Principale

Massaggio

Necrosi ossea

La necrosi del femore e la necrosi dell'astragalo sono una grave malattia del sistema muscolo-scheletrico umano e, senza un adeguato trattamento, privano il paziente della capacità di muoversi autonomamente. La necrosi asettica della testa del femore (necrosi avascolare) è una patologia ossea complessa a causa di insufficiente apporto di sangue e danni al tessuto osseo, nonché a causa della degenerazione grassa del midollo osseo.

Secondo le statistiche, le persone di età compresa tra 20 e 45 anni soffrono di questa patologia, mentre la probabilità di malattia negli uomini è molto più alta rispetto alle donne.

Fasi della malattia

  1. stadio (6 mesi) - il paziente non è a conoscenza della malattia in arrivo. I cambiamenti microscopici nelle proprietà ossee possono essere rilevati solo mediante tomografia. Si verifica un danno al tessuto spugnoso della testa del femore. I cambiamenti caratteristici non superano il 10%.
  2. stadio (6 mesi) - il paziente non prova grande disagio nell'area dell'articolazione danneggiata, ci sono sensazioni di dolore. C'è una forma di frattura e fessura sulla testa dell'osso. Al posto del carico del setto, sui piatti sottili delle ossa compaiono incrinature di forma arbitraria. Inizia l'atrofia dei muscoli femorali e gluteali dal lato della necrosi. I cambiamenti caratteristici non superano il 10-30%.
  3. stadio (1,5-2,5 anni) - iniziano i dolori durante i movimenti, i movimenti circolari sono particolarmente dolorosi e non passano durante il riposo. Questo stadio di schiacciamento in piccoli frammenti è causato dall'irregolarità dei contorni della testa del femore, compaiono numerosi sigilli. Possibile allungamento o accorciamento della gamba sulla zona interessata, ci sono segni pronunciati di zoppia. Lo spazio tra le articolazioni diventa più piccolo o più grande. I cambiamenti caratteristici non superano il 30-50%.
  4. stadio (da metà anno o più) - una sensazione di dolore acuto quando si è sdraiati, il ginocchio non funziona, si verifica la formazione di artrosi secondaria deformante. Orsi per dislocazione o sublussazione. Arriva la distruttività della testa, i muscoli della zona colpita sono atrofizzati. Lo spazio scompare tra le articolazioni. Si osservano anomalie della cavità della cerniera. Le modifiche intrinseche sono del 50-80%.

cause di

I medici suggeriscono che la necrosi ossea asettica può essere causata da vari motivi, come ad esempio:

  • Lesioni (dislocazione, rottura, frattura);
  • Spasmo arterioso prolungato;
  • embolia;
  • Violazione dell'integrità delle arterie;
  • Patologia dei vasi sanguigni.
  • Intervento chirurgico;
  • Abuso di alcol (nel 30% dei casi);
  • Uso a lungo termine di corticosteroidi;
  • Problemi autoimmuni (incluso lupus eritematoso sistemico e ceretta emorragica);
  • Malattia di Caisson (rapida diminuzione della pressione, contribuisce al blocco dei vasi sanguigni e al rifornimento di sangue locale compromesso. Le malattie sono sensibili ai minatori, ai subacquei)
  • Problemi con la colonna lombare (ad esempio, un'ernia o un prolasso del disco possono compromettere il flusso sanguigno e compromettere il funzionamento delle articolazioni dell'anca);
  • Una singola assunzione di grandi quantità di alcol.

Nel 30% dei pazienti, non è possibile determinare la causa esatta della malattia, quindi, in questa situazione, è dichiarata idiopatica o irragionevole. Infatti, tale necrosi inizia, praticamente, come un infarto, sullo sfondo di grave affaticamento morale, tensione nervosa e stress costante.
In rari casi, la malattia può essere causata da pancreatite, alte dosi di radiazioni e anche la necrosi ossea avascolare si verifica sullo sfondo dell'anemia falciforme e dell'osteomielite.

sintomi

I segni di necrosi ossea asettica sono spesso simili ad altre malattie delle articolazioni e spesso sono fuorvianti anche per i medici esperti. Tra i sintomi più comuni della malattia:

  • Sensazioni dolorose, anche con carichi minori, ad esempio, quando il paziente inizia a muoversi o si alza dal divano. Con il progresso, il dolore diventa permanente, aumentando il carattere;
  • Atrofia del tessuto muscolare, sullo sfondo del quale, a causa di insufficiente apporto di sangue, la gamba inizia a perdere peso e si restringe;
  • L'accorciamento dell'arto colpito, a seguito di piccole fratture, il collo del femore si accorcia e perde la sua forma abituale, mentre la gamba interessata diventa più corta di quella sana, che è facile vedere in una posizione di livello del corpo;
  • Limping, che si è sviluppato sullo sfondo di accorciamento della gamba interessata, dolore grave e perdita di mobilità;

Segni di necrosi e segni di artrosi delle articolazioni femorali hanno somiglianze significative, quindi è piuttosto difficile distinguere una malattia da un'altra. Il sintomo principale di queste patologie è il dolore persistente nella zona inguinale, che si estende spesso alla coscia, al ginocchio o al gluteo.

Metodi diagnostici

È molto importante determinare in tempo la necrosi del trattamento del femore, che dipende principalmente dalla diagnosi. Pertanto, prima viene rilevata la malattia, maggiore è la possibilità di salvare l'articolazione interessata senza intervento chirurgico. In questo caso, applicare:

  • risonanza magnetica;
  • Tomografia computerizzata (CT);
  • Ultrasuoni (ultrasuoni) e studi radiografici;

La necrosi asettica del femore fornisce esami del sangue diagnostici solo per escludere altre malattie. La stessa patologia non mostra cambiamenti che possono essere rilevati nell'analisi.

Le informazioni più accurate possono fornire moderni metodi di risonanza magnetica e tomografia computerizzata, consentendo di rilevare la necrosi ossea nelle fasi iniziali, quando i raggi X non danno nemmeno un accenno di patologia articolare. Pertanto, sono questi tipi di studi che molti medici considerano il metodo prioritario degli esami e sono prescritti in primo luogo.

Gli ultrasuoni non forniscono risultati diagnostici significativi e i raggi X consentono di determinare la necrosi della testa del femore solo a 3 e 4 stadi della malattia, quando il paziente avverte un dolore grave ed è quasi impossibile curare la malattia senza un intervento chirurgico. Tuttavia, tutti i pazienti che hanno applicato dolore alla coscia vengono inviati a un esame radiografico delle articolazioni, che non è in grado di vedere il problema nelle sue fasi iniziali e sta sprecando tempo prezioso. Nella maggior parte dei pazienti, la diagnosi corretta si trova solo dopo 10-15 mesi dall'esordio della malattia.

Metodi di trattamento

Ad oggi, la necrosi asettica del trattamento del complesso femorale, che viene eseguita individualmente per ciascun paziente, tenendo conto dell'entità della lesione, prevede una terapia che include il trattamento medico, la chirurgia e la terapia fisica per la riabilitazione dei pazienti.

Trattamento medico (conservativo)

Nelle fasi iniziali, la terapia viene fornita con l'uso di farmaci che riducono i cambiamenti ischemici nell'articolazione. Per sconfiggere la necrosi asettica della testa di un osso, usare:

  • Farmaci vascolari - migliorare la circolazione sanguigna locale sono i più efficaci Curantil, Trental, Dipiridamole. Negli Stati Uniti, usare il farmaco "Naftidrofuryl";
  • Regolatori del metabolismo del calcio - migliorare il recupero del tessuto osseo, ridurre la degradazione del collagene e prevenire un eccessivo rilascio di calcio. I farmaci a base di acido etidronico, ad esempio lo xilofono, sono ampiamente usati. Il corso di questa riabilitazione è di circa 8 mesi.
  • I preparati di calcio, principalmente in combinazione con minerali e vitamina D, aumentano la resistenza ossea e compensano la carenza di calcio. Il calcio più comune D3 Nycomed, complesso "Vitrum", OsteMag con zinco;
  • I condroprotettori sono droghe sintetiche, analoghi dei componenti prodotti dal tessuto delle articolazioni. Contribuire al ripristino della cartilagine, ridurre l'infiammazione e il dolore. Il corso del trattamento consiste di 10-25 iniezioni intramuscolari, ripetere ogni sei mesi. Per le iniezioni intramuscolari utilizzare Alflutop, Hondrolon, Elbon, Adgelon. È anche possibile usare compresse orali Artra o Strumatum;
  • Vitamine del gruppo "B" - ripristinare la normale sintesi proteica, promuovere un migliore assorbimento del magnesio. Il più spesso usato nella forma di iniezioni - Milgamu, Neyrobion, Neyrorubin;
  • I farmaci antinfiammatori non steroidei alleviare l'infiammazione locale, ridurre il dolore, ripristinare il flusso sanguigno. In terapia con droghe Diclofenac, Ibuprofen, Ksefokam e altri
  • I rilassanti muscolari rilassano i muscoli dell'arto ferito, normalizzando così gli impulsi e l'afflusso di sangue. Il corso del trattamento con Sidralud o Mydocalm è di 2-3 settimane. Il dosaggio viene selezionato dallo specialista del trattamento in base alle caratteristiche del corpo.

La necrosi della testa del femore è un trattamento che ha molti anni di esperienza dimostrando che non si verifica un recupero completo durante la terapia conservativa. Tuttavia, nella maggior parte dei pazienti, vi è un miglioramento significativo e una prognosi completamente positiva. Nella maggior parte dei casi, si previene il danneggiamento dell'articolazione, si riducono i processi distruttivi, si ripristina la mobilità degli arti e si raggiunge la sincronizzazione nel funzionamento dei muscoli.

Terapia fisica

Non è consigliabile limitare a lungo il carico sull'articolazione danneggiata, poiché ciò può portare a un'atrofia muscolare rapida, alla formazione di dolore di natura permanente e alla limitazione della mobilità degli arti. Pertanto, è preferibile utilizzare il bastone mentre si cammina solo nei primi 1-1,5 mesi di malattia e solo con carichi significativi. Camminare per 15-20 minuti al giorno a passo moderato o salire i gradini riduce significativamente i tempi di recupero.

Il trattamento di necrosi ossea asettica, che comprende anche una serie di esercizi terapeutici, richiede un'attività fisica costante. Il programma di ginnastica terapeutica è nominato da uno specialista, e la corretta implementazione di tutti gli esercizi correttamente, il risultato darà un risultato evidente in 14-17 giorni. Di seguito è riportato il principale complesso di terapia fisica utilizzato dai principali ortopedici del paese:

Esercizio numero 1. È necessario mentire sullo stomaco, gambe raddrizzate, braccia alle giunture. Circa il tempo necessario per sollevare una gamba piatta di 20-30 centimetri. In questa posizione, è necessario indugiare per 15-30 secondi, quindi abbassare la gamba. Dopo una breve pausa a causa di gruppi muscolari di fianchi o glutei. È importante mantenere la stessa tensione in entrambe le gambe.

L'esercizio numero 2 viene eseguito sdraiato sullo stomaco, le braccia distese lungo il corpo, la gamba sinistra (destra) è diritta, la destra (sinistra) è piegata di 90 gradi. Quindi, sollevare delicatamente la gamba destra in uno stato piegato di 10 gradi al livello del pavimento, fissare in questa posizione per 30 secondi e tornare alla sua posizione originale. Dopo una breve pausa, l'esercizio viene ripetuto con l'altra gamba. Con un esercizio così statico, eseguire 1 volta per ogni gamba. In assenza di dolore, è possibile aumentare il ritmo di occupazione e il numero di approcci.

Esercizio numero 3. Questo movimento è difficile e non adatto a tutti i pazienti. La posizione di partenza è simile all'esercizio n. 1. Circa il tempo in cui si alzano due gambe delicatamente con un angolo di 15 gradi dal pavimento. È necessario rimanere in questa posizione, quindi allargare lentamente le gambe. Questa azione è auspicabile per eseguire 10 volte senza mettere i piedi sul pavimento. Nel processo, è necessario evitare movimenti improvvisi, in quanto sono in grado di aumentare la pressione.

Esercizio numero 4. Per eseguire è necessario sdraiarsi sul lato destro (sinistro) e piegare la seconda gamba. Quindi sollevare la gamba dritta con un angolo di 45 gradi, quindi appoggiarla sul pavimento. Quindi rotolare e ripetere l'esercizio.

Se ti trovi in ​​uno dei sintomi sopra descritti, non tardare a visitare il centro medico più vicino. Dopotutto, il trattamento della necrosi ossea, che dovrebbe essere effettuato in modo tempestivo, richiede una diagnosi precoce ed è una patologia grave. È necessario prendere sul serio questo problema e non perdere l'ottimismo necessario per un risultato positivo. Dopo un po 'di tempo, sarà possibile ottenere miglioramenti significativi, senza intervento chirurgico.

Come trattare la necrosi asettica dell'astragalo

Gli elementi strutturali del sistema muscolo-scheletrico sono suscettibili a varie lesioni e il tessuto osseo non fa eccezione. Tra le varie patologie delle strutture ossee, la necrosi avascolare è considerata la più grave e pericolosa per la salute umana. Pertanto, considerare ulteriormente in dettaglio l'essenza di questa malattia, le cause e i metodi di trattamento.

motivi

La necrosi avascolare è una malattia di natura degenerativa-distrofica, accompagnata da un processo di necrosi tissutale.

Aiuto. In medicina, la patologia ha ricevuto numerosi altri nomi: necrosi asettica, osteonecrosi, necrosi ossea ischemica.

Il meccanismo dello sviluppo della patologia è associato a una ridotta circolazione del sangue e al processo di alimentazione del tessuto osseo.

Poiché l'osso è un tessuto vivente permeato da una rete di capillari, ha bisogno di un flusso costante di sangue, sostanze nutritive e ossigeno. Questo gli permette di essere costantemente aggiornato e sviluppato.

Quando questi processi naturali vengono disturbati, si verifica la morte cellulare e, in assenza di trattamento, l'osso viene completamente distrutto.

Il processo patologico è solitamente localizzato nell'area della testa dell'osso nella zona di connessione con l'articolazione.

Molto spesso le ossa di grandi dimensioni sono colpite: femorale e omerale. Spesso si osserva la comparsa di necrosi asettica dell'astragalo dell'articolazione della caviglia.

Le ragioni per lo sviluppo di questa malattia sono associate a un malfunzionamento dell'osso, che può essere innescato da vari fattori:

  1. Infortuni - contusione, frattura, chirurgia.
  2. Terapia a lungo termine con forti farmaci ormonali.
  3. Violazione di metabolismo, eccesso di peso.
  4. Malattie autoimmuni
  5. Cattive abitudini, in particolare l'abuso di alcol.
  6. Alcune procedure mediche (chemioterapia, radioterapia).
  7. Esercizio più intenso
  8. Patologia della colonna vertebrale.
  9. Cambiamenti nella pressione atmosferica (per i subacquei).

Malattie come il diabete, il lupus, la malattia di Gaucher, l'anemia falciforme possono anche aumentare il rischio di sviluppare patologie.

Tuttavia, in alcuni casi, non è possibile determinare la causa esatta dell'osteonecrosi. La malattia può manifestarsi senza una ragione apparente.

palcoscenico

Nel corso del suo sviluppo, la malattia passa attraverso 4 fasi, ognuna delle quali ha le sue peculiarità nel corso del processo patologico:

  1. Dura circa 6 mesi dall'insorgenza della patologia. C'è un evento periodico di dolore senza limitare la mobilità. L'osso è influenzato dal 10%.
  2. Dura sei mesi Vi è un forte dolore, mobilità limitata, l'inizio del processo di deformazione dell'osso. Struttura colpita dal 10-30%.
  3. Durata: 1,5-2,5 anni. È caratterizzato da dolore intenso e costante, forte limitazione della mobilità, diminuzione delle dimensioni dell'osso (che si accorcia). Il tessuto osseo è influenzato dal 30-50%.
  4. Durata: da 6 mesi in su. Sviluppo attivo di necrosi e distruzione ossea. La sconfitta è del 50-80%.

La durata di ciascuna fase e l'intera malattia dipende dall'età, dallo stato di salute e dal livello di forma fisica del paziente, nonché dalla tempestività del trattamento in ospedale.

Inoltre, la patologia è divisa in diversi tipi a seconda del livello della lesione: completa (necrosi ossea parziale o completa), localizzazione (lesione della superficie esterna dell'osso), profonda (lesione degli strati profondi del tessuto).

sintomi

La necrosi del tallone, o piuttosto dell'astragalo, nelle fasi iniziali praticamente non appare e non infastidisce la persona.

Tuttavia, man mano che la malattia si sviluppa, si osservano le seguenti caratteristiche:

  • dolore alla caviglia;
  • la comparsa di gonfiore;
  • zoppia;
  • limitazione della mobilità.

Dopo un po ', le manifestazioni diventano più pronunciate a causa della diffusione del processo patologico e della ridotta funzionalità.

Diventa difficile per una persona camminare da solo. Il dolore intenso diventa permanente. Tutto ciò rende impossibile condurre una vita piena.

diagnostica

Un paziente con sospetta necrosi avascolare subisce un esame approfondito, poiché tali sintomi possono avere molte spiegazioni.

Aiuto. Vengono utilizzate tecniche diagnostiche di laboratorio e hardware.

L'indagine è condotta in modo completo utilizzando tali metodi:

  1. Indagine ed esame del paziente - chiarimento dei disturbi, palpazione della zona interessata, controllo della mobilità articolare, forza muscolare e sicurezza dei riflessi tendinei.
  2. Metodi istologici: identificazione della morte cellulare di capillari e lipociti.
  3. Tomografia computerizzata (TC): consente di valutare lo stato dell'osso e della struttura vascolare e determinare la natura, la localizzazione dei cambiamenti.
  4. Raggi X: una tecnica informativa solo nelle fasi successive della distruzione.
  5. Risonanza magnetica (MRI): consente di determinare i cambiamenti patologici nelle prime fasi della malattia.

La TC o la risonanza magnetica sono metodi obbligatori per la diagnosi, poiché consentono di rilevare questa malattia in qualsiasi fase dello sviluppo con una probabilità quasi del 100%.

trattamento

Il trattamento della patologia è un processo complesso e lungo che coinvolge varie tecniche terapeutiche.

Aiuto. Vengono utilizzati trattamenti conservativi e chirurgici.

Con l'aiuto della terapia conservativa è possibile rallentare la progressione della malattia. Include i seguenti metodi:

  1. Rilascio massimo dell'arto dallo sforzo fisico (camminare con una canna).
  2. Terapia farmacologica - le medicine di vari gruppi medicinali sono prescritte:
  • NPVS (Ksefokam, Diclofenac) - per eliminare il dolore;
  • rilassanti muscolari (Mydocalm) - per alleviare gli spasmi muscolari;
  • condroprotettore (Chondrogard) - per ripristinare il tessuto cartilagineo;
  • Preparazioni vascolari (Trental) - per migliorare la circolazione sanguigna;
  • inibitori del riassorbimento osseo (FOSAMAX) - per aumentare la densità ossea e la formazione di tessuto osseo normale;
  • complessi vitaminici del gruppo B (Milgamma) - per mineralizzazione e nutrizione delle ossa.
  1. Fisioterapia - fonoforesi, elettroforesi, laser terapia, terapia a microonde hanno un buon effetto analgesico.
  2. Terapia fisica - viene eseguita solo in condizioni di riduzione del carico sull'articolazione interessata. Fornisce una maggiore funzione contrattile muscolare.
  3. Massaggio - per migliorare la circolazione sanguigna e stimolare i processi metabolici.
  4. Uso di dispositivi ortopedici - ortesi speciali, scarpe, solette sono selezionati per la normale distribuzione del carico sul piede.

Questi metodi terapeutici possono rallentare la progressione della malattia, ma non sono in grado di eliminarlo completamente.

Una cura completa dalla malattia può essere fornita solo da un intervento chirurgico, che può essere eseguito in diversi modi:

  • osteotomia;
  • hondroplastika;
  • innesto osseo;
  • artroplastica;
  • artroplastica;
  • decompressione chirurgica.

Il metodo di funzionamento e il corso della sua attuazione sono scelti dal medico curante, in base allo stadio della malattia, alla gravità dei cambiamenti patologici.

Quindi, in una fase iniziale dello sviluppo, un'osteotomia può essere applicata, in una fase successiva - endoprotesi, artroplastica.

Rimedi popolari

La medicina tradizionale può essere utilizzata come supplemento al trattamento principale. I mezzi auto-preparati possono ridurre il dolore e normalizzare la circolazione sanguigna.

Considera in forma schematica la preparazione e l'applicazione di diverse ricette popolari.

Come trattare la necrosi ossea asettica

La necrosi ossea asettica è una malattia cronica che è causata da un insufficiente apporto di sangue al tessuto osseo. Man mano che la necrosi si sviluppa, il tessuto viene distrutto. Molto spesso, la necrosi si sviluppa nell'area della testa dell'osso nel punto di articolazione con l'articolazione. Soffri dalla malattia delle grandi ossa. Molto spesso, i pazienti sviluppano necrosi asettica della testa del femore nella regione dell'articolazione dell'anca, ma può esserci una lesione della testa dell'astragalo nella zona dell'articolazione della caviglia e la testa dell'omero nella zona dell'articolazione della spalla. Colpisce la malattia e gli adulti e i bambini. Nei bambini, la necrosi si presenta in forma più lieve, il trattamento della malattia è più efficace. La necrosi asettica può causare vari fattori, ma tutti portano alla rottura del flusso sanguigno nei piccoli vasi ossei e alla nutrizione delle cellule.

Esiste un trattamento popolare per la necrosi asettica. Tale terapia è più sicura e non dannosa per la salute. Il trattamento consiste nell'assumere farmaci con effetti diversi, dieta e uno stile di vita sano.

La struttura e il funzionamento del tessuto osseo

Le ossa tubolari nel corpo umano sono costituite dal corpo e dalla testa. Tra la testa e il corpo dell'osso è un'area ristretta - il collo, su cui si trovano le sporgenze ossee per attaccare i tendini. La testa è la fine dell'osso che si articola con l'articolazione. Le teste delle ossa sono coperte da una superficie articolare che fornisce scorrimento nella cavità articolare.

Lo stesso tessuto osseo è costituito da diversi tipi di cellule: osteoblasti e osteociti formano una sostanza intercellulare e formano una struttura ossea, gli osteoclasti distruggono questa sostanza. Pertanto, il tessuto osseo viene costantemente aggiornato. Normalmente, l'attività di quelle e di altre cellule è bilanciata, tuttavia con l'età o con lo sviluppo di varie malattie, i processi di distruzione predominano sui processi di sintesi, e vi è una lenta distruzione del tessuto osseo.

L'osso ha una struttura cellulare e consiste di singoli osteoni. Osteon è un gruppo di placche ossee che simmetricamente circondano il canale centrale, in cui passano i vasi sanguigni e le fibre nervose. Gli Osteon formano delle traverse, disposte longitudinalmente rispetto alla direzione che rappresenta il carico massimo sull'osso. Questo assicura la sua forza ed elasticità.
Il tessuto osseo si trova a strati. distinti:

  • Sostanza spugnosa: la struttura interna dell'osso. Le barre trasversali dell'osso si trovano liberamente.
  • Sostanza compatta - strato intermedio. Le traverse sono imballate saldamente.
  • Il periostio è lo strato esterno.

Progressione della malattia

Il femore soffre più spesso, ma possono anche svilupparsi necrosi asettica dell'astragalo, dell'omero e di altri. La malattia è localizzata vicino a grandi articolazioni: anca, caviglia, ginocchio, spalla.

La maggior parte dei pazienti sviluppa necrosi asettica bilaterale: se la malattia si è manifestata sul piede o sul braccio sinistro, quindi con il tempo (approssimativamente in un anno e mezzo), il processo inizierà a destra.

In alcuni casi, la necrosi asettica della testa del femore si sviluppa nei bambini, più spesso nei ragazzi fino a sette anni. In questo caso, la malattia è caratterizzata da un decorso più mite e il recupero si verifica più rapidamente.

In questa malattia, vi è una violazione del flusso sanguigno nell'osso e la fornitura di cellule del tessuto osseo. Ciò porta alla morte di osteociti e osteoblasti, che producono una sostanza intercellulare e garantiscono la crescita ossea. L'attività degli osteoclasti può aumentare e il processo di distruzione del tessuto osseo aumenta.

Di conseguenza, la forza dell'osso diminuisce. Carichi su tale osso portano a danni e fratture di lamelle ossee, i cui frammenti spremono i vasi sanguigni e interrompono ulteriormente la nutrizione del tessuto osseo. Quando questo accade, la morte cellulare e la necrosi si sviluppano. Patologia localizzata in luoghi di maggiore pressione sull'osso, cioè nella testa dell'osso vicino alla caviglia, alla spalla o all'anca.

I sintomi della malattia stanno aumentando gradualmente. In totale, ci sono quattro fasi della malattia, ognuna delle quali dura da sei mesi a un anno e mezzo.

Cause di necrosi

Non è ancora stato stabilito con precisione perché si sviluppi la necrosi ossea asettica. Ci sono due teorie che spiegano lo sviluppo della malattia:

  1. Teoria traumatica.
    C'è una lesione ossea che disturba il normale afflusso di sangue al sito osseo e si sviluppa la necrosi.
  2. Teoria vascolare Disturbi dell'erogazione di sangue si verificano a causa del blocco dei piccoli vasi con coaguli di sangue, ischemia dei vasi ossei si verifica, e la nutrizione del tessuto è disturbata. Le prime aree di necrosi si formano 3-5 giorni dopo l'insorgenza di ischemia e disturbi circolatori.


In ogni caso, c'è una malnutrizione dell'osso. I seguenti fattori possono provocare questa condizione:

  1. Trauma: frattura, contusione ossea, intervento chirurgico su di esso.
    Quando ciò si verifica, danno meccanico ai vasi sanguigni. Allo stesso tempo, i primi sintomi della malattia si sviluppano non prima di un anno e mezzo o due dopo l'impatto traumatico dell'osso.
  2. Terapia farmacologica a lungo termine con corticosteroidi.
    I corticosteroidi trattano una serie di malattie: l'artrite, le malattie allergiche e autoimmuni. Questi farmaci causano il restringimento dei vasi sanguigni, che porta alla malnutrizione delle cellule. Questo può scatenare una serie di malattie, inclusa la necrosi ossea.
    Oltre al restringimento dei vasi sanguigni, l'assunzione di corticosteroidi porta all'osteoporosi e alla lenta distruzione del tessuto osseo. Allo stesso tempo, le barre ossee si rompono costantemente al minimo carico sull'osso, il che porta alla spremitura dei vasi sanguigni e alla malnutrizione delle cellule.
  3. Disordini metabolici, obesità.
    Quando i disturbi metabolici o la dieta sbilanciata con consumo eccessivo di grassi nell'uomo sviluppa l'aterosclerosi. Quando ciò accade, la deposizione di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni e il loro blocco. Inoltre, un peso eccessivo porta a un aumento dello stress sulle ossa degli arti inferiori nella regione delle articolazioni dell'anca, del ginocchio e della caviglia.
  4. Cattive abitudini, in particolare abuso di alcol.
    L'uso a lungo termine di alcol provoca disturbi metabolici. Allo stesso tempo l'aterosclerosi può anche svilupparsi.
  5. Malattie autoimmuni
    Nel corso di tali malattie, i complessi immunitari si depositano sulle pareti dei vasi sanguigni, il che porta anche al loro blocco. Spesso, il trattamento di tali malattie viene effettuato con l'aiuto di corticosteroidi, che aumenta ulteriormente la probabilità di sviluppare necrosi ossea asettica.
  6. Malattie della colonna vertebrale.
    Le malattie della colonna vertebrale, in particolare l'ernia intervertebrale, portano alla compressione delle fibre nervose e dei vasi che nutrono il tessuto osseo. Se si sviluppa necrosi avascolare della testa del femore, la ragione di ciò è l'ernia intervertebrale della colonna lombare. Se la testa dell'omero soffre, allora la compressione si verifica nella regione cervicale o toracica.
  7. Altri motivi
    In alcuni casi, non è possibile stabilire le cause della necrosi asettica. La malattia si sviluppa sullo sfondo di alcune malattie croniche e acute o per nessuna ragione apparente.

Le cause della patologia nei bambini non sono state identificate con precisione. Spesso, la necrosi asettica si sviluppa nei bambini con mielodisplasia, una malattia ereditaria in cui vi è sottosviluppo della colonna vertebrale nella colonna lombare.

Classificazione della malattia

Ci sono quattro fasi di necrosi asettica:

  1. I. Dura i primi sei mesi dall'inizio della malattia. Quando ciò accade, la distruzione dell'osso spugnoso, ma non c'è alcun cambiamento nella sua forma. Nessuna mobilità limitata.
  2. II - stadio di frattura soffocata. Dura anche sei mesi A causa del carico sulla testa dell'osso, si verificano fratture del tessuto osseo. Nel seguito sono schiacciati. Inizia il processo di deformazione ossea.
  3. III - lo stadio di riassorbimento. Dura un anno e mezzo I frammenti ossei con cellule morte vengono smaltiti lentamente da cellule sane. C'è un riempimento delle aree distrutte con tessuto connettivo. Allo stesso tempo, vengono create le condizioni per la crescita di nuovi vasi sanguigni e il ripristino della nutrizione cellulare. Tuttavia, in questa fase, il processo di crescita del collo dell'osso viene disturbato e l'osso stesso diventa più corto.
  4. IV - stadio del risultato. Il tessuto connettivo si trasforma in osso. L'osso spugnoso viene ripristinato. Tuttavia, quando ciò accade, la deformazione dei fasci ossei e il loro reindirizzamento tenendo conto dei carichi sull'osso, disturba la normale struttura del tessuto osseo. C'è anche una deformazione e appiattimento dell'acetabolo dell'articolazione dell'anca o di un'altra articolazione, che porta a una violazione dell'articolazione dell'osso con l'articolazione.

La durata di ogni stadio e dell'intera malattia è individuale e dipende dall'età, dallo stato di salute, dall'idoneità fisica del paziente, nonché in quale fase della diagnosi è stata diagnosticata e iniziata la terapia.

I sintomi della necrosi ossea asettica

  1. Nella prima fase compaiono i seguenti sintomi della malattia:
    • Dolore pristupoobraznye.
      All'inizio, le sensazioni dolorose compaiono solo dopo uno sforzo fisico e scompaiono a riposo. Con lo sviluppo della necrosi, il dolore diventa permanente. In alcuni casi, una persona ha improvvisamente un forte dolore, che non è stato preceduto da alcun sintomo. Le sensazioni del dolore sono di natura parossistica e aggravate dalla esacerbazione della malattia.
    • Quando la necrosi asettica del dolore alla testa del femore si manifesta nella regione dell'articolazione dell'anca. Il dolore può irradiarsi all'inguine, al ginocchio o alla parte bassa della schiena. A volte il disagio non si verifica nella zona dell'articolazione, ma a distanza, rendendo difficile la diagnosi.
  2. Seconda fase:
    • Il dolore rimane in uno stato di riposo e viene pronunciato. Quando il carico sul dolore articolare aumenta molte volte.
    • C'è un'atrofia dei muscoli che mettono in moto l'osso affetto. C'è un'asimmetria, perché dal lato sano i muscoli si sviluppano normalmente.
    • La limitazione della mobilità articolare inizia a svilupparsi. Nella fase iniziale, il paziente non può eseguire movimenti circolari.

  • Terza fase:
    • Le sensazioni dolorose sono ancora permanenti e si intensificano anche con un leggero carico sul giunto. A riposo, il dolore si attenua un po '.
    • La mobilità dell'articolazione è limitata, è difficile per il paziente eseguire qualsiasi azione dell'arto colpito.
    • L'atrofia delle fibre muscolari si estende ad altri muscoli.
    • C'è un accorciamento della gamba o del braccio dolorante.
  • Quarta fase:

    • Il dolore nell'area del giunto danneggiato è permanente.
    • I movimenti circolari dell'articolazione sono impossibili, i movimenti longitudinali sono severamente limitati.
    • Massima atrofia muscolare degli arti.
    • Se la malattia colpisce gli arti inferiori, il paziente non può muoversi autonomamente.
  • Diagnosi della malattia

    La diagnosi di necrosi asettica causa alcune difficoltà, dal momento che i sintomi della malattia non sono specifici, e uno studio a raggi X agli stadi iniziali della necrosi non rivela alcuna patologia.

    Per una diagnosi accurata, è possibile utilizzare l'imaging a risonanza magnetica e computazionale, che rivela le violazioni della struttura ossea e rileva la necrosi nelle fasi iniziali.

    Utilizzato anche nella diagnosi di esami di laboratorio su sangue e urina, che mostrano il contenuto di minerali nel corpo e i segni specifici di riassorbimento del tessuto osseo danneggiato.

    Trattamento della necrosi ossea asettica

    Il trattamento della malattia richiede un approccio integrato e prevede la somministrazione di farmaci con vari effetti. Affinché il trattamento sia efficace, il paziente deve attenersi a una dieta e condurre uno stile di vita corretto.

    Per la terapia richiederà:

    • agenti vascolari - migliorare la circolazione del sangue nei piccoli vasi sanguigni;
    • farmaci contenenti calcio + vitamina D;
    • mezzi per proteggere la cartilagine delle articolazioni - condroprotettore;
    • Vitamine del gruppo B;
    • antidolorifici e rilassanti muscolari sono farmaci esterni che riducono i sintomi della malattia, alleviare la tensione dai muscoli e alleviare le condizioni del paziente.

    Droghe popolari

    1. Boccioli di pino I reni vengono versati con zucchero e versati in contenitori di vetro, chiusi e conservati per una settimana. Lo sciroppo risultante viene strofinato nell'articolazione danneggiata e assunto per via orale per 1 cucchiaio. l. due volte al giorno. Il farmaco ha un effetto analgesico. Il trattamento dovrebbe durare meno di tre mesi.
    2. Potentilla. Preparare una tintura di questa pianta. 60 g di erba secca di cinquefoil vengono versati con mezzo litro di vodka, insistono per un mese al buio, quindi filtrati. Bevi 30 gocce di tintura prima dei pasti. Inoltre, questa tintura viene sfregata nel giunto danneggiato. Il farmaco ha antinfiammatori, rilassanti e antidolorifici.
    3. Droga popolare. Questa ricetta è utile per saturare il corpo con il calcio. Prendono un guscio di 6 uova di colore bianco, lo schiacciano e versano 10 limoni con succo appena spremuto, insistono in un luogo caldo, lo fanno a pezzi con una garza sulla parte superiore. Rimani in piedi fino a quando il guscio è completamente sciolto (circa una settimana). Quindi aggiungere 300 g di miele di tiglio e 75 ml di brandy, mescolare accuratamente. Assumi 1 cucchiaino. farmaci tre volte al giorno dopo i pasti.

    È importante! Per il normale assorbimento del calcio, il corpo ha bisogno della vitamina D. Il corpo umano è in grado di sintetizzare questa vitamina stessa in risposta all'esposizione alle radiazioni ultraviolette. Pertanto, durante il periodo di trattamento è importante visitare il sole più spesso.

  • Aglio, limone e miele. Questi tre prodotti di guarigione sono indispensabili per la pulizia dei vasi sanguigni dal colesterolo e la normalizzazione del flusso sanguigno. 4 teste d'aglio e 10 limoni sono schiacciati in un frullatore, mescolato con 350 ml di miele floreale o di tiglio, messo in un barattolo da tre litri e circa la parte superiore è riempita con acqua bollita fredda. Insistere caldo per 10 giorni, quindi filtrato. Il farmaco viene conservato in frigorifero e assumere 1 cucchiaio. l. sciroppo sciolto in 200 ml di acqua bollita fredda, due volte al giorno a stomaco vuoto.
  • Raccolta di erbe per la pulizia delle navi. Le immortelle, il colore della camomilla, l'achillea e le gemme di betulla sono mescolati in quantità uguali. In 500 ml di acqua bollente al vapore 1 cucchiaio. l. Tale raccolta, insistono 40 minuti, quindi filtrata. Il farmaco viene bevuto due volte al giorno in 250 ml, il miele viene aggiunto a piacere.
  • dieta

    Una corretta alimentazione aiuterà a normalizzare il metabolismo e ad affrontare i disordini metabolici.

    Il paziente deve rifiutare cibi grassi e fritti per ridurre la deposizione di colesterolo nei vasi. I pazienti obesi devono normalizzare il loro peso. È anche necessario abbandonare l'uso di alcol e caffè.

    Una corretta alimentazione è una fonte naturale di vitamine, minerali e altre sostanze essenziali per la salute delle ossa.
    Con il cibo può venire:

    1. Condroprotettore.
      Gli acidi grassi Omega-3 sono essenziali per proteggere le articolazioni. Molti di questi acidi nell'olio di semi di lino. Si consiglia di bere 2 cucchiaini. olio al giorno.
    2. Minerali.
      Il calcio, il magnesio e il fluoro sono necessari per le ossa sane. Un sacco di calcio si trova nei legumi, nel pane di segale, negli spinaci, nelle pesche, nelle more, nei chicchi germinati di grano. Il magnesio è ricco di pane di segale, crusca, grano saraceno, fagioli, zucca, noci, menta. La fonte di fluoro può servire come piselli verdi, cetrioli, funghi, mele, noci, germe di grano.
    3. Vitamine.
      Le vitamine B si trovano in molti alimenti: legumi, cereali, broccoli e altre varietà di cavoli, cipolle, carote e spinaci.

    È importante utilizzare la quantità massima di prodotti in forma grezza, non trattata termicamente! Ciò contribuirà a preservare tutte le vitamine e gli oligoelementi in una forma organica, facilmente digeribile.

    reinserimento

    La risposta naturale dei pazienti con necrosi asettica è di ridurre il carico sull'articolazione colpita. Tuttavia, non è consigliabile scaricare completamente l'articolazione, poiché ciò porta all'atrofia muscolare e peggiorerà solo le condizioni del paziente.

    Il trattamento della malattia include un esercizio moderato. Se l'articolazione dell'anca, del ginocchio o della caviglia è compromessa, si consiglia al paziente di camminare ad un ritmo medio per almeno un quarto d'ora al giorno. Molto utile per salire le scale.

    Per una pronta guarigione, si consiglia al paziente di impegnarsi nella terapia fisica. Una serie di esercizi viene selezionata individualmente, tenendo conto della localizzazione e dello stadio della malattia.

    Scrivi nei commenti sulla tua esperienza nel trattamento delle malattie, aiuta altri lettori del sito!
    Condividi contenuti sui social network e aiuta amici e familiari!

    Necrosi avascolare della testa del femore

    Necrosi asettica della testa del femore

    Per il trattamento delle articolazioni, i nostri lettori usano con successo Artrade. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
    Leggi di più qui...

    Una malattia chiamata necrosi asettica della testa del femore è abbastanza comune. Le donne sono ammalate con loro molte volte meno spesso degli uomini. È caratteristico che 2/3 dei pazienti sono giovani di età compresa tra 20 e 45 anni. Questa è una malattia in rapida progressione.

    In assenza di un trattamento adeguato, esso minaccia la disfunzione dell'articolazione e, di conseguenza, la perdita di capacità lavorativa.

    Ecco perché è importante non perdere i primi sintomi della malattia.

    Le principali cause della malattia

    La testa del femore è un compartimento chiuso sensibile ai disturbi circolatori che cambiano l'architettura dell'osso.

    L'afflusso di sangue alla testa avviene attraverso tre piccole arterie. Quando uno di loro interrompe (interrompe) il flusso di sangue, necrosi (ischemia, necrosi) si verifica in quella zona della testa, che l'arteria danneggiata fornita.

    L'essenza della necrosi astenica è una violazione della microcircolazione e un'ulteriore necrosi della zona ossea nella testa dell'osso femorale. Di conseguenza, l'integrità della cartilagine che copre quest'area viene interrotta e si sviluppa artrosi secondaria deformante.

    Cause vascolari

    Cause comuni di arresto del rifornimento di sangue dell'arteria per la testa dell'osso della coscia:

    • compressione o torsione di un'arteria in caso di lesioni,
    • il suo blocco con un piccolo trombo,
    • congestione venosa,
    • vasospasmo prolungato
    • aumento della viscosità del sangue
    • deflusso venoso alterato.

    I disturbi vascolari aumentano la pressione intraossea, portando alla distruzione meccanica del tessuto osseo.

    Sulla teoria meccanica

    La teoria vascolare delle cause è completata da una teoria "meccanica". Secondo la sua testa del femore vivendo "superlavoro".

    Gli impulsi su questo sono inviati alla corteccia cerebrale.

    I segnali di ritorno portano a vasospasmo o stasi del sangue, disturbi dei processi metabolici, accumulo di sostanze di disintegrazione nell'osso.

    Di conseguenza, cambiano le proprietà fisico-chimiche e strutturali dell'osso, che viene gradualmente distrutto con la difficoltà della circolazione sanguigna locale.

    Scambi di disordini e condizioni patologiche

    Tra questi le principali cause di malattia sono:

    • uso prolungato di bevande alcoliche;
    • uso a lungo termine di corticosteroidi in grandi dosi; i pazienti con artrite o asma bronchiale assumono a lungo gli ormoni corticosteroidi (metipred, prednisone, ecc.);
    • pancreatite cronica;
    • grandi dosi di radiazioni;
    • malattia di cassone;
    • osteomielite;
    • anemia falciforme e altre malattie
    • lesioni (contusione dell'anca, lussazione dell'anca, frattura dell'anca, ecc.).

    Una delle cause della malattia è un difetto congenito sotto forma di lussazione dell'anca (displasia dell'anca).

    Sintomi e diagnosi della malattia

    Le fasi di necrosi asettica della testa dell'articolazione dell'anca con sintomi distintivi:

    1. Elementare. Il dolore è la manifestazione clinica iniziale. Cresce al massimo e diventa insopportabile nei primi due o tre giorni. Di solito appare nell'inguine, meno frequentemente nell'anca, nel ginocchio, nella parte bassa della schiena. Il giunto mantiene la sua piena mobilità.
    2. Il secondo è una frattura da impronta. Il paziente ha un forte dolore persistente nell'articolazione, anche a riposo. Durante il periodo da diversi giorni a sei mesi si sviluppano disturbi vascolari. Possibile atrofia dei muscoli della coscia. La gamba irritata è ridotta in volume. Il movimento è limitato. Nell'andatura si nota una leggera zoppia.
    3. Il terzo è l'artrosi secondaria. Per 6-8 mesi, le travi ossee vengono distrutte, la testa del femore è deformata. Ci sono forti dolori nell'articolazione. Il movimento è limitato in tre modi. Quando si cammina, il dolore iniziale, la zoppia moderata, si nota il desiderio di sostegno.
    4. Il quarto Quando la malattia dura per più di 8 mesi, si verifica la completa distruzione della testa. Dolore costante nelle articolazioni dell'anca e del ginocchio, nella parte bassa della schiena. Il movimento è fortemente limitato. L'atrofia dei muscoli delle natiche e delle cosce è fortemente pronunciata. La gamba dolorante diventa più corta, per una versione più pesante è estesa.

    Metodi diagnostici

    I metodi comunemente usati per diagnosticare una malattia includono:

    1. MR. Lo stadio iniziale viene rilevato dalla risonanza magnetica o dalla tomografia computerizzata. Questo metodo di diagnosi quasi al 100% rivela una malattia quando una radiografia "non la vede". Pertanto, durante le prime settimane della malattia, la diagnosi mediante risonanza magnetica è una priorità.
    2. Radiografia. La necrosi asettica sulla radiografia è resa visibile solo in 2-3 fasi della malattia. Quando la malattia ha "esperienza" di più di un anno, i suoi segni sono mostrati molto chiaramente nelle immagini. In questa fase, il tomogramma non è necessario.
    3. Scansione radioisotopica. Questo metodo mostra l'assorbimento ineguale di un farmaco radioattivo da parte di tessuti ossei patologici e normali. La dose somministrata del farmaco serve come "etichetta" della zona anormale nell'osso. Il risultato è un'immagine bidimensionale in cui sono visibili le aree ossee interessate.

    Trattamento e sollievo dal dolore in modo conservativo.

    Terapia farmacologica

    I principali gruppi di farmaci usati per trattare una malattia includono:

    • Farmaci anti-infiammatori non steroidei, ad esempio diclofenac, indometacina, piroxicam, butadione, ecc. Aiutano a ridurre il dolore alla coscia e all'inguine. Questo gruppo di farmaci non cura la malattia. Ma a causa dell'effetto analgesico, lo spasmo dei muscoli riflessi viene prevenuto in caso di dolore. Questi farmaci sono particolarmente efficaci nei primi sei mesi della malattia.
    • Vasodilatatori, per esempio, trental, teonicor. Eliminano il ristagno nella circolazione sanguigna. Di conseguenza, viene attivato il flusso sanguigno arterioso e vengono rimossi gli spasmi di piccoli vasi. Dolore notturno vascolare ridotto nell'articolazione colpita. Efficace nei primi 6-8 mesi di malattia.
    • Riduttori ossei. Per stimolare il processo di recupero aiuta i fondi con vitamina D (calcio D3 forte, oksidevit, natekal D3, ecc.). Questi farmaci contribuiscono all'accumulo di calcio nella testa dell'anca interessata.
    • Le calcitonine stimolano efficacemente la formazione ossea ed eliminano il dolore osseo. Questi includono miacalcic, sibacalcin, alostin, ecc.
    • I condroprotettori (condroitin solfato e glucosamina) forniscono nutrimento al tessuto cartilagineo e ripristinano la struttura della cartilagine distrutta. Il trattamento dà effetto nel periodo della malattia da 8 mesi.

    Ginnastica terapeutica e massaggi

    Uno dei metodi più importanti per il trattamento della necrosi della testa del femore è la ginnastica medica. Senza di esso, è impossibile superare il progressivo deterioramento della circolazione sanguigna nella regione della testa del femore e l'aumento dell'atrofia muscolare delle cosce.

    È necessario scegliere esercizi per rafforzare i muscoli e i legamenti della gamba dolorante. E non ci dovrebbe essere alcuna pressione sulla testa dell'osso della coscia senza un'espansione attiva della flessione delle gambe.

    Un esempio di esercizio statico è un leggero sollevamento di una gamba dritta mentre si trova sulla schiena. La gamba continua a salire. Appare la fatica, anche se le articolazioni non funzionano. Una serie di esercizi dovrebbe essere attentamente pensata con il medico.

    Il massaggio terapeutico è usato come metodo di trattamento aggiuntivo. Ma se lo esegui correttamente, senza spiacevoli pressioni, porterà benefici reali. Con un massaggio dei muscoli femorali e schiena migliora la circolazione sanguigna.

    Regole ortopediche

    Secondo loro, minaccia:

    • ipertrofia muscolare progressiva,
    • la formazione della sindrome dolorosa persistente,
    • violazione di stereotipi motori.

    Per facilitare il corso e ridurre la durata della malattia sono necessari:

    • camminare fino a 20 minuti. ritmo medio
    • salendo le scale
    • nuoto
    • esercizi sulla cyclette,
    • usando un bastone nelle prime settimane e durante le lunghe passeggiate,
    • combattere sovrappeso.

    È necessario escludere carichi inerziali sull'articolazione sotto forma di sollevamento pesi, salto, corsa.

    Trattamento chirurgico della malattia

    L'intervento chirurgico è fatto quando gli agenti conservatori sono inconcludenti.

    Decompressione della testa del femore

    Il metodo operativo di decompressione consiste nel praticare un canale nella zona della testa del femore senza flusso di sangue. Il trapano corre lungo il grande trocantere e il collo dell'anca.

    • un aumento dell'afflusso di sangue di quest'area a causa della crescita di nuove navi nel canale formato (puntura),
    • diminuzione della pressione intraossea nella testa del femore.

    Riducendo la pressione nel 70% dei pazienti, il dolore si riduce.

    Trapianto di fibula autograft

    In contrasto con la decompressione, un frammento di osso fibulare situato sul peduncolo vascolare viene trapiantato nella cavità perforata. Un tale innesto dal tuo corpo migliora il flusso sanguigno e il rafforzamento del collo del femore.

    Artroplastica dell'anca

    Consiste nella completa sostituzione dell'articolazione dell'anca danneggiata con uno artificiale. Un perno di titanio (o di zirconio) con una testa artificiale sul bordo del giunto viene inserito nella cavità formata dell'osso del femore e fissato.

    Allo stesso tempo, viene azionata la seconda parte articolata dell'articolazione, inserendo il letto concavo per ruotare la nuova testa in essa. La chirurgia eseguita correttamente elimina il dolore e ripristina la mobilità articolare.

    In un'altra parte dei pazienti, la condizione si stabilizza, il che non li porta a misure chirurgiche.

    Video: quali malattie sistemiche possono provocare lo sviluppo di necrosi dell'HBV

    Cos'è l'osteonecrosi

    L'osteonecrosi, o necrosi avascolare, si verifica a causa di molteplici disturbi che distruggono le articolazioni e portano alla morte delle ossa. Nella maggior parte dei casi, questa malattia colpisce la testa dell'anca.

    Le cause dell'osteonecrosi sono divise in due gruppi principali: diretto e indiretto. Inoltre, sono stati identificati molti fattori di rischio, i più caratteristici dei quali sono il consumo eccessivo di bevande alcoliche, il fumo e l'uso a lungo termine di farmaci a base di glucocorticosteroidi.

    cause di

    La necrosi dell'articolazione dell'anca inizia come conseguenza del normale flusso sanguigno lungo la lunghezza del femore. In assenza di un apporto di sangue stabile, le cellule ossee gradualmente muoiono, l'articolazione dell'anca viene distrutta e l'artrite inizia a svilupparsi. Molto spesso entrambe le articolazioni sono interessate.

    La fascia di età dei pazienti è abbastanza ampia, l'indicatore medio del limite inferiore è di 40 anni. I maschi sono malati più spesso delle donne. Le cause dirette della necrosi sono:

    • Lesioni - fratture, distorsioni, barotrauma.
    • Chemioterapia e radioterapia.
    • Bassa coagulazione e malattie correlate.
    • Glucosilceramide lipidosi (malattia di Gaucher), leucemia.
    • Alcune malattie del tubo digerente.
    • Disfunzione epatica
    • Lupus eritematoso sistemico.
    • Anemia kyuli.
    • Gravidanza.
    • Malattia di Caisson.
    • Trapianto di organi

    In quasi il 15% dei casi, la necrosi si verifica a causa della predisposizione ereditaria, senza una causa pronunciata.

    C'è una teoria tra i medici riguardo al "superlavoro" di un organo, cioè, con l'età, il femore accumula fatica inviando impulsi appropriati al cervello. La risposta è uno spasmo vascolare, accompagnato da ristagno di sangue e deterioramento del flusso sanguigno, che a sua volta porta alla "fame" del tessuto osseo. Questo fenomeno provoca cambiamenti irreversibili nella struttura ossea e la sua distruzione finale successivamente.

    La causa più comune di osteonecrosi è una frattura con spostamento del femore, che è più suscettibile agli anziani. Le fratture scomposte possono colpire i vasi sanguigni che forniscono sangue alla parte superiore dell'osso, causando la morte delle ossa. Questo processo si verifica principalmente nella coscia e non è tipico per altre parti del corpo.

    In assenza di fattori traumatici, si sviluppa la cosiddetta osteonecrosi non traumatica, risultante dal blocco di piccoli vasi che forniscono determinate aree del sangue con sangue. La causa diretta in questo caso sono alte dosi di ormoni, corticosteroidi e consumo eccessivo di bevande alcoliche.

    La necrosi asettica dell'articolazione dell'anca sta progredendo rapidamente, pertanto, si dovrebbe consultare un medico ai primi sintomi della malattia per prevenire le complicanze. Il trattamento tardivo può causare intossicazione del sangue e persino la perdita degli arti.

    sintomi

    L'osteonecrosi attraversa quattro stadi della patogenesi, ognuno dei quali è caratterizzato da diverse manifestazioni:

    • Fase 1 Comincia con un improvviso dolore nella regione pelvica, che si disfa nella schiena, nell'inguine e nelle ginocchia. La sindrome del dolore aumenta di giorno in giorno e già nel terzo giorno diventa difficile da sopportare. La mobilità dell'articolazione allo stesso tempo rimane la stessa.
    • Fase 2 Il dolore non si ferma nemmeno a riposo, inizia il processo di atrofia muscolare e disturbi vascolari. C'è una cosiddetta frattura da impronta, in cui la gamba malata è ridotta in volume, e vi è zoppia a causa della limitata mobilità dell'articolazione. La fase 2 dura da una settimana a diversi mesi.
    • Fase 3 Inizia l'artrosi secondaria: la testa dell'articolazione dell'anca si deforma, l'osso viene distrutto. Il processo causa forti dolori e limita significativamente il movimento. Aumenta la zoppia mentre cammina. La durata della terza fase va dai 6 agli 8 mesi.
    • Fase 4. In assenza di una terapia adeguata per sei mesi o più, l'osso è completamente distrutto, accompagnato da un dolore incessante. Nonostante il movimento estremamente limitato, fa quasi la metà del corpo - i fianchi, la vita e le ginocchia. I muscoli della regione pelvica si atrofizzeranno.

    diagnostica

    Per effettuare una diagnosi accurata in una fase precoce, applicare il metodo di imaging a risonanza magnetica. La necrosi del 2 ° e 3 ° stadio viene rilevata mediante fotografie a raggi X, che mostrano chiaramente il grado di danno alla parte articolare e la gravità della malattia. Non è necessario eseguire una risonanza magnetica in queste fasi.

    Se si desidera identificare la lesione, applicare la scansione del radioisotopo - un'immagine bidimensionale ottenuta da tale studio è molto istruttiva.

    Va notato che la diagnosi della malattia è difficile a causa della mancanza di uno standard di classificazione al fine di determinare correttamente lo stadio e predire l'ulteriore corso della necrosi. I medici classificano le fasi di sviluppo da diversi punti di vista, secondo la pratica consolidata, quindi è estremamente difficile confrontare i risultati di diversi studi. Per decifrare i segni che portano i raggi X, vengono attualmente utilizzati 16 sistemi di classificazione. Quasi il 90% di tutta la ricerca condotta dall'inizio degli anni ottanta del secolo scorso, ha utilizzato principalmente quattro:

    • Fikata e Arleta.
    • Università della Pennsylvania.
    • Associazione di ricerca sulla circolazione ossea.
    • Associazione di ortopedici in Giappone.

    I seguenti parametri sono stati considerati i più accettabili dal punto di vista della sistematizzazione e dell'omogeneità dei dati:

    Per il trattamento delle articolazioni, i nostri lettori usano con successo Artrade. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
    Leggi di più qui...

    • I difetti ossei devono avere due fasi: prima e dopo il collasso, la migliore previsione nel primo caso, prima dell'inizio del collasso.
    • La dimensione del settore necrotico deve essere valutata.
    • Meno ossa sono danneggiate, più favorevole è la prognosi.
    • Vengono valutate la dimensione del collasso della parte superiore del femore e il numero di aree compresse.
    • Una piega non superiore a 2 mm ha una prospettiva più positiva.
    • In caso di difetto dell'acetabolo, è necessaria la sua descrizione.
    • La sospetta osteoartrosi limita la scelta del trattamento.
    • L'indice di collasso - un sintomo di una mezzaluna - è necessariamente fisso.
    • Si nota la presenza di sclerosi diffusa e cisti.

    L'interpretazione di fotografie di studi a raggi X che utilizzano il metodo Ficata e Arlet prevede diverse fasi:

    • 1 - la norma;
    • 2 - cambiamenti di natura sclerotica o cisti, la frattura subcondrale è assente;
    • 3 - l'inizio del collasso, come evidenziato dal sintomo della mezzaluna o del bordo sporgente dell'osso subcondrale;
    • 4 - la presenza di osteoartrosi con restringimento della ragadi articolazione e osteofiti.

    trattamento

    Il trattamento della necrosi dell'articolazione dell'anca combina terapia farmacologica, fisioterapia e massaggio. I farmaci farmaceutici prescritti dal medico curante sono i seguenti gruppi:

    • FANS - Diclofenac, Ibuprofen, Piroxicam, Indomethacin. I farmaci in questo gruppo alleviano lo spasmo dei muscoli riflessi, causano dolore e aiutano anche ad aumentare l'attività motoria e ridurre l'infiammazione.
    • Preparativi per l'espansione dei vasi sanguigni - Tental, Theonikor. Nominato per migliorare l'afflusso di sangue all'articolazione ed eliminare il ristagno nei vasi. A causa dell'azione vasodilatatrice, questi agenti normalizzano il flusso sanguigno e alleviano il paziente dai dolori notturni.
    • Complessi vitaminici contenenti calcio e vitamina D - Oksidevit, Natekal D3. L'uso di questi farmaci aiuta a reintegrare le riserve di calcio del corpo e stimola il recupero del tessuto osseo.
    • Condroprotettore - Hondroxide, Glucosamina, Hyaluron, Artra, Alflutol, Dona. Diverse forme di questi medicinali consentono di prescriverle sia localmente che sotto forma di compresse o iniezioni. Condroprotettore efficace in qualsiasi stadio della malattia.

    Nei casi in cui il trattamento non ha l'effetto previsto e la necrosi dell'osso e del tessuto articolare continua, al paziente viene somministrata un'operazione.

    Intervento chirurgico

    Ad oggi, ci sono 3 tipi di operazioni che vengono eseguite con necrosi - decompressione della testa del femore, trapianto della zona danneggiata dell'osso e sostituzione dell'articolazione. Quale tipo di intervento sarà più efficace in ogni caso, il medico deciderà sulla base dei dati del paziente.

    La sostituzione completa o parziale di un'articolazione è il metodo più efficace di intervento chirurgico, che consente di recuperare le funzioni perse anche in situazioni difficili quando c'è una costrizione significativa dell'articolazione e dell'osteoartrosi. In 95 casi su 100, la sostituzione completa dell'articolazione ha avuto un effetto molto positivo sulla salute e sul benessere dei pazienti.

    Grazie alle moderne tecnologie e attrezzature, il funzionamento di un giunto artificiale può essere molto lungo - 15 anni o più. Tuttavia, per i giovani è preferibile la cosiddetta sostituzione parziale dell'organo - artroplastica, durante la quale la testa del proprio femore viene chiusa con un cappuccio metallico. Se l'acetabolo è danneggiato, viene sostituito con lo stesso cappuccio.

    Negli ultimi anni, le operazioni di sostituzione parziale dell'articolazione sono eseguite molto meno frequentemente. La ragione è l'alta frequenza di effetti collaterali sotto forma di reazioni locali nell'articolazione stessa o nelle sue vicinanze, così come il fallimento della protesi, che cessa di piegarsi e non piegarsi.

    A seguito di lesioni o altri fattori, la distruzione ossea può anche influire sull'articolazione articolare del ginocchio. La necrosi asettica dell'articolazione del ginocchio viene trattata con le stesse preparazioni della necrosi dell'anca, in casi estremi la sostituzione dell'endoprotesi è più spesso utilizzata, cioè la sostituzione dell'articolazione distrutta con un analogo artificiale.

    Osteonecrosi bifosfonata

    La malattia della mandibola di natura necrotica deriva dal trattamento di malattie oncologiche con bifosfonati, che sono anche usati nell'osteoporosi o nella malattia di Paget per prevenire la fragilità ossea. L'osteonecrosi in questo caso è una complicazione della terapia antiriassorbimento ed è caratterizzata da morte progressiva ed esposizione del frammento osseo per almeno 8 mesi. Va notato che la diagnosi viene effettuata in considerazione dell'assenza nella storia del paziente del trattamento con radiazioni alla testa e al collo.

    La "sindrome della mascella morta", causata da bifosfonati, è un fenomeno irreversibile e l'interruzione di questi farmaci non garantisce una cura. Tuttavia, seguendo determinate regole aiuterà a prevenire il processo:

    • Una visita dal dentista prima del trattamento oncologico e l'esecuzione di tutte le procedure necessarie per la riabilitazione della cavità orale.
    • Le cartelle cliniche dentali dovrebbero contenere informazioni sulla diagnosi di oncologia e sulla terapia antitumorale utilizzata.
    • È auspicabile che il dentista e l'oncologo abbiano l'opportunità di un contatto reciproco - i numeri di telefono l'uno dell'altro o di altri mezzi di comunicazione.
    • Conformità con tutte le raccomandazioni del dentista sull'igiene orale.

    Necrosi dell'omero

    L'osteonecrosi della testa omerale, o malattia di Hass, è una condizione caratterizzata dalla progressiva distruzione dell'osso spugnoso dell'articolazione della spalla. La malattia è abbastanza rara, la sua comparsa è in gran parte facilitata dall'uso di corticosteroidi. Una caratteristica distintiva di questo tipo di necrosi è l'esclusione di qualsiasi metodo di trattamento conservativo, solo chirurgico.

    Poiché l'omero è coinvolto nella formazione di due articolazioni articolari - l'omerale e l'ulna, con la malattia le loro funzioni motorie sono compromesse. I metodi chirurgici sono utilizzati nella stragrande maggioranza dei casi a causa dello sviluppo rapido e irreversibile della malattia, che porta alla disabilità.

    Riassumendo

    La morte di ossa a causa della scarsa disponibilità di sangue si verifica spesso nelle articolazioni delle articolazioni dell'anca e della spalla, ma può anche interessare altre articolazioni grandi - la caviglia o il polso. Va notato che nelle fasi iniziali la malattia non si manifesta, e solo con un processo distruttivo attivo, il paziente inizia a sentire dolore alla pelvi, alla spalla o alla caviglia. Il trattamento conservativo rallenta il decorso della malattia, ma non sempre: molti pazienti possono solo sperare in un esito favorevole dell'operazione.

    Le possibilità della medicina moderna consentono di ottenere buoni risultati, soprattutto nel caso dell'artroplastica: la funzione motoria dell'articolazione viene completamente ripristinata e il dolore scompare.

    Nella coxartrosi dell'articolazione dell'anca, i sintomi e il trattamento sono strettamente correlati, cioè la scelta delle misure terapeutiche dipende dall'intensità delle manifestazioni. Questa patologia è molto comune (specialmente nella vecchiaia) e può modificare in modo significativo l'intero stile di vita, riducendo le prestazioni, limitando la mobilità, causando dolore. L'unica opzione è il rilevamento tempestivo e un trattamento adeguato, che eliminerà le ricadute e lo sviluppo di un processo distruttivo.

    Va ricordato che una malattia trascurata (coxartrosi di grado 3) può causare gravi conseguenze, compresa la completa immobilizzazione, e quindi la malattia non deve essere trattata con noncuranza.

    Essenza di patologia

    Coxartrosi: che cos'è? Ora capiamo cos'è questa grave malattia. Al suo centro, è un'artrosi deformante dell'articolazione dell'anca, che ha un decorso cronico ed è caratterizzata dallo sviluppo di un processo degenerativo - distrofico che distrugge il tessuto cartilagineo. A sua volta, il danneggiamento dei cuscinetti cartilaginei causa danni ad altri elementi dell'articolazione, in particolare del tessuto osseo con la formazione di escrescenze (osteofiti). La patologia ha un meccanismo polietiologico e numerosi effetti esogeni ed endogeni possono essere fattori stimolanti. Alla posizione principale nell'eziologia è il degrado fisiologico (dell'età) dei tessuti articolari.

    La foto 1 illustra la natura della patologia. Anatomicamente, l'articolazione dell'anca è considerata una delle più grandi articolazioni ossee del sistema muscolo-scheletrico umano. Questa articolazione combina l'acetabolo dell'osso pelvico con la testa del femore. La cavità è ricoperta da uno strato di cartilagine, che svolge il ruolo di ammortizzatore e lubrificante, eliminando il contatto diretto delle superfici solide dell'osso.

    La funzione lubrificante è fornita dal liquido sinoviale, che, quando la cartilagine viene compressa, viene rilasciato nello spazio articolare tra le ossa, e quando viene rimossa la pressione, viene restituito al tessuto cartilagineo. In altre parole, la guarnizione funziona come una spugna. Allo stesso tempo, la cartilagine non ha vasi sanguigni e tutta la sua nutrizione è fornita da questo fluido, che è formato dal plasma sanguigno con l'aggiunta di acido ialuronico. Grazie alla sua composizione, regola i processi metabolici ed entra nel sistema immunitario.

    La coxartrosi deformante è in gran parte dovuta alla compromissione della sintesi del liquido sinoviale (intra-articolare) e ai cambiamenti nella sua composizione, che altera significativamente la nutrizione del tessuto cartilagineo, causandone la graduale distruzione. Il risultato dello sviluppo della patologia è mostrato nella foto 2.

    Nel corso del decorso cronico della malattia, la cartilagine colpita cessa di svolgere pienamente le sue funzioni protettive, diventa più sottile e la lacuna articolare si restringe. Quando è completamente chiuso, le ossa entrano in contatto diretto e l'attrito distrugge la loro superficie. Per prevenire il contatto osseo, il corpo attiva un riflesso protettivo - le crescite sulle ossa, chiamate osteofiti, iniziano a formarsi.

    La progressione della coxartrosi dell'articolazione dell'anca coinvolge altri elementi delle articolazioni nel processo distruttivo: legamenti, muscoli, vasi sanguigni e processi nervosi. In definitiva, la fisiologia e la biomeccanica delle articolazioni dell'anca sono significativamente compromesse.

    Varietà di patologia

    Secondo il meccanismo dell'eziologia, la coxartrosi può essere primaria e secondaria. La forma primaria della malattia colpisce giunture precedentemente completamente sane sotto l'influenza di vari fattori. Mentre la varietà secondaria si sviluppa nelle articolazioni, la cui cartilagine presenta anomalie strutturali. Tra i tipi secondari della malattia ci sono le seguenti opzioni:

    • artrosi displastica, caratterizzata da un'anomalia congenita della formazione delle articolazioni e manifestata in tenera età;
    • difetti alla nascita, in particolare dislocazione dell'anca;
    • Malattia di Koenig: osteocondrosi del tipo di dissezione;
    • Malattia di Perthes: una patologia del tipo di osteocondropatia con una lesione della testa del femore;
    • necrosi asettica, che di solito colpisce la testa dell'osso pelvico.

    La fonte della distruzione iniziale può essere localizzata in diverse aree delle articolazioni. Sulla base di questo indicatore, si distinguono i seguenti tipi di patologia:

    • la distruzione della porzione superiore (polo) dell'articolazione dell'anca con lo sviluppo in giovane età, che causa una significativa sindrome del dolore;
    • distruzione della zona articolare inferiore (polo), di solito procedendo senza un'evidente sensazione di dolore;
    • distruzione della zona centrale o coxartrosi centrale; ha un quadro clinico abbastanza favorevole.

    Tenendo conto delle cause della malattia, viene fatta la seguente classificazione:

    1. Tipo involutivo L'artrosi è causata da processi di degradazione legati all'età; Ha una manifestazione pronunciata nelle persone con più di 55 anni.
    2. Specie displasica. Ha una natura congenita.
    3. Coxartrosi idiopatica. Di norma, la forma primaria, le cui cause non possono essere stabilite.
    4. Tipo post-traumatico Un tipico tipo di malattia innescato da gravi lesioni nella zona dell'anca. I più pericolosi in questo caso sono le fratture dell'osso pelvico o della testa del femore.
    5. Tipo di patologia post-infettiva. Si verifica dopo le lesioni infettive dell'articolazione. Spesso la causa è l'artrite reumatoide.
    6. Scambio, o disormonale, opzione. È causato da malattie associate a disordini metabolici o squilibri ormonali. Può essere attivato assumendo ormoni o corticosteroidi.

    Eziologia del fenomeno

    I segni di classificazione della patologia mostrano importanti meccanismi eziologici: traumi, anomalie congenite, disordini ormonali e metabolici, processi infettivi e infiammatori, invecchiamento dei tessuti legato all'invecchiamento. La causa più comune della malattia sono le lesioni. In particolare, la sublussazione intrauterina della testa del femore diventa il fattore decisivo nello sviluppo della coxartrosi di natura degenerativa in quasi il 22% dei casi e colpisce maggiormente le donne. Altri fattori includono le seguenti lesioni:

    • fratture dell'anca, del bacino e dell'acetabolo;
    • fratture della testa del femore con una violazione dell'angolo cervico-diafisario.

    Altri motivi provocatori includono i seguenti effetti:

    • vene varicose, causando alterata circolazione del sangue nell'articolazione;
    • malattie spinali (scoliosi, lordosi, ernia);
    • tumori di natura benigna e oncologica;
    • La malattia di Paget;
    • spondilite anchilosante e artrite reumatoide;
    • sovraccarico fisico eccessivo e prolungato;
    • dieta malsana;
    • sovrappeso e obesità;
    • stile di vita ipotensivo.

    Le statistiche sostengono che quasi il 40% di tutti i casi di coxartrosi si verificano in lesioni e sovraccarico fisico. Quasi come molte malattie sono di tipo idiopatico.

    Manifestazioni sintomatiche

    Quando si sviluppa l'artrosi dell'articolazione dell'anca, i sintomi appaiono in base al tipo di patologia, al suo stadio e alle caratteristiche individuali dell'organismo. I segni tipici della coxartrosi:

    • sindrome del dolore di diversa intensità;
    • limitazione della mobilità articolare;
    • gonfiore.

    Con il progredire della malattia, viene rilevata un'articolazione deformata, compaiono cambiamenti dell'andatura e si osserva zoppia. L'ultima opzione è l'immobilizzazione completa.

    I cambiamenti intra-articolari sono evidenti nelle radiografie.

    Quando si verifica la coxartrosi dell'articolazione dell'anca, i sintomi latenti includono tali cambiamenti articolari:

    • riduzione dello spazio articolare, fino alla sua chiusura completa;
    • crescita osteofita;
    • cambiamenti strutturali nella cartilagine e nei tessuti circostanti.

    Per la natura della lesione, si distinguono 2 tipi di patologia: coxartrosi unilaterale e bilaterale. Il primo tipo si manifesta come una lesione di una sola articolazione e più spesso si riferisce alla forma primaria della malattia. L'artrosi bilaterale colpisce entrambe le articolazioni.

    Severità della patologia

    A seconda della gravità dei segni esterni e intraarticolari di coxartrosi è diviso nella gravità della malattia:

    1. Coxartrosi dell'articolazione dell'anca di 1 grado. Questa è la fase iniziale della malattia. I sintomi non sono pronunciati. Il primo segno di una patologia incipiente può manifestarsi sotto forma di disagio o lieve dolore nella zona dell'articolazione dopo considerevole stress. Lascia rapidamente dopo un periodo di riposo. Una radiografia indica un leggero restringimento dello spazio articolare.
    2. Artrosi dell'articolazione dell'anca di 2 gradi. Si sviluppa in assenza di trattamento nella fase iniziale ed è caratterizzato dalla comparsa di segni più pronunciati. In questa fase, si notano i seguenti segni: appaiono disturbi della mobilità articolare (l'estensione è fino a un angolo di non più di 22º e la flessione è inferiore a 110º, con un'ampiezza di riduzione inferiore a 39º e le derivazioni sono 44º, qui i movimenti rotazionali sono più chiaramente limitati); la sindrome del dolore aumenta, e il dolore dà all'inguine, al ginocchio; i sentimenti dolorosi di un personaggio lamentoso appaiono a riposo, che è spesso causato dall'aggiunta di una reazione infiammatoria; il crepitio si verifica, ad es. suoni specifici durante la guida; compaiono i primi segni di un cambiamento di andatura - leggera zoppia; le radiografie mostrano disturbi (crescita osteofita, leggera deformità della testa del femore con un cambiamento nel suo contorno, restringimento dello spazio articolare quasi il 35% delle dimensioni normali, spostamento verso l'alto dell'osso dell'anca).
    3. Coxartrosi 3 gradi. È considerato una fase trascurata dello sviluppo della malattia. È descritto dai seguenti sintomi: atrofia muscolare significativa; dolore persistente (anche di notte); violazione della biomeccanica articolare. La coxartrosi di grado 3 è caratterizzata da una marcata deformità delle articolazioni, che si esprime nella distorsione pelvica, accorciamento delle gambe. L'andatura acquisisce una forma specifica - l'andatura "anatra". La radiografia mostra una significativa distorsione della testa ossea, la crescita di grandi osteofiti, la scomparsa pratica dello spazio articolare e l'ispessimento del collo del femore.
    4. Coxartrosi di grado 4. Questo può già essere valutato come la disabilità di una persona malata. Il quarto stadio dello sviluppo della patologia implica la necrosi dei tessuti, un'immobilizzazione grave (e talvolta completa), la perdita di capacità di lavorare. In caso di una malattia di questo grado, il trattamento con metodi conservativi non dà risultati positivi, quindi, l'unica opzione rimane come intervento chirurgico.

    Come viene rilevata la patologia

    Il regime di trattamento viene sviluppato solo dopo un'accurata diagnosi di coxartrosi con l'accertamento della localizzazione della lesione e l'estensione della lesione. È importante differenziare la patologia da altre malattie articolari, che possono manifestarsi esternamente in un modo simile.

    La diagnosi viene effettuata in base ai risultati dei seguenti principali studi diagnostici:

    1. Radiografia. Questo è il metodo di diagnosi più comune, che consente di valutare i cambiamenti nella geometria dello spazio articolare, identificare gli osteofiti e determinare la condizione della testa del femore.
    2. Stati Uniti. La tecnica è sufficientemente informativa per fare una diagnosi iniziale con la determinazione della localizzazione dell'area interessata, il numero di focolai e la valutazione dello stato dell'acetabolo, nonché le violazioni degli elementi legamentosi.
    3. Tomografia computerizzata Ti permette di ottenere immagini dettagliate tridimensionali, specificando la diagnosi.
    4. Risonanza magnetica (MRI). È considerato il metodo diagnostico più accurato. Con esso, è possibile esplorare gli strati uniti per strato, determinando anche anomalie microscopiche nella struttura ossea e cartilaginea.

    Effettuare misure terapeutiche

    Quando viene diagnosticata la coxartrosi dell'articolazione dell'anca, il trattamento viene prescritto tenendo conto della gravità della malattia e delle caratteristiche individuali dell'organismo. A 1 - 2 stadi, il processo di trattamento è di solito basato su metodi conservativi, ma negli stadi 3 - 4, l'effetto curativo della terapia è basso, pertanto, è indicato un intervento chirurgico.

    Il trattamento conservativo (coxartrosi) è fornito da metodi complessi. Completamente cura una persona non riuscirà in vista del danno irreversibile che si è verificato nel giunto.

    In realtà, il trattamento (coxartrosi) risolve i seguenti compiti:

    • fine dei cambiamenti strutturali;
    • normalizzazione della mobilità articolare;
    • sollievo dal dolore;
    • migliorare la circolazione sanguigna e linfatica;
    • assicurare i normali processi metabolici;
    • terapia sintomatica;
    • ridurre la probabilità di processi infiammatori;
    • rafforzare muscoli e legamenti;
    • massima rigenerazione possibile del tessuto cartilagineo.

    Il trattamento completo (coxartrosi) comprende le seguenti attività:

    • terapia intensiva con l'uso di agenti esterni e sistemici;
    • effetto fisioterapeutico;
    • fisioterapia e massaggio;
    • riflessologia;
    • l'uso di tecniche non convenzionali.

    Le moderne tecnologie mediche per il trattamento dell'articolazione dell'anca si basano sull'introduzione di cellule staminali per migliorare i processi metabolici nei tessuti interessati e stimolare la loro rigenerazione.

    Il trattamento farmacologico (coxartrosi) si basa sull'uso delle seguenti categorie di farmaci:

    1. Farmaci antiinfiammatori non steroidei: Indometacina, Piroxicam, Ketoprofene, Brufen, Diclofenac. Forniscono un effetto complesso: anestesia, eliminazione del processo infiammatorio ed edema. Con un lungo ciclo di terapia, Movalis è raccomandato.
    2. Farmaci che colpiscono le navi: "Teonikol", "Trental", "Nikoshpan", "Tsinnarizin". Bloccano la "sindrome del dolore vascolare", che è più intensa durante la notte.
    3. Rilassanti muscolari: "Mydocalm", "Sirdalud". Mirato a rafforzare il sistema muscolare.
    4. Condroprotettore, ad es. stimolatori di processi rigeneranti nella cartilagine. Vengono prescritti farmaci: "Glucosamina", "Rumalon", "Struktum", "Condroitina", "Arteparon".
    5. Farmaci steroidi ormonali: "Metipred", "Kenalog", "Hydrocortisone". Questi farmaci sono più efficaci se somministrati direttamente nell'articolazione.
    6. Fondi per esposizione locale. Per il trattamento sono ampiamente usati pomate, gel, creme, lozioni, compresse con azioni antinfiammatorie, lenitive, riscaldanti e analgesiche.

    Come trattare l'artrosi dell'articolazione dell'anca, il medico deve decidere.

    La patologia è considerata una malattia piuttosto pericolosa che deve essere trattata con metodi complessi efficaci. I rimedi popolari aiutano a casa, ma senza collegare un'adeguata terapia medica, la patologia può sfuggire al controllo e causare gravi complicazioni. Le fasi avanzate della malattia portano alla disabilità di una persona.