Principale

Artrite

Tutto su osteoartrite delle mani: sintomi, trattamento efficace

Dita torte, annodate, rigide, palmo "contorto", dolore quando si cerca di stringere la mano in un pugno. Uno stato in cui anche una semplice lettera diventa un lavoro difficile è tutta l'artrosi delle mani. Ecco come si manifesta la forma trascurata di questa malattia. Ma prima di raggiungerlo, l'artrosi attraversa diverse fasi che non sono così evidenti e non causano tanta ansia al paziente. Quali sono queste fasi?

Nella foto - la sconfitta dell'artrosi della mano

Cause della malattia o chi sceglie l'artrosi

L'osteoartrosi delle mani è una malattia degenerativa e distruttiva delle articolazioni interfalangee delle dita, si sviluppa principalmente negli anziani. Per le persone di età compresa tra 55 e 70 anni, questa diagnosi viene effettuata 20 volte più spesso rispetto ad altre fasce di età. E tra i pazienti per 10 donne solo 1 uomo. Tuttavia, le probabilità di ammalarsi non sono uguali per tutti. I "prigionieri" dei pennelli per l'osteoartrite sono più spesso:

quelli i cui genitori, nonni e nonne soffrivano di malattie delle articolazioni - la ragione principale qui è una predisposizione genetica;

lavoratori in agricoltura e un certo numero di professioni, in cui il lavoro è associato a un carico significativo sulle mani;

persone con difetti congeniti dell'anatomia delle articolazioni e dei legamenti delle mani;

pazienti con artrite reumatoide, psoriasi, diabete.

L'artrosi delle mani nelle donne durante la menopausa è causata dagli stessi motivi dell'osteoporosi - una diminuzione della sintesi degli estrogeni da parte delle ovaie (ormoni sessuali femminili).

Manifestazioni e fasi della malattia

I sintomi dell'osteoartrite della mano dipendono dal suo stadio. L'insorgenza della malattia è impercettibile e lo sviluppo procede lentamente, quindi il paziente potrebbe non prestare attenzione al disagio nelle sue mani per anni e nemmeno pensare all'esame e al trattamento. In questo momento, l'artrosi può guadagnare slancio ed è troppo presto, troppo tardi, si farà sentire - spesso in una forma già trascurata.

Fase 1

Nella fase iniziale, l'osteoartrosi della mano emette uno scricchiolio nelle dita quando si flette e si assottiglia. Il dolore alle articolazioni, inizialmente lieve, si verifica periodicamente - durante tempeste magnetiche, dopo un lavoro attivo, ecc. La natura del dolore è dolorosa, opaca e arcuata, gli attacchi acuti di dolore per questo tipo di patologia non sono tipici.

Già in questa fase, è possibile vedere un leggero gonfiore delle articolazioni interfalangee delle dita, che appare anche periodicamente.

Fase 2

Il dolore in questo periodo diventa costante, la sua intensità aumenta. È molto preoccupata per la notte. C'è una sensazione di bruciore e pulsazione nelle articolazioni delle dita. Allo stesso tempo, laddove era il gonfiore, si formano i sigilli: i noduli di Heberden (crescita del tessuto osseo). Molto spesso, questi noduli appaiono simmetricamente su entrambe le mani.

Nella seconda fase di artrosi, è possibile notare una leggera deformazione delle dita. Inoltre, i pazienti iniziano a preoccuparsi di limitare la mobilità nelle mani.

Fase 3

All'ultimo stadio della malattia, la superficie cartilaginea delle articolazioni interfalangee è quasi completamente distrutta. Le escrescenze ossee (noduli di Heberden) aumentano e si uniscono tra loro, causando la curvatura delle dita e una pronunciata restrizione della mobilità. L'anchilosi spesso si sviluppa (accrescimento delle superfici ossee delle articolazioni, portando alla loro completa immobilità).

Un forte dolore doloroso alle dita diventa un sintomo permanente. E in quelle articolazioni in cui la cartilagine è completamente distrutta e l'anchilosi si è sviluppata, non ci può essere dolore, ma non c'è neanche movimento.

Il miglior trattamento per l'osteoartrosi delle mani

Cosa offre la medicina ufficiale?

Il trattamento dell'osteoartrite dipende dalla sua fase.

  • Al primo e al secondo grado, mentre la cartilagine non è ancora stata distrutta, i medici prescrivono attivamente i condroprotettori ai pazienti - farmaci che migliorano i processi nutrizionali e rigenerativi nel tessuto cartilagineo. Queste droghe bevono lunghi corsi.

Contemporaneamente con condroprotettori assumere farmaci antinfiammatori non steroidei (ibuprofene, diclofenac e altri).

Con lo sviluppo di complicanze, quando l'infiammazione (artrite o sinovite) può unirsi al processo distrofico a lungo termine, viene effettuata la terapia con ormoni corticosteroidi (idrocortisone, cortisolo, ecc.).

Il trattamento farmacologico viene effettuato fino alla scomparsa del dolore e una significativa riduzione degli altri sintomi.

  • La terapia dell'artrosi delle articolazioni interfalangee include un effetto manuale: massaggio a percussione (picchiettando sulla zona interessata con la punta delle dita), impastando, allungando le dita.
  • Allevia il dolore bene e facilita la terapia fisica: terapia magnetica, ozocerite e bagni di paraffina, terapia laser ed esercizi fisici (spremitura e sblocco delle dita).
  • Efficaci rimedi popolari

    Il trattamento non convenzionale sarà molto più efficace se applicato nelle prime fasi della malattia. Prima noti sintomi, prima dovrebbe essere esaminato e, se necessario, iniziare la terapia. Ecco alcune semplici ricette che, secondo le recensioni, hanno aiutato molti pazienti.

    Impacco caldo di farina d'avena

    Di notte, cuocere uno spesso porridge di mezza tazza di scaglie di fiocchi d'avena (senza sale, zucchero e altri additivi). Dopo che si è raffreddato un po ', metti 1 cucchiaio pieno di miele e mescola. Applicare il porridge sulle articolazioni dolenti, avvolgere con una benda e indossare guanti in tessuto. Dopo 7-8 ore, lavare e ungere le mani con la crema.

    Ridurre il dolore e altri sintomi sgradevoli con questo trattamento vanno via in circa una settimana.

    Sfregamento dell'alcool miele

    Mescolare in uguali proporzioni miele, glicerina, alcool medico e iodio. Lasciare che il composto in infusione per 24 ore e utilizzare per macinare articolazioni malate. Puoi applicare fino a due volte al giorno, non di più. Lo sfregamento ha un forte effetto antinfiammatorio e riscaldante, allevia efficacemente il dolore.

    Dieta per l'artrosi

    Nelle malattie delle articolazioni del tessuto cartilagineo è importante fornire una buona alimentazione. Questo può essere fatto includendo nella dieta pesci di razza rossa salmone, noci e oli vegetali, come fonti di acidi grassi polinsaturi. Le vitamine del gruppo B e l'acido folico sono utili per le articolazioni, queste sostanze sono numerose nei cereali germinati, nel pane integrale, nei fagioli, nei prodotti a base di latte fermentato, nei cavoli, nelle banane e nelle lenticchie. E da alcol e pasti ipercalorici dovrebbero essere completamente abbandonati.

    Tratta le tue mani con cura e monitora la loro salute - quindi nessuna artrosi ti colpirà di sorpresa.

    Artrosi dell'articolazione del polso. Sintomi e trattamento dell'osteoartrosi del polso

    Un articolo del Dr. Evdokimenko © per il libro Pain and Numbness in the Hands, pubblicato nel 2004. Modificato nel 2011 Tutti i diritti riservati.

    Sintomi di artrosi dell'articolazione del polso

    L'osteoartrosi dell'articolazione radiocarpale non è molto comune. È principalmente post-traumatico, cioè si sviluppa come una complicazione dopo la lussazione o la frattura delle ossa del polso (bisogna chiarire che l'artrosi di solito non si verifica immediatamente, ma diverse settimane o mesi dopo l'infortunio).

    L'artrosi dell'articolazione del polso è caratterizzata da sintomi come uno scricchiolio nell'articolazione durante il movimento e il dolore che si verifica solo con determinati movimenti o in posizioni estreme di estensione della flessione dell'articolazione - vale a dire. quando cerchi di piegare, raddrizza il giunto al massimo, "finché non si ferma". A riposo, senza movimento, il dolore appare solo se una persona diverse ore prima ha sovraccaricato l'articolazione dolente.

    La mobilità dell'articolazione del polso con l'artrosi è sempre ridotta del 30-50%. Ma l'aspetto dell'articolazione del polso affetto da artrosi rimane quasi invariato - dal lato sembra quasi in buona salute o l'articolazione si deforma un po '. Grave deformazioni dell'articolazione del polso con l'artrosi si verificano solo quando la malattia è stata attivata da una frattura delle ossa carpali con il loro spostamento.

    Attenzione! Dobbiamo ricordare che l'articolazione del polso è uno dei "luoghi preferiti" di infiammazione nell'artrite reumatoide. Ed è importante non confondere l'artrosi dell'articolazione del polso con questa grave malattia. Fortunatamente, distinguere l'artrite dall'artrite è di solito piuttosto semplice. Con l'artrite, in contrasto con l'artrosi, il dolore è più spesso più pronunciato a riposo, a tarda notte o al mattino.

    Quando si muove, il dolore, al contrario, spesso diminuisce (anche se i tentativi estremi di estensione della flessione di un'articolazione nell'artrite, come nell'artrosi, sono quasi sempre dolorosi). Nel pomeriggio, specialmente la sera, i dolori da artrite quasi sempre si placano completamente - fino a tarda notte.

    L'aspetto delle articolazioni del polso affette da artrite reumatoide, di regola, varia considerevolmente: vi è sia un pronunciato gonfiore e "gonfiore" dell'articolazione del polso, sia una "zona di rottura" nell'area di questa articolazione con atrofia dei suoi muscoli.

    È anche caratteristico che con l'artrite, la sola sconfitta delle articolazioni del polso è estremamente rara - qualsiasi artrite il più delle volte conduce a infiammazione di più giunture contemporaneamente; e, al contrario, l'artrosi dell'articolazione del polso è una patologia post-traumatica isolata, che di solito colpisce solo un'articolazione del polso danneggiata. Un altro punto distintivo: la condizione generale delle persone con artrosi dell'articolazione del polso di solito non cambia, e l'artrite può manifestare febbre, debolezza, brividi, dolori muscolari, ecc.

    Il meccanismo di sviluppo dell'artrosi dell'articolazione del polso

    Come accennato in precedenza, l'artrosi dell'articolazione del polso è più spesso post-traumatica e di solito si sviluppa dopo le fratture e le lussazioni delle ossa del polso. Ma, in aggiunta, ci sono anche l'artrosi "professionale" dell'articolazione del polso associata al sovraccarico professionale o al microtrauma. Tali sovraccarichi e microtraumi si verificano spesso negli atleti e nei lavoratori delle costruzioni che caricano attivamente le loro mani.

    L'artrosi dell'articolazione del polso si sviluppa spesso in persone che, in virtù della loro professione, devono lavorare molto con un martello pneumatico, un trapano con un perforatore, ecc. Dopotutto, in questi casi un altro fattore dannoso viene aggiunto a sovraccarichi e microtraumi - vibrazioni.

    Come conseguenza dei suddetti effetti, l'articolazione inizia, come dicono i medici, "degradata": le piccole ossa dell'articolazione del polso si deformano e la cartilagine articolare perde parte dell'umidità, diventa secca e meno liscia, ruvida. Oltre a ciò, diventa più sottile e perde la sua capacità di assorbire il carico sulle ossa dell'articolazione. E oltre al problema del giunto, la quantità di fluido articolare sano che svolge una funzione "lubrificante" durante il movimento dei componenti articolari può diminuire.

    Tutto ciò porta alla comparsa di quei sintomi spiacevoli, che sono stati menzionati sopra: a una diminuzione della mobilità dell'articolazione del polso, alla comparsa di uno scricchiolio e dolore in esso durante il movimento.

    Diagnosi di osteoartrosi dell'articolazione del polso

    Innanzitutto, è necessario condurre uno studio radiografico del polso per chiarire il grado di alterazione artritica dell'articolazione del polso dolorante. E per non perdere un possibile processo infiammatorio (cioè l'artrite).

    E, in secondo luogo, ancora con lo scopo di "non perdere" l'artrite, è necessario eseguire esami del sangue: clinici (da un dito) e analisi per i test reumatici (da una vena). È tipico che nei casi di artrosi i risultati degli esami del sangue delle dita e delle vene rimangano nel range di normalità e in caso di artrite si osservino quasi sempre alcune deviazioni (aumento di indicatori quali ESR, proteina C-reattiva, seromucoiidi, acido urico, cambiamenti nel livello delle globuline, ecc. ).


    Trattamento dell'artrosi dell'articolazione del polso

    Un corretto trattamento dell'osteoartrosi dell'articolazione del polso fornisce quasi sempre un buon risultato. Ma questo succede solo se siamo in grado di eliminare l'effetto dannoso che ha portato alla malattia - se preveniamo un ulteriore sovraccarico articolare, eliminiamo la possibilità di ripetuti microtraumi, immobilizziamo l'articolazione del polso con una benda fissante o uno speciale ortopedico polsino, ecc. In una situazione del genere, il trattamento dell'osteoartrosi dell'articolazione del polso avrà quasi certamente successo.

    Se il nostro paziente continua a sovraccaricare il braccio o continua a lavorare in un lavoro traumatico senza aver cura di proteggere l'articolazione con dispositivi ortopedici (ad esempio, braccialetti), l'effetto del trattamento sarà ridotto a zero o sarà minimo e di breve durata.

    Ora parliamo di quelle procedure mediche che portano il massimo beneficio in caso di artrosi dell'articolazione del polso.

    Innanzitutto, come con qualsiasi tipo di artrosi, dobbiamo occuparci di saturare la cartilagine danneggiata dell'articolazione con sostanze nutritive speciali - condroprotettori. Il trattamento del corso di artrosi con condroprotettore è descritto in dettaglio qui >>>

    In secondo luogo, dobbiamo cercare di ripristinare il "gioco articolato", vale a dire restituire la mobilità delle ossa articolate nell'articolazione radiocarpale. La terapia manuale (metodo di mobilitazione) è adatta a questo. Di solito 3-4 sessioni di terapia manuale sono sufficienti per massimizzare la mobilità dell'articolazione del polso del paziente.

    Il terzo compito che affrontiamo nel trattamento dell'osteoartrite dell'articolazione del polso è il miglioramento della circolazione del sangue in esso e l'accelerazione del metabolismo nell'articolazione. Per risolvere questo problema, abbiamo una vasta selezione di procedure mediche. Quindi, possiamo usare con successo:

    • comprime con bischofite o bile medica;
    • fango terapeutico;
    • ozocerite;
    • terapia di paraffina;
    • massaggio o automassaggio con unguenti a base di sostanze anti-infiammatorie (gel di voltaren, fastum, crema longevità, ecc.);
    • terapia laser;
    • terapia magnetica;
    • elektoroforez.

    Infine, nel trattamento dei casi più gravi di artrosi, possiamo utilizzare il metodo di saturazione dell'articolazione del paziente con speciali sostanze "lubrificanti" - derivati ​​dell'acido ialuronico (farmaci ostenil, fermatron, go-on, hiastate, ecc.). Utilizzando 3-5 iniezioni di acido ialuronico nell'articolazione dolorante, eseguita dopo la riposizionamento manuale dell'articolazione (e talvolta senza esso), è possibile migliorare drasticamente la condizione nel 70-80% dei pazienti (per i dettagli sui preparati di acido ialuronico, vedere il capitolo 26).

    E se il trattamento viene eseguito in modo completo, in tutte e quattro le posizioni (uso di condroprotettore, terapia manuale, miglioramento della circolazione sanguigna nelle iniezioni articolari e intra-articolari di preparati di acido ialuronico), il risultato della terapia sarà ancora più alto.

    Come evitare l'artrosi dell'articolazione del polso e trattarla?

    Nell'articolazione del polso articolata 5 ossa - radiale, ulnare e prima fila del carpo. Forma un composto complesso complesso, che include il disco articolare fibroso-cartilagineo dell'osso ulnare. L'articolazione del polso ellissoidale è una delle più mobili del corpo umano, consente movimenti di flessione-estensione, abduzione e adduzione. È facilmente lesivo, quindi l'osteoartrite dell'articolazione del polso è più spesso post-traumatica, l'artrosi è anche comune sullo sfondo del sovraccarico professionale. Nell'area dell'articolazione ci sono i vasi sanguigni, i nervi, i tendini, che possono essere coinvolti nel processo patologico dell'artrosi. Al primo segno di dolore al polso dovrebbe essere esaminato. Se diagnostichi l'artrosi del polso nel tempo, il trattamento sarà più efficace.

    Eziologia e patogenesi

    Come già accennato, il più delle volte questo tipo di artrosi si sviluppa dopo una lesione traumatica al polso - contusione, frattura, lussazione, distorsione. L'artrosi post-traumatica inizia a svilupparsi entro poche settimane o addirittura diversi mesi dopo il danneggiamento delle ossa o dei legamenti. A questo punto, gli effetti visibili della lesione sono generalmente eliminati, il dolore e la deformità gravi scompaiono. Disagio al polso, rigidità del paziente può essere attribuito al fatto che la lesione non è completamente guarita e aspettarsi un miglioramento. In realtà, questo è il risultato di una conseguenza lontana della lesione - deformando l'artrosi. Questa malattia progredisce, i sintomi aumentano, le condizioni del paziente peggiorano. Il trattamento può solo fermare lo sviluppo dell'osteoartrosi del polso, ma non invertirlo.

    La malattia può anche provocare:

    • rischi professionali, sovraccarico regolare delle articolazioni. I costruttori professionisti, i lavoratori agricoli, le cucitrici, i tipografi, gli atleti che caricano le mani soffrono di artrite di tale eziologia. Particolarmente dannoso per la vibrazione articolare, che si verifica quando si lavora con un trapano, un martello pneumatico;
    • cambiamenti legati all'età nel corpo;
    • disturbi endocrini, ormonali;
    • malattie del tessuto connettivo.

    La distruzione della cartilagine e del disco articolare di solito inizia con danni meccanici. A causa di cambiamenti legati all'età o sullo sfondo di malattie sistemiche, il meccanismo di restauro del tessuto cartilagineo può essere disturbato. Ciò è dovuto a carenze nutrizionali, produzione di liquido sinoviale e cellule cartilaginee in quantità insufficiente. Nel primo stadio, le alterazioni degenerative-distrofiche colpiscono prevalentemente il tessuto cartilagineo. La cartilagine ha il ruolo di uno strato che riduce l'attrito osseo e il disco articolare ne garantisce la congruenza, ovvero la conformità delle superfici articolate. Come risultato della distruzione del tessuto cartilagineo, le ossa delle articolazioni sono deformate, le forme di crescita sotto forma di spine. L'osteoartrosi dell'articolazione del polso è solitamente accompagnata dall'accorciamento del raggio.

    Nella fase avanzata, l'artrosi colpisce i tessuti periarticolari situati all'esterno della capsula articolare. La calcificazione dei legamenti avviene, perdono la loro elasticità. Atrofia muscolare, a volte dolorosamente contratta. È possibile il danno da parte degli osteofiti troppo cresciuti dei nervi e dei vasi sanguigni.

    sintomi

    Nell'osteoartrosi dell'articolazione del polso, i sintomi e il trattamento dipendono dal livello raggiunto dalla malattia. In caso di artrosi dell'articolazione del polso del 1 ° grado di movimento del polso, accompagnata da dolore moderato, al mattino si ha rigidità dei movimenti. In questa fase, la cartilagine si sta già assottigliando, in essa potrebbero apparire delle crepe. Il liquido sinoviale si addensa e non fornisce la cartilagine con la quantità necessaria di sostanze nutritive. Il secondo stadio si manifesta con forti dolori che si verificano durante i movimenti e persistono per lungo tempo quando l'articolazione non è più sotto carico. Il movimento è accompagnato da un crunch. Il loro volume è ridotto di circa un terzo, i movimenti laterali sono particolarmente difficili. Muscoli e legamenti deboli.

    I sintomi più pronunciati di artrosi in una fase successiva. Questo è un dolore intenso e costante, mobilità limitata fino al 50%. A volte l'articolazione del polso acquisisce mobilità, questo porta a uno spostamento dell'asse del pennello, il braccio è accorciato o piegato, come nella foto. Sebbene l'artrosi dell'articolazione del polso, come altri tipi di artrosi, sia chiamata deformazione (DOA), la deformità dell'articolazione non è evidente nemmeno nella fase tardiva di questa malattia. Se in precedenza si è verificata una frattura delle ossa carpali con un offset, è più probabile una grave deformità. I cambiamenti nelle articolazioni sono chiaramente visibili sui raggi X, l'immagine è presa in 2 o 3 proiezioni.

    Il quadro clinico con articolazioni fortemente deformate, l'edema è più caratteristico dell'artrite, che di solito colpisce un gruppo di articolazioni. È inoltre necessario distinguere l'artrosi dalle malattie dei tessuti molli (tendiniti, borsiti), styloiditis (infiammazione nel sito di attacco dei legamenti ai processi stiloideo delle ossa) e necrosi asettica delle ossa (malattia di Kiyabeka-Prizer).

    Esame dell'articolazione del polso

    La diagnosi inizia con l'esame e la palpazione del polso, confrontando le articolazioni su un braccio dolente e sano (artrosi post-traumatica, di regola, unilaterale). Il medico studia il palmar, la schiena, le superfici laterali dell'articolazione, attira l'attenzione sui punti di riferimento anatomici - fossette, protuberanze, pieghe, sporgenze delle ossa. Se qualche punto di riferimento è scomparso o si è formato in un luogo atipico, ciò indica un processo patologico nell'articolazione, ma non necessariamente artrosi. Colore della pelle e pattern, viene valutato il tono muscolare. Il gonfiore combinato con il rossore e l'aumento della temperatura locale è un segno di un processo infiammatorio. Dolore informativo che accompagna il movimento della mano rispetto all'avambraccio, crunch.

    Per una diagnosi più accurata sono necessari esami di laboratorio e hardware. I raggi X rivelano un restringimento dello spazio articolare, della massa ossea, degli osteofiti. In caso di artrosi dell'articolazione del 2 ° grado, il gap si restringe più della metà, è praticamente assente in 3 fasi. Il numero e la dimensione degli osteofiti aumenta. Ottenere informazioni sullo stato del tessuto molle consente l'ecografia. Una delle tecniche diagnostiche più informative è la risonanza magnetica, è una procedura costosa, ma può essere utilizzata per rilevare i minimi cambiamenti nei tessuti articolari e periarticolari. Per la diagnosi differenziale dell'osteoartrosi e delle malattie infiammatorie, in particolare l'artrite, viene effettuato un esame del sangue generale e biochimico, se si sospetta l'artrite, viene prelevato il sangue per i test reumatici.

    trattamento

    Dopo aver effettuato una diagnosi accurata, è possibile procedere al trattamento dell'artrosi del polso. Per cominciare, il giunto deve essere scaricato e ri-ferito escluso. Ciò è facilitato dai prodotti ortopedici: braccialetti, ortesi, bende, pneumatici. Si raccomanda di essere indossati durante il periodo di riabilitazione dopo l'infortunio, quando il cast viene rimosso. Le persone le cui attività professionali o hobby sono associate a un carico al polso dovrebbero indossare una benda, che ripara la benda mentre si lavora, praticare sport a fini terapeutici e profilattici. Un'altra condizione per una terapia di successo: una dieta equilibrata. Una persona dovrebbe ricevere abbastanza vitamine e minerali, proteine, fibre. Il consumo di grassi, carboidrati, sale dovrebbe essere limitato, prodotti nocivi con conservanti da escludere dalla dieta.

    Di solito, il trattamento dell'artrosi dell'articolazione del polso inizia con un breve ciclo di farmaci antinfiammatori non steroidei. Con il loro aiuto, alleviano il dolore e fermano l'infiammazione (se disponibile). Con forme avanzate di processo infiammatorio acuto, può essere indicato il trattamento con corticosteroidi. Non appena la malattia si sposta dalla fase acuta a quella subacuta, la gamma di metodi di esposizione può essere ampliata. Il trattamento ha i seguenti obiettivi:

    • fermare la distruzione della cartilagine, compensare la carenza dei suoi componenti nel corpo, creare le condizioni per la rigenerazione della cartilagine e del disco articolare;
    • migliorare la circolazione sanguigna, i processi metabolici e il trofismo tissutale nella zona dell'articolazione;
    • ripristinare la mobilità dell'articolazione.

    Condroprotettore e acido ialuronico

    I componenti principali della cartilagine sono condroitina e glucosamina. Se per qualsiasi ragione il corpo li produce in quantità insufficienti, la ricezione di componenti esogeni contribuirà a correggere la situazione. Di solito sono raccolti dal tessuto cartilagineo del bestiame. I preparati contenenti condroitina e / o glucosamina sono chiamati condroprotettori. Possono anche neutralizzare l'azione degli enzimi che distruggono la cartilagine. La somministrazione sistemica più efficace di condroprotettori sotto forma di compresse (capsule), iniezioni. Può essere completato applicando unguenti all'area del polso. I primi condroprotettori sono iniziati, maggiori sono le possibilità di successo, a 3 stadi, quando la cartilagine è quasi completamente distrutta, non sono prescritti.

    Uno dei motivi per cui la cartilagine articolare si restringe, rompe, perde elasticità è una diminuzione del volume di produzione di liquido sinoviale e un cambiamento nelle sue caratteristiche. I preparati di acido ialuronico aiutano a diluire il fluido intraarticolare ispessito ea riempirne il volume. Le loro iniezioni vengono fatte direttamente nella capsula articolare. Se i condroprotettori vengono assunti per diversi mesi, il trattamento con acido ialuronico consiste in poche iniezioni. Questo lubrificante naturale non solo previene la distruzione della cartilagine, ma riduce anche l'attrito osseo. Le iniezioni sono praticate anche in una fase avanzata della malattia, ma solo in assenza di infiammazione nella capsula articolare.

    Stimolazione della circolazione sanguigna e del trofismo

    Da farmaci farmaci unguenti irritanti locali hanno questo effetto. La loro composizione include componenti che contribuiscono all'espansione dei vasi sanguigni e migliorano la circolazione sanguigna. Questo migliora la nutrizione del tessuto e il flusso linfatico, diminuisce il gonfiore. A causa del riscaldamento e l'effetto irritante di tali pomate bloccano il dolore. Questa categoria comprende preparazioni a base di veleno d'api e serpenti, capsaicina (estratto di pepe rosso), canfora, senape e una serie di altri oli essenziali. Possono anche contenere componenti anti-infiammatori, di solito salicilati.

    Stimolare i processi metabolici e le procedure fisioterapiche per la circolazione sanguigna:

    • comprime con bischofite, dimexidum, bile medica;
    • ozocerite e impacchi di paraffina;
    • fango curativo avvolge con argilla;
    • terapia laser;
    • terapia magnetica;
    • elettroforesi con farmaci.

    Sviluppo congiunto

    Nelle prime fasi dell'osteoartrosi del polso, viene trattato con successo con terapia manuale. Il progressivo allungamento dell'articolazione si chiama mobilizzazione, la procedura viene eseguita per diverse sessioni. Di conseguenza, il giunto viene rilasciato e il paziente può spostare il braccio nel polso senza dolore. Ma ci sono una serie di controindicazioni alla terapia manuale, e non è sempre possibile ricorrere a questa tecnica. Un buon effetto ha un massaggio, durante il quale vengono eseguiti i metodi di carezza e sfregamento. Dal lato posteriore, l'impatto dovrebbe essere più leggero, più delicato rispetto al palmo. Per prevenire l'atrofia muscolare, è necessario allenare l'avambraccio in aggiunta all'articolazione. Il massaggio è consigliato per integrare gli esercizi attivi e passivi.

    Scopri esercizi efficaci e sicuri per lo sviluppo del polso e il rafforzamento dei muscoli circostanti aiuterà il riabilitatore. In pratica, vengono mostrati l'estensione della flessione, la riduzione dell'abduzione e i movimenti circolari. Se eseguendo una serie di esercizi è accompagnato da dolore, puoi immergere la mano in acqua tiepida ed eseguire movimenti sott'acqua.

    La prognosi dell'osteoartrite dell'articolazione del polso è relativamente favorevole, la limitazione della mobilità di solito non supera il 50%, una persona può eseguire operazioni di base, mantiene la capacità di auto-servizio. Allo stesso tempo, l'attività irta di micro ferite del polso dovrà essere abbandonata. Fondamentalmente, l'osteoartrite del polso viene trattata con metodi conservativi, ricorrere all'intervento chirurgico, se è complicato da altri processi patologici nel polso, mano. Ignorando i sintomi dell'osteoartrosi, i tentativi di autotrattamento senza consultazione medica possono portare al fatto che la malattia va in una forma trascurata che non è curabile.

    Come trattare l'artrosi dell'articolazione del polso

    Il corpo umano è un complesso sistema di autoregolazione in grado di adattarsi e recuperare rapidamente. Tuttavia, a volte questo biomeccanismo fallisce, quindi possono verificarsi violazioni di natura diversa. A questo proposito, consideriamo i sintomi e il trattamento della deformazione dell'artrosi.

    motivi

    L'osteoartrosi dell'articolazione del polso (vedi foto sotto) è una malattia articolare distruttivo-distrofica caratterizzata da danni agli elementi strutturali dell'articolazione.

    L'articolazione del polso, che si trova all'incrocio delle ossa del polso e dell'avambraccio (radiale, ulnare), è interessata. Questa articolazione articolare ha la forma di un'ellisse e svolge diverse funzioni: abduzione - adduzione e flessione - estensione della mano.

    Aiuto. Questo tipo di malattia è diagnosticato in rari casi.

    Il meccanismo dello sviluppo della malattia è semplice. A causa dell'impatto negativo, si verifica la degenerazione dei tessuti dell'articolazione. C'è essiccazione, assottigliamento, perdita di mobilità della cartilagine, che a sua volta provoca lo sviluppo di cambiamenti degenerativi nella struttura dell'articolazione.

    Le cause dello sviluppo del fenomeno patologico sono convenzionalmente suddivise in diversi gruppi:

    1. Post-traumatico - la malattia si sviluppa a causa di microtraumi e carichi costanti sui polsi.
    2. Infiammatorio: varie patologie croniche che colpiscono i tessuti connettivi possono provocare patologie.
    3. Età - la patologia può essere scatenata da segni di invecchiamento (problemi di metabolismo, usura della cartilagine).
    4. Misto - sullo sfondo di fratture non concomitanti, anomalie congenite dello sviluppo, ecc.

    Vale anche la pena notare che l'artrosi post-traumatica dell'articolazione del polso viene diagnosticata nella grande maggioranza dei casi ed è associata all'attività professionale.

    Circa il 75% di tutti i pazienti sono atleti, musicisti, operatori informatici e altri rappresentanti di professioni legate al carico sistematico sulle loro mani.

    classificazione

    In medicina, l'artrosi è classificata in diversi tipi in base a determinati fattori:

    1. A seconda dell'origine - è diviso in 2 tipi:
    • primaria (idiopatica) - si sviluppa su un'articolazione sana a causa di un'elevata attività fisica, che supera la resistenza a trazione della cartilagine;
    • secondario - si verificano sullo sfondo di varie malattie articolari, lesioni, ecc.
    1. Dalla causa dello sviluppo - la forma della malattia dipende dal fattore provocante:
    • non specifico - causato da vari agenti patogeni infettivi;
    • specifico - può essere scatenato da malattie come la tubercolosi, la gonorrea, la sifilide;
    • sistemico - si pone come una complicazione di disturbi sistemici dei tessuti connettivi;
    • metabolico - il risultato di vari disturbi dei processi metabolici nel corpo (gotta);
    • allergico-infettivo - una complicazione di una malattia infettiva (morbillo, dissenteria).
    1. Secondo la natura del corso - nel processo di sviluppo la patologia passa attraverso diverse fasi, ognuna delle quali ha le sue caratteristiche:
    • Fase 1 - una limitazione minore di mobilità e dolore. Raggi X - restringimento dello spazio articolare, affilatura dei bordi dell'articolazione;
    • Fase 2 - dolore moderato, limitazione tangibile della mobilità. Sui raggi X - un restringimento pronunciato della fessura articolare, la formazione di osteofiti;
    • Fase 3: una significativa limitazione della mobilità, accompagnata da intenso dolore. Alla radiografia - manca il gap articolare; Crescita ossea, deformità articolare.

    Una classificazione così dettagliata dell'artrite dell'articolazione del polso (la designazione collettiva di eventuali malattie articolari, che comprende anche l'artrosi) consente di diagnosticare la malattia con elevata precisione, determinarne la causa e selezionare un trattamento efficace.

    sintomatologia

    L'osteoartrosi dell'articolazione carpale presenta sintomi caratteristici, oltre a una serie di manifestazioni aggiuntive.

    Aiuto. La gravità dei sintomi dipende dallo stadio della malattia.

    Il quadro clinico della malattia è caratterizzato dai seguenti sintomi:

    • sindrome del dolore;
    • crunch durante la spazzolatura;
    • mobilità limitata, rigidità;
    • l'infiammazione;
    • gonfiore, arrossamento della pelle;
    • deformità dell'articolazione ossea e formazione di noduli sottocutanei densi.

    Inoltre, un'altra caratteristica del disturbo è una riduzione della gravità del dolore dopo l'esecuzione di movimenti attivi con il braccio con l'articolazione interessata.

    diagnostica

    La diagnosi di osteoartrite dell'articolazione del polso viene effettuata utilizzando i seguenti metodi:

    1. Indagine del paziente, chiarimento dei reclami, raccolta di anamnesi.
    2. Esame esterno del paziente e palpazione della zona interessata.
    3. Test di laboratorio: analisi del sangue, test reumatici.
    4. Radiografia in 2 proiezioni.
    5. MR.

    Quest'ultimo metodo viene utilizzato solo nei casi in cui lo specialista ha dubbi sulla diagnosi proposta.

    In base ai risultati dell'esame, il medico seleziona individualmente un regime di trattamento, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente.

    trattamento

    Il trattamento dell'osteoartrosi del polso della mano viene effettuato in un complesso con l'uso di metodi conservativi e operativi.

    La terapia conservativa comprende diversi metodi con effetti multidirezionali sul corpo (presentati nella tabella seguente).

    Artrosi dell'articolazione del polso: cause, sintomi, trattamento e prevenzione

    Con una tale patologia come l'artrosi dell'articolazione del polso, si verificano la distruzione e la deformazione delle cartilagini responsabili della connessione delle ossa e del movimento delle articolazioni delle mani. Le cause principali della malattia sono le lesioni e le conseguenze delle attività professionali associate al carico sulla mano.

    Sia gli uomini che le donne sono più o meno influenzati da questo disturbo, quindi il materiale è raccomandato a una vasta cerchia di lettori.

    Artrosi dell'articolazione del polso - che cos'è?

    L'osteoartrite dell'articolazione del polso è più spesso post-traumatica e di solito si sviluppa dopo le fratture e le lussazioni delle ossa del polso. Ma, in aggiunta, ci sono anche l'artrosi "professionale" dell'articolazione del polso associata al sovraccarico professionale o al microtrauma. Tali sovraccarichi e microtraumi si verificano spesso negli atleti e nei lavoratori delle costruzioni che caricano attivamente le loro mani.

    L'artrosi dell'articolazione del polso si sviluppa spesso in persone che, in virtù della loro professione, devono lavorare molto con un martello pneumatico, un trapano con un perforatore, ecc. Dopotutto, in questi casi un altro fattore dannoso viene aggiunto a sovraccarichi e microtraumi - vibrazioni.

    Come conseguenza dei suddetti effetti, l'articolazione inizia, come dicono i medici, "degradata": le piccole ossa dell'articolazione del polso si deformano e la cartilagine articolare perde parte dell'umidità, diventa secca e meno liscia, ruvida.

    Oltre a ciò, diventa più sottile e perde la sua capacità di assorbire il carico sulle ossa dell'articolazione. E oltre al problema del giunto, la quantità di fluido articolare sano che svolge una funzione "lubrificante" durante il movimento dei componenti articolari può diminuire.

    L'artrosi dell'articolazione del polso è caratterizzata da sintomi come uno scricchiolio nell'articolazione durante il movimento e il dolore che si verifica solo con determinati movimenti o in posizioni estreme di estensione della flessione dell'articolazione - vale a dire quando cerchi di piegare, raddrizza il giunto al massimo, "finché non si ferma". A riposo, senza movimento, il dolore appare solo se una persona diverse ore prima ha sovraccaricato l'articolazione dolente.

    La mobilità dell'articolazione del polso con l'artrosi è sempre ridotta del 30-50%. Ma l'aspetto dell'articolazione del polso affetto da artrosi rimane quasi invariato - dal lato sembra quasi in buona salute o l'articolazione si deforma un po '. Grave deformazioni dell'articolazione del polso con l'artrosi si verificano solo quando la malattia è stata attivata da una frattura delle ossa carpali con il loro spostamento.

    Dobbiamo ricordare che l'articolazione del polso è uno dei "luoghi preferiti" di infiammazione nell'artrite reumatoide. Ed è importante non confondere l'artrosi dell'articolazione del polso con questa grave malattia. Fortunatamente, distinguere l'artrite dall'artrite è di solito piuttosto semplice. Con l'artrite, in contrasto con l'artrosi, il dolore è più spesso più pronunciato a riposo, a tarda notte o al mattino.

    Quando si muove, il dolore, al contrario, spesso diminuisce (anche se i tentativi estremi di estensione della flessione di un'articolazione nell'artrite, come nell'artrosi, sono quasi sempre dolorosi). Nel pomeriggio, specialmente la sera, i dolori da artrite quasi sempre si placano completamente - fino a tarda notte.

    L'aspetto delle articolazioni del polso affette da artrite reumatoide, di regola, varia considerevolmente: vi è sia un pronunciato gonfiore e "gonfiore" dell'articolazione del polso, sia una "zona di rottura" nell'area di questa articolazione con atrofia dei suoi muscoli.

    È anche caratteristico che con l'artrite, la sola sconfitta delle articolazioni del polso è estremamente rara - qualsiasi artrite il più delle volte conduce a infiammazione di più giunture contemporaneamente; e, al contrario, l'artrosi dell'articolazione del polso è una patologia post-traumatica isolata, che di solito colpisce solo un'articolazione del polso danneggiata.

    Un altro punto distintivo: la condizione generale delle persone con artrosi dell'articolazione del polso di solito non cambia, e l'artrite può manifestare febbre, debolezza, brividi, dolori muscolari, ecc.

    Un corretto trattamento dell'osteoartrosi dell'articolazione del polso fornisce quasi sempre un buon risultato. Ma questo succede solo se siamo in grado di eliminare l'effetto dannoso che ha portato alla malattia:

    • prevenire ulteriore sovraccarico articolare
    • eliminare la possibilità di ripetuti microtraumi,
    • immobilizzare l'articolazione del polso con una benda di fissaggio o un braccialetto speciale ortopedico, ecc.

    In una situazione del genere, il trattamento dell'osteoartrosi dell'articolazione del polso avrà quasi certamente successo. Se il paziente continua a sovraccaricare il braccio o continua a lavorare in condizioni traumatiche senza prendersi cura della protezione articolare con dispositivi ortopedici, l'effetto del trattamento sarà ridotto a zero o sarà minimo e di breve durata.

    Cause e fattori della malattia

    Le statistiche mostrano che l'artrite del polso è prevalentemente una malattia professionale. Tre quarti dei pazienti sono costruttori e atleti (giocatori di tennis), che ricevono costantemente microtraumi a seguito di uno sforzo fisico.

    Le ragioni principali per lo sviluppo dell'artrosi del polso sono solo quattro:

    1. Processo post-traumatico associato ad attività professionali, ad esempio sovraccarichi sistematici e microtraumi dell'articolazione tra programmatori e insegnanti;
    2. Osteoartrite dell'articolazione del polso dovuta a processi infiammatori cronici nel tessuto articolare (artrite);
    3. Cambiamenti legati all'età della cartilagine e cambiamenti distrofici sullo sfondo di altre malattie associate a disturbi metabolici, come la gotta, le malattie del sistema endocrino;
    4. Disturbi di natura mista distrofica-post-traumatica in caso di fratture della mano non-discrete, anomalie dello sviluppo congenito.

    Va notato che la condizione di qualsiasi articolazione dipende in gran parte dallo stato dei vasi sanguigni che lo circondano. Nell'artrosi, la circolazione del sangue nell'area dell'articolazione colpita è quasi sempre ridotta. Inoltre, con il progredire della malattia, una diminuzione della mobilità dell'articolazione malata e l'assenza del suo "pompaggio" portano a una stasi ancora maggiore nei vasi sanguigni che circondano l'articolazione.

    E questo, a sua volta, contribuisce al deterioramento del giunto stesso. C'è un circolo vizioso, che è molto difficile da rompere. Inoltre, il tasso di sviluppo dell'artrosi dipende dallo stato del sistema muscolare umano. Negli uomini, la malattia di solito procede più facilmente che nella maggior parte delle donne, poiché i muscoli forti alleviano parte dello sforzo sull'articolazione colpita.

    L'artrosi può svilupparsi per una serie di motivi, ma il più delle volte è innescata da una combinazione di un numero di circostanze sfavorevoli all'articolazione. Lesioni e microtraumi dell'articolazione in circa la metà dei casi contribuiscono allo sviluppo dell'artrosi. E non è necessario che la ferita debba essere troppo severa, fondamentalmente le riparazioni articolari in sé, ma in rari casi, in presenza di altre circostanze sfavorevoli, la lesione può provocare lo sviluppo di artrosi.

    Lesioni ripetitive o micro-lesioni croniche che spesso accompagnano la carriera di atleti professionisti e persone in determinate occupazioni traumatiche sono particolarmente dannose per l'articolazione. Tali lesioni ricorrenti o croniche a volte portano allo sviluppo dell'artrosi anche nei giovani, che per ragioni naturali non hanno ancora artrosi.

    Dopo tutto, le lesioni croniche (microtrauma) contribuiscono all '"accumulo" nell'articolazione di un numero di lesioni. In particolare, le lesioni croniche provocano "cracking" e assottigliamento della cartilagine, portando a lacrime nella capsula articolare e fratture microcore dei fasci ossei, con conseguente deformazione delle ossa dell'articolazione. Tutto ciò, a sua volta, funge da terreno fertile per l'artrosi.

    Recentemente, i pazienti soffrono sempre più di "artrosi da postemergenza", cioè di artrosi dovuta a incidenti automobilistici. Grave frattura ossea e frattura delle articolazioni che si verificano durante un incidente a volte portano allo sviluppo di artrosi grave e talvolta alla completa immobilità dell'articolazione colpita.

    Ma se nei giovani le lesioni post-incidente delle articolazioni sono spesso trattate abbastanza bene, allora nelle persone anziane il trattamento dell'artrosi post-traumatica richiede spesso grandi sforzi.

    Sovraccarico articolare o carico eccessivo prolungato sull'articolazione: anche questi fattori sono considerati una delle cause dello sviluppo dell'artrosi. Gli studi condotti negli ultimi anni hanno dimostrato che l'eccessiva fatica da sola porta raramente all'insorgenza di artrosi, se l'articolazione caricata è completamente sana, non danneggiata, non presenta difetti congeniti o legati all'età.

    Un atleta che ha trascorso i suoi anni di carriera sportiva in modo sicuro, o una persona che ha lavorato duramente sul lavoro fisico, ma ha fatto senza infortuni, ha tutte le possibilità di evitare l'artrosi, a meno che, ovviamente, non abbia altri prerequisiti per la malattia.

    L'osteoartrite può facilmente verificarsi se una persona prova a caricare un'articolazione che non si è completamente ripresa da un infortunio. Oppure carica troppo le articolazioni, che non sono completamente piene fin dalla nascita, ad esempio articolazioni in cui sono nascosti difetti alla nascita o sottosviluppo ereditario del tessuto cartilagineo. O sovraccarica le articolazioni, precedentemente colpite dall'infiammazione (artrite).

    Un carico eccessivo fa male a quelle articolazioni, in cui ci sono almeno alcuni difetti e lesioni. Il sovraccarico influisce negativamente sulle articolazioni delle persone di mezza età. Dopo tutto, le articolazioni, in cui sono già avvenute le "classiche" modifiche legate all'età, non tengono nemmeno il solito carico giornaliero. E un tentativo di sovraccaricare tali giunti molto spesso si traduce in danno a loro.

    Il ruolo dell'ereditarietà nello sviluppo dell'artrosi è ambiguo. Ora è abbastanza ovvio che l'artrosi stessa non è ereditata. Ma qui le caratteristiche del metabolismo, la struttura del tessuto cartilagineo e la debolezza dello scheletro sono trasmesse dai genitori ai bambini geneticamente.

    Pertanto, il rischio di contrarre l'artrite è leggermente superiore nelle persone i cui genitori o parenti soffrono di artrosi. Questo rischio aumenta se una persona presenta anomalie o un sottosviluppo dell'articolazione sin dalla nascita. Anche nel tempo, l'anomalia dell'articolazione "sequestrata" e trattata durante l'infanzia aumenta significativamente il rischio di sviluppare artrosi in età avanzata.

    Tipi e forme di malattia

    Secondo il fattore eziologico, questa malattia è divisa in primaria (idiopatica) e secondaria. Nella maggior parte dei casi, l'artrosi deformante si sviluppa senza una ragione apparente - questa è la cosiddetta artrosi primaria o idiopatica. Nel suo caso, i fattori genetici svolgono un ruolo decisivo.

    La diagnosi di artrosi primaria deformante della mano e delle dita è stabilita solo dopo che tutte le possibili cause della forma secondaria di questa malattia sono state respinte. In altre parole, l'artrosi deformante idiopatica della mano e delle dita è una diagnosi di esclusione.

    Tra le forme di artrosi primaria deformante della mano e le dita sono:

    • forma nodulare (nodi di Bouchard e Heberden);
    • forma non nodulare (artrosi da deformazione erosiva delle articolazioni interfalangee);
    • Rhizartrosi (deformando l'artrosi della prima articolazione carpale-metacarpale).

    Tra le forme di artrosi secondaria deformante della mano e delle dita sono:

    • forma post-traumatica (acuta e cronica);
    • malformazioni congenite dello scheletro (displasia ossea);
    • malattie associate alla deposizione di sali di calcio (pirofosfato e idrossiapatite di calcio);
    • malattie endocrine (acromegalia, iperparatiroidismo, diabete, obesità, ipotiroidismo, ecc.);
    • altre condizioni patologiche (congelamento, malattia del cassone, malattia di Kashin-Beck, varie emoglobinopatie, ecc.).

    Tra i fattori che portano all'artrosi da deformazione secondaria, i più significativi sono:

    1. biomeccanica (lesioni articolari, shock da impatto e carichi di torsione, anomalie dello sviluppo dell'apparato muscolo-scheletrico (displasia), deformità scheletriche statiche, necrosi asettica primaria del tessuto osseo, obesità);
    2. infiammatorio (artrite acuta e cronica di varie eziologie, emofilia);
    3. metabolico (gotta, emocromatosi, condrocalcinosi);
    4. endocrino (diabete mellito, acromegalia, squilibrio degli ormoni sessuali, ipo e iperparatiroidismo);
    5. ischemico (malattia varicosa degli arti inferiori, endoarterite obliterante, aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori).

    Il grado di manifestazione e il meccanismo di sviluppo della patologia

    Sulla base di una combinazione di dati clinici e radiologici, ci sono tre fasi di artrosi:

    • Osteoartrosi dello stadio I - dolore minore e limitazione della mobilità dell'articolazione. Quando i raggi X - un leggero restringimento dello spazio articolare, affilando i bordi delle superfici articolari.
    • Artrosi allo stadio II - dolore moderato e mobilità limitata nell'articolazione. Sulla radiografia - un pronunciato restringimento dello spazio articolare, escrescenze marginali di ossa (osteofiti), consolidamento osseo sotto la cartilagine (osteosclerosi subcondrale), chiarimenti cistici nelle ossa.
    • Artrosi allo stadio II - dolore pronunciato, una significativa limitazione della mobilità dell'articolazione. Sulla radiografia - l'assenza quasi completa dello spazio articolare, significativa crescita ossea e deformazione.

    Un ruolo importante nell'attività dell'articolazione è svolto dai muscoli circostanti. Se i muscoli sono poco sviluppati, la cinetica (movimento corretto) delle articolazioni viene disturbata. I muscoli durante i movimenti svolgono il ruolo di un tipo di pompa, pompando grandi volumi di sangue attraverso i loro vasi sanguigni.

    Grazie a questo "pompaggio" il sangue circola meglio intorno all'articolazione, fornendo più nutrienti ad esso. Di conseguenza, quanto più i muscoli lavorano, tanto più attivamente il sangue circola e tanto più l'alimentazione che l'articolazione riceve dall'esterno. Quando l'artrosi, prima di tutto, le molecole di proteoglicano sono danneggiate. Le molecole proteoglicano sono responsabili della ritenzione idrica nella cartilagine articolare.

    A causa del danno e della riduzione del numero di proteoglicani, la cartilagine si asciuga. L'essiccazione della cartilagine non è necessariamente associata al loro danno - con l'età, la cartilagine di ogni persona perde gradualmente l'acqua. La cartilagine asciutta perde la sua fermezza ed elasticità.

    Nella fase successiva, le fibre di collagene vengono gradualmente distrutte. Perdono forza, parzialmente scoppiano o scoppiano completamente. Allo stesso tempo, il loro intreccio è disturbato e si verifica "razvlechenie". Questo complesso delle violazioni di cui sopra porta al fatto che la cartilagine è secca e ruvida, coperta da fessure. Dove tra le ossa ci dovrebbe essere uno scivolamento "morbido", si verifica un attrito anomalo.

    A causa dell'attrito, la cartilagine si ulcera e diventa più sottile, "cancellata". Di conseguenza, la cartilagine perde le sue proprietà di deprezzamento e cessa di attenuare la pressione sull'osso sottostante. A causa dell'aumentata pressione, le ossa situate sotto la cartilagine assottigliata sono compattate e gradualmente deformate. Questi cambiamenti corrispondono al primo stadio iniziale di artrosi.

    Nella seconda fase dell'artrosi, le teste delle ossa, che sono state lasciate senza un ammortizzatore cartilagineo, iniziano a appiattirsi gradualmente. Quindi c'è un aumento compensatorio nell'area articolare. Ai margini di quest'area cresce il tessuto osseo degenerato, che forma gli osteofiti chiaramente visibili sull'immagine a raggi X.

    Anche la capsula dell'articolazione e la membrana sinoviale che si trova al suo interno con l'artrosi rinascono gradualmente - si verifica la loro increspatura. Ciò è dovuto al fatto che con una mancanza di movimento, l'articolazione dolente manca di pompaggio e le sue strutture si atrofizzano, cioè, degenerano dall'inattività.

    Come risultato della degenerazione patologica della membrana sinoviale, la circolazione del fluido articolare viene disturbata, che diventa densa e vischiosa. Le sue meravigliose proprietà si stanno deteriorando in modo significativo. Inoltre, un fluido articolare viscoso conferisce alle sostanze nutrienti la cartilagine molto peggio e, quando sono carenti, la cartilagine articolare indebolita degrada due volte più velocemente.

    E poiché il cuscinetto cartilagineo che assorbe gli urti tra le ossa articolate diventa sempre più sottile, la distanza tra loro nel secondo stadio dell'artrosi diminuisce del 50-70%. A causa di tutto quanto sopra, le ossa articolate, che hanno perso sia il "lubrificante" che l'ammortizzatore cartilagineo, iniziano a strofinare duramente insieme durante il movimento dell'articolazione.

    E poiché la distruzione dell'articolazione è ora ad un ritmo particolarmente veloce, in breve tempo, raggiungendo la terza fase di artrosi - una significativa deformazione dell'articolazione con una completa o quasi completa scomparsa dello spazio articolare.

    Nella terza fase della malattia, la mobilità dell'articolazione è ridotta al minimo, poiché la testa articolare di un osso viene effettivamente pressata nella cavità articolare dell'altra. Allo stesso tempo, non c'è praticamente nessun tessuto cartilagineo normale nell'articolazione. Ciò significa che difficilmente l'articolazione può essere ripristinata senza intervento chirurgico con qualsiasi super-medicina o altro metodo miracoloso.

    Dopotutto, anche supponendo che in qualche modo sia possibile ripristinare il tessuto cartilagineo danneggiato, allora nella terza fase dell'artrosi non si sarebbe salvata la situazione: a causa della deformazione delle ossa, il normale lavoro dell'articolazione è in ogni caso impossibile.

    Di conseguenza, nella terza fase di artrosi, è possibile o il trattamento chirurgico, cioè la sostituzione dell'articolazione distrutta con una artificiale, o una terapia di supporto combinata lunga e complessa che non porti al recupero, ma permetterà di ritardare l'operazione il più a lungo possibile.

    Segni, tipi e sintomi

    Nella classificazione internazionale delle malattie ICD 10, è consuetudine distinguere tra due tipi di artrosi deformante delle mani:

    • Nodulare - caratterizzato dalla comparsa di sigilli nelle articolazioni interfalangee delle dita. Se sono interessate le articolazioni prossimali, vengono diagnosticati i noduli di Bouchard, Heberden distale. L'osteoartrosi del polso della mano in questo caso ha sintomi visivi pronunciati, manifestati nella deformazione e nella comparsa di foche nella regione della falange.
    • Rhizatrosis - questa artrosi delle articolazioni delle mani si manifesta nella lesione della base del pollice. Nella risarthrosis, vi sono concomitanti alterazioni degenerative nella struttura dell'articolazione metacarpo-falangea e carpale-metacarpale.

    Si nota che l'artrosi delle mani spesso colpisce gli uomini, il che è spiegato dal maggiore sforzo fisico che essi eseguono.

    I principali sintomi clinici dell'osteoartrosi sono:

    1. Artralgia (dolori articolari). Il dolore ha un carattere "meccanico", vale a dire sorge e aumenta con lo sforzo fisico.
    2. Dolore e raggio di azione limitato. Il sintomo di "rigidità mattutina" è caratteristico - al mattino, quando una persona si è appena alzata o dopo una lunga permanenza in posizione sdraiata / seduta - i movimenti delle articolazioni si verificano con una tensione maggiore del normale. La durata di tale rigidità nell'artrite non supera i 30 minuti, il che ci consente di distinguere l'artrosi dalle malattie di origine reumatica.
    3. Crepitus. Questo sintomo è un "crunch" udibile e palpabile che emana dall'articolazione mentre si muove.
    4. Sinovite ricorrente (infiammazione della membrana sinoviale dell'articolazione), processi infiammatori locali in vari tessuti dell'articolazione. Come risultato di tali processi infiammatori, ci sono cambiamenti nell'aspetto dell'articolazione: appare gonfiore, l'articolazione è configurabile (cambiamenti reversibili).

    Questi cambiamenti sono spesso accompagnati da aumento della temperatura cutanea e aumento del dolore. L'ulteriore progressione del processo porta allo sviluppo di deformità articolari (cambiamenti irreversibili) - la formazione di osteofiti, la distruzione della cartilagine articolare e l'osso subcondrale.

    Il primo sintomo di osteoartrosi, che induce il paziente a consultare un chirurgo ortopedico, è la comparsa di dolore nell'articolazione. Inizialmente, il dolore della malattia si verifica periodicamente, principalmente dopo uno sforzo fisico significativo e sono a riposo. Mentre il processo progredisce, l'intensità del dolore aumenta, non passa a riposo e appare di notte.

    L'artrosi è caratterizzata da "dolori iniziali", che si verificano all'inizio del cammino e che presto svaniscono, purché l'attività fisica continui. Sono causati dall'attrito delle superfici articolari colpite l'una dall'altra, su cui si trovano detriti (un prodotto di carie cartilaginea). Durante i primi passi, il detrito, che si trova tra le superfici articolari, viene spinto nelle torsioni del sacco articolare e il dolore cessa.

    Questi fattori di dolore sono il risultato di un danno meccanico ai tessuti articolari. Tuttavia, anche altri meccanismi svolgono un ruolo nell'insorgenza del dolore da artrite: ad esempio, l'insorgere del dolore notturno è associato allo sviluppo dell'ipertensione intraossea (aumento della pressione), che a sua volta è causato dalla congestione venosa.

    E come risultato del coinvolgimento nel processo infiammatorio-degenerativo di una capsula articolare, le terminazioni nervose possono essere schiacciate, il che porta all'emergenza e alla formazione di dolore di natura permanente.

    Gli osteofiti (crescite marginali dell'osso nell'articolazione interessata) irritano la membrana sinoviale e allungano la capsula articolare, che causa anche dolore all'artrosi. Questo dolore è permanente e aumenta con il movimento.

    I sintomi dell'osteoartrosi si manifestano in fasi diverse in diverse fasi:

    • Osteoartrosi di stadio 1:
      1. Sensazione di lieve disagio nell'articolazione, leggero crepitio durante i movimenti.
      2. Il dolore nell'articolazione avviene con notevole sforzo fisico, scompare a riposo.
      3. La palpazione dell'articolazione è indolore, il verificarsi di disturbi è possibile in caso di infiammazione.
      4. Limitazione insignificante dei movimenti passivi, rigidità a breve termine dei movimenti durante il passaggio all'attività fisica dopo sonno / riposo, affaticamento muscolare rapido.
      5. La funzione dell'articolazione non soffre, il paziente cammina senza supporto aggiuntivo.
    • Osteoartrosi di stadio 2:
      1. L'aspetto del dolore iniziale nell'articolazione.
      2. L'irradiazione del dolore sorge dall'articolazione malata a quella sana.
      3. Episodi del cosiddetto blocco articolare.
      4. La palpazione dell'articolazione è dolorosa sia nella proiezione dello spazio articolare che nella regione periarticolare.
      5. La rigidità articolare si sviluppa, ma i movimenti sono conservati in un volume sufficiente per il self-service.
      6. L'emergere di contratture, che sono per lo più di natura extra-articolare e sono suscettibili di correzione da un trattamento conservativo.
      7. La capacità lavorativa di una persona è limitata a causa di una significativa disfunzione dell'articolazione e della sua rapida stanchezza.
    • Osteoartrosi dello stadio 3:
      1. Il dolore è permanente, con movimenti attivi e persino passivi, si sta intensificando.
      2. Crepitio ruvido permanente durante i movimenti.
      3. La palpazione delle articolazioni e della regione periarticolare è fortemente dolorosa.
      4. La mobilità congiunta è notevolmente ridotta.
      5. L'articolazione è deformata, caratterizzata dallo sviluppo di contratture tendine-muscolari persistenti derivanti da cambiamenti intra-articolari.
      6. Atrofia caratteristica dei muscoli periarticolari.

    Diagnosi di artrosi

    Per una diagnosi accurata dell'artrosi del polso, è necessario un complesso di esami, tra cui:

    • esame esterno,
    • la palpazione,
    • radiografia in 2 o 3 proiezioni,
    • esame del sangue.

    In caso di artrosi, il numero di sangue non mostra cambiamenti specifici. Solo in alcuni casi, con la sinovite di uno o due articolazioni grandi, si può notare un leggero aumento della velocità di eritrosedimentazione (ESR o ESR). Al contrario, un aumento significativo della VES, combinato con i dolori notturni delle articolazioni, dovrebbe spingere all'idea di una possibile origine reumatica e infiammatoria di questi dolori.

    Quando si esegue un'analisi biochimica del sangue, il sangue viene prelevato da una vena e sempre a stomaco vuoto. L'analisi biochimica del sangue può fornire un aiuto sostanziale al medico nella diagnosi differenziale delle lesioni delle articolazioni: artrosi o artrite. Nelle malattie reumatiche (artrite) nel sangue, il livello dei cosiddetti marcatori infiammatori aumenta in modo significativo: proteina C-reattiva, seromucoi, alcune globuline e immunoglobuline.

    Nell'artrite reumatoide, l'analisi spesso rivela un fattore reumatoide. E con la gotta c'è un aumento della quantità di acido urico. Con l'artrite, questi parametri biochimici, al contrario, rimangono normali.

    A volte, anche se raramente, alcuni tipi di artrite non portano a un cambiamento significativo dei parametri biochimici. Tuttavia, tale analisi, di regola, aiuta a fare una chiara distinzione tra le malattie infiammatorie e metaboliche-distrofiche delle articolazioni (artrosi).

    La radiografia è uno dei metodi più importanti per diagnosticare l'artrosi. Nella maggior parte dei casi, anche lo stadio dell'artrosi viene stabilito esclusivamente sulla base di una radiografia. Sulla radiografia, i cambiamenti nella forma delle deformità articolari e ossee sono chiaramente visibili.

    L'esame del paziente con artrosi sigilla le ossa sotto la cartilagine e gli osteofiti danneggiati - i picchi sono chiaramente visibili. È anche possibile giudicare dall'immagine a raggi X la larghezza dello spazio articolare, cioè la distanza tra le ossa articolate.

    Ma l'esame a raggi X non può risolvere le prime manifestazioni dell'artrosi - i cambiamenti iniziali nel tessuto cartilagineo. Poiché la cartilagine su una normale immagine a raggi X non viene riflessa, il suo danno può essere giudicato solo da indicatori indiretti. Pertanto, è possibile riconoscere l'artrosi solo quando la distruzione dell'articolazione è già andata abbastanza lontano.

    Nelle prime fasi di artrosi di grandi articolazioni (ginocchio, anca e spalla) possono essere rilevati mediante tomografia - computer o risonanza magnetica. Allo stesso tempo la risonanza magnetica ha un netto vantaggio rispetto al computer.

    Infatti, nel primo caso, le onde magnetiche sono utilizzate per la ricerca, come suggerisce il nome. Sono in grado di riflettere i più piccoli dettagli dell'articolazione nell'immagine risultante - non solo la sua struttura ossea, ma anche cartilagine, capsula articolare, ecc. E per la tomografia computerizzata, tutti gli stessi raggi X vengono utilizzati come in un esame a raggi X convenzionale.

    L'unica differenza è che con la tomografia computerizzata, lo scanner per tomografia "distrugge" l'articolazione con una serie di raggi X e, di conseguenza, l'immagine è più voluminosa e dettagliata rispetto alla radiografia. Ma è ancora inferiore in termini di contenuto informativo del tomogramma a risonanza magnetica.

    Di solito, dopo aver ricevuto i dati da un esame tomografico, i medici sono così sicuri della loro infallibilità che non ritengono necessario riesaminare i risultati della ricerca e condurre un esame personale del paziente. Lo specialista del dipartimento di tomografia, che decrittografa le immagini, è anche un essere umano e può essere confuso.

    I medici hanno ripetutamente incontrato situazioni in cui sono stati presi i consueti cambiamenti legati all'età o altre malattie simili all'artrosi nell'immagine per l'artrosi. L'artrosi rilevata anche su un tomogramma potrebbe non essere l'unica malattia del paziente. E la causa principale del dolore, anche in presenza di artrosi, può essere un'altra malattia che deve essere trattata in parallelo con l'artrosi - per esempio, l'artrite.

    Gli ultrasuoni delle articolazioni (ultrasuoni) negli ultimi anni sono stati utilizzati attivamente per diagnosticare le malattie delle articolazioni. Dopo tutto, l'ecografia, come la tomografia, consente di vedere i cambiamenti nei tessuti molli dell'articolazione - ad esempio, usando gli ultrasuoni è possibile rilevare il diradamento del tessuto cartilagineo durante l'artrosi o un aumento della quantità di liquido articolare durante la sinovite; puoi rilevare danni al menisco nel ginocchio, ecc.

    Tuttavia, il metodo ha un notevole svantaggio: è molto soggettivo e i dati ottenuti dipendono interamente dalle qualifiche dello specialista che conduce la ricerca.

    L'autodiagnosi dei prerequisiti per lo sviluppo della malattia può essere basata su tali motivi:

    • la comparsa di dolore acuto quando si cerca di raggiungere la punta delle mignolo fino alla punta dei pollici;
    • con la rapida flessione e l'estensione delle dita in un pugno, la mano interessata rimarrà indietro rispetto a quella sana in velocità;
    • se, quando si utilizza un cuscino speciale sotto il polso mentre si lavora con un mouse del computer, una persona avverte lo stesso disagio che senza di essa, indica una possibile malattia.

    In caso di rilevamento di uno o più segni in te stesso, è necessario richiedere la diagnosi medica professionale.

    Metodi di trattamento

    Dopo l'approvazione dell'osteoartrosi del polso, il medico decide come trattare il disturbo. Il trattamento dell'osteoartrite dell'articolazione del polso in medicina viene di solito eseguito con due metodi: conservativo e chirurgico. Se ci sono altri problemi nella chirurgia della mano possono essere assegnati. In altri casi, il più delle volte un approccio conservativo ti permette di combattere l'artrosi.

    La scelta del trattamento è abbastanza tipica per qualsiasi artrosi. Elenchiamo i principali modi:

    • fisioterapia;
    • terapia farmacologica;
    • medicina tradizionale;
    • modalità ortopedica;
    • esercizi al polso;
    • corretta alimentazione

    I metodi fisioterapeutici si prefiggono il compito di migliorare la circolazione del sangue, stimolando i processi metabolici. Può essere avvolgente, comprime, strofina il pennello con unguenti, gel, l'uso della crioterapia (trattamento a freddo).

    La medicina moderna offre un'ampia selezione di farmaci per superare l'artrosi. Una soluzione comune è l'uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS), corticosteroidi, analgesici, prescritti rigorosamente come indicato dal medico. La loro azione è giustificata in caso di eliminazione di dolori acuti che impediscono al paziente di vivere.

    Per stabilizzare la posizione dell'articolazione del polso, si consiglia di indossare una benda elastica o una benda speciale sul braccio. Questi metodi ortopedici ridurranno significativamente il dolore. Nel caso in cui non si verifichi l'effetto desiderato, il gesso può essere applicato per un breve periodo.

    È necessario ridurre lo sforzo fisico - sollevamento pesi, borse pesanti che non sono rinforzati, come alcuni credono, ma solo esacerbare la situazione. Un buon rimedio ortopedico per l'artrosi di questo tipo è un braccialetto, che minimizza i movimenti improvvisi e riduce anche il dolore.

    L'uso di condroprotettore consente di ripristinare il tessuto cartilagineo nell'articolazione del polso, la cui deformazione causa dolore severo. C'è un'ampia varietà nella gamma. Come ogni altro farmaco, è necessario discutere le sfumature di utilizzo con il medico.

    Una corretta alimentazione è importante anche nel complesso generale del trattamento dell'artrosi delle articolazioni del polso. È necessario per il normale metabolismo, per rafforzare la cartilagine articolare. I prodotti raccomandati dai nutrizionisti saranno tipici per il trattamento di qualsiasi tipo di artrosi. Le verdure sono utili, specialmente con il contenuto di vitamine B e C, pesce magro, pane integrale. Evita cibi in scatola e additivi chimici che ne migliorano il gusto e l'aroma.

    Parliamo delle procedure mediche che apportano il massimo beneficio in caso di artrosi dell'articolazione del polso. In primo luogo, come con qualsiasi tipo di artrosi, è necessario prendersi cura di saturare la cartilagine danneggiata dell'articolazione con sostanze nutritive speciali - condroprotettori.

    In secondo luogo, dobbiamo cercare di ripristinare il "gioco articolato", vale a dire restituire la mobilità delle ossa articolate nell'articolazione radiocarpale. La terapia manuale (metodo di mobilitazione) è adatta a questo. Di solito 3-4 sessioni di terapia manuale sono sufficienti per massimizzare la mobilità dell'articolazione del polso del paziente.

    Il terzo compito nel trattamento dell'artrosi dell'articolazione del polso è quello di migliorare la circolazione del sangue e accelerare il metabolismo dell'articolazione. Per risolvere questo problema c'è una vasta selezione di procedure mediche. Con successo puoi usare:

    • comprime con bischofite o bile medica;
    • fango terapeutico;
    • ozocerite;
    • terapia di paraffina;
    • massaggio o automassaggio con unguenti a base di sostanze anti-infiammatorie (gel di voltaren, fastum, crema longevità, ecc.);
    • terapia laser;
    • terapia magnetica;
    • elektoroforez.

    Infine, nel trattamento dei casi più gravi di artrosi, è possibile utilizzare il metodo di saturazione dell'articolazione del paziente con speciali sostanze "lubrificanti" - derivati ​​dell'acido ialuronico (farmaci ostenil, fermatron, go-on, hiastate, ecc.). Utilizzando 3-5 iniezioni di acido ialuronico nell'articolazione dolorante, eseguita dopo la riposizionamento manuale dell'articolazione (e talvolta senza esso), è possibile migliorare drasticamente la condizione nel 70-80% dei pazienti

    Se il trattamento viene eseguito in modo completo, in tutte e quattro le posizioni (uso di condroprotettore, terapia manuale, miglioramento della circolazione sanguigna nelle iniezioni articolari e intra-articolari di preparati di acido ialuronico), il risultato della terapia sarà ancora più alto.

    Utilizzando una serie di misure può essere curato più artrosi del primo stadio. Anche se non è facile e richiede sforzi congiunti sostanziali del medico e del paziente, è impossibile curare completamente l'artrosi del secondo stadio, perché con l'artrosi del secondo stadio non solo la cartilagine dell'articolazione, ma anche le sue ossa sono danneggiate - sono notevolmente deformate. Ed è chiaro che è quasi impossibile restituire le ossa deformate alla loro forma precedente.

    D'altro canto, è possibile migliorare significativamente le condizioni delle articolazioni del paziente aumentando la nutrizione del tessuto cartilagineo speciale con metodi speciali, migliorando la circolazione sanguigna dell'articolazione e diffondendo le estremità articolari delle ossa, cioè allargando il gap articolare.

    E anche se non saremo in grado di riportare l'articolazione dolente alla sua forma originale e assicurare un perfetto scorrimento delle superfici cartilaginee, possiamo almeno fare in modo che il dolore diminuisca e la mobilità dell'articolazione migliori. È possibile posticipare l'operazione per un tempo indefinitamente lungo, o persino per evitarlo.

    Con l'artrite del terzo stadio, trattare il trattamento terapeutico delle articolazioni è molto più complicato. Come già accennato, nella terza fase dell'artrosi, solo uno strato di diluente minimo di tessuto cartilagineo inadeguato rimane nell'articolazione dolorante o non rimane affatto.

    Inoltre, le ossa dell'articolazione a questo punto di solito sono gravemente deformate, tra loro non c'è più spazio. L'osso sovrastante viene "pressato" nell'osso sottostante. La mobilità nell'articolazione è completamente assente. Il più delle volte consiglio la chirurgia.

    Rimedi popolari per l'osteoartrite delle mani

    L'effetto positivo della medicina tradizionale non è immediatamente evidente, ma per i pazienti che vogliono usare prodotti innocui, la medicina tradizionale sarà una buona alternativa ai preparati chimici e in aggiunta al trattamento tradizionale. Quando si scelgono ricette e metodi di trattamento, è necessario consultare il proprio medico e, preferibilmente, con un fitoterapeuta.

    Ecco alcune ricette popolari per l'artrosi del polso.

    Numero di ricetta 1. Gesso con prodotti lattiero-caseari. Frantumare finemente il gesso bianco ordinario. Versare il gesso tritato con lo yogurt, il kefir o la panna acida e mescolare bene. Applicare la pasta risultante sul giunto dolente, coprire con un film e applicare una benda. Tale compressione viene eseguita di notte. Allevia il dolore, riduce il gonfiore e migliora la circolazione sanguigna.

    Numero della ricetta 2. Trattamento della farina d'avena dell'osteoartrite. Prendere tre o quattro cucchiai di farina d'avena, coprire con acqua bollente e cuocere a fuoco basso per cinque-sette minuti. La quantità di acqua utilizzata dovrebbe fornire un porridge denso che dovrebbe essere raffreddato e utilizzato come impacco per la notte. Utilizzare solo fiocchi appena bolliti. Il porridge di ieri per l'impacco non è adatto

    Numero di ricetta 3. Sollievo dal dolore con succo di cavolo. Per ottenere il succo di cavolo, tritare i triturati e poi risciacquare bene il cavolo con le mani o una malta in un contenitore non ossidabile. Versare il tutto nello spremiagrumi e spremere il succo. Prendi una trama spessa e morbida di lana naturale senza impurità sintetiche, inumidiscilo bene con il succo di cavolo ottenuto e applica un impacco sul punto dolente.

    Conservare il succo di cavolo per un impacco non può essere più di tre giorni, quindi dovresti crearne uno nuovo. Particolarmente efficace un tale impacco di succo di cavolo aiuta con il dolore derivante dai cambiamenti del tempo.

    Numero di ricetta 4. Utilizzare in caso di artrosi foglie di felce fresche, foglie fresche di felce avvolte in un panno sottile o garza danno un buon effetto. Applicale durante la notte e può darti sollievo.

    Numero di ricetta 5. Lappatura del miele di fiori per l'artrosi. Prendi parti uguali per volume di miele floreale, glicerina, iodio e alcol. Mescolare bene e lasciare riposare per 2-3 ore. Strofina l'articolazione con questo lappatura, muovendo la mano nella direzione dal basso verso l'alto. La macinatura produce non solo sul giunto dolente, ma si ritira anche da esso verso il basso.

    Di conseguenza, è possibile alleviare rapidamente il dolore, migliorare la circolazione sanguigna e il movimento dei nutrienti nel punto di sfregamento. È consentito utilizzare l'aceto di frutta naturale al posto dell'alcol, che alla fine darà anche buoni risultati.

    Numero di ricetta 6. Collezione aromatica per sfregare. Prendere una parte di eucalipto, cipresso, aghi di pino, issopo, due parti di camomilla, mescolare e riempire questa raccolta con verdure naturali, mais o olio d'oliva. Lasciate fermentare in un luogo buio e fresco durante il giorno.

    La miscela risultante viene utilizzata per lo sfregamento e il massaggio per le articolazioni malate. Lo sfregamento è consigliato due volte al giorno - al mattino e alla sera. Massaggiare quotidianamente l'articolazione dolorante e se avverti dolore. La combinazione di sfregamento con massaggio è possibile.

    Numero di ricetta 7. Le uova di gallina aiutano a curare l'artrosi. Mescola due cucchiai di ammoniaca con la stessa quantità di trementina. Sbattere la miscela risultante con due uova di pollo crudo e mescolare il tutto con cura. Questa composizione dovrebbe essere usata per la macinazione delle articolazioni prima di coricarsi. Tuttavia, non utilizzare il prodotto per più di cinque giorni consecutivi, poiché con ogni applicazione successiva si esacerba l'effetto negativo della trementina sulla pelle.

    Numero della ricetta 8. Trattamento dell'artrosi con propoli. Sciogli la quantità di propoli di cui hai bisogno a bagnomaria e mescolala con olio di girasole o di mais. Raffreddare la miscela e strofinare sulla pelle nella zona dell'articolazione in caso di dolore e durante la notte.

    Numero di ricetta 9. Unguento di elleboro caucasico per il trattamento dell'artrosi. Per preparare l'unguento, avrete bisogno di una pianta come l'elleboro caucasico, di cui 20 grammi dovrebbero essere accuratamente macinati in polvere. Quindi aggiungere 10 grammi di olio vegetale, 20 grammi di miele e 5 grammi di senape in polvere.

    Riscaldare la miscela a bagnomaria e lasciare raffreddare. Conservare in un luogo buio a temperatura ambiente. Particolarmente efficacemente aiuta con l'insorgenza di dolore alle articolazioni delle mani e dei piedi.

    Numero di ricetta 10. Tintura di alloro per il trattamento dell'artrosi. Metà del foglio di alloro (10 grammi), versare un bicchiere di acqua bollente, mettere sul fuoco e continuare a bollire per altri cinque minuti. Lasciare in infusione il brodo per cinque ore. Prima di assumerlo è necessario eseguire una procedura di pulizia intestinale per evitare possibili perdite allergiche.

    Prendi il brodo dovrebbe essere tutto il giorno un piccolo sorso. Il brodo deve essere preparato e preso entro tre giorni. Una settimana dopo, si consiglia di ripetere la procedura. Questo strumento contribuisce alla rimozione dei sali accumulati dal corpo e pulisce il percorso di approvvigionamento di nutrienti alle articolazioni. Pertanto, tale procedura è molto utile da eseguire una o due volte l'anno.

    Sfortunatamente, la medicina tradizionale, come la medicina tradizionale, non conosce i metodi per la cura completa dell'artrosi. Tuttavia, per migliorare lo scambio e la fornitura di nutrienti alle articolazioni, per prolungare la loro vita, è abbastanza capace.

    prevenzione

    Cerca di evitare lesioni. Non solo le lesioni delle dita stesse, ma anche l'articolazione del polso, il luogo in cui la mano si unisce all'avambraccio, possono essere l'impulso per lo sviluppo dell'artrite. Non abusare del fitness, esercizi con i manubri. Stai attento nel ghiaccio, perché, cadendo, una persona mette involontariamente le mani in avanti. Le seguenti raccomandazioni aiuteranno ad evitare lesioni e microtraumi dell'articolazione del polso:

    • quando i primi sintomi di disagio appaiono nei polsi, fermati o modifica il carico fisico su di loro;
    • afferra gli oggetti con tutto il pennello, afferrando le dita solo con il polso;
    • quando si lavora con strumenti vibranti, usare guanti speciali che supportano la spazzola e utilizzare anche pastiglie che assorbono le vibrazioni;
    • durante l'esercizio, utilizzare dispositivi di sicurezza sul polso;
    • ogni ora di lavoro al computer, fare pause di 5, 10 minuti, accovacciarsi, allungare le dita e stringere le mani; indossare scarpe comode e stabili per evitare cadute;
    • astenersi dal sollevare oggetti pesanti - è meglio tornare più volte per trasferire il carico in parti.

    Massaggiare regolarmente le mani. Aiuterà ad alleviare la tensione, eliminare gli spasmi muscolari. E migliora anche la circolazione del sangue nelle mani, che normalizzerà il metabolismo delle articolazioni. I trucchi di base sono semplici:

    1. Strofina attivamente i palmi delle mani per tenere calde le mani.
    2. Con il pollice e l'indice di una mano, strofina delicatamente ogni dito dell'altra, prima dalla base all'unghia e poi nella direzione opposta.
    3. Prendi un dito e ruotalo con la mano, come se affilassi una matita.
    4. 15-20 volte piegare e schiudere rapidamente le dita, senza stringere il pugno.
    5. Metti insieme i palmi delle mani e premi le dita saldamente l'una contro l'altra, segui per 1-2 minuti.
    6. Ripeti la stessa cosa, lasciando insieme i polpastrelli, ma allargando al massimo i palmi delle mani.

    Prendere farmaci protettivi. Migliorano la rigenerazione delle cellule della cartilagine, aumentano il contenuto di acido ialuronico in esso, che trattiene l'acqua, rendendo la cartilagine più duratura ed elastica. Per normalizzare la nutrizione del tessuto cartilagineo dell'articolazione del polso, si raccomanda l'assunzione di tali vitamine e microelementi:

    • Vitamina A. Questo è davvero un compagno inestimabile per i processi degenerativi delle articolazioni a causa delle sue note proprietà antiossidanti. Aiuta a rafforzare il sistema immunitario, aumenta la resistenza alle malattie infettive, ha un effetto benefico sul tessuto epiteliale. Elemento per la crescita delle cellule del tessuto cartilagineo dell'articolazione.
    • Vitamina C. La sua funzione principale è la sintesi del collagene. Collagene: il principale materiale da costruzione per il tessuto connettivo, che contribuisce al ripristino della cartilagine. È noto che la vitamina C ha buone proprietà antiossidanti, rafforza il corpo nel suo complesso, attiva anticorpi che neutralizzano batteri e virus che causano patologie articolari. È anche noto che la vitamina C favorisce un migliore assorbimento delle vitamine A ed E e un altro antiossidante, il selenio.
    • Vitamina E. Chiamata a combattere i radicali liberi che danneggiano le cellule della membrana articolare. Aiuta a migliorare i processi di riparazione dei tessuti e rallenta l'invecchiamento delle cellule. È un elemento essenziale negli integratori alimentari raccomandati per le malattie autoimmuni, in particolare per l'artrite delle articolazioni.
    • Vitamine B6 e B5. Piridossina e acido pantotenico, rispettivamente. Contribuire al miglioramento dell'immunità, al ripristino delle superfici delle articolazioni, riduce il dolore.
    • Rame. Uno degli strumenti utilizzati nelle malattie delle articolazioni, che ci è venuto dall'antichità. Ricordiamo la storia: quando erano ammaccati, applicavano un nichel di rame. Il rame è sempre stato associato a proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. Il rame previene la formazione di radicali liberi, riduce il loro numero, influenza la saturazione delle cellule con ossigeno, protegge il tessuto cartilagineo.
    • Selenio. Ha una vasta gamma di effetti sulla nostra salute. Nessun elemento sarà così importante nei meccanismi di difesa antiossidante del corpo. Il selenio migliora la difesa immunitaria e promuove la guarigione delle superfici danneggiate delle articolazioni. Solo lui è in grado di ridurre e persino fermare il dolore acuto alle articolazioni. Il selenio è attivamente coinvolto nella formazione degli enzimi della membrana sinoviale della cartilagine articolare.
    • Glucosamina. Questa è una sostanza che è coinvolta nella riparazione del tessuto cartilagineo. La glucosamina è prodotta dalle nostre cellule cartilaginee, ma durante la malattia articolare, la sua produzione diminuisce drasticamente. Nel nostro cibo, la glucosamina si trova in piccolissime quantità.
    • Condroitina. È coinvolto nella creazione della nostra cartilagine. La condroitina è ottenuta dalla cartilagine (maiale, squalo o balena) ed è ulteriormente elaborata per un integratore alimentare. Con il cibo, la condroitina può essere ingerita dalla stessa cartilagine animale.

    Tenere sessioni di paraffina. La paraffina cosmetica emette lentamente calore, aree problematiche di riscaldamento. Questo favorisce il flusso sanguigno alle dita e migliora il metabolismo dell'articolazione. Inoltre, paraffina, raffreddamento, restringimenti e dà un effetto di massaggio.

    Consigliato per la patologia delle articolazioni delle mani, gli esercizi sono abbastanza semplici. Il più efficace di loro sono i seguenti:

    1. metti le mani sul tavolo e colpisci leggermente il tavolo con le dita, imitando così suonare il piano;
    2. allungare la mano in modo che la distanza tra il pollice e il centro fosse massima e fare transizioni sul tavolo, come se camminassi;
    3. metti entrambe le mani di fronte a te, quindi collega rapidamente pollice e indice, quindi grande e medio, e così via.