Principale

Menisco

Trattamento della necrosi asettica

Una malattia chiamata necrosi asettica della testa del femore è abbastanza comune. Le donne sono ammalate con loro molte volte meno spesso degli uomini. È caratteristico che 2/3 dei pazienti sono giovani di età compresa tra 20 e 45 anni. Questa è una malattia in rapida progressione.

In assenza di un trattamento adeguato, esso minaccia la disfunzione dell'articolazione e, di conseguenza, la perdita di capacità lavorativa.

Ecco perché è importante non perdere i primi sintomi della malattia.

Le principali cause della malattia

La testa del femore è un compartimento chiuso sensibile ai disturbi circolatori che cambiano l'architettura dell'osso.

L'afflusso di sangue alla testa avviene attraverso tre piccole arterie. Quando uno di loro interrompe (interrompe) il flusso di sangue, necrosi (ischemia, necrosi) si verifica in quella zona della testa, che l'arteria danneggiata fornita.

L'essenza della necrosi astenica è una violazione della microcircolazione e un'ulteriore necrosi della zona ossea nella testa dell'osso femorale. Di conseguenza, l'integrità della cartilagine che copre quest'area viene interrotta e si sviluppa artrosi secondaria deformante.

Cause vascolari

Cause comuni di arresto del rifornimento di sangue dell'arteria per la testa dell'osso della coscia:

  • compressione o torsione di un'arteria in caso di lesioni,
  • il suo blocco con un piccolo trombo,
  • congestione venosa,
  • vasospasmo prolungato
  • aumento della viscosità del sangue
  • deflusso venoso alterato.

I disturbi vascolari aumentano la pressione intraossea, portando alla distruzione meccanica del tessuto osseo.

Sulla teoria meccanica

La teoria vascolare delle cause è completata da una teoria "meccanica". Secondo la sua testa del femore vivendo "superlavoro".

Gli impulsi su questo sono inviati alla corteccia cerebrale.

I segnali di ritorno portano a vasospasmo o stasi del sangue, disturbi dei processi metabolici, accumulo di sostanze di disintegrazione nell'osso.

Di conseguenza, cambiano le proprietà fisico-chimiche e strutturali dell'osso, che viene gradualmente distrutto con la difficoltà della circolazione sanguigna locale.

Scambi di disordini e condizioni patologiche

Tra questi le principali cause di malattia sono:

  • uso prolungato di bevande alcoliche;
  • uso a lungo termine di corticosteroidi in grandi dosi; i pazienti con artrite o asma bronchiale assumono a lungo gli ormoni corticosteroidi (metipred, prednisone, ecc.);
  • pancreatite cronica;
  • grandi dosi di radiazioni;
  • malattia di cassone;
  • osteomielite;
  • anemia falciforme e altre malattie
  • lesioni (contusione dell'anca, lussazione dell'anca, frattura dell'anca, ecc.).

Una delle cause della malattia è un difetto congenito sotto forma di lussazione dell'anca (displasia dell'anca).

Sintomi e diagnosi della malattia

Le fasi di necrosi asettica della testa dell'articolazione dell'anca con sintomi distintivi:

  1. Elementare. Il dolore è la manifestazione clinica iniziale. Cresce al massimo e diventa insopportabile nei primi due o tre giorni. Di solito appare nell'inguine, meno frequentemente nell'anca, nel ginocchio, nella parte bassa della schiena. Il giunto mantiene la sua piena mobilità.
  2. Il secondo è una frattura da impronta. Il paziente ha un forte dolore persistente nell'articolazione, anche a riposo. Durante il periodo da diversi giorni a sei mesi si sviluppano disturbi vascolari. Possibile atrofia dei muscoli della coscia. La gamba irritata è ridotta in volume. Il movimento è limitato. Nell'andatura si nota una leggera zoppia.
  3. Il terzo è l'artrosi secondaria. Per 6-8 mesi, le travi ossee vengono distrutte, la testa del femore è deformata. Ci sono forti dolori nell'articolazione. Il movimento è limitato in tre modi. Quando si cammina, il dolore iniziale, la zoppia moderata, si nota il desiderio di sostegno.
  4. Il quarto Quando la malattia dura per più di 8 mesi, si verifica la completa distruzione della testa. Dolore costante nelle articolazioni dell'anca e del ginocchio, nella parte bassa della schiena. Il movimento è fortemente limitato. L'atrofia dei muscoli delle natiche e delle cosce è fortemente pronunciata. La gamba dolorante diventa più corta, per una versione più pesante è estesa.

Metodi diagnostici

I metodi comunemente usati per diagnosticare una malattia includono:

  1. MR. Lo stadio iniziale viene rilevato dalla risonanza magnetica o dalla tomografia computerizzata. Questo metodo di diagnosi quasi al 100% rivela una malattia quando una radiografia "non la vede". Pertanto, durante le prime settimane della malattia, la diagnosi mediante risonanza magnetica è una priorità.
  2. Radiografia. La necrosi asettica sulla radiografia è resa visibile solo in 2-3 fasi della malattia. Quando la malattia ha "esperienza" di più di un anno, i suoi segni sono mostrati molto chiaramente nelle immagini. In questa fase, il tomogramma non è necessario.
  3. Scansione radioisotopica. Questo metodo mostra l'assorbimento ineguale di un farmaco radioattivo da parte di tessuti ossei patologici e normali. La dose somministrata del farmaco serve come "etichetta" della zona anormale nell'osso. Il risultato è un'immagine bidimensionale in cui sono visibili le aree ossee interessate.

Radiografie di pazienti con diversi stadi di necrosi asettica della testa del femore: da a - lo stadio iniziale, a d - la completa distruzione dell'osso.

Trattamento e sollievo dal dolore in modo conservativo.

Terapia farmacologica

I principali gruppi di farmaci usati per trattare una malattia includono:

  • Farmaci anti-infiammatori non steroidei, ad esempio diclofenac, indometacina, piroxicam, butadione, ecc. Aiutano a ridurre il dolore alla coscia e all'inguine. Questo gruppo di farmaci non cura la malattia. Ma a causa dell'effetto analgesico, lo spasmo dei muscoli riflessi viene prevenuto in caso di dolore. Questi farmaci sono particolarmente efficaci nei primi sei mesi della malattia.
  • Vasodilatatori, per esempio, trental, teonicor. Eliminano il ristagno nella circolazione sanguigna. Di conseguenza, viene attivato il flusso sanguigno arterioso e vengono rimossi gli spasmi di piccoli vasi. Dolore notturno vascolare ridotto nell'articolazione colpita. Efficace nei primi 6-8 mesi di malattia.
  • Riduttori ossei. Per stimolare il processo di recupero aiuta i fondi con vitamina D (calcio D3 forte, oksidevit, natekal D3, ecc.). Questi farmaci contribuiscono all'accumulo di calcio nella testa dell'anca interessata.
  • Le calcitonine stimolano efficacemente la formazione ossea ed eliminano il dolore osseo. Questi includono miacalcic, sibacalcin, alostin, ecc.
  • I condroprotettori (condroitin solfato e glucosamina) forniscono nutrimento al tessuto cartilagineo e ripristinano la struttura della cartilagine distrutta. Il trattamento dà effetto nel periodo della malattia da 8 mesi.

Ginnastica terapeutica e massaggi

Uno dei metodi più importanti per il trattamento della necrosi della testa del femore è la ginnastica medica. Senza di esso, è impossibile superare il progressivo deterioramento della circolazione sanguigna nella regione della testa del femore e l'aumento dell'atrofia muscolare delle cosce.

È necessario scegliere esercizi per rafforzare i muscoli e i legamenti della gamba dolorante. E non ci dovrebbe essere alcuna pressione sulla testa dell'osso della coscia senza un'espansione attiva della flessione delle gambe.

Un esempio di esercizio statico è un leggero sollevamento di una gamba dritta mentre si trova sulla schiena. La gamba continua a salire. Appare la fatica, anche se le articolazioni non funzionano. Una serie di esercizi dovrebbe essere attentamente pensata con il medico.

Il massaggio terapeutico è usato come metodo di trattamento aggiuntivo. Ma se lo esegui correttamente, senza spiacevoli pressioni, porterà benefici reali. Con un massaggio dei muscoli femorali e schiena migliora la circolazione sanguigna.

Regole ortopediche

Secondo loro, minaccia:

  • ipertrofia muscolare progressiva,
  • la formazione della sindrome dolorosa persistente,
  • violazione di stereotipi motori.

Per facilitare il corso e ridurre la durata della malattia sono necessari:

  • camminare fino a 20 minuti. ritmo medio
  • salendo le scale
  • nuoto
  • esercizi sulla cyclette,
  • usando un bastone nelle prime settimane e durante le lunghe passeggiate,
  • combattere sovrappeso.

È necessario escludere carichi inerziali sull'articolazione sotto forma di sollevamento pesi, salto, corsa.

Trattamento chirurgico della malattia

L'intervento chirurgico è fatto quando gli agenti conservatori sono inconcludenti.

Decompressione della testa del femore

Il metodo operativo di decompressione consiste nel praticare un canale nella zona della testa del femore senza flusso di sangue. Il trapano corre lungo il grande trocantere e il collo dell'anca.

Obiettivi di decompressione:

  • un aumento dell'afflusso di sangue di quest'area a causa della crescita di nuove navi nel canale formato (puntura),
  • diminuzione della pressione intraossea nella testa del femore.

Riducendo la pressione nel 70% dei pazienti, il dolore si riduce.

Trapianto di fibula autograft

In contrasto con la decompressione, un frammento di osso fibulare situato sul peduncolo vascolare viene trapiantato nella cavità perforata. Un tale innesto dal tuo corpo migliora il flusso sanguigno e il rafforzamento del collo del femore.

Artroplastica dell'anca

Consiste nella completa sostituzione dell'articolazione dell'anca danneggiata con uno artificiale. Un perno di titanio (o di zirconio) con una testa artificiale sul bordo del giunto viene inserito nella cavità formata dell'osso del femore e fissato.

Allo stesso tempo, viene azionata la seconda parte articolata dell'articolazione, inserendo il letto concavo per ruotare la nuova testa in essa. La chirurgia eseguita correttamente elimina il dolore e ripristina la mobilità articolare.

In un'altra parte dei pazienti, la condizione si stabilizza, il che non li porta a misure chirurgiche.

Necrosi asettica della testa dell'articolazione dell'anca: sintomi, diagnosi e trattamento

Con la necrosi asettica della testa dell'articolazione dell'anca, il successo degli interventi che prevengono o prevengono il collasso della testa del femore e sostengono la funzione dell'articolazione dell'anca sarà un risultato significativo nel trattamento di questa malattia.

Attualmente, l'uso di grandi innesti corticali vascolarizzati, un'altra procedura chirurgica con un alto livello di rendimento scolastico non è ancora comune a causa di difficoltà tecniche in chirurgia. Allo stesso modo, l'osteotomia non è comune, in quanto l'artroplastica diventa più accettabile, quindi viene utilizzata senza interventi chirurgici di livello intermedio.

In questo articolo imparerai come trattare la necrosi asettica della testa dell'articolazione dell'anca, le sue cause, i sintomi caratteristici e le misure preventive. Così come le caratteristiche del corso e il trattamento della malattia nei bambini e nelle donne in gravidanza.

Necrosi asettica della testa dell'articolazione dell'anca - una caratteristica della malattia

Necrosi asettica della testa dell'articolazione dell'anca

La necrosi asettica della testa del femore (ONFH) o la necrosi idiopatica è una grave malattia dell'articolazione dell'anca, che è accompagnata dalla morte del tessuto osseo della testa del femore causata da una violazione dell'afflusso di sangue e dei processi metabolici nella testa dell'anca.

Nello stato normale, la testa del femore è fissata con legamenti nel naturale approfondimento dell'osso pelvico. Questo solco è chiamato acetabolo, ed è una cavità arrotondata con pareti lisce.

Con la necrosi, la testa del femore si deforma e collassa gradualmente. A causa della mancanza di nutrienti e di ossigeno, i processi rigenerativi si fermano, portando a un progressivo deterioramento della cartilagine nella zona di massimo carico e alla necrosi della testa del femore.

La necrosi è un processo di necrosi tissutale che può essere causato da una varietà di cause. Il termine "asettico" significa che la morte in questa malattia si verifica in condizioni sterili, cioè senza la partecipazione di microrganismi.

Le statistiche affermano che la necrosi è comune. È noto che gli uomini ne soffrono più spesso delle donne. Una caratteristica distintiva della necrosi asettica è che spesso si ammalano giovani da 20 a 45 anni.

In molti casi, la necrosi asettica (avascolare) colpisce un arto (circa il 60%), nei casi più piccoli (40%) entrambe le gambe sono colpite.

Il femore è l'osso tubulare più lungo e più grande degli arti inferiori (gambe). Sulla parte del femore, che è più vicina al corpo, si trova la testa della coscia - una protuberanza sferica. Dalla testa del collo parte - un'area ristretta che lega la testa al corpo del femore. Nel punto di transizione del collo nel corpo del tumulo, c'è una curva e due sporgenze ossee - uno sputo grande e uno piccolo.

Alla testa della coscia c'è una superficie articolare, che serve per connettersi con l'acetabolo (fossetta nell'osso pelvico), e insieme formano l'articolazione dell'anca. La testa della coscia e l'acetabolo sono ricoperti di tessuto cartilagineo.

L'articolazione dell'anca stessa è nascosta sotto i tessuti molli (capsula articolare), che producono un liquido articolare che nutre il tessuto cartilagineo e assicura le superfici di scorrimento dell'articolazione.

Esistono diversi tipi di cellule nell'osso: osteoblasti e osteociti formano il tessuto osseo e gli osteoclasti lo distruggono. Normalmente, il processo di formazione dell'osso prevale sulla sua distruzione. Tuttavia, con l'età e sotto l'influenza di varie cause, l'attività degli osteoclasti aumenta, mentre gli osteoblasti diminuiscono. Pertanto, il tessuto osseo viene distrutto, non avendo il tempo di essere aggiornato.

L'unità strutturale dell'osso è l'osteone, costituito da placche ossee (da 5 a 20) di forma cilindrica, posizionate simmetricamente attorno al canale osseo centrale. Attraverso il canale stesso passa le navi e i nervi.

Tra gli osteoni ci sono lacune riempite con placche intercalari interossee interne: è così che si forma la struttura cellulare dell'osso.

Gli osteon formano traverse (trabecole o travi) di sostanza ossea. Sono disposti secondo la direzione in cui l'osso subisce il maggior carico (quando si cammina, si muove) e si estende i muscoli attaccati. Grazie a questa struttura, è garantita la densità e l'elasticità delle ossa.

E se le barre trasversali giacciono saldamente, allora formano una sostanza compatta (strato intermedio), se è sciolto, formano una sostanza spugnosa (strato interno) dell'osso. All'esterno, l'osso è coperto da un periostio (strato esterno), trafitto da nervi e vasi che penetrano in profondità nell'osso lungo i canali prodopuschim degli osteoni.

Il meccanismo dello sviluppo della necrosi asettica

Non completamente studiato, quindi questa domanda rimane aperta. Attualmente, ci sono due teorie principali:

  • Teoria traumatica - quando l'integrità dell'osso è rotta a causa di lesioni (frattura, dislocazione).
  • Teoria vascolare: sotto l'influenza di vari fattori, le navi che forniscono sangue alla testa della coscia vengono restrette a lungo o bloccate da un piccolo trombo. Di conseguenza, c'è una violazione della circolazione sanguigna locale (ischemia). Inoltre, la viscosità del sangue aumenta, quindi il suo flusso rallenta.

A causa dell'ischemia, la morte di osteoblasti e osteociti aumenta e l'attività degli osteoclasti aumenta. Pertanto, i processi di formazione dell'osso sono ridotti e le diluizioni sono migliorate. Di conseguenza, il tessuto osseo si indebolisce e la sua forza diminuisce.

E poi quando viene caricato, si verificano micro fratture di trabecole (travi a vista) che comprimono le vene prima - c'è ristagno di sangue nelle piccole vene con la formazione di coaguli di sangue, quindi - nelle piccole arterie.

Tutti questi cambiamenti rafforzano i fenomeni di ischemia nella testa della coscia e aumentano la pressione all'interno dell'osso. Di conseguenza, muore il tessuto osseo (si sviluppa la necrosi) nel punto in cui si verifica il maggiore effetto del carico sulla testa del femore.

Tuttavia, alcuni scienziati avanzano un'altra teoria dello sviluppo dell'ONGB - meccanica. Si ritiene che sotto l'influenza di varie ragioni, vi sia un "superlavoro" dell'osso.

Pertanto, gli impulsi dall'osso della testa del femore vanno al cervello, causando segnali inversi che portano a un restringimento compensatorio delle navi (un tentativo di tornare allo stato iniziale). Di conseguenza, il metabolismo è disturbato, il sangue ristagna e i prodotti di decomposizione si accumulano nell'osso.

In pratica, non esiste una chiara distinzione tra le teorie. Inoltre, spesso si completano a vicenda, agendo contemporaneamente.

Di norma, i primi focolai di necrosi ossea compaiono 3-5 giorni dopo l'ischemia. Tuttavia, in condizioni favorevoli, l'afflusso di sangue viene ripristinato e il tessuto osseo distrutto viene sostituito con un nuovo tessuto. Mentre con un ulteriore sovraccarico della testa del femore, il processo si deteriora, portando allo sviluppo e al decorso grave della malattia.

motivi

  1. Lesioni.
    Qualsiasi fattore che influisce sull'integrità del tessuto osseo o della fornitura di sangue all'articolazione può causare una morte massiccia delle cellule ossee. Come sta andando? Se la ferita causa danni al vaso sanguigno o il suo blocco con i coaguli di sangue, la fornitura di nutrienti alla testa del femore viene drasticamente ridotta. E dopo pochi mesi, i processi degenerativi iniziano nell'articolazione, che inizierà a manifestarsi un anno o due dopo l'infortunio.
  2. Uso a lungo termine di farmaci ormonali.
    Il trattamento con corticosteroidi ha effetti collaterali, tra cui - restringimento dei vasi sanguigni e insufficiente apporto di sangue.
    Inoltre, un trattamento prolungato con farmaci ormonali porta allo sviluppo dell'osteoporosi (il tessuto osseo si allenta, "libero").
    Sotto carichi, tale tessuto osseo riceve microtraumi permanenti, bloccando così il flusso sanguigno alla testa dell'osso.
  3. Farmaci antiinfiammatori non steroidei.
    Tra gli effetti collaterali ci sono lo sviluppo dell'osteoporosi, quindi, come gli ormoni, possono causare la necrosi della testa del femore.
  4. Le malattie autoimmuni possono anche scatenare la necrosi.
    Con l'infiammazione immunitaria, l'elasticità delle pareti dei vasi sanguigni diminuisce, causando un disturbo nell'afflusso di sangue. E con la terapia ormonale, l '"effetto" è aggravato - si sviluppa una forma grave di necrosi asettica.
  5. Caisson o malattia da decompressione.
    La malattia dell'operatore subacqueo si verifica quando la pressione della miscela inalatoria diminuisce. In questo caso, le bolle di gas penetrano nel flusso sanguigno, intasando i piccoli vasi sanguigni e bloccando il flusso sanguigno.
  6. L'abuso sistematico di alcol può anche essere l'impulso per lo sviluppo della malattia.
    L'alcol indebolisce le pareti dei vasi sanguigni, di conseguenza, perdono la loro elasticità, che causa alterata circolazione del sangue.
  7. Malattie della colonna vertebrale inferiore.
    Ad esempio, in presenza di un'ernia intervertebrale, si verifica spesso uno spasmo di vasi sanguigni che alimentano il tessuto osseo, che può anche indurre lo sviluppo di necrosi della testa del femore umano.

Va notato che è molto difficile stabilire la causa esatta dello sviluppo della malattia, spesso diversi fattori sono "coinvolti" in questo. Secondo le statistiche, nel 30% dei casi l'eziologia della malattia non viene rilevata.

Con una diagnosi di necrosi asettica della testa del femore, i sintomi dipendono dalla durata della malattia.

Tipi, fasi e sintomi

La divisione più diffusa di ONGEH sul palco, basata sui cambiamenti che si verificano durante la malattia nell'articolazione dell'anca. Tuttavia, questa separazione è condizionata. Dal momento che il passaggio da uno stadio all'altro non ha confini chiari.

Fase I (dura circa 6 mesi) - manifestazioni iniziali. La sostanza spugnosa (fasci ossei) del tessuto osseo nella testa del femore muore, ma la sua forma non cambia.

Sintomi. Il principale segno dell'inizio della malattia è il dolore. E si manifesta in modi diversi. All'inizio della malattia, il più delle volte il dolore si verifica solo dopo uno sforzo fisico o durante il maltempo, ma scompare a riposo. A poco a poco, il dolore diventa permanente. A volte, dopo un periodo di esacerbazione, scompare, ma riappare quando viene esposto a un fattore provocante.

Tuttavia, a volte il dolore appare all'improvviso. Ed è così forte che alcuni pazienti possono nominare il giorno e persino l'ora del suo verificarsi. Per diversi giorni, i malati a causa del dolore non possono né camminare né sedersi. Quindi il dolore scompare, appare o aumenta dopo l'esercizio.

Di solito, all'inizio della malattia, il dolore si verifica nell'articolazione dell'anca, diffondendosi (radiante) nella regione inguinale o lombare, nell'articolazione del ginocchio, nel gluteo. Tuttavia, il dolore può inizialmente comparire nella zona lombare e / o nell'articolazione del ginocchio, fuorviare il medico e allontanarsi dalla diagnosi corretta. Non ci sono limiti di movimento nell'articolazione colpita in questa fase.

Stadio II (6 mesi): una frattura da impronta (schiacciata): con un carico su una determinata parte della testa del femore, i raggi ossei si rompono, quindi si incastrano l'uno nell'altro e collassano.

Sintomi. Il dolore è costante e severo, non scompare nemmeno a riposo. Inoltre, dopo l'esercizio aumenta in modo significativo. In questa fase, si manifesta atrofia muscolare (assottigliamento delle fibre muscolari) sulla coscia e natica sul lato dolente. Ci sono restrizioni sui movimenti circolari. Inoltre, il dolore aumenta quando si tenta di eseguire movimenti circolari nella gamba dolorante, metterlo da parte o portare a una gamba sana.

Stadio III (da 1,5 a 2,5 anni) - riassorbimento

I tessuti sani che circondano la zona di necrosi assorbono lentamente i frammenti di ossa morte. Allo stesso tempo, il tessuto connettivo (svolge un ruolo di supporto in tutti gli organi) e le isole del tessuto cartilagineo crescono in profondità nella testa del femore. Di conseguenza, vengono create condizioni nella testa della coscia per la crescita di nuove navi. Tuttavia, allo stesso tempo, la crescita del collo del femore è compromessa, quindi si accorcia.

Sintomi. Il dolore è costante, aggravato anche dopo un piccolo carico, ma a riposo diminuisce un po '. La mobilità dell'articolazione è molto limitata: è difficile per il paziente camminare, stringere la gamba al petto o indossare calzini. C'è una marcata zoppia quando si cammina e l'atrofia muscolare dall'anca viene trasferita alla parte inferiore della gamba (sotto il ginocchio).

I pazienti difficilmente si muovono, appoggiandosi a un bastone. Inoltre, la gamba viene accorciata sul lato interessato. Considerando che in alcuni pazienti (10%) è allungato - un brutto segno per la prognosi della malattia.

Stadio IV (da 6 mesi in su) - esito (si verifica un'artrosi secondaria deformante).

Il tessuto connettivo germogliato e le isole della cartilagine vengono trasformate in tessuto osseo, recuperando in tal modo la sostanza spugnosa della testa del femore. Tuttavia, allo stesso tempo si formano cambiamenti secondari: la struttura ossea del fascio (cellulare) viene ricostruita (deformata) e il suo adattamento (abituazione) a nuove condizioni e carichi avviene. Inoltre, l'acetabolo è anche deformato e appiattito. Pertanto, il suo normale contatto anatomico con la testa del femore viene interrotto.

Sintomi. Nell'area dell'anca interessata o della colonna lombare vi sono dolori costanti che non scompaiono nemmeno a riposo. I muscoli della coscia e del polpaccio sono atrofizzati (il volume si riduce a 5-8 cm). Le rotatorie nella gamba malata sono assenti, e avanti e indietro sono bruscamente limitate. L'andatura è significativamente disturbata: i pazienti non possono muoversi autonomamente o solo con un supporto (bastone da passeggio).

La durata di ogni stadio di ONMHP è individuale, poiché molto dipende dagli effetti dei fattori provocatori, dal trattamento tempestivo e dalla presenza di comorbidità. Tuttavia, non è sempre la necrosi asettica a colpire simultaneamente l'intera testa del femore. Pertanto, esiste una classificazione basata sulla posizione della fonte di necrosi.

Esistono quattro forme principali (specie) di ONGEK:

  • Forma periferica (9-10% dei casi): la parte esterna della testa del femore, che si trova direttamente sotto la cartilagine articolare, è interessata.
  • Forma centrale (2% dei casi): al centro della testa del femore si forma una zona di necrosi.
  • Segmento (46-48% dei casi) forma: una piccola area di necrosi ossea nella forma di un cono si verifica nella parte superiore o superiore della testa del femore.
  • Danni completi a tutta la testa del femore (osservati nel 40-42% dei pazienti).

diagnostica

Per i reclami di dolore nell'articolazione dell'anca, al paziente viene prescritta una radiografia di entrambe le articolazioni. Ma se nelle fasi successive della malattia sarà abbastanza - la radiografia mostrerà l'area della necrosi, la sua forma e dimensione, quindi nelle prime fasi non saranno visibili cambiamenti sulla radiografia. E molto spesso è un errore dei medici interrompere l'esame del paziente e, di conseguenza, la diagnosi sbagliata e il trattamento inefficace.

Pertanto, nel caso in cui la radiografia non rivelasse alcun cambiamento, sarà richiesto un esame supplementare - una risonanza magnetica delle articolazioni. La risonanza magnetica è in grado di rilevare la necrosi asettica incipiente della testa del femore e il trattamento sarà prescritto in tempo utile per "rallentare" lo sviluppo della malattia.

Trattamento della malattia

Il conservatore, cioè il metodo medico per la completa guarigione di questa malattia, non esiste! Anche in tempo, il trattamento iniziato può solo rallentare la progressione della malattia.

Ma nessun dottore si impegnerà a prevedere lo sviluppo dell'osteonecrosi della testa del femore - a volte ci vogliono diversi anni dal momento della diagnosi alla distruzione della testa, ea volte questo processo avviene immediatamente. La tattica del trattamento della necrosi della testa dell'articolazione dell'anca dipende dalla durata della malattia.

Se al primo stadio, la terapia è mirata principalmente a ripristinare la circolazione sanguigna nell'articolazione, a ripristinare il tessuto osseo e ad alleviare il dolore, quindi nelle fasi finali l'unica via d'uscita è l'artroplastica dell'anca.

La terapia conservativa include una serie di attività:

  1. modalità ortopedica;
  2. trattamento farmacologico;
  3. blocco;
  4. iniezioni intra-articolari;
  5. terapia fisica;
  6. fisioterapia;
  7. hirudotherapy.

È improbabile che il regime ortopedico riduca il carico sull'arto dolorante: si devono evitare salti, corsa e sollevamento pesi. Per scaricare il giunto, vengono utilizzati anche speciali dispositivi ortopedici, nonché pneumatici in gesso, medicazioni. Il tipo di dimissione, così come la durata della fissazione dell'articolazione, è determinata dal medico curante.

Va notato che lo scarico del giunto non implica il suo riposo completo. Camminando a passo leggero, esercitandosi su una cyclette, il nuoto riduce il dolore e previene l'atrofia muscolare. Un aspetto importante è il peso del paziente, nel caso di sovrappeso, è necessario cercare di ridurlo.

L'allenamento fisico terapeutico è nominato dal momento della diagnosi. Una serie di esercizi è strettamente individuale e dipende dal grado di danno alla testa dell'articolazione dell'anca. L'obiettivo della terapia di esercizio è di ripristinare l'ampiezza del movimento dell'articolazione dell'anca interessata.

I principali farmaci utilizzati nel trattamento della necrosi asettica della testa dell'articolazione dell'anca:

  • Farmaci vascolari: vasodilatatori (No-shpa, acido nicotinico), nonché agenti antipiastrinici - farmaci che riducono la viscosità del sangue e la trombosi (Curantil, Trental).
  • Regolatori del metabolismo del fosforo-calcio: preparazioni di acido etidronovoioso (Fosamax, Ksipifon).
  • Stimolanti della rigenerazione del tessuto osseo: il corpo vitreo in combinazione con la vitamina D.
  • Condroprotettore: Rumalon, Artra, Hondrolon.

Per la terapia iniettiva intraarticolare, viene utilizzato Perftoran, un farmaco sostitutivo del sangue con funzione di trasferimento dell'ossigeno. Lo strumento normalizza lo scambio di gas nei tessuti interessati, rimuove le tossine accumulate, ha un effetto anti-infiammatorio e migliora la microcircolazione del sangue. I condroprotettori in combinazione con l'ossigeno vengono anche usati per le iniezioni intraarticolari.

L'eliminazione del dolore è un compito importante nel trattamento della malattia. Il metodo più efficace è il blocco novocanico del muscolo lombare-iliaco, che consente di ridurre il dolore a sensazioni minime.

Nel trattamento della necrosi asettica, l'uso di procedure fisioterapeutiche è di notevole importanza. I più usati sono:

  1. UHF - e terapia UV;
  2. elettro- e fonoforesi con iodio, fosforo, preparazioni di cloruro di sodio;
  3. avvolgimento di paraffina;
  4. balneoterapia;
  5. massaggio.

Il trattamento con le sanguisughe per la necrosi asettica è un metodo efficace per migliorare la circolazione del sangue e prevenirne il ristagno. La saliva della sanguisuga contiene enzimi che fluidificano il sangue, sciolgono i coaguli di sangue, accelerano i processi metabolici.

Il trattamento chirurgico comporta una delle seguenti operazioni:

  • Decompressione della testa del femore (tunneling);
  • Trapianto autotrapianto;
  • osteotomia;
  • artroplastica;
  • Endoprotesi della testa del femore.

Decompressione o tunneling. La procedura consiste nel bucare il femore con un ago grosso nell'area del cosidetto grande trocantere della coscia.

Lo scopo della procedura è di aumentare l'apporto di sangue a causa della proliferazione di nuovi vasi sanguigni nel "tunnel" della puntura, oltre a ridurre la pressione intraossea all'interno dell'articolazione. Ridurre la pressione nella zona dell'articolazione interessata aiuta a ridurre il dolore.

Trattamento di rimedi popolari

La necrosi asettica dell'articolazione dell'anca può essere curata non solo da tecniche conservative e chirurgiche. Il trattamento della malattia con rimedi popolari, che è particolarmente efficace in una fase precoce della malattia, verrà in aiuto ai pazienti. Offriamo diverse ricette che aiuteranno a ripristinare l'apporto di sangue alla testa dell'osso dell'articolazione dell'anca.

  • Terapia renale di pino
    Ambulanza per l'articolazione dell'anca - un infuso di boccioli di pino. Per preparare lo strumento, è necessario mescolare in un contenitore di vetro le cime di pino appena raccolte e lo zucchero. Le gemme e lo zucchero sono stratificati in circa metà della pentola, dopo di che è coperto con un coperchio e posto per sette giorni in un luogo caldo.
    Dopo lo sciroppo si forma nel contenitore, deve essere sfregato nel giunto dolente e assunto per via orale - tre cucchiai due volte al giorno per due mesi.
  • Tintura di cannella per le articolazioni
    Puoi alleviare il dolore alla testa dell'anca e attivare l'afflusso di sangue con l'aiuto di un sabelnik. 50 grammi del componente secco viene versato con una bottiglia di vodka, strettamente chiusa e nascosta per un mese in un luogo buio. Dopo un mese, il liquido viene decantato e assunto per via orale ogni giorno con trenta gocce. Per migliorare l'effetto del trattamento, la tintura di celbel può essere sfregata nell'articolazione dolorante.
  • Mele con cavolo
    Le foglie di cavolo sono un potente combattente contro le patologie dell'apparato muscolo-scheletrico, quindi sono anche usate per trattare la necrosi asettica della testa dell'anca. Per il trattamento, è necessario prendere una piccola testa di cavolo, rimuovere alcune foglie grandi e spalmarle di miele. Il foglio viene applicato sull'area interessata con un lato macchiato, dopo di che l'applicazione viene fissata al corpo con una pellicola trasparente e avvolta con un panno caldo.
    La procedura è meglio fare ogni giorno e lasciare un foglio sul giunto il più a lungo possibile. Il corso del trattamento in questo modo è di un mese.
  • Unguento alla menta per necrosi asettica
    Unguento alla menta dà un ottimo effetto. È molto semplice farlo: cinquanta grammi di menta, eucalipto e le foglie di vecchio aloe vengono tritate finemente, mescolate, riempite d'acqua e bollite fino a quando il composto non assomiglia a una massa omogenea. Per il trattamento con la miscela risultante, è necessario lubrificare l'articolazione dell'anca prima di coricarsi. Le procedure vengono eseguite fino a quando il disagio non passa completamente.
  • Bagno di trementina
    Un altro modo per influenzare la necrosi della testa dell'articolazione dell'anca è fare il bagno con la trementina. Per migliorare l'effetto, vengono aggiunti alla vasca da bagno tuberi di topinambur tritati finemente, rami di pino, un pacchetto di sale marino e mezzo cucchiaino di trementina di trementina. Il sale marino dovrebbe essere ben sciolto, quindi giacere in bagno per circa dieci minuti. Quindi è necessario posizionare la griglia di iodio dell'area interessata e in alto - miele.
    Per attivare la circolazione del sangue nella zona della testa dell'anca avrà bisogno di almeno dodici procedure.
  • Tintura di ficus
    Per cucinare significa che devi prendere le tre foglie di ficus più grandi e carnose e riempirle con una bottiglia di vodka. Le foglie sulla vodka insistono in un luogo buio per una settimana, dopodiché il liquido viene drenato e sfregato nel luogo colpito di notte, prima di andare a letto.
  • Trattamento grasso animale
    Per la rivitalizzazione dei vasi sanguigni è stato a lungo utilizzato il grasso animale. In pari quantità, si consiglia di assumere il solito lardo e grasso nutria. Entrambi i componenti sono fusi e raffreddati per formare un unguento combinato.
    Per ottenere un risultato positivo, è necessario strofinare l'unguento nell'articolazione durante la notte per almeno un mese.

La necrosi asettica della testa dell'articolazione dell'anca è piuttosto difficile da curare, ma con tutti i possibili mezzi di trattamento, compresi i rimedi popolari, la malattia può essere fermata in una fase precoce.

Caratteristiche del trattamento nei bambini

La necrosi asettica dell'anca dell'articolazione dell'anca nei bambini ha molti nomi, come la malattia di Perthes, la sindrome di Legg-Calvet-Perthes, l'osteocondropatia della testa del femore e molti altri, ma, sfortunatamente, non cambia l'essenza.

La malattia colpisce il corpo dei bambini all'età di 2-14 anni. La necrosi asettica della testa del femore è più suscettibile ai ragazzi rispetto alle ragazze, ma nei bambini la malattia è più grave.

La malattia di Perthes si manifesta durante l'infanzia, colpendo l'articolazione dell'anca e i tessuti periarticolari, portando ad un accorciamento dell'arto e alla disabilità di chi lo indossa.

Le principali cause di una malattia così grave in giovane età sono considerate come fattori diversi:

  1. ereditarietà;
  2. Circolazione del sangue alterata (ischemia);
  3. Varie anemie;
  4. la chemioterapia;
  5. Rachitismo e displasia;
  6. Malattie infettive

Disturbi circolatori - il principale fattore che innesca il processo di distruzione dell'articolazione. In primo luogo, a causa della mancanza di sostanze benefiche, lo strato di cartilagine soffre: già al primo stadio della necrosi asettica, inizia a collassare, coinvolgendo i tessuti periarticolari in questo processo degenerativo.

Quindi il tessuto osseo e l'acetabolo sono interessati. C'è una rientranza della testa dell'osso nell'articolazione e, di conseguenza, l'accorciamento dell'arto inizia con la sua completa immobilizzazione.

Guardando i bambini, i genitori non saranno in grado di perdere un drammatico cambiamento nel comportamento del bambino. Più recentemente, un bambino attivo e agile, gioca sempre più tranquillamente, inizia a zoppicare, ecc.

Per non perdere la fase iniziale della malattia, è necessario conoscere i suoi sintomi:

  • Il più importante e compagno di osteocondropatia della testa del femore è il dolore. Più vecchio è il bambino, più accuratamente descrive i suoi sentimenti. All'inizio dello sviluppo della malattia, il dolore può manifestarsi dopo i giochi attivi e con lo sviluppo della patologia, anche a riposo.
  • Disturbi dell'andatura. Il bambino, con necrosi asettica dovuta al dolore, inizia a zoppicare, e questo è difficile da perdere di vista.
  • Crunch e movimento limitato dell'articolazione. Quando la malattia entra nella fase di distruzione dei tessuti ossei e cartilaginei, l'articolazione dell'anca cessa di funzionare normalmente, fino a quando non viene completamente immobilizzata.
  • Accorciare i piedi doloranti. Negli ultimi stadi della necrosi, l'arto malato diventerà notevolmente più corto di quello sano.
  • Atrofia dei muscoli periarticolari. Il processo di atrofia e riduzione della massa dei muscoli glutei, dei muscoli della parte inferiore della gamba e della coscia è associato al fatto che il bambino cerca automaticamente di scaricare la gamba dolorante a causa del dolore. Di conseguenza, i muscoli perdono il loro tono e, per così dire, si restringono.
  • Gonfiore e dolore quando si sente l'articolazione dolente.

Avendo notato almeno 1 dei suddetti sintomi in un bambino, si dovrebbe cercare immediatamente un aiuto qualificato. Il trattamento della necrosi asettica della testa dell'articolazione dell'anca nei bambini non è un compito facile. Ma non perderti d'animo, perché nulla è impossibile per la medicina moderna.

Il compito principale del medico sarà quello di ripristinare la circolazione del sangue nella zona dell'articolazione colpita, e per questo ci sono molti metodi diversi:

  1. L'uso di condroprotettori, solo dopo 12 anni;
  2. Ripristino del metabolismo del calcio, per preservare la struttura del tessuto osseo;
  3. Farmaci per migliorare la circolazione sanguigna;
  4. Mezzi per accelerare e migliorare la qualità dei processi metabolici;
  5. Vitamine e dieta;
  6. Scarico completo dell'arto malato, ma con l'implementazione di carichi delicati durante la fisioterapia, per evitare l'atrofia della massa muscolare;
  7. Procedure fisiche che stimolano il metabolismo;
  8. I metodi chirurgici sono usati solo come ultima risorsa, quando il trattamento non dà risultati positivi. Le articolazioni e i tessuti ossei distrutti vengono sostituiti con una protesi. L'endoprotesi in un corpo in crescita è una questione temporanea, quindi il paziente e la sua famiglia devono essere preparati mentalmente a ri-operare in futuro.

Il trattamento della malattia di Perthes è molto più efficace nelle sue fasi iniziali, come nel caso di altre malattie del sistema muscolo-scheletrico. Sii attento alla tua salute e alla salute dei tuoi figli, perché ogni malattia è più facile da prevenire che curare.

Necrosi asettica della testa dell'articolazione dell'anca in donne in gravidanza

Il periodo di gravidanza per ogni donna è il più importante. Dopotutto, durante questi brevi nove mesi, la futura mamma dovrà sopportare e poi dare alla luce un bambino sano. Tuttavia, non tutte le donne tollerano facilmente questo momento difficile.

Molti affrontano seri problemi: qualcuno ha tossicosi tardive, qualcuno ha una mancanza acuta di vitamine e qualcuno ha le articolazioni dell'anca in gravidanza. Parleremo dell'ultimo problema in modo più dettagliato in questo articolo, nonché cosa fare se il dolore non scompare anche dopo il parto.

Durante la gravidanza, la colonna vertebrale di una donna è sottoposta a una tremenda pressione, che è espressa dal mal di schiena, specialmente nella tarda gravidanza. Dolori dove si trova l'osso pelvico tormentano quasi tutte le altre donne.

Hanno ferito entrambi all'inizio della gravidanza, e nel mezzo e più vicino alla fine dell'ultimo trimestre. Da un lato, il dolore nell'articolazione dell'anca sembra insignificante e la donna spera nella sua scomparsa dopo il parto. Tuttavia, quando il dolore o la discrepanza delle ossa impedisce il sonno durante la notte e il dolore alle ossa pelviche impedisce di alzarsi dal letto normalmente, la donna incinta inizia a suonare l'allarme.

L'articolazione dell'anca sta vivendo un carico tremendo mentre trasporta un bambino e, se fa male, si sviluppano molte possibili complicazioni, mentre una donna durante la gravidanza cerca gradualmente di minimizzare il carico sull'osso pelvico.

Le cause principali del dolore osseo durante la gravidanza sono:

  • Anomalie congenite in cui l'articolazione dell'anca si trova nell'angolo sbagliato, il che rende difficile il lavoro.
  • Disloca quando il contatto tra la cavità e la testa del femore si rompe.
  • Dislocazioni TBS derivanti dal sottosviluppo della depressione. In questo caso, la testa del femore può liberamente superare i limiti della cavità stessa.
  • Necrosi asettica in cui il tessuto della testa dell'articolazione è necrotico.
  • Varie infiammazioni derivanti da lesioni, artrite, borsite, ecc. Questo tipo di dolore è solitamente accompagnato da febbre.
  • Cambiamenti ormonali associati alla produzione di un ormone speciale - relaxina. L'ormone provoca una divergenza delle ossa e aumenta la possibilità di far passare la testa del bambino alla nascita. A questo proposito, aumenta anche il rischio di lesioni all'articolazione dell'anca.
  • Sovraccarico significativo delle ossa pelviche associate alla crescita dell'utero, un aumento dell'addome e la conseguente pressione addizionale sulla colonna vertebrale e sulle ossa pelviche.
  • Una grave mancanza di calcio, dovuta al fatto che lo scheletro in crescita del bambino consuma una quantità significativa di questo oligoelemento. Di conseguenza, la futura mamma potrebbe diventare scheletro più sottile, abbattere articolazioni e denti.
  • Esacerbazione di vecchie lesioni che si fanno sentire durante la gravidanza.
  • Dolore riflesso insorto in gravidanza avanzata.

In alcuni casi, il dolore può persistere dopo il parto. Ciò è dovuto al fatto che durante il parto, le ossa pelviche divergono, si verifica la loro deformazione, che provoca disagio nell'acetabolo. Allo stesso tempo, l'articolazione dell'anca inizia a funzionare in modo errato, fa male e in ogni modo possibile impedisce di godere della maternità.

Pertanto, molti medici raccomandano che dopo il parto continui a prendere calcio e bere un ulteriore complesso di vitamine, in modo che l'osso pelvico ritorni forte. Esercitare per le donne incinte è una componente molto importante nella prevenzione del mal di schiena durante la gravidanza.

Cosa fare se l'articolazione dell'anca fa male? Con dolore persistente e pronunciato prima del parto, è meglio contattare immediatamente uno specialista esperto che prescriverà il trattamento appropriato o misure preventive.

Come trattamento, se l'articolazione dell'anca è dolorante, di solito è raccomandato il seguente:

  1. Oltre a mangiare cibi con calcio, dovresti prendere complessi vitaminici speciali. Percentuale di calcio per un adulto - 1 g al giorno. Per le donne incinte, questo tasso a volte aumenta di 2-3 volte. Ecco perché un'alimentazione corretta ed equilibrata è così importante.
  2. Con i muscoli addominali deboli, i medici raccomandano di indossare una benda speciale, che rimuove il carico principale dalla colonna vertebrale. Quando esattamente per iniziare a indossare, può solo chiedere al medico. Alcune donne sono prescritte da 16-20 settimane, e alcune solo dopo 25-30.
  3. Con frequenti dolori, è preferibile riposare più spesso. Dopo il pranzo o uno spuntino, puoi sdraiarti per 5-10 minuti, lasciando che tutti i muscoli si rilassino completamente.
  4. Evitare tacchi alti, perché è perché indossano una donna può inciampare e ferirsi gravemente.

Quando le ossa pelviche si danneggiano durante la gravidanza, il tempo e gli sforzi per correggere la patologia spesso non rimangono, quindi è meglio eseguire le seguenti azioni prima di pianificare un bambino:

  1. Monitora costantemente la tua postura. Questo è fatto per evitare di spostare il centro di gravità.
  2. Non sollevare pesi che potrebbero danneggiare le articolazioni.
  3. Tutte le cose da fare lentamente e misurate, perché ogni carico e ogni spinta possono causare dolore e problemi alle articolazioni dell'anca.
  4. Iscriviti per lo yoga o ginnastica speciale per le donne incinte. Durante la ginnastica, gli esperti ti insegneranno a rilassarti, a respirare correttamente e a portare il tuo corpo in armonia. Lo yoga aiuterà a rafforzare le articolazioni, ad allungare e preparare i muscoli con i legamenti per il processo del parto.
  5. Dopo ogni attività fisica, è preferibile sdraiarsi e rilassare un corpo teso.
  6. La piscina ha anche un effetto benefico su tutto il corpo nel suo complesso. Rimuove la pressione sulla colonna vertebrale, massaggia e rafforza tutto il corpo. Durante il nuoto, il carico sulla colonna vertebrale non è praticamente percepito e la donna può rilassarsi e godersi il processo.

Durante il parto, si verifica una divergenza naturale della pelvi e, immediatamente dopo la nascita, il dolore esistente potrebbe non scomparire. Tuttavia, se un mese dopo la nascita il dolore nell'articolazione dell'anca non è scomparso, è consigliabile consultare immediatamente un medico. Solo uno specialista qualificato può determinare la causa del dolore, prescrivere l'esame necessario o un trattamento completo.

Vale anche la pena sapere che il trattamento durante questo periodo è possibile rigorosamente secondo la raccomandazione del medico, perché altrimenti l'assunzione di eventuali farmaci può influenzare il bambino.

La gravidanza non è una malattia, ma una grande benedizione e un test serio per il corpo femminile. E molti medici raccomandano di prepararlo in anticipo per evitare spiacevoli conseguenze dopo la nascita del bambino. Quindi, rafforza i muscoli addominali e il bacino, saturi il tuo corpo con vitamine e oligoelementi e preparati psicologicamente per l'aspetto del bambino nel mondo.

Conseguenze e prevenzione della necrosi asettica

Anche nel caso di un trattamento completo, il recupero completo del paziente non può essere raggiunto. Di norma, le conseguenze a lungo termine di questa malattia sono la sindrome del dolore e la zoppia dovuta alla coxartrosi emergente.

Nel tempo, le funzioni motorie dell'arto interessato sono parzialmente o completamente perse. Questo porta il paziente alla disabilità.

Con il trattamento chirurgico, la prognosi è più favorevole. I migliori risultati oggi sono dimostrati dall'endoprotesi, che consente di sostituire l'articolazione interessata con il suo analogo sintetico e di ripristinare completamente le funzioni della gamba perse.

Non esistono misure univoche per la prevenzione dell'osteonecrosi asettica della testa del femore. Molti pazienti non sono riusciti a scoprire la vera causa del suo verificarsi.

Tuttavia, esistono chiare raccomandazioni in merito al divieto di uso eccessivo di alcol e di farmaci corticosteroidi che possono scatenare l'insorgenza della malattia.

In caso di lesioni dell'articolazione dell'anca, è necessario rivolgersi immediatamente a un'assistenza medica qualificata per evitare un restringimento del lume dell'arteria femorale.