcune prove suggeriscono che l'uso del ghiaccio e l'uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) molto più facile sindrome del dolore e aiutano a ridurre l'infiammazione locale.

Fissazione dell'articolazione della caviglia dopo lacerazione o stiramento

È necessario fissare l'articolazione della caviglia per 3 settimane affinché le fibre legamentose danneggiate si sviluppino durante il trattamento dell'articolazione della caviglia. Se non si indossa un fermo (ortesi), è possibile una guarigione più lunga.

Terapia farmacologica alla caviglia

FANS: un farmaco antinfiammatorio non steroideo riduce il dolore, l'infiammazione e il gonfiore. Questi farmaci possono aumentare il rischio di sanguinamento, pertanto, nel trattamento dei legamenti della caviglia con questi farmaci è controindicato l'uso di questi con anticoagulanti, come il warfarin.

Dai FANS, puoi usare qualsiasi farmaco adatto per te:

1 compressa (100 mg) 2 volte al giorno, sempre dopo i pasti, ma non più di 5 giorni. Tali farmaci influenzano negativamente la mucosa gastrica.

Antidolorifici come:

Applicare localmente, da 3 a 4 volte al giorno, a una compressione di 10-14 giorni.

Come prevenire le lesioni dell'articolazione della caviglia?

  • Evita l'esercizio o l'esercizio fisico quando sei stanco.
  • Mantenere un peso sano.
  • Cerca di evitare le cadute
  • Non indossare scarpe con tacchi consumati su un lato.
  • Esercitare ogni giorno.
  • Riscaldarsi prima di allenarsi o fare sport.
  • Cammina con attenzione su terreno irregolare.

Non automedicare!

Caviglia e le sue malattie

La caviglia è una delle articolazioni più vulnerabili del corpo umano. Il suo danno spesso porta alla completa immobilizzazione di una persona. Fornisce la connessione del piede con la gamba. Per camminare normalmente, è necessario che sia sano e assolva pienamente le sue funzioni.

La caviglia fornisce qualsiasi movimento del piede. L'anatomia dell'articolazione della caviglia è piuttosto complicata. Consiste di diverse ossa che sono collegate da formazioni di cartilagine e legamenti muscolari.

Caratteristiche anatomiche

La distribuzione della pressione del peso corporeo di una persona sulla superficie del piede è fornita da una caviglia nominale, che trasporta il carico del peso dell'intera persona. Il bordo anatomico superiore della caviglia passa lungo una linea condizionale a 7-8 cm sopra la caviglia mediale (protrusione visibile dall'interno). La linea tra il piede e l'articolazione è la linea tra le caviglie laterali e mediali. La caviglia laterale si trova sul retro del mediale.

Il giunto è diviso in sezioni interne, esterne, anteriori e posteriori. La parte posteriore del piede è la sezione anteriore. Nell'area del tendine di Achille c'è la sezione posteriore. Nell'area delle caviglie mediali e laterali - sezioni interne ed esterne, rispettivamente.

Ossa del giunto

L'articolazione della caviglia collega le ossa fibulari e tibiali con l'osso supratonicolare, l'astragalo o l'osso del piede. Il rampollo di osso del piede entra nel nido tra le estremità inferiori del perone e le ossa tibiali. Intorno a questa articolazione si forma una caviglia. In questa base, ci sono diversi elementi:

  • la caviglia interna è il bordo inferiore (distale) della tibia;
  • caviglia esterna - il bordo della fibula;
  • superficie distale della tibia.

La caviglia esterna ha una fossetta in cui sono presenti tendini fissi che si adattano ai muscoli dei muscoli del polpaccio, lunghi e corti. Le fasce (guaine del tessuto connettivo), insieme ai legamenti articolari laterali, sono attaccate all'esterno della caviglia esterna. Fascia formata da guaine protettive che coprono i tendini, i vasi sanguigni, le fibre nervose.

L'articolazione della caviglia ha una cosiddetta fessura, che si forma sulla sua superficie interna dal lato superiore dell'astragalo e della cartilagine ialina.

Aspetto della caviglia

La struttura della caviglia è facile da immaginare. La superficie del bordo inferiore della tibia sembra un arco. Il lato interno di questo arco ha un rampollo. In basso sulla tibia ci sono processi davanti e dietro. Sono chiamate caviglie anteriori e posteriori. Il filetto di fibula sulla tibia si trova all'esterno. Ai lati di questo ritaglio ci sono dossi. La caviglia esterna è parzialmente posizionata nel taglio perone. Lei e il taglio fibulare insieme creano la sindemosi tibiale. Per il pieno funzionamento del giunto è molto importante per il suo stato di salute.

La tibia ha epifisi distale, che è divisa in due parti disuguali.

La parte anteriore è più piccola della parte posteriore. La superficie del giunto è divisa in cresta ossea interna ed esterna.

I tubercoli anteriori e posteriori della superficie articolare formano la caviglia interna. Sono separati dalla fossa. Il tubercolo anteriore è più grande di quello posteriore. Il legamento e la fascia deltoide sono attaccati alla caviglia dall'interno senza superfici articolari. La superficie opposta (dall'esterno) è coperta da cartilagine.

Il calcagno e gli stinchi sono collegati dall'astragalo, costituito da testa, collo, blocco e corpo. Il blocco dell'astragalo si collega alla parte inferiore della gamba. Tra le parti distali del perone e delle ossa tibiali, si forma una "forchetta", in cui si trova il blocco dell'astragalo. Il blocco è convesso sul lato superiore, lungo il quale passa una depressione in cui entra la cresta dell'epifisi distale tibiale.

Blocco anteriore un po 'più largo. Questa parte va nel collo e nella testa. Sul retro c'è un piccolo tubercolo con un solco lungo il quale passa il flessore del pollice.

Muscoli articolari

Dietro e al di fuori della caviglia sono i muscoli che forniscono la flessione del piede. Questi includono:

Ancora da leggere: come trattare la dislocazione della caviglia

  • lunghi flessori delle dita dei piedi;
  • tibiale posteriore;
  • plantare;
  • muscolo tricipite.

Nella parte anteriore della caviglia sono i muscoli che forniscono l'estensione:

  • tibiale anteriore;
  • estensori delle dita dei piedi.

Le ossa corte e lunghe del terzo sono i muscoli che assicurano il movimento della caviglia nella direzione esterna (pronatori). Il movimento verso l'interno è fornito dai supporti del collo del piede - un lungo estensore del pollice e del muscolo tibiale anteriore.

Legamenti della caviglia

Il normale funzionamento e il movimento dell'articolazione sono forniti dai legamenti, che tengono anche gli elementi ossei dell'articolazione al loro posto. Il legamento della caviglia più potente è il deltoide. Fornisce la connessione dell'astragalo, delle ossa calcaneal e navicular (piede) con la caviglia interna.

Il legamento calcagno-fibulare, così come il legamento talusare-anteriore e posteriore sono i legamenti della divisione esterna

Una potente formazione è l'apparato legamentoso della syndesmosis tibiale. Le ossa tibiali sono tenute insieme dal legamento interosseo, che è una continuazione della membrana interossea. Il legamento interosseo passa nel legamento inferiore posteriore, che impedisce al giunto di ruotare troppo verso l'interno. Il legamento interfibra anteriore inferiore mantiene troppa rotazione verso l'esterno. Si trova tra la tacca fibulare, che si trova sulla superficie della tibia e la caviglia esterna. Inoltre, il legamento trasversale situato al di sotto della piega tibiale tiene fuori dall'eccessiva rotazione del piede.

Vasi sanguigni

La nutrizione dei tessuti è fornita dalle arterie tibiali fibulari, anteriori e posteriori. Nell'area della capsula articolare, caviglie e legamenti, la rete vascolare diverge da queste arterie mentre le arterie si diramano.

L'uscita del sangue venoso avviene attraverso le reti esterne ed interne, che convergono nelle vene tibiali anteriori e posteriori, piccole e grandi vene safeniche. Le navi venose sono collegate in una singola rete da anastomosi.

Funzioni della caviglia

La caviglia può eseguire movimenti attorno al proprio asse e lungo un asse che passa attraverso un punto davanti alla caviglia esterna. Il suo asse passa attraverso il centro dell'interno. Il movimento lungo questi assi è possibile in ampiezze di 60-90 gradi.

Abbastanza spesso, la caviglia subisce una lesione traumatica, le terminazioni nervose e i muscoli possono essere danneggiati, le caviglie si strappano, le fratture, i legamenti e le rotture delle fibre muscolari, le fratture o le crepe delle ossa della tibia

Come si manifesta il dolore alla caviglia?

Se provi dolore alla caviglia, di solito è difficile per una persona camminare. Le caviglie sono gonfie e la pelle blu può apparire nella zona interessata. È quasi impossibile calpestare il piede a causa di un aumento significativo del dolore alla caviglia, che perde la capacità di sopportare il peso di una persona.

Con la sconfitta della caviglia, il dolore può irradiarsi nella zona del ginocchio o nella parte inferiore della gamba. La maggior parte degli atleti è a rischio di dolore all'articolazione della caviglia, dal momento che giocare a calcio, tennis, pallavolo, hockey e altri sport mobili ha un carico significativo sulle articolazioni delle gambe.

Ci sono alcune delle lesioni più frequenti che causano dolore alle caviglie. Questi includono lesioni - dislocazioni, sublussazioni, fratture, ecc. La caviglia è una delle articolazioni più sensibili. Ogni persona ha familiarità con la sensazione spiacevole che sorge quando si rimbocca il piede.

Frattura della caviglia

Le caviglie sono un'area che subisce fratture più spesso della maggior parte delle ossa nel corpo di una persona. La frattura di solito provoca un movimento acuto e troppo rapido della caviglia dentro o fuori. Spesso una frattura della caviglia è accompagnata da una distorsione alla caviglia. Le fratture e altre lesioni della caviglia sono più suscettibili alle persone che hanno legamenti deboli. Con lesioni alla caviglia, l'area articolare si gonfia e il dolore intenso non consente di stare in piedi.

Sindrome del tunnel tarsale

Questa patologia è una neuropatia associata al danno al nervo tibiale posteriore. Il nervo è compresso, come se attraversasse un tunnel. In questo caso, la persona avverte la puntura e il dolore dell'articolazione della caviglia. Le stesse sensazioni possono diffondersi alle gambe. Nell'area della caviglia e nelle gambe si può sentire freddo o caldo.

In questa malattia, si verifica l'infiammazione del tendine d'Achille. La tendinite spesso causa complicanze come la rottura del tendine o l'artrite. Se si avverte dolore mentre si corre o si cammina, un tumore alla caviglia e dolore in esso, può essere sospettata la tendinite Achil. È impossibile iniziare il trattamento, poiché questo è pieno di infortuni ricorrenti, specialmente per le persone che spesso camminano, corrono e saltano molto.

Artrite alla caviglia

La malattia più comune della caviglia è l'artrite. A seconda del tipo di artrite, le cause che lo hanno causato potrebbero essere diverse, ma le più comuni e comuni sono:

  1. Lesione infettiva dell'articolazione da parte di batteri causali. Questi possono essere gonococchi, clamidia, spirochete pallido. In questo caso, è una forma specifica della malattia. La forma aspecifica si presenta come una malattia secondaria dopo l'influenza o la foruncolosi.
  2. Gotta. A causa di un disordine metabolico nel corpo, l'articolazione della caviglia può anche essere colpita.
  3. Anomalie del sistema immunitario. Il corpo può riconoscere le cellule dei tessuti articolari come straniere e iniziare ad attaccarle.
  4. Lesioni e danni meccanici.

I fattori che provocano lo sviluppo della malattia possono essere i seguenti:

  • indossare scarpe scomode;
  • piedi piatti;
  • disturbi ormonali;
  • interruzioni nel metabolismo;
  • forti carichi di lavoro professionali (principalmente tra gli atleti);
  • grave ipotermia;
  • l'obesità;
  • predisposizione genetica;
  • stile di vita malsano;
  • allergie e bassa immunità.

L'artrite viene trattata in modo conservativo o chirurgico. Nella forma batterica della malattia è richiesta la terapia antibatterica. È importante seguire una dieta speciale per ridurre il dolore e ridurre le manifestazioni della malattia. È necessario escludere dalla dieta di carni solanacee, in scatola e affumicate, l'uso di sale dovrebbe essere ridotto al minimo. Per alleviare l'infiammazione vengono prescritti FANS (Diclofenac, Voltaren, Aspirina). Gli antidolorifici aiutano ad alleviare le condizioni del paziente. Si raccomanda di assumere vitamine e integratori alimentari per migliorare il metabolismo, ridurre l'infiammazione e accelerare il ripristino del tessuto cartilagineo.

Si raccomanda di immobilizzare il giunto e di abbandonare completamente i carichi su di esso, per camminare è necessario usare le stampelle

L'artrosi deformante o la sinovite possono essere una complicazione del trattamento sbagliato o prematura dell'artrite. In questo caso, abbastanza spesso i pazienti necessitano di un intervento chirurgico, in conseguenza del quale è possibile ripristinare la mobilità dell'articolazione.

Dopo aver sofferto l'artrite alla caviglia, idromassaggio, riscaldamento e bagni terapeutici sono raccomandati per i pazienti. Queste procedure possono accelerare il recupero dell'articolazione e prevenire il ripetersi della malattia.

Lo stress significativo sulla caviglia provoca la sua frequente patologia. È possibile prevenire la malattia aderendo a una dieta sana, abbandonando le cattive abitudini ed evitando sforzi eccessivi.