Principale

Massaggio

Yoga per la scoliosi

Secondo la ricerca medica, metà della popolazione mondiale soffre di curvatura spinale per una ragione o l'altra. Inoltre, molte persone prendono sul serio questo fenomeno. Nel frattempo, i dolori nella zona posteriore contribuiscono allo sviluppo di malattie pericolose, disturbi nel funzionamento di altri sistemi corporei. La scoliosi è una delle patologie più comuni della colonna vertebrale. Considera la possibilità di fare yoga per la scoliosi.

Perché si sviluppa la scoliosi

La scoliosi non è affatto come una violazione della postura, che è caratterizzata dalla curvatura della colonna vertebrale. Esistono 3 forme di malattia, a seconda del numero di archi di curvatura: a forma di C (1 arco), a forma di s (2), a forma di z (3).

A seconda dell'ampiezza dell'angolo di curvatura, si distinguono 4 stadi di scoliosi, in base alla localizzazione, è lombare, toracico, cervicale.

Il pericolo di scoliosi è che agisce come un "provocatore", che porta a vari tipi di disturbi e complicazioni nel corpo.

Negli scolari, a causa della rapida crescita dello scheletro, la malattia si sviluppa più spesso, ma gli adulti non ne sono esenti. Le principali ragioni che hanno provocato lo sviluppo di patologie includono bassa attività fisica, muscoli della schiena poco sviluppati, lesioni, anomalie congenite, fumo, alcol, alimentazione squilibrata, carenza di calcio insufficiente - un elemento responsabile della corretta formazione delle ossa.

Il trattamento per la curvatura spinale viene eseguito in modo completo. Parte integrante della terapia è la ginnastica, che nelle forme più lievi della malattia comporta il recupero, in quelli gravi è volta a prevenire il ripetersi della malattia.

Ai pazienti che cercano di liberarsi della patologia viene spesso chiesto: "Posso fare yoga con la scoliosi?" La pratica dimostra: alcune asana, eseguite sistematicamente, rafforzano il sistema muscolare della schiena e promuovono la completa guarigione dalla malattia.

Lo yoga come metodo efficace per raddrizzare l'asse vertebrale

Praticando gli insegnamenti, puoi rafforzare la tua salute in tutte le direzioni. Yoga utile per la schiena e la colonna vertebrale e con la scoliosi.

Lo yoga più efficace per la scoliosi 1 ° e 2 ° grado. La regolazione della colonna vertebrale ha molto successo, lo scopo delle lezioni - per prevenire il deterioramento. Non è richiesto un allenamento lungo e intenso durante questo periodo.

Anche al terzo stadio, la yogoterapia migliora significativamente le condizioni del paziente. È importante notare che questo grado della malattia è caratterizzato non solo dalla curvatura della colonna vertebrale, ma anche dal dolore, quindi è molto importante superare la paura del dolore in se stessi.

Gli esperti raccomandano l'allenamento e la curvatura dell'asse vertebrale da un infortunio.

Cos'è lo yoga? Questa è una pratica originata nell'antica India, che contribuisce al miglioramento e al miglioramento di fisica e morale.

Perché lo yoga in tutte le fasi, compresa la scoliosi a forma di s, è così efficace? Il fatto è che questa disciplina è un processo naturale di riabilitazione, che è radicalmente diverso dai metodi tradizionali di guarigione spinale. Quindi, lo yoga garantisce una dinamica positiva nel trattamento a spese delle risorse proprie del corpo.

La direzione più comune è hatha yoga, la sua forza risiede nella capacità di rilassare il corpo e calmare la mente. Questa direzione è uno strumento efficace per influenzare il raddrizzamento della colonna vertebrale e arrestare la progressione della malattia.

Con la scoliosi, hatha yoga rafforza i muscoli della schiena, neutralizza gli spasmi dolorosi, normalizza il funzionamento degli organi interni, grazie alle occupazioni, le vertebre sono in grado di scattare in posizione e i legamenti della colonna vertebrale acquisiscono la flessibilità e l'elasticità perse. Tuttavia, la soluzione migliore sarebbe yoga Iyengar con scoliosi - la direzione più equilibrata, che consente di ottenere un lavoro perfetto dell'intera struttura muscolare. Tuttavia, vale la pena considerare che il trattamento avrà successo solo nel caso di un programma di riabilitazione ben progettato.

Con studi sistematici, il miglioramento si osserva in tutti gli yogisti senza eccezioni, con il risultato più alto osservato negli adolescenti, nei pazienti adulti, il recupero è molto più difficile, ma la prognosi è favorevole.

Dopo 2 mesi di allenamenti regolari, anche con la loro breve durata (10-15 minuti), la maggior parte delle persone che soffrono di scoliosi, migliora, in particolare, la colonna vertebrale è appiattita del 30%. Per gli yogi, che si allenano per un'ora al giorno o più, migliorano del 40%.

Chi non può fare yoga

Posso praticare lo yoga per la scoliosi? Certo, la risposta sarà sì. Tuttavia, come qualsiasi altra ginnastica terapeutica, la pratica dello yoga ha controindicazioni che dovrebbero essere considerate al fine di evitare effetti indesiderati.

Lo yoga non può essere praticato con:

  • forte dolore alla schiena;
  • nella fase acuta;
  • neoplasie maligne;
  • malattie cardiovascolari;
  • infezioni nel corpo;
  • trauma cranico;
  • nevrosi;
  • ipertensione.

Anche lo yoga per la scoliosi del 4 ° grado è controindicato.

Affinché le lezioni portino solo benefici, prima di iniziare a fare asana, che può essere fatto a qualsiasi età, è necessario consultare il proprio medico. Inizialmente, dovresti essere addestrato sotto la supervisione di un allenatore esperto che ti aiuterà a correggere la tua postura, in futuro potrai allenarti a casa. Non dovresti contare su risultati rapidi usando questo metodo non convenzionale. Lo yoga per la scoliosi è un processo molto serio che richiede molto tempo e si concentra sulla malattia.

Suggerimenti per Asana per raddrizzare la colonna vertebrale

Patologie della colonna vertebrale, che è considerato un potente chakra, interrompono il funzionamento di altre strutture anatomiche del corpo. Affinché le lezioni siano efficaci, gli esperti di hatha yoga consigliano di attenersi a determinate regole:

Yoga per scoliosi

  1. Gli esercizi dovrebbero essere eseguiti correttamente in modo che le strutture anatomiche assumano una posizione simmetrica rispetto alla colonna vertebrale. Il torace dovrebbe essere schierato, la testa tenuta in direzione verticale, lo stomaco e le natiche ritratti.
  2. I movimenti sono eseguiti ad un ritmo lento e regolare in uno stato di completo rilassamento.
  3. Le posizioni sono fisse per 10-20 secondi (a seconda della complessità dell'esercizio).
  4. Dopo l'asana, la colonna vertebrale deve essere tirata lungo l'asse verticale.
  5. Lo yoga dovrebbe essere combinato con esercizi di respirazione. Questo migliora la circolazione sanguigna, il metabolismo, allevia la tensione muscolare, il corpo è pieno di energia.
  6. Gli esperti consigliano di combinare lo yoga con esercizi di fisioterapia.
  7. Periodicamente, è necessario riposare il corpo con l'aiuto di esercizi di respirazione con lo stomaco: prendere un respiro, sollevare lo stomaco, quindi espirare e riportarlo nella sua posizione originale.

Bene, ovviamente, la formazione dovrebbe essere effettuata sistematicamente. Disciplina: la migliore amica dello yoga, e quindi la garanzia della guarigione.

Cosa devono fare gli asana con la scoliosi

Le asana di flessibilità, indipendentemente dallo stadio di scoliosi, aiutano a rinforzare i muscoli, aiutano ad allungare la colonna vertebrale, consolidano il risultato raggiunto. Solo l'allenatore seleziona i complessi, prendendo in considerazione i singoli parametri, le condizioni del paziente, il grado della malattia e le malattie concomitanti che possono peggiorare.

Yoga per scoliosi

Rilassare le asana cross plantari alleviare il dolore, respirare - accelerare il rilascio di nutrienti alla colonna vertebrale. Devi iniziare con le pose più semplici. Quando li esegui, puoi provare disagio e dolore, ma non dovresti fermarlo, poiché questa è una normale reazione dei muscoli in cui si è formata la congestione. Molto spesso durante la sessione si sente il clic delle vertebre e talvolta i suoni sono molto forti. Non c'è bisogno di preoccuparsi: le vertebre vanno a posto, permettendo alla colonna vertebrale di raddrizzarsi.

Per la scoliosi cervicale, si raccomandano le posture di un gatto, una tigre e una sfinge. Praticandoli, puoi ottenere il recupero dei muscoli della regione cervicale, eliminare il mal di schiena. Inoltre, vengono mostrati esercizi che includono il rotolare la palla, girando la testa.

Lo yoga per la scoliosi della spina dorsale toracica comprende una tavola laterale, una locusta, un triangolo allungato, l'inclinazione dell'eroe.

Gli esperti consigliano il trattamento della scoliosi lombare mediante varie torsioni, curve posteriori e sul rullo, curve.

All'inizio, il tempo dell'addestramento yoga per correggere la scoliosi è minimo, ma man mano che gli esercizi vengono controllati, la loro durata e intensità aumentano. Ogni asana dovrebbe essere aggiunto gradualmente.

I benefici e le regole dello yoga per la scoliosi: i migliori esercizi

Nel mondo moderno, metà della popolazione soffre di mal di schiena per una ragione o l'altra.

E molto spesso, questi dolori portano non solo a malattie della colonna vertebrale, ma anche a gravi violazioni da parte di altri organi.

Una delle patologie più comuni della colonna vertebrale è la scoliosi.

Scoliosi e sue cause

La scoliosi è chiamata curvatura della colonna vertebrale rispetto al suo asse. Molto spesso, la malattia si sviluppa nell'adolescenza, quando c'è una crescita intensa dello scheletro.

La scoliosi colpisce principalmente la colonna toracica e lombare.

Provoca una violazione degli organi interni, provoca lo sviluppo di osteocondrosi, sciatica, ernia intervertebrale. Le cause dello sviluppo della scoliosi non sono completamente comprese, ma, tuttavia, sono molti dei principali fattori che causano lo sviluppo della malattia.

Prima di tutto, è una postura scorretta, uno stile di vita sedentario, una quantità insufficiente di calcio nel corpo e muscoli della schiena sottosviluppati.

In secondo luogo, varie lesioni spinali, anomalie congenite, contratture muscolari, deformità delle ossa e delle gambe del bacino possono essere la causa della scoliosi.

Inoltre, il gruppo di rischio comprende persone con diete malsane e cattive abitudini.

Al fine di prevenire la malattia, ci sono molte tecniche, e uno di loro è lo yoga.

I benefici dello yoga

Lo yoga è la scienza più antica, che per molti secoli aiuta una persona a raggiungere l'armonia nell'anima e nel corpo, per far fronte a molti disturbi.

Da tempo è stato dimostrato che le lezioni di yoga regolari aiutano a curare varie malattie nervose, migliorano significativamente il funzionamento del sistema cardiovascolare e normalizzano i livelli di zucchero nel sangue.

E, naturalmente, aiuto inestimabile di yoga nelle malattie della colonna vertebrale, tra cui la scoliosi.

Lo yoga può aiutare efficacemente non solo con 1 e 2 gradi di scoliosi, ma anche migliorare significativamente le condizioni del paziente di 3.

Durante le lezioni di yoga, i muscoli della schiena diventano significativamente più forti, diventano più forti, lo spasmo viene rimosso, il dolore scompare, la sensazione di rigidità scompare, il lavoro degli organi interni si normalizza, la colonna vertebrale diventa a posto.

I progressi nel trattamento della scoliosi da parte dello yoga sono osservati in assoluto tutti, soprattutto un risultato eccellente si ottiene negli adolescenti, negli adulti è un po 'più difficile da raggiungere.

Ci sono delle restrizioni?

Con tutti i benefici dell'esercizio, alcuni pazienti si chiedono ancora se sia possibile praticare lo yoga con la scoliosi e se ci siano controindicazioni.

Indubbiamente, la terapia yoga con curvatura della colonna vertebrale è un modo sicuro per ottenere buoni risultati, ma ci sono anche alcune controindicazioni, che descriviamo di seguito.

Nel primo e secondo grado di scoliosi, questa tecnica è mostrata, anche necessaria, perché durante questo periodo è possibile ripristinare completamente l'asse normale della colonna vertebrale e rimuovere la curvatura.

Con il terzo grado è anche possibile condurre lezioni, dopo il tempo che apportano miglioramenti significativi. Consigliato per praticare yoga e nei casi in cui la curvatura della colonna vertebrale a causa di lesioni.

Controindicazioni allo yoga:

  • quarto grado di curvatura;
  • forte dolore;
  • malattie infettive dell'apparato muscolo-scheletrico;
  • stadio acuto;
  • tumori maligni della colonna vertebrale;
  • malattie del sangue, ferite alla testa, gravi disturbi del cuore;
  • disturbi mentali.

Impatto della yogoterapia sulla colonna vertebrale

Immediatamente voglio dire che il trattamento della scoliosi è un processo abbastanza lungo e serio, quindi le lezioni di yoga dovrebbero essere regolari e lunghe, condotte sotto la supervisione di uno yoghoterapeuta o di un altro medico competente.

L'obiettivo principale nel trattamento della scoliosi yoga è l'eliminazione del dolore, il rafforzamento dei muscoli della schiena, l'allungamento della colonna vertebrale, che a sua volta la livella e la rende sana.

Le vertebre sono a posto, i legamenti vertebrali sono resi più elastici e flessibili, grazie ai quali la corretta simmetria viene ripristinata nel tempo.

Lo yoga deve essere combinato con la ginnastica respiratoria. Questo migliora il metabolismo e la circolazione sanguigna nei tessuti, il lavoro del sistema nervoso, rimuove la tensione muscolare e rinnova il processo energetico.

Efficienza comprovata dalla ricerca

I risultati di molti studi hanno confermato che questo metodo per la scoliosi ha un effetto positivo sulla salute della colonna vertebrale e migliora significativamente la sua condizione.

Tra le persone che praticavano più di un'ora al giorno, c'era un miglioramento di oltre il 40%. È importante ricordare che gli esercizi devono essere selezionati individualmente, tenendo conto delle caratteristiche della curvatura e delle distorsioni.

A volte devi provare un sacco di esercizi e pose, per capire ed esplorare il tuo corpo, al fine di scegliere per te esattamente ciò di cui hai bisogno.

Una serie di esercizi per diversi tipi di scoliosi

L'intero complesso di esercizi per qualsiasi tipo di scoliosi è mirato a rafforzare i muscoli sul lato convesso, allungando la colonna vertebrale, mettendo le vertebre in posizione e consolidando il risultato raggiunto.

Tutte le pose devono essere tenute per 10-20 secondi, a seconda della complessità, e non bisogna dimenticare gli esercizi di respirazione.

Curvatura del rachide cervicale

In caso di scoliosi cervicale, il complesso più adatto di tali asana yoga è:

Esercizi di yoga efficaci per la scoliosi cervicale

  • "Marjariasana" (postura del gatto);
  • Vyagrasana (postura della tigre), postura della sfinge;
  • "Shalabsana" (posa di cavalletta), posa a cavatappi.

Questi esercizi ripristinano i muscoli della colonna cervicale e riportano la colonna vertebrale alla normalità. Anche facendo tutti i tipi di inclinazioni e rotazione della testa, un esercizio efficace con rotolare la palla.

Affetto toracico

Nella scoliosi toracica ci sono molti esercizi di yoga.

L'esercizio di yoga più efficace e comune è l'asse laterale.

Inoltre, raccomandare pose come:

  • "Gatto tigrato";
  • asana "Adho Mukha Virsana" (postura dell'arco dell'eroe);
  • Utthita Trikonasana (postura di un triangolo allungato);
  • Virabhadrasana 1 (postura dell'eroe 1);
  • Shalabkhasana (postura della locusta) e alcuni altri.

Nel video, puoi imparare la tecnica degli esercizi, e vedere quanto è difficile lo yoga per la scoliosi del reparto toracico del 3 ° grado

Esercizi per la scoliosi nella parte bassa della schiena

Nella scoliosi lombare, così come in toracico, si consiglia di eseguire le posizioni asimmetriche, sia a destra che a sinistra.

Per la zona lombare, la yogoterapia consiglia di torcere, sdraiarsi e sedersi, piegarsi in avanti, piegarsi all'indietro, piegarsi in avanti sul cuscino.

  • "Chavance";
  • "Uttansana";
  • Bharadwajasana 1.2;
  • "Janu Shirsan" (testa inclinata al ginocchio), ecc.

Tutte queste pose rafforzano la schiena, eliminano l'asimmetria.

Gli esercizi di yoga devono essere eseguiti regolarmente, anche quando la colonna vertebrale è completamente restaurata.

Suggerimenti, avvertenze e alcune sfumature

Naturalmente, tutte le lezioni di yoga per correggere la scoliosi dovrebbero essere condotte sotto la supervisione di un maestro professionista.

Le lezioni dovrebbero iniziare con semplici pose e semplici esercizi. A volte dopo un allenamento si può osservare il dolore, ma questo non deve essere spaventato, poiché influenza i sintomi di ristagno nei muscoli.

È meglio, nella prima fase, ridurre le classi al minimo e aumentare gradualmente il carico e l'intensità. Ogni esercizio o postura deve essere introdotto gradualmente, in modo da non causare forti dolori e disagi.

Inoltre, durante l'esercizio, i pazienti spesso notano il clic delle vertebre, anche questo non deve avere paura, perché le vertebre sono a posto e consentono alla colonna vertebrale di raddrizzarsi.

I benefici dello yoga per la scoliosi sono efficaci a qualsiasi età e sono stati dimostrati da molti esperti, quindi gli esercizi regolari e il desiderio di migliorare la propria salute contribuiranno a rimuovere la curvatura e rendere la colonna vertebrale sana.

E per non danneggiare te stesso, è meglio consultare il proprio medico e condurre lezioni con professionisti esperti.

Posso fare yoga per la scoliosi 1, 2 e 3 gradi?

La scoliosi è una delle malattie più comuni, che negli ultimi due decenni è stata osservata in più della metà della popolazione. Chiamato tra la comunità medica "cancro dell'ortopedia", questa malattia può verificarsi per vari motivi, ma in alcuni casi limiterà la mobilità di una persona. E, se prima era stato trovato solo nei bambini, ora ci sono più adulti che soffrono di curvatura scoliotica della colonna vertebrale. Inoltre, l'anomalia viene diagnosticata più spesso tra le donne che tra i rappresentanti della metà forte dell'umanità. I metodi di trattamento della patologia sono diversi, ma lo yoga più popolare. La terapia con l'aiuto di antiche terapie terapeutiche dimostra risultati eccellenti. Leggi di più su ciò che è utile e su come lo yoga aiuta con la scoliosi, continua a leggere.

Per i pazienti con una diagnosi di "scoliosi" è molto importante scegliere un metodo di trattamento è la sua efficacia. Pertanto, la questione se lo yoga può davvero aiutare con la scoliosi, rimane per molti rilevanti.

I benefici e i benefici dell'antica pratica indiana

Per coloro che vogliono sapere se è possibile praticare lo yoga con la scoliosi e se questo antico metodo indiano può aiutare con un ampio grado di curvatura, ci sono ottime notizie. Esercizi speciali di yoga possono veramente sradicare il problema nelle fasi iniziali e fermarne la progressione - in quelle successive. Sebbene la medicina smentisca l'efficacia di tale ginnastica terapeutica, vi sono prove abbastanza attendibili che ha aiutato molti praticanti a ritrovare la mobilità.

Da tempo lo yoga è stato utilizzato dalle persone non solo per migliorare la salute spirituale, ma anche per migliorare la forma fisica. Avendo ricevuto i suoi inizi diversi millenni fa, questa pratica è diventata molto popolare ora. Particolarmente popolare è lo yoga durante il trattamento di varie patologie, tra cui la scoliosi non è l'ultima.

L'antico sistema indiano di miglioramento dell'anima e del corpo considera il corpo umano come un involucro con centri energetici e una moltitudine di canali. Pertanto, l'implementazione di tali esercizi consente di avere un effetto complesso sul corpo, eliminando i disturbi e ripristinando l'equilibrio. Con la corretta esecuzione delle asana, non solo migliora lo stato mentale di una persona, ma anche altri sistemi del corpo responsabili della sua piena attività.

Fornendo un potente effetto benefico, lo yoga contribuisce al trattamento della curvatura della colonna vertebrale. Questo accade a causa dei carichi lisci e di bassa intensità che eliminano lo sforzo. Le asana statiche raccomandate per la scoliosi aiutano i pazienti in diversi aspetti contemporaneamente:

  • rilassa il tessuto muscolare, mentre allo stesso tempo restituisce un tono sano ad esso, in conseguenza del quale il dolore alla schiena scompare gradualmente;
  • addestrano il sistema respiratorio, garantendo la saturazione completa dell'ossigeno del corpo;
  • aumentare l'apporto di sangue e migliorare il funzionamento del sistema nervoso;
  • restituire la simmetria della colonna vertebrale aumentando l'elasticità del sistema muscolare;
  • tirare le vertebre, facilitando il loro ritorno al sito;
  • migliorare le capacità motorie di una persona;
  • ottimizzare il lavoro di tutti i sistemi interni;
  • avere un effetto positivo sull'umore;
  • tornare a dormire completamente.

L'elenco delle condizioni in cui la pratica non è raccomandata

Tuttavia, la scoliosi è una malattia progressiva individuale che varia da un paziente all'altro. Pertanto, prima di praticare lo yoga a scopo terapeutico, è necessario prima sottoporsi ad un esame approfondito e consultare il proprio medico.

Come con qualsiasi tipo di attività fisica, lo yoga potrebbe non essere sempre utile. Cioè, ci sono anomalie e patologie in cui è meglio non praticare lo yoga, in modo da non causare ancora più danni al tuo corpo.

Controindicazioni per lo yoga per la malattia scoliotica sono le seguenti condizioni:

  • 4 gradi della malattia;
  • forte dolore alla schiena;
  • disturbi della salute mentale;
  • trauma cranico;
  • malattie infettive, infiammatorie, cardiovascolari;
  • malattie del sangue.

Oltre alle sfumature fisiologiche, l'insegnamento in sé non consiglia di eseguire alcune asana per coloro che hanno scoperto la scoliosi. Molte posizioni devono essere eseguite dinamicamente e ritmicamente, il che è contrario alla terapia con scoliosi. Dovrebbero essere esclusi dal programma di riabilitazione con lo yoga.

Oltre a questi asana, è meglio non praticare torsioni e piegamenti in profondità. La loro implementazione può provocare uno spostamento maggiore dell'asse della colonna vertebrale (specialmente per le persone con 3 gradi della malattia).

Non è inoltre consigliabile praticare posizioni antigravitazionali e innaturali per le persone con malattia scoliotica, durante le quali la colonna vertebrale dovrebbe affrontare un forte carico di compressione.

Per quelli con scoliosi iniziale o di 2 gradi, i carichi misurati sotto forma di asana sono adatti per lo stretching e l'allungamento dei muscoli. Con grande cura, dovresti eseguire esercizi yoga per coloro che stanno vivendo il dolore. Se non scompaiono, è meglio annullare l'allenamento yoga o scegliere asana, che è più favorevole per il tuo caso clinico. Che tipo di esercizi sono adatti per il trattamento della colonna vertebrale deformata a causa della scoliosi, suggeriamo di leggere di più.

Il compito principale dell'allenamento yoga è quello di ripristinare il tono muscolare del corsetto che sostiene la colonna vertebrale. Pertanto, le asana, che saranno incluse nel programma di allenamento, dovrebbero mirare a rafforzare e contemporaneamente a rilassare i tessuti.

Una serie di esercizi per le persone con scoliosi

  1. L'asana più semplice, ma molto utile è sdraiarsi sul pavimento e mettere le ginocchia piegate su un divano o una sedia. Stare in questa posizione consente ai muscoli sacrali di rilassarsi. Se il dolore e il disagio non si verificano, nel tempo, l'asana può essere complicata. Per fare questo, sarà sufficiente sollevare una gamba e portarla di lato. Lasciati in questa posizione, puoi riportare il piede nel luogo e ripetere lo stesso secondo piede.
  2. Le asana sullo stiramento diagonale sono utili nei primi gradi di malattia. Sdraiato sul pavimento o su una speciale stuoia da yoga sulla schiena, è necessario tirare tutti gli arti alternativamente. Gli stessi esercizi dovrebbero essere ripetuti in posizione prona.
  3. Gomukhasana o postura della mucca - in piedi a quattro zampe, appoggiato sul pavimento con le palme aperte. In questa posizione, dovresti essere in grado di flettersi dolcemente nella regione lombare, allo stesso tempo alzando lentamente il viso verso l'alto. Dopodiché, devi anche lentamente inarcare la schiena, cercando di tirare il bacino e le spalle verso l'interno. Questo esercizio aiuta a stimolare l'apporto di sangue nel corpo e a rafforzare i muscoli non solo della schiena, ma anche delle gambe.
  4. Rafforzare le fibre muscolari della schiena aiuterà il prossimo esercizio: il ponte. Sdraiato sulla schiena, devi sollevare leggermente il corpo dal pavimento, tenendolo solo per gli avambracci e i piedi.
  5. Vrikshasana (tree pose) - perfetto per le persone che soffrono di una colonna vertebrale deformata. Per cominciare, puoi provare la versione base dell'esercizio, in piedi con la schiena dritta e persino le mani, un piccolo accenno alla coscia. Per intero, l'esercizio viene eseguito stando in piedi su una gamba, mentre l'altra gamba si appoggia contro l'interno della coscia con il primo piede e le braccia si alzano.
  6. Chakravakasana - postura che è rilevante per il mal di schiena di qualsiasi natura. Dopo aver assunto la posizione di mani in ginocchio e aperte, è necessario sollevare contemporaneamente la gamba e il braccio sinistro formando un'unica linea. Dopo un ritardo di 10 secondi, è possibile tornare alla posizione di partenza e ripetere lo stesso con la mano e il piede destro.
  7. Savasana è l'asana di guarigione e salute finale, che consente ai muscoli di rilassarsi dopo un allenamento e calmare il sistema nervoso. Dopo esserti sistemato sulla schiena con le braccia e le gambe divaricate, puoi sdraiarti finché non ti rilassi completamente.

Un altro complesso che aiuterà ad eliminare la deformità spinale, oltre a fermare la progressione di questo stato nelle fasi successive, è stato suggerito in video.

Quando fai yoga per la scoliosi, non dimenticare di praticare tecniche di respirazione. A complemento dell'insieme di esercizi di base, una corretta respirazione contribuirà ad aumentare l'efficacia dell'allenamento e ad ottenere il massimo da esso.

Yoga per la scoliosi: asana per diversi tipi di curvatura spinale

Il nostro stile di vita "sedentario" ha iniziato ad avere non solo effetti mentali sul corpo, ma anche fisici.

Tutti i tipi di disturbi (dai problemi articolari alla comparsa di patologie spinali) non ci permettono di esistere pacificamente.

Il più spiacevole di loro è il mal di schiena, che è spesso un segnale dell'aspetto della curvatura spinale e dello sviluppo di scoliosi di varia gravità.

Se non affronti questo problema in tempo, in futuro potresti pentirti della tua pigrizia e disattenzione, perché la scoliosi è una malattia molto insidiosa e può portare a gravi deformità scheletriche che possono essere quasi impossibili da correggere.

Fortunatamente, nelle prime fasi della scoliosi non è così pericoloso e può essere trattato con successo. Uno dei metodi più efficaci per correggere la postura, molte persone chiamano yoga.

Cos'è la scoliosi?

Se descrivi la scoliosi in parole semplici, puoi inserirla in una semplice definizione: la scoliosi è una curvatura laterale della colonna vertebrale.

Come molte altre malattie dell'apparato muscolo-scheletrico, la scoliosi ha una tendenza sgradevole: può progredire.

A seconda della direzione della deformazione (sinistra o destra), è consigliabile parlare di tali tipi di scoliosi come scoliosi destra e sinistra.

Oltre alla gravità della malattia e al lato della curvatura, deve essere determinata anche la forma della deformità. Da questo punto di vista, la scoliosi è divisa in forma di C (la curvatura ha solo un arco), a forma di S (la curvatura ha due archi), a forma di Z (la curvatura ha tre o più archi).

I benefici dello yoga per il corpo nel suo complesso

Lo yoga venne da noi dall'antica cultura indiana, che comprendeva sì nello sviluppo spirituale e fisico dell'uomo. Pertanto, lo yoga sarà utile in molte malattie, non solo sul piano fisico, ma anche mentale.

I benefici dello yoga per il sistema muscolo-scheletrico del corpo

Il nostro corpo, come qualsiasi sistema complesso che include molti sottosistemi e rami da essi, può dare segnali di aiuto se qualcosa non va, ma spesso non li capiamo perché non vediamo la connessione tra "ciò che fa male "E" cosa sta realmente accadendo. "

Ecco perché molti non possono essere curati da fastidiose malattie, perché pillole infinite e altre medicine vengono bevute a manciate nella speranza che "ciò che fa male" passi.

Lo yoga è particolarmente utile per le persone con problemi nel sistema muscolo-scheletrico.

Lo yoga è attraente in questo caso perché ha una grande varietà di cosiddette scuole, ognuna delle quali ha una sua specialità, finalizzata a correggere varie deficienze e problemi nel corpo (flessibilità, resistenza, l'immunità è rafforzata, lo stress è rimosso, la circolazione sanguigna è migliorata, ecc.).

Nelle malattie del sistema muscolo-scheletrico, lo yoga è particolarmente efficace. Predica tre principi principali: non violenza, consapevolezza e moderazione. Pertanto, prima di iniziare questo o quell'esercizio, è necessario ascoltare attentamente il proprio corpo: il carico dovrebbe portare rilassamento, non ci dovrebbero essere disagio e il dolore sfortunato che insegue le articolazioni ogni giorno.

Lo yoga viene mostrato a persone di tutte le età, la cosa principale è impegnarsi regolarmente e regolarmente in questa magica cultura fisica. Se inizierai il trattamento con questa tecnica, noterai presto cambiamenti positivi: la circolazione sanguigna migliorerà (la mobilità articolare migliorerà), i muscoli della schiena rinforzeranno, i tessuti della cartilagine diventeranno più forti (questo impedirà lo sviluppo di osteocondrosi e artrosi), lo stato mentale sarà ripristinato, sbalzi d'umore, esaurimenti nervosi si fermeranno.

È importante! Nonostante la rarità, ci sono ancora casi in cui lo yoga non è adatto come esercizio curativo e riparatore. Soprattutto spesso tali casi si verificano tra persone di corporatura completa e persone con asma. Pertanto, se dopo un certo numero di sessioni di yoga ti senti a disagio, hai sintomi spiacevoli o la tua condizione generale è peggiorata, dovresti pensare a un altro metodo per rafforzare il corpo e lo spirito.

Yoga per la scoliosi

La scoliosi è una delle malattie più comuni del sistema muscolo-scheletrico, quindi sempre più persone in questi giorni stanno cercando un modo per correggere la deformità spinale. Molti ricorrono all'aiuto dello yoga in questa materia.

A che stadio della scoliosi puoi praticare lo yoga

Molto spesso, lo yoga è prescritto a persone con 1 e 2 gradi di scoliosi, perché in questa fase, la deformazione non è troppo seria e viene corretta con successo con il giusto approccio e controllo da uno specialista.

Con 3 gradi di deformità spinale, puoi anche usare lo yoga per correggere la curvatura, ma qui ci sono alcune limitazioni nella scelta degli esercizi, quindi dovresti assolutamente consultare uno specialista.

È importante! Lo yoga è un esercizio serio, quindi non puoi applicare la terapia yoga alla cieca o prescriverti da solo. Assicurati di consultare il tuo medico, determinare il grado di sviluppo della tua malattia e anche determinare se ci sono controindicazioni specifiche nel tuo caso.

Quando non puoi fare yoga

Ci sono una serie di controindicazioni, in cui in nessun caso si dovrebbe iniziare a praticare lo yoga:

  • Lo yoga è severamente vietato per la scoliosi di 4 gradi con 4 ° grado di deformità spinale;
  • forti dolori alla schiena e alle articolazioni;
  • malattie infettive dell'apparato muscolo-scheletrico;
  • esacerbazione della malattia;
  • la presenza di tumori maligni sulla colonna vertebrale
  • con malattie del sangue e disturbi gravi nel lavoro del cuore;
  • trauma cranico;
  • gravi disturbi mentali.

Video: "Tecnica per fare esercizi di scoliosi"

Asana per diversi tipi di scoliosi

A seconda della localizzazione della curvatura (rachide cervicale, lombare o toracica), si distinguono varie asana (esercizi), che dovrebbero essere eseguite per correggere le deformità.

Asana per la scoliosi del rachide cervicale

Ecco alcuni degli asana più comuni che aiutano a far fronte ai disturbi del collo e delle spalle.

È importante! Prima di iniziare l'esercizio, è necessario riscaldarsi per riscaldarsi e preparare i muscoli per il carico imminente. Se ciò non viene fatto, c'è il rischio di allungare i muscoli e di aggravare il dolore.

Esercizi di riscaldamento:

  1. Stai dritto, assicurati che durante il riscaldamento e durante le asana tutte le parti del tuo corpo siano simmetriche rispetto alla colonna vertebrale, respiri attraverso il naso, fai tutti gli esercizi senza lacrime. Piegare la testa in avanti, mentre si cerca di raggiungere con un mento al petto. Quindi inclinare la testa indietro. Inclinare 8-10 volte in ciascuna direzione;
  2. Ruota la testa a destra e a sinistra, assicurati che il mento sia parallelo alle spalle. Fai anche 8-10 approcci di questo tipo in ogni direzione;
  3. Piegare la testa a sinistra ea destra, toccando la spalla corrispondente con l'orecchio. Esegui inclinazioni di 8-10 in ciascuna direzione.

Ora che hai fatto il riscaldamento, dovresti procedere agli esercizi di base (asana):

  • Presta attenzione al fatto che prima di eseguire le asana di base, è necessario fare dei riscaldamenti sul lato destro, allungare la mano destra e appoggiarci la testa. Allo stesso tempo, la mano sinistra dovrebbe poggiare sul pavimento di fronte al corpo (servirà come una sorta di jack). Ora alza la testa, tienilo in questa posizione per 4-6 secondi e più in basso. Fai 10 salite di questo tipo su un lato, poi anche sull'altro;
  • Rimanere in posizione fin dal primo esercizio. Solo invece dei soliti sollevatori di testa è necessario girare. Alza la testa e gira verso la spalla al massimo. Nel punto estremo del turno, soffermati per qualche secondo, poi rilassati. Ripeti 8-10 volte;
  • Sedersi su una sedia o uno sgabello, raddrizzare la schiena, assicurarsi che la colonna sia dritta. Metti la mano sulla fronte e inclina la testa in avanti, mentre allo stesso tempo resisti al palmo della testa. Questo dovrebbe aiutare a rafforzare i muscoli del collo. Ripeti 8-10 volte;
  • Prendi la posizione di asana numero 3, ma questa volta posiziona il palmo nella tempia. La testa si inclina in mano mentre resiste al palmo di questi movimenti. Ripeti l'esercizio 8-10 volte (in ciascuna direzione).

Asana per la scoliosi della regione toracica della schiena

Se soffri di dolori alla colonna toracica causati da scoliosi, allora dovresti provare alcune delle asana previste per questo problema:

  1. Mettiti in ginocchio, siediti sui talloni. Espiriamo e abbassiamo il corpo in avanti, toccando la fronte sul pavimento (o sul tappetino ginnico). Mani mentre si tira lungo il corpo. In questa posizione dovrebbe essere tenuto per diversi minuti. Questo esercizio aiuta a rilassare i muscoli del torace;
  2. Sedersi su una sedia, sollevare le braccia e tirare indietro lentamente il corpo. In questo caso, la tua schiena dovrebbe poggiare sullo schienale di una sedia come assicurazione. L'esercizio deve essere eseguito 8-10 volte, mentre lo si fa molto agevolmente, non correre;
  3. Siediti dritto, raddrizza le braccia e collegale dietro la schiena alla serratura. Porta le lame insieme. In questa posizione, dovresti rimanere per qualche minuto. Puoi ripetere questo esercizio 5-6 volte.

Diversi esercizi statici che possono essere eseguiti con la scoliosi

Asanas per la scoliosi lombare

Se ci sono problemi nella regione lombare (scoliosi, sciatica e nevralgia del nervo sciatico), le asana devono essere eseguite con grande cura. Assicurati di consultare il tuo medico e istruttore, perché c'è il rischio di pizzicare il nervo.

Asana complessi:

  • Sedetevi su una sedia e gettate indietro la caviglia del piede sinistro sul ginocchio destro. La gamba sinistra dovrebbe "appendere". Fai lo stesso con la gamba opposta. Questa posa è chiamata la posa di Kapotasana;
  • Sdraiati sulla schiena, piega il ginocchio destro in modo che il piede si trovi sul pavimento. Quindi metti la caviglia della gamba sinistra sulla coscia destra. Quando senti che i muscoli si stanno stirando, chiuditi in questa posizione per alcuni minuti. Allo stesso modo, lo facciamo per la gamba opposta. Questa posizione è chiamata Suchirandhrasana;
  • Sdraiati sul tuo stomaco. Solleva il corpo del corpo tra le tue braccia e piegati all'indietro come un cobra. Nel punto estremo dell'ascensione, è necessario indugiare per alcuni secondi e poi scendere senza intoppi. Fai 7-10 di tali salite.

Video: "Ginnastica per la correzione della postura"

conclusione

Lo yoga per molti secoli ha aiutato molte persone da una varietà di malattie. La scoliosi di gravità variabile rimane una delle migliori malattie trattabili con l'aiuto dello yoga.

Ma come per qualsiasi altra attività fisica, con lo yoga devi essere molto attento e ricordare alcuni punti importanti:

  • Nonostante tutti gli effetti positivi che lo yoga ha sul corpo, in molti casi è controindicato per l'uso. Questo si applica al grado estremo di scoliosi (4 ° grado), così come alle lezioni di yoga per i tumori sulla colonna vertebrale, per le malattie infettive della colonna vertebrale, esacerbazioni, lesioni e forti dolori alle articolazioni sono proibiti. Pertanto, si dovrebbe sempre consultare il proprio medico, che determinerà il grado e il tipo di scoliosi e dare consigli sul modo migliore per porre rimedio alla situazione;
  • Anche se non hai controindicazioni all'uso della terapia yoga, non dovresti sempre praticare lo yoga. Ci sono molte persone che lo yoga semplicemente non si adatta come un tipo di esercizio per un motivo o un altro. Pertanto, dovresti monitorare attentamente le tue condizioni dopo l'inizio del trattamento yoga. Se si avverte un deterioramento della condizione, sono comparsi sintomi e disturbi spiacevoli, vale la pena fermarsi e cercare un altro modo per correggere le deformità;
  • Prima di iniziare a fare asana per il tuo tipo di scoliosi, ricorda di scaldare i muscoli e fare alcuni esercizi di riscaldamento. Questo aiuterà a prevenire lesioni e distorsioni indesiderate;
  • Mentre fai le asana, osserva la posizione del tuo corpo, tutte le parti del corpo dovrebbero essere posizionate simmetricamente in relazione alla colonna vertebrale. L'esercizio dovrebbe essere lento, regolare, seguendo chiaramente le istruzioni;
  • Se ti senti peggio dopo aver iniziato l'esercizio fisico, il mal di schiena o altri sintomi associati ad anomalie della colonna vertebrale, dovresti smettere di fare esercizio e consultare un medico.

Fai il test!

Quanto bene conosci le asana yoga e come usarle per la scoliosi?

Asana yoga, utile per la colonna vertebrale con scoliosi 1, 2, 3 gradi

Lo yoga per la scoliosi è un metodo abbastanza efficace per prevenire efficacemente un'ulteriore progressione della deformità. Nonostante i suoi principi siano talvolta messi in discussione dalla medicina ufficiale, in Oriente nessuno dubita che la curvatura laterale dell'asse della colonna vertebrale possa essere curata, ad esempio, con l'hatha yoga.

Principi di yoga per la curvatura laterale della colonna vertebrale

La scoliosi di grado 3 è la dislocazione frontale dell'asse vertebrale (destra o sinistra) con un angolo di curvatura compreso tra 25 e 50 gradi. Tale deformazione nella medicina ufficiale viene spesso trattata con un metodo operativo, che consiste nell'installare una struttura metallica che supporta l'asse della colonna vertebrale nella posizione corretta.

Nella medicina orientale, la terapia di curvatura di terzo grado viene efficacemente eseguita dallo yoga. La tecnica si basa sull'assunzione dell'esistenza nel corpo di diversi centri energetici (chakra), che sono associati alle attività di alcuni organi. Con la ginnastica, il rilassamento e altre manipolazioni, puoi ripristinare la salute.

Il canale spinale è un potente centro energetico, quindi la sua patologia sconvolge l'attività di molte altre strutture anatomiche del corpo. Ci sono alcuni principi della pratica dello yoga nelle malattie della schiena:

  1. Una persona dovrebbe sempre sedersi, sdraiarsi e stare nella posizione corretta in modo che tutte le strutture anatomiche del corpo si trovino simmetricamente rispetto all'asse del trocantere del corpo e della colonna vertebrale. Se si utilizza l'asana in piedi, è necessario disegnare l'addome e le natiche inferiori, ruotare il torace e posizionare la testa verticalmente. Dovresti sempre sederti con la schiena e il collo diritti;
  2. Quando si effettuano movimenti, è necessario garantire la loro scorrevolezza. Non sforzarti durante l'esercizio. In questo caso, i muscoli del corpo devono essere completamente rilassati. Possono creare resistenza al movimento, quindi è necessario condurre esercizi di respirazione;
  3. Dopo ogni movimento fisico, dovresti provare a tirare la colonna vertebrale lungo l'asse verticale. Questo dovrebbe essere fatto lentamente e gradualmente con piacere.

Per trattare la scoliosi di 3 gradi di yoga, dovresti scegliere le asana (posture) e gli esercizi giusti. Dovrebbero portare ad uno stiramento regolare dell'apparato muscolo-legamentoso e garantire così un graduale allineamento della curvatura.

  • Sdraiati sulla schiena e metti i piedi sullo sgabello. Posiziona le ginocchia a una certa distanza l'una dall'altra, ma in modo da non provare disagio. Rilassa i muscoli sacro-iliaci e i legamenti;
  • Dopo il riposo, passare gradualmente alla respirazione addominale. Per farlo, sollevare lentamente l'addome mentre lo si inspira e abbassarlo mentre si espira;
  • Riduce significativamente il dolore in caso di curvatura. Grado 3 rilassamento dei legamenti sacro-iliaci. Eseguire la respirazione addominale il più a lungo possibile per migliorare l'apporto di nutrienti alla colonna vertebrale;
  • Alcuni giorni dopo l'inizio degli esercizi per la colonna vertebrale, raccomandiamo di aggiungere lo stretching al corso di trattamento. Per fare ciò, sollevare la gamba di supporto dalla sedia (vedere Punto 1) e spostarla verso i lati fino all'angolo massimo;
  • Se l'esercizio sopra riportato non causa dolore, può essere complicato. Per farlo, sdraiati sul pavimento, allungare le gambe e le braccia in direzioni opposte e allungare in diagonale tutto il corpo.

Con la scoliosi 2 e 3 gradi, esercizi simili possono essere eseguiti sull'addome.

Esempi di asana

Gli asana corretti sono la chiave per un trattamento efficace della scoliosi 3 gradi yoga. È importante avviarli solo dopo che la sindrome del dolore passa. Quando usi le asana segui le raccomandazioni:

  • Inserisci la posa lentamente, con una lunga espirazione;
  • Trova una posizione comoda per te stesso e cerca di rilassarti, ma allo stesso tempo è necessario osservare la struttura degli asana;
  • L'uscita dalla posizione iniziale alla posizione iniziale dovrebbe anche essere eseguita lentamente con il corpo che si estende lungo l'asse longitudinale.

Con scoliosi di 1 grado, è possibile applicare asana per torcere, ma a 3 stadi della malattia possono causare la progressione della malattia e la comparsa della sindrome da compressione (violazione delle radici nervose). In una tale situazione, si consiglia di selezionare posizioni yoga con uno specialista. Per esempio, nelle scuole orientali dell'Hatha Yoga, gli istruttori nella fase preliminare analizzano la condizione della spina dorsale dello studente e prescrivono determinati esercizi per la spina dorsale e le asana terapeutiche in anticipo.

Hatha utile posa per le malattie spinali:

  • Arrow;
  • mezzaluna;
  • montagna;
  • zig-zag;
  • Cane con la testa in giù;
  • il bambino;
  • Cat.

È vero, si dovrebbe notare che alcuni di essi sono meglio eseguiti in piedi vicino al muro.

Hatana Asana per la colonna vertebrale in posizione supina:

Queste pose sono classiche dello yoga e sono utilizzate con successo nel trattamento della scoliosi nei bambini e negli adulti. Con il loro aiuto, lo stretching viene raggiunto non solo dal tessuto muscolare, ma anche dalle ossa. Con la loro prestazione regolare, l'apporto di sangue nella colonna vertebrale viene migliorato e il lavoro degli organi interni viene ripristinato.

Va notato che lo yoga per la scoliosi di 3 gradi comporta l'attuazione obbligatoria di esercizi di respirazione. Contribuiscono all'espansione del torace e alleviare il tono muscolare spastico. Una corretta respirazione ritmica allevia la persona dallo stress e normalizza il lavoro del sistema nervoso.

La pratica dei centri di riabilitazione ha dimostrato che lo yoga con la curvatura laterale della colonna vertebrale contribuisce all'eliminazione efficace della sindrome del dolore, rafforza la struttura muscolare della schiena, ripristina la mobilità delle articolazioni.

Gli esercizi di Hatha per la colonna vertebrale sono usati per la scoliosi di 3 gradi, quando la medicina ufficiale ricorre a metodi chirurgici. Così, la filosofia orientale, combinata con un approccio competente al trattamento della colonna vertebrale, può fare miracoli.

Yoga e scoliosi. La pratica della terapia yoga per la scoliosi

Allineamento centrale

Ci sono diversi punti di vista sulla pratica dello yoga con la scoliosi. Dalla fede disinteressata nel potere terapeutico dello yoga alla stigmatizzazione intransigente dello yoga come un sistema di allenamento completamente inadatto a questo disturbo. Come al solito, la verità sta da qualche parte nel mezzo. E questo mezzo mi sembra canyon dagli occhi profondi. Proviamo ad andare in profondità. Immediatamente, vorrei fare una riserva sul fatto che l'uso frequente del pronome "I" è spiegato dalla complessità e dall'incoerenza delle informazioni sull'argomento, quindi questo articolo rappresenta la mia comprensione dei problemi al momento, senza alcuna pretesa di natura scientifica.

I Scoliosi: cosa e come?

1. "Cognizione della malattia - metà del trattamento"

La scoliosi è una malattia progressiva complessa del sistema muscolo-scheletrico (in seguito ODA), che influenza la condizione di tutto l'organismo. A livello dello scheletro, si manifesta per curvatura della colonna vertebrale su tre piani: frontale, sagittale e orizzontale. Nell'aereo frontale, ad es. se visto di fronte, questo è espresso dall'inclinazione della colonna vertebrale a destra o sinistra, che può essere vista anche ad occhio nudo lungo la cintura della spalla. Nel sagittale, cioè se guardi di profilo, - aumentando o diminuendo le pieghe naturali della colonna vertebrale: lordosi (piegamento in avanti) e cifosi (piegamento all'indietro). Nel piano orizzontale, ad es. se vista dall'alto o dal basso, la curvatura è espressa dalla rotazione (torsione) della colonna vertebrale, che è spesso fissata da un cambiamento nella forma delle vertebre stesse e in questo caso è chiamata torsione.

La definizione stessa di scoliosi riflette il suo complesso e non uniforme (!) Meccanismo evolutivo, anche a livello di scheletro. A livello della parte motoria del sistema muscolo-scheletrico (muscoli e legamenti) è ancora più difficile.

2. Debolezza di forza

Un sistema muscoloscheletrico scolioticamente modificato non può obbedire alle leggi della biomeccanica normale: "Scoliosi significa sempre numerose contratture asimmetriche da parte della parte motoria del sistema muscolo-scheletrico, così come cambiamenti asimmetrici nella forma delle ossa in modo che l'intero sistema si comporti diversamente dal umano. "(Christa Lehnert-Schroth" Dreidimensionale Skoliosebehandlung ", 7. Auflage URBAN und FISCHER, Muenchen, S. 49).

Sul lato convesso dell'arco di scoliosi, vi è una maggiore attività elettromiografica dei muscoli (o, secondo alcune fonti, ipertonio), sia profondi e superficiali, sia il loro allungamento (ma non lo stiramento fisiologico!). Sul concavo - al contrario, accorciamento (ma non accorciamento!), Accompagnato da un tono ridotto. (S.A. Bumakov, A.A. Shevchenko e M.G. Dudin, 1998). Inoltre, "l'eccitabilità elettrica dei muscoli paraspinali sul lato convesso dell'arco non differisce dai valori di eccitabilità elettrica osservati nelle persone sane, e sul lato concavo è significativamente ridotta." (Sistema nervoso centrale e scoliosi idiopatica M.G. Dudin, D.Yu. Pinchuk, Chirurgia spinale 1/2005 (pag 45-55))

Fino ad ora, il contrario può essere trovato in letteratura. Alcuni autori (ad esempio, V.A. Epifanov, V.N. Moshkov, R.I. Antufiev, 1990) considerano che la scoliosi si verifica a causa di squilibrio muscolare o debolezza del corsetto muscolare. E questa debolezza si esprime proprio sul lato dell'arco di scoliosi, mentre sul lato della concavità i muscoli sono in ipertonia. Tuttavia, è necessario distinguere tra causa ed effetto. Anche supponendo che la causa della colonna vertebrale che si inclina a sinistra (con un arco destro) sia la contrazione dei muscoli a sinistra, ciò non significa che questa contrazione supporti l'inclinazione a lungo trattenuta. Al contrario, sono i muscoli del rigonfiamento dell'arco che impediscono al corpo di cadere, come dicono i libri di testo di senso comune e di biomeccanica. Ma i muscoli dal lato concavo non possono essere in buona forma, perché sono in uno stato abbreviato, che praticamente li priva della loro abilità contrattile.

Parecchie riconcilia queste due posizioni che l'ipertonicità dei muscoli sul lato convesso dell'arco di scoliosi non significa che siano più forti. Il fatto è che la loro abilità contrattile è prossima allo zero, perché (a) sono eccessivamente tese e (b) sono in uno stato di cosiddetta "debolezza del riutilizzo". Sono semplicemente stanchi, molto, molto stanchi. Sembra un'insonnia molto stanca e oberata di lavoro.

"La forte attività elettrica dei muscoli sul lato convesso è il risultato del fatto che solo loro devono sopportare il peso delle parti del corpo sopra. Non fanno ipertrofia e non diventano più forti, come pensavamo prima. Sono troppo tesi. Non possono sopportare il carico da soli e indebolirsi invece di rafforzarsi. "(Shrista Lehnert-Schroth" Dreidimensionale Skoliosebehandlung ", 7. Auflage URBAN und FISCHER, Muenchen, S. 50).

L'esperienza conferma che la scoliosi è accompagnata da un enorme numero di ipertonia asimmetrica. Un'altra cosa è che questi muscoli cronicamente angusti non possono funzionare correttamente e in questo senso sono davvero l'anello debole.

3. "Tutto è confuso nella casa degli Oblonsky..."

Inizia la parafrasi. Ogni sistema muscoloscheletrico, non modificato dalla scoliosi, non è cambiato da esso lo stesso, ciascuno cambiato - cambiato a suo modo.

La curvatura della colonna vertebrale su tre piani comporta anche un cambiamento nella posizione delle ossa delle cinghie degli arti superiori e inferiori, nonché la deformazione del torace. E questi cambiamenti non sono sempre soggetti alle regole generali. Inoltre, anche quelle scoliosi, che sembrano essere le stesse, sembrano aver bisogno di approcci diversi alla correzione.

Soffermiamoci su alcune regolarità per il momento. La rotazione e, di conseguenza, la torsione, cioè la rotazione delle stesse vertebre, comportano anche la torsione e la deformazione del torace, che è espressa dalla gobba costale sul lato dell'arco di curvatura. Poiché tutto è interconnesso nel nostro corpo, anche il bacino e la cintura della spalla sono arricciati. Questa torsione di solito si verifica nella direzione opposta rispetto alla gabbia toracica, ma ci sono anche eccezioni abbastanza frequenti quando, ad esempio, il cingolo scapolare e la gabbia toracica sono attorcigliati come se fossero in un monolite rispetto al fondo della colonna lombare e del bacino.

Tutti questi cambiamenti, di regola, dipendono in parte dal numero e dalla direzione degli archi di scoliosi nel piano frontale, nonché dal grado di scoliosi. Ad esempio, nella scoliosi toracica destra, nella maggior parte dei casi si può osservare o solo una cresta muscolare, o anche una gobba costale sulla destra, sul lato dell'arco. Allo stesso tempo, se osservi attentamente la persona sopra (quando è seduto), ad es. nel piano orizzontale, in molti casi, è possibile osservare la torsione della cintura degli arti superiori nella direzione opposta.

Ciò che accade con il bacino è ancora più interessante e complesso. Una cosa è indiscutibile: un bacino con scoliosi non è mai in una posizione fisiologica. Inoltre, la sua posizione asimmetrica è spesso primaria in relazione alla formazione di archi di scolosi. la
"La deviazione del bacino dalla verticale mediana nel processo di compensazione statica della curvatura porta a una ristrutturazione dei rapporti del tono dei muscoli degli arti inferiori" (A. A. Gaiduk, "Deformità spinale statica su uno sfondo di distorsione pelvica nei bambini e negli adolescenti, 2010).

Questo può essere visto ad occhio nudo, tuttavia, in ogni caso, richiede un test muscolare per creare una serie di esercizi volti a livellare il tono degli arti inferiori.

4. Secondo il cap e Senka

La forma del corpo umano si riflette nello stato interno della persona a diversi livelli.

La deformazione del sistema muscolo-scheletrico si riflette nello stato di tutti i sistemi del corpo umano. A seconda della gravità della curvatura e della sua localizzazione, i seguenti problemi si presentano a diversi gradi di gravità:

  • disfunzione della respirazione esterna e, di conseguenza, un cambiamento nella natura della respirazione dei tessuti e lo sviluppo di insufficienza cardiopolmonare;
  • ipossia tissutale cronica;
  • disfunzione degli organi digestivi;
  • circolazione alterata del liquido cerebrospinale, che influisce negativamente sul funzionamento del sistema nervoso centrale;
  • l'asimmetria corporea è accompagnata da una sostanziale asimmetria emisferica, che sostiene la deformazione scoliotica del corpo;
  • immunità ridotta;
  • stato psico-emotivo instabile.

Questa è una lista di alcuni degli aspetti più significativi del corso di scoliosi, che sono importanti per la scelta dei metodi di hatha yoga al fine di migliorare la qualità della vita delle persone con scoliosi. Tuttavia, il problema principale è la progressione di questa malattia, che è possibile, contrariamente alla credenza popolare, ahimè, non solo durante il periodo di crescita attiva nell'adolescenza. Ecco perché il primo compito di uno specialista nel lavorare con una persona affetta da scoliosi è prevenire la progressione della malattia.

5. Da dove viene il vento?

Per fermare lo sviluppo della malattia, è necessario non solo capire il meccanismo del suo sviluppo, ma anche la causa. Nel caso della scoliosi, nella stragrande maggioranza dei casi, è la determinazione della causa del suo verificarsi è un ostacolo. Nessuna meraviglia che questa malattia sia chiamata "cancro dell'ortopedia".

Dati statistici, il numero di classificazioni scientifiche, che ho intenzionalmente lasciato al di fuori dello scopo di questo articolo, mostrano che ogni caso di scoliosi ha davvero le sue caratteristiche uniche e il suo insieme unico di ragioni. Come il cancro, la scoliosi è una malattia polietiologica, cioè ci sono sempre molte cause e, a seconda della combinazione e del grado di dominanza, appare una o l'altra forma di scoliosi individuale.

Recentemente, nella letteratura e nei materiali video degli specialisti, c'è spesso informazione che la scoliosi è una conseguenza di disturbi nel funzionamento del sistema nervoso (per esempio, L. Vasilyeva, lezioni sulla kinesiologia applicata nella scoliosi, sistema nervoso centrale e scoliosi idiopatica M.G. Dudin, D.Yu. Pinchuk, Spinal Surgery 1/2005 (pagina 45-55)). È in questo contesto, in particolare, che sorge la grande domanda sull'applicabilità della parola "idiopatica" (cioè, che sorge per una ragione sconosciuta) alla scoliosi.

In questo articolo menzionerò solo alcune delle possibili ragioni in ordine alla loro importanza, prevalenza e complessità dell'eliminazione:

  1. trauma psicologico (compreso nel periodo prenatale);
  2. disturbi a livello del sistema nervoso centrale: disturbi di innervazione, disturbi della conduzione dell'impulso nervoso, disturbi delle funzioni degli organi interni, che influenzano lo stato dei muscoli ad essi associati;
  3. displasia del tessuto connettivo;
  4. lesioni somatiche (comprese le malattie pregresse e gli interventi chirurgici);
  5. cause biochimiche: uno squilibrio nella sfera ormonale, una mancanza di alcune vitamine e / o sostanze nutritive, intossicazione.

Effettivamente, "scavare" tutte le cause della scoliosi non è sempre possibile. Questo è particolarmente vero per la componente psicosomatica, che indubbiamente ha luogo qui (e Katharina Schroth ha scritto articoli a riguardo). Tuttavia, data la natura del verificarsi di questa malattia e anche se solo alcune delle sue cause, è possibile alleviare le condizioni del paziente, migliorare significativamente la sua qualità della vita e rallentare la progressione della scoliosi.

I problemi dell'eziologia (cause) e della patogenesi (sviluppo) della scoliosi sono tra i più controversi e controversi nella scienza moderna. La conseguenza di ciò è l'incoerenza dei suoi metodi di trattamento, se è giusto chiamare trattamento.

Inoltre, è importante capire se sia davvero necessario trattare la scoliosi e non il sistema nervoso umano, la cui disfunzione potrebbe essere la sua causa.

II. Cosa fare

1. "Meglio di meno, sì meglio." Caratteristiche della pratica dello yoga

La terapia yoga per la scoliosi dovrebbe, come nel caso di qualsiasi altra malattia, iniziare prima con l'esclusione di quei movimenti e posizioni che possono esacerbare una situazione già esistente. Pertanto, prima in questa sezione ci soffermeremo su ciò che può essere controproducente per la scoliosi:

  1. pratica eccezionalmente simmetrica e intensa e dinamica;
  2. il curling;
  3. classiche asana invertite, in cui vi è un carico assiale (compressione) sulla colonna vertebrale;
  4. flessibilità e deflessione di potenza simmetrica.

Ora considera ciascuna delle controindicazioni in maggiore dettaglio.

1. Naturalmente, in caso di scoliosi di primo grado, è abbastanza accettabile impegnarsi nel gruppo generale due o tre volte alla settimana "per la gioia". In primo luogo, sarà utile da un punto di vista psicologico, in secondo luogo avrà un effetto generale di rafforzamento su tutto l'organismo e, in terzo luogo, se non eseguirai asana rigorosamente controindicate e sapessi come e dove inserire l'asimmetria necessaria, per esempio, almeno Shavasana: questa pratica può avvicinarsi alla terapia yoga. Tuttavia, non vale la pena di illudere che tali esercizi correggeranno la deformità spinale già esistente. Anche con il primo grado di scoliosi, non si dovrebbe preferire una pratica dinamica con fissazioni brevi e una componente di forza pronunciata. In una classe del genere, c'è sempre meno possibilità di riferirsi consapevolmente alle caratteristiche del proprio corpo e c'è un grande rischio di aggravare il problema. Segni che la pratica scelta non è adatta sono mancanza di respiro durante l'attività fisica, battito cardiaco accelerato, così come l'aspetto o il rafforzamento del dolore non solo nelle parti usuali del corpo, ma anche in qualsiasi muscolo o, ad esempio, l'aspetto di un mal di testa o di una mestruazione dolorosa. delle donne.

2. Nell'ambito di una lezione di hatha yoga, è quasi impossibile trovare un asana contorto che non peggiori la condizione già presente, poiché le sezioni della colonna vertebrale non sono isolate e si torcono l'una rispetto all'altra sullo sfondo della rotazione o torsione già presente durante la scoliosi. Ancora, nel caso del primo grado di scoliosi in un adulto, questo non è così ovvio, ed è probabile che le ciocche eseguite un paio di volte alla settimana come parte delle classi di gruppo non danneggino, ma avranno un effetto stimolante sulla funzione gastrointestinale e quindi influenzeranno positivamente lo stato dell'intero organismo.

È necessario capire il potenziale pericolo di creare delle torsioni con la scoliosi, come Ardha Matsyendrasan, Bharadvajasana, Marichiasana e tutte le asana Parivrita, vale a dire. con una svolta. Il fatto è che la scoliosi è accompagnata, di regola, torcendo la spina dorsale in diversi punti (almeno due), e anche se ci sembra che stiamo girando qualcosa, allora in un altro posto siamo sicuri di "torcere" qualcosa. Inoltre, in alcuni studi (S.A. Bumakova, A. A. Shevchenko, e M. G. Dudin, 1998) si nota il ruolo rotazionale dell'effetto profondo e derotante dei muscoli della schiena superficiale. Questo, si dovrebbe notare, è correlato con una delle disposizioni della teoria di Thomas Myers sui treni anatomici (Thomas W. Myers "Anathomy Trains", 2a edizione, Churchill Livingstone, Elsevier, pag 143). Una torsione eseguita da una persona sana significa sempre lo stretching dei muscoli profondi e superficiali della schiena, da un lato del corpo e la loro contrazione dall'altro. Con la scoliosi, considerando l'antagonismo dei muscoli profondi e superficiali sopra descritti, le torsioni provocheranno ovviamente uno stiramento della contrazione superficiale e persino maggiore dei muscoli della schiena, da un lato, e una tensione ancora maggiore dei muscoli superficiali già contratti e lo stretching dei profondi dall'altro. Quindi, torcere con la scoliosi non giova alla colonna vertebrale, e con l'esercizio fisico regolare può essere dannoso.

3. Non è inoltre necessario eseguire asana invertite classiche, in cui vi è un carico assiale (compressione) sulla colonna vertebrale: Shirshasana, Sarvangasana, Halasana. Adho Mukha Vrikshasana e Pincha Mayurasana in alcuni casi (in particolare, nelle forme più lievi di scoliosi in un adulto) possono essere controllati, ma almeno il primo anno sarà limitato a varianti adattate con supporto. Viparita Karani mudra, sebbene non dia un carico assiale su tutta la colonna vertebrale, dovrebbe essere eseguita solo in alcuni casi e solo in una versione adattata con supporto.

4. Le deviazioni sono pericolose per due ragioni: simmetria e lordosi, spesso accompagnate da una sollecitazione eccessiva dei muscoli profondi e superficiali della schiena. E ancora è abbastanza possibile liberare gli adulti da questa restrizione con un leggero grado di scoliosi. In ogni caso, va ricordato che la biomeccanica di un corpo deformato dalla scoliosi è diversa dalla norma. E le asana, che fissano un'estensione sufficientemente profonda della spina dorsale, cioè una deflessione, possono causare danni significativi ai muscoli, rendendoli più rigidi anche alle articolazioni già deformate.

2. Il potere del rilassamento

Al momento, fortunatamente, molti dottori dicono seriamente che per ristabilire il corpo in qualsiasi malattia, anche mortale, è necessario praticare il rilassamento profondo e imparare la consapevolezza (per esempio, le lezioni di D. Shamenkov "Conscious Health Management"; A. Danilin, "Pillola dalla morte ", Isolog, Mosca, 2010).

È in uno stato di rilassamento che vengono attivate le risorse del corpo sanogeniche, cioè autorigeneranti. Inoltre, data la relazione tra la patogenesi della scoliosi e il funzionamento dei sistemi nervoso ed endocrino (M. Dudin, D. Pinchuk "Patogenesi tipica AIS e patologia atipica"), abbiamo tutto Motivi per godere della disponibilità di tecniche di yoga per una vasta gamma di persone oggi.

Le tecniche di hatha yoga, mirate a calmare la mente e rilassare il corpo, comprendono le asana flessibili, la maggior parte dei pranayama e, ovviamente, Shavasana.

Quindi, considereremo ogni articolo separatamente.

Supta Padangushthasana 1

Eka Bhuja Svastikasana

1. Asana di flessibilità. Queste sono asana, la cui caratteristica principale è l'estensione di qualsiasi gruppo muscolare o muscolare. Con la scoliosi, le asana del piede saranno particolarmente importanti per noi: Supta Padangushthasana 1, 2 e 3 (senza strappare il bacino dal pavimento, cioè senza torsione), Gomukhasan, Supta Baddha Konasana, varianti di Virasana. Queste asana aiutano anche a sciogliere la tensione del tessuto connettivo nella regione pelvica e aiutano nell'allineamento del tono muscolare della gamba.

Gli asana saranno anche utili per allungare i muscoli della cintura della spalla, non solo per iniziare il rilassamento profondo di tutto il corpo, ma anche per ripristinare l'abilità contrattile dei muscoli della cintura della spalla. Opzioni Mani Garudasana, Eka Bhuj Swastikasana 1 e Eka Bhuja Padmasana, ogni volta selezionate e adattate individualmente, così come le asana per le gambe.

2. Pranayama, particolarmente utile per la scoliosi: respirazione yoga completa, Ujjayi, Brahmaris e Nadi Shodhan.

La respirazione yoga completa è praticata in una posizione correttiva asimmetrica e con la massima consapevolezza in modo da "gonfiare" le parti concave del torace. Nel metodo di Katharina Schroth, uno dei metodi più riconosciuti per il trattamento conservativo della scoliosi, questo è chiamato "respiro correttivo". Oltre all'effetto calmante, l'inclusione attiva del diaframma e l'attenzione hanno anche il potenziale per correggere la forma della scoliosi del torace e dell'arco toracico.

Ujjayi pranayama, cioè, respirando con una fessura vocale compressa, generalmente migliora anche il tono parasimpatico, cioè, in definitiva, il rilassamento. Inoltre, forse i vantaggi più importanti di tale respirazione nella scoliosi sono la migliore saturazione dell'ossigeno, che è molto importante per la scoliosi, oltre a allungare il ciclo respiratorio e, di conseguenza, estendere i necessari effetti correttivi biomeccanici sia di inspirazione che di espirazione sulla colonna vertebrale e sul torace..

Brahmar pranayama può anche essere eseguito sdraiandosi (in una posizione correttiva), soprattutto con la concentrazione sul suono e la risonanza nella regione del sopracciglio. Questo pranayama ha un effetto calmante molto pronunciato, e aiuta anche a rilassare non solo i muscoli scheletrici, ma anche lisci aumentando la produzione di ossido nitrico nei seni (Simon Borg-Oliver "Anatomia applicata e fisiologia dello yoga yoga", YogaSynergy Pty Limited 1995-2009, p 364). È stato inoltre dimostrato che l'ossido di azoto contribuisce al rilassamento delle fasce, vale a dire la guaina del tessuto connettivo dei muscoli, la cui tensione si accompagna sempre e, secondo alcuni dati, avvia la scoliosi.

Nadi Shodhan Pranayama. Un efficace pranayama non è solo per raggiungere uno stato di profondo rilassamento, ma per armonizzare il lavoro degli emisferi del cervello, che è estremamente importante per la scoliosi. La posizione per la pratica è scelta individualmente. In ogni caso, questa è una posizione seduta con un supporto per la mano che lavora, che è con la scoliosi, può questa inautenticità perdonarmi, può essere lasciata.

Nadi Shodhan Pranayama. Nella vita di tutti i giorni, questo non sembra necessariamente così ingombrante, molti pazienti si adattano a farlo semplicemente a casa.

3. "Shavasana" è tradotto dal sanscrito come "postura del cadavere", il che significa la completa assenza di qualsiasi tensione nel corpo e nel lavoro della mente. Viene eseguita in una posizione correttiva asimmetrica con fodere, come ad esempio su una foto sul lato o sul retro, necessariamente con fodere in modo da fornire un effetto smorzante.

Non va trascurato che "nella patogenesi dei disturbi osteo-muscolari il ruolo principale è giocato dallo stato dei meccanismi cerebrali regolatori" (Kogan OG, Schmidt I. R., Tolstokorov A. A. "Fondamenti teorici della riabilitazione nell'osteocondrosi della colonna vertebrale", Novosibirsk, 1983 ). Di conseguenza, il rilassamento, così come il movimento appropriato, per migliorare la stimolazione verso l'alto del cervello, così come la propriocezione dovrebbero essere dati ogni giorno, e anche meglio due volte al giorno. Può richiedere 15-20 minuti al mattino, e altrettanto alla sera, ma migliora significativamente le condizioni del corpo e la qualità della vita nella scoliosi.

Particolare attenzione dovrebbe essere data alla postura adattata del bambino, che è efficace per rilassare il corpo e calmare la mente, che può essere usato come un "primo soccorso" in caso di dolore o riabilitazione dopo una lunga posizione verticale.

Inoltre, l'ottimizzazione regolare della procedura Sutra-net è molto utile per ottimizzare i meccanismi di regolazione del sistema nervoso centrale. Questo non è solo la pulizia del naso e il miglioramento della respirazione esterna, ma anche la stimolazione e l'armonizzazione del sistema nervoso centrale e il miglioramento della circolazione del liquido cerebrospinale, che è difficile durante la scoliosi.

Le prestazioni di Kapalabhati, una tecnica che combina l'effetto meno pronunciato dell'esecuzione di Sutra-net, così come "accendere" un gran numero di capillari negli alveoli dei polmoni nel processo di scambio di gas e il rafforzamento dei muscoli dell'addome, saranno anche di grande beneficio per il sistema nervoso e respiratorio. Tuttavia, nel terzo e quarto grado di scoliosi, la posizione per la pratica di Kapalabhati dovrebbe essere costruita in modo asimmetrico al fine di creare le condizioni per livellare la lunghezza dei muscoli addominali.

3. Una cima alla lista. L'importanza delle procedure di pulizia

Nonostante il fatto che la stragrande maggioranza degli specialisti consideri la scoliosi un problema che richiede una correzione dal sistema muscolo-scheletrico, il lavoro è anche ragionevole non dall'esterno, ma dall'interno, almeno a livello del corpo. Inoltre, la domanda se l'organismo vuole che la scoliosi sia completamente "rimossa" è ancora aperta, almeno in alcuni casi.

Ci sono buone ragioni per credere che aiutare gli organi interni a migliorare il loro lavoro possa migliorare significativamente le condizioni del sistema muscolo-scheletrico. Procedo innanzitutto dal fatto che la funzione scorretta di qualsiasi organo si riflette nel tono dei corrispondenti muscoli scheletrici mediante i riflessi viscero-motori. In secondo luogo, se l'obiettivo principale è riconoscere un miglioramento della qualità della vita, allora è inevitabile che alcune procedure di pulizia vengano introdotte nell'esercizio del paziente per minimizzare gli effetti negativi della posizione non fisiologica degli organi interni.

Non è un segreto che l'intero apparato digerente sia praticamente l'anello chiave nella salute del corpo umano. Questa è l'immunità, lo stato ormonale e l'equilibrio dei meccanismi di crescita (recupero!) E distruzione dei tessuti. Non per niente, il "ventre" nella traduzione di tutte le lingue slave è "vita".

Pertanto, non si devono trascurare procedure come Varisara-dhauti (Shankkh Prakshalana) e Basti, sebbene non si debbano trattare come una panacea. Soprattutto se ci sono problemi con il fegato o la rimozione di prodotti metabolici. I dettagli in questo articolo si soffermano su queste procedure, forse, non ha senso. Attirerò solo l'attenzione del lettore sul fatto che queste procedure possono persino migliorare l'escursione del diaframma, per non parlare dello stato generale di salute e dell'umore di una persona che soffre di scoliosi.

4. Strategia: rafforzamento, tattica, rilassamento

Quindi abbiamo finalmente lavorato con il sistema muscolo-scheletrico. A causa del fatto che il paziente con scoliosi ha una serie di contratture, ma i muscoli non sono in grado di svolgere correttamente la loro funzione, il compito strategico dello yoguaterista nel lavorare con il sistema muscolo-scheletrico è creare il famoso corsetto muscolare. Ma questa è una strategia, non una tattica.

Non bisogna dimenticare che "un muscolo può raggiungere la sua massima tensione solo dopo un certo grado di prestiro" (Shrista Lehnert-Schroth "Dreidimensionale Skoliosebehandlung", 7. Auflage URBAN und FISCHER, Muenchen, S. 50, secondo Schmidt-Tews).

Di conseguenza, il lavoro di terapia yoga con il sistema muscoloscheletrico modificato scoliotico dovrebbe, a mio parere, essere effettuato in due fasi. Il primo stadio è il lavoro su un adeguato allungamento e rilassamento, sull'aumento della mobilità del corpo e sul miglioramento dello stato funzionale dei muscoli. Il secondo stadio è l'introduzione graduale di asana per rafforzare determinati muscoli, preferibilmente dai muscoli delle gambe.

Il cosiddetto "prestretching" dei muscoli può essere raggiunto in posture correttive, come ad esempio Marjariasana (gatto) (vedi la foto). La posizione asimmetrica delle braccia e delle gambe, cioè lo spostamento craniale, verso il cranio, e caudalmente, verso il bacino, rispettivamente, compensa le pieghe della colonna vertebrale sul piano frontale, e il rivestimento sotto gli arti corrispondenti fornisce un effetto di derotazione. L'esecuzione di movimenti ondulatori con una piccola (!) Ampiezza in Marjariasana contribuirà anche nella maggior parte dei casi alla riduzione delle contratture patologiche e all'accorciamento dei muscoli.

Per quanto riguarda l'allenamento di forza dei muscoli, nel lavoro con deformità scoliotica si dovrebbe scegliere asana in cui sia presente una tensione eccentrica (cioè con lo stretching) di muscoli accorciati, o un lavoro muscolare rigorosamente isometrico (tensione senza movimento nell'articolazione). Secondo un certo numero di autori (ad esempio, V.Y Fischenko, I.A. Lazarev, I.V., 2007), gli esercizi in modalità isometrica sono un mezzo efficace di allenamento per la forza con la possibilità di applicare tensione quando esercizi di natura dinamica non sono applicabili (patologia in studio una volta che un caso del genere), così come la possibilità di influenza localmente diretta su qualsiasi gruppo di muscoli.

È noto che quando si eseguono esercizi dinamici con lo sviluppo insufficiente della forza dei singoli muscoli, altri muscoli più grandi e più forti assumono alcune delle loro funzioni. In questo caso, i muscoli deboli, senza ricevere il carico di forza stimolante adeguato, progressivamente si indeboliscono. Gli esercizi isometrici offrono l'opportunità di aumentare la funzione dei muscoli deboli coinvolti nel processo patologico, rendendo possibile minimizzare l'attivazione dei muscoli non coinvolti nel processo patologico. Inoltre, nell'applicazione degli esercizi isometrici, l'effetto del rilassamento postisometrico (PIR) è ugualmente importante. Molti autori sottolineano che gli esercizi isometrici riducono la gravità del dolore e giustificano l'importanza del fenomeno del rilassamento postisometrico dei muscoli spasmodici.

In questo articolo non è possibile prendere in considerazione asana specifiche per la scoliosi, poiché idealmente dovrebbero essere selezionate e adattate individualmente. Raccomandazioni individuali dovrebbero essere fatte anche per la correzione della postura nella vita di tutti i giorni, che porterà consapevolezza alla routine quotidiana del paziente.

In generale, quando si lavora con la scoliosi, è necessario prestare particolare attenzione al lavoro con gli arti, dopo aver condotto test di allungamento e forza muscolare.L'esperienza dimostra che è meglio arrivare all'ultimo minuto prima di rinforzare i muscoli della schiena. Ciò è dovuto principalmente ai forti cambiamenti dell'intera biomeccanica della colonna vertebrale deformata, nonché ad alcune relazioni tra tutti i muscoli del nostro corpo. Se si aderisce alla divisione della colonna vertebrale in sezioni, allora si può dire condizionatamente che le gambe (compresi i piedi!) Danno accesso alla correzione della posizione del bacino e della parte bassa della schiena, mentre le braccia - il collo e il torace.

In tutte le asana, è necessario lavorare con la respirazione asimmetrica, "gonfiando" le parti concave del corpo, e quando si regolano le asana, sono pienamente d'accordo con Katharina Schroth, dovrebbe concentrarsi sull'aspetto del paziente. Se l'asana è almeno una correzione minima degli archi di scoliosi, allora, molto probabilmente, è adatto.

Ha senso offrire una persona che vuole partecipare alle lezioni di gruppo per adattare classiche asana in piedi come Utthita Trikonasana, Utthita Parsvakonasana, Virabhadrasana 1 e 2 o raccomandarne l'attuazione solo da una parte.

5. Riepilogo

Quindi, per riassumere tutto quanto sopra. Mi sembra che lavorare con pazienti affetti da scoliosi sia necessario nella seguente sequenza:

1. formazione in generale abilità di rilassamento;

2. formazione sulle abilità della respirazione diaframmatica e asimmetrica "correttiva";

3. allenamento nella correzione delle deformità scoliotiche nella vita di tutti i giorni (ad esempio, usando il rivestimento sotto il bacino in posizione seduta, imparando a lavorare con i piedi in posizione eretta, imparando la postura correttiva per dormire);

4. un attento aumento della mobilità del sistema muscolo-scheletrico;

5. rafforzare i muscoli di piedi, gambe, cosce, glutei, pavimento pelvico e addome in modalità isometrica (con un muscolo lungo costante) e / o eccentrica (con allungamento del muscolo).

Post scriptum TNT - in studio!

E ora ci sediamo in una posizione comoda e ci sintonizziamo... verso un'esplosione cerebrale. Tutte le controindicazioni e le indicazioni per la pratica dello yoga, descritte in questo articolo non sono assolute. In ogni caso, è necessario guardare e ascoltare il paziente, oltre ad ascoltare la propria intuizione. E in quasi tutti i casi è possibile e necessario essere coinvolti, con regolarità.

Sorprendentemente, anche nel sistema spesso deprecato della terapia di esercizi sovietica per la scoliosi, quando la pratica era basata sul lavoro dinamico, sul rafforzamento dei muscoli sul lato dell'arco di scoliosi, così come sull'uso di corsetti e letti di gesso, c'erano risultati positivi. Perché? Ho chiesto a lungo questa domanda. Le risposte sono diverse. Effetto placebo Sì, certo. Soprattutto se il medico che ha lavorato con il paziente credeva nel successo non meno del paziente stesso. Non ho il minimo dubbio che l'imposizione di vettori di fedi di due persone sia in grado di cambiare il mondo. O forse solo quei fortunati che sono stati aiutati dalla terapia di esercizio sovietica, lei è venuta fuori solo in connessione con le loro caratteristiche individuali? È anche abbastanza possibile.

Appare alle stesse riflessioni appello al metodo del pasto. Mentre Katharina Schroth, la fondatrice del metodo, era viva, i risultati erano piuttosto impressionanti. Credeva e credeva e lavorava con tutti, era interessata a tutti, scriveva e diceva molto su quanto sia importante lavorare con lo "spirito paziente". Ora è impossibile per ragioni oggettive. Per ottenere il trattamento in clinica Pasto e diventare uno dei quasi duecento pazienti, è necessario "difendere" la coda.

In continuazione del tema di un'esplosione cerebrale, non posso condividere qui un paio di storie incredibili dalla pratica. Una volta nel 2014, un bellissimo uomo vigoroso, nato nel 1932, mi ha rivolto la parola. Niente affatto di scoliosi, perché non ce l'ha. Nel corso delle lezioni, divenne chiaro che dal decimo anno di vita questa persona aveva una gamba più corta dell'altra per due (2!) Centimetri a causa di un errato accrescimento di un femore fratturato. E nessuna scoliosi, almeno non visibile senza raggi X.

La seconda storia misteriosa. Tre sorelle, le figlie di alcuni genitori, nella famiglia di cui non c'era scoliosi. La maggiore è una ragazza alta, altezza 180. Durante l'infanzia, ha suonato il flauto e la pallavolo. La scoliosi non lo è. I suoi fratelli più piccoli non sono così alti, uno destrimano, giocato a domra (uno strumento simile a una chitarra) e pallavolo, l'altro mancino, suonava flauto e pallavolo. Entrambi hanno la stessa forma e grado di scoliosi - a forma di C, terzo grado.

Ho già accumulato storie simili in ordine. Ho scelto solo il più indicativo. Entrambe queste storie suggeriscono l'influenza insignificante di fattori esterni sulla formazione della scoliosi e il ruolo molto ampio e inesplorato dei fattori interni. E di conseguenza, l'idea che sia necessario lavorare con il corpo affinché si senta bene e non interferisca con la concentrazione sull'intimo, l'autoconsapevolezza di te stesso come un diamante scintillante nella vita del diamante sul corpo dell'Universo.

E per essere efficacemente coinvolto nel corpo, il materiale seguente per il sito sarà dedicato ai test muscolari funzionali, che vengono eseguiti al meglio quando si determinano i muscoli bersaglio in un paziente con scoliosi per aver lavorato con metodi yoga. Resta sintonizzato! ☺