Principale

Artrite

Osteoartrite: che cos'è e come trattare le articolazioni colpite?

L'osteoartrosi è un cambiamento distrofico nella cartilagine articolare di natura non infiammatoria. Questo processo si verifica nella maggior parte dei casi a causa del naturale invecchiamento del corpo.

Secondo le statistiche, l'artrosi è considerata una malattia abbastanza comune, dal momento che, secondo varie stime, dal 10% al 15% delle persone in diversi paesi ne soffrono.

Questa malattia è caratteristica per la fascia di età di 45 anni e più. Sebbene ci siano delle eccezioni, quando l'artrosi viene osservata in un gruppo di persone di età inferiore, a seguito di traumi patiti, gravi malattie, fratture, peculiari in misura maggiore per gli atleti.

L'artrosi delle articolazioni del ginocchio, dell'anca e delle falangi è la più comune. In questo caso, si distinguono tradizionalmente due tipi di artrosi: primaria - che si manifesta sullo sfondo generale delle modificazioni correlate all'età nel corpo e secondaria - sviluppate a seguito di lesioni, sforzi fisici eccessivi, malattie infettive o di altro tipo, come il diabete.

Di norma, i pazienti avvertono dolore artritico in uno stato di sforzo, ma non appena si siedono o si sdraiano in una posizione comoda per l'arto interessato, i sintomi dolorosi si attenuano. Con il progredire della malattia, il crunch caratteristico delle articolazioni aumenta, l'ampiezza dei movimenti abituali delle articolazioni diminuisce e si osserva la deformazione dei componenti articolari.

Osteoartrosi - che cos'è?

Perché si verifica l'artrosi e che cos'è? La malattia si sviluppa a causa di disturbi metabolici nell'articolazione, che a sua volta porta al fatto che la cartilagine inizia a perdere elasticità. Questo può essere facilitato dalla perdita totale o parziale di proteoglicani dalla composizione della cartilagine, questo accade, di regola, a causa di crepe piuttosto profonde nella cartilagine stessa.

La perdita di proteoglicani può verificarsi per un altro motivo: a causa del fallimento della loro produzione da parte delle cellule dell'articolazione.

  1. L'artrosi primaria - inizia senza una causa evidente e colpisce la cartilagine articolare invariata simultaneamente in molte articolazioni; più comune nelle persone di età superiore a 40 anni. L'artrosi primaria è anche una conseguenza di una violazione dei rapporti nel tessuto cartilagineo dei processi di sintesi e degenerazione ed è accompagnata da un disturbo nella funzione dei condrociti. Nella cartilagine con alterazioni artritiche prevalgono i processi di distruzione.
  2. Le principali cause di artrosi secondaria sono cambiamenti significativi nei processi metabolici: afflusso di sangue, metabolismo del sale e flusso linfatico, disturbi ormonali nell'assorbimento di sostanze necessarie per un'articolazione. I cambiamenti ormonali che portano all'artrosi si trovano spesso nelle donne di età avanzata e avanzata, quando si verificano cambiamenti regolari nei livelli ormonali.

Il gruppo a rischio include le persone:

  • in sovrappeso;
  • con disturbi ereditari;
  • vecchiaia;
  • con specifiche professioni;
  • con disturbi metabolici nel corpo;
  • con carenze di micronutrienti;
  • sofferto di lesioni spinali;
  • coinvolto in alcuni sport.

L'insidiosità dell'artrosi sta nel fatto che i cambiamenti patologici nel tessuto cartilagineo dell'articolazione interessata per lungo tempo non mostrano alcun sintomo - il dolore e la difficoltà dei movimenti diventano evidenti solo nel momento in cui la distruzione raggiunge il periostio situato sotto la cartilagine.

Artrosi 1, 2 e 3 gradi

Esistono tre gradi di artrosi delle articolazioni:

  1. La malattia di grado 1 si presenta con sintomi quasi non evidenti. Solo raramente sono dolorosi quando si spostano o altre forme di attività fisica. Già nella prima fase dell'artrosi, i cambiamenti patologici si verificano nel liquido sinoviale dell'articolazione, mentre il sistema muscolare si indebolisce, ma non subisce cambiamenti.
  2. 2 gradi di artrosi sono contrassegnati dall'inizio della distruzione dell'articolazione, compaiono i primi osteofiti. Il dolore diventa tollerabile, ma pronunciato. Il crunch nelle articolazioni colpite è chiaramente udibile. Vi è una violazione della funzione muscolare a causa di una violazione della regolazione neurotropica riflessa.
  3. Artrosi di grado 3 - la cartilagine articolare è diluita, ci sono ampi centri di distruzione. Esiste una significativa deformazione dell'area articolare con una variazione nell'asse dell'arto. A causa della rottura della normale relazione tra le strutture anatomiche dell'articolazione e gli ampi cambiamenti patologici nel tessuto connettivo, i legamenti diventano insostenibili e accorciati, a seguito dei quali la mobilità patologica dell'articolazione si sviluppa in combinazione con la limitazione del range naturale di movimento. Ci sono contratture e sublussazioni. I muscoli periarticolari sono allungati o accorciati, la capacità di ridurre indebolito. La nutrizione dell'articolazione e del tessuto circostante è compromessa.

Il decorso della malattia è caratterizzato da fasi acute di esacerbazione e remissione. Ciò rende difficile l'auto-diagnosi dell'artrosi, basandosi solo sui propri sentimenti. Pertanto, è necessario cercare una diagnosi da un medico.

Segni di

L'osteoartrosi ha alcuni primi segni, in base alla sua classificazione, ma esiste anche una lista generalizzata:

  1. Sindrome del dolore, che aumenta con il tempo piovoso e dal gelo;
  2. L'articolazione aumenta di volume a causa di deformità e osteofiti;
  3. La temperatura della pelle attorno all'articolazione malata aumenta. Potrebbe esserci un generale aumento della temperatura.
  4. L'articolazione inizia a gonfiarsi, ci sono gonfiore e foche;
  5. Quando la tensione e il lavoro dell'articolazione vengono ascoltati e avvertiti il ​​crunch o il cigolio dall'attrito delle formazioni ossee.

Nelle fasi successive, il dolore può verificarsi anche in uno stato di calma a causa di sangue stagnante e aumento della pressione intraossea.

Sintomi di artrosi

L'osteoartrite appartiene alla categoria delle malattie croniche. A volte la malattia può passare inosservata per anni, solo occasionalmente somiglia al dolore con un carico sull'articolazione o un movimento scomodo.

Ma accade anche che la malattia si sviluppi rapidamente in una fase grave in pochi mesi. In ogni caso, è importante ricordare che se l'artrosi non viene trattata, i suoi sintomi aumenteranno nel tempo, peggiorando la qualità della vita e nei casi gravi che portano alla disabilità e all'immobilizzazione.

Quindi, con l'artrosi, i sintomi principali sono i seguenti:

  1. Dolore dolorante nell'articolazione È particolarmente evidente quando tutti i tipi di carichi sul giunto dolente, mentre si cammina sulle scale.
  2. Schiacciare e scricchiolare nell'articolazione. Il livido si manifesta durante l'ipotermia. Il crunch non è forte all'inizio, ma se non viene trattato, altri lo sentiranno nel tempo.
  3. La comparsa di gonfiore. Questo sintomo è caratteristico di un'altra malattia delle articolazioni - l'artrite. Ma con l'artrosi, il gonfiore si verifica solo durante le esacerbazioni ed è accompagnato non da dolore acuto, ma da dolori. È molto evidente e causa notevoli disagi.

A volte il dolore alla sera può aumentare. A volte il dolore nell'articolazione è molto attivo, la sua manifestazione dipende dai carichi. In gioventù, l'artrosi può svilupparsi da una grande quantità di sforzo fisico o dopo l'infortunio.

Diagnosi di artrosi

La diagnosi si basa principalmente sulla determinazione di un tale fattore predisponente, come la comparsa di dolore e disagio nei movimenti delle articolazioni. In caso di comparsa dei segni sopra descritti della malattia, è possibile condurre studi radiografici, radionuclidi e morfologici.

Tutti gli studi sono effettuati solo in condizioni cliniche e le conclusioni dovrebbero essere fornite solo da specialisti qualificati. Sul nostro sito puoi sempre porre domande a cui sei interessato riguardo i sintomi, il trattamento e la prevenzione dell'artrosi nei commenti qui sotto.

prevenzione

Le misure preventive per la prevenzione dell'artrosi sono disponibili per tutti. Includono un esercizio moderato (non dovrebbe causare dolore alle articolazioni), una dieta bilanciata e il consumo giornaliero di tutti gli oligoelementi e vitamine essenziali.

Spesso il sovrappeso impedisce di sbarazzarsi di artrosi, quindi dovresti stare molto attento alla tua dieta e, se necessario, seguire una dieta.

È anche necessario ricordare che l'artrosi appartiene alla categoria delle malattie croniche. In altre parole, il criterio principale per l'efficacia del trattamento è ottenere la remissione a lungo termine e migliorare le condizioni del paziente.

Trattamento per l'artrosi

Con un trattamento di artrosi diagnosticato al momento è un problema serio e urgente. E sebbene il numero di farmaci usati per l'artrosi sia in costante aumento, essi hanno solo un effetto sintomatico. E mentre nessuno dei farmaci è diventato una panacea per il trattamento delle articolazioni.

Il piano e i metodi di trattamento dipendono dallo stadio e dai sintomi dell'artrosi, spesso inizialmente alleviare il dolore, poiché nella seconda e nella terza fase della malattia possono essere molto dolorosi. La terapia anti-infiammatoria è anche possibile con l'infiammazione concomitante delle articolazioni.

Lo schema principale del trattamento farmacologico dell'artrosi prevede l'uso di:

  1. FANS: ibuprofene, nimesulide, diclofenac per ridurre il dolore ed eliminare il processo infiammatorio.
  2. Farmaci dal gruppo di condroprotettori, che includono componenti attivi come glucosio e condroitina.
  3. In caso di malattia grave, può essere necessaria l'iniezione intraarticolare di farmaci corticosteroidi: idrocortisone, Diprospan. Questi farmaci eliminano rapidamente il processo infiammatorio e normalizzano la mobilità dell'articolazione colpita.
  4. Dopo l'eliminazione del processo infiammatorio, può essere necessaria la somministrazione intra-articolare dell'acido ialuronico, che funge da lubrificante e previene il processo di attrito delle articolazioni, elimina il dolore, migliora la mobilità e stimola la produzione del proprio ialuronato.

È possibile restituire un'articolazione interessata dall'artrosi solo eseguendo un intervento chirurgico per sostituire l'articolazione, ma non è ancora possibile farlo senza un intervento chirurgico.

Intervento operativo

Nelle fasi avanzate dell'osteoartrosi delle articolazioni del ginocchio, i farmaci potrebbero non essere più efficaci, e quindi dovrebbe essere presa una decisione sui metodi operativi di recupero.

Esistono diversi tipi di intervento chirurgico:

  1. Artroplastica. Sostituzione della fodera artificiale della cartilagine articolare. Dopo l'intervento chirurgico, il dolore è significativamente ridotto e la mobilità aumenta.
  2. Artroscopia. Non richiede un lungo periodo di recupero, adatto per i pazienti di tutte le età. È necessario prevenire la distruzione dell'articolazione. Durante l'operazione, le aree infiammate vengono rimosse - questo accade con una sonda sottile e strumenti ausiliari.
  3. Protesi. Sostituzione di tutti i componenti dell'articolazione con analoghi artificiali. A proposito, le protesi moderne sono fatte di un metallo speciale che non viene rifiutato dal corpo. Tali trapianti hanno una durata media di circa dieci anni. Dopo un tale intervento, i pazienti possono condurre una vita piena.

A casa, come prescritto da un medico, un paziente può usare distrazioni sotto forma di unguenti, sfregamento, gel, infusi a base di erbe. Buoni risultati sono dati dalla fisioterapia, dall'agopuntura, dall'irudoterapia (terapia della leech), così come dal trattamento termale nella fase di remissione (attenuazione della malattia) con l'uso di fanghi naturali e bagni minerali.

Esercizi per il trattamento dell'artrosi

Un prerequisito nel trattamento dell'artrosi è l'uso di vari tipi di esercizi al fine di prevenire l'atrofia muscolare e indebolire i legamenti.

Gli esercizi per il trattamento dell'artrosi sono selezionati individualmente per ciascun paziente dal medico curante e da uno specialista in fisioterapia. Gli esercizi sono iniziati solo dopo la rimozione della riacutizzazione, ma non più tardi di 5-6 giorni dopo la rimozione della sindrome del dolore.

Il compito degli esercizi per il trattamento dell'artrosi è il ripristino della mobilità articolare, l'allenamento aerobico, l'aumento della forza e della flessibilità dei muscoli e delle articolazioni.

Come trattare i rimedi popolari dell'osteoartrite?

In caso di artrosi, le cure mediche non possono essere evitate, ma di solito il medico prescrive un trattamento completo, consigliando di usare rimedi popolari. Ma è necessario sapere che il trattamento dell'osteoartrite, compresa la medicina alternativa, si basa su uno stile di vita sano e una corretta alimentazione, a tutte queste ricette popolari vengono aggiunte.

  1. Foglie di betulla, foglie di ortica e infiorescenze di calendula vengono prese in parti uguali. Alla fine, devi prendere due cucchiai. Sistemiamo la raccolta risultante frantumata in un thermos, versiamo un litro di acqua bollente e lasciamo la notte. A partire dal mattino successivo, devi prendere mezza tazza di brodo quattro o cinque volte al giorno. Il corso di prendere questa ricetta è di due o tre mesi.
  2. La soluzione di uovo è preparata da tuorlo d'uovo fresco, che è mescolato con trementina e aceto di mele in un rapporto 1: 1: 1. Il liquido deve essere accuratamente miscelato e strofinare con esso l'articolazione interessata durante la notte. Quindi è necessario avvolgere tutto con una sciarpa di lana. Si consiglia di eseguire lo sfregamento per 1 mese 2-3 volte a settimana.
  3. Sedano. 1-2 cucchiaini di succo di sedano fresco fino a 3 volte al giorno. Puoi usare un decotto. Brew 1 cucchiaio. un cucchiaio di radici fresche 2 tazze di acqua bollente e lasciate riposare sotto il coperchio per 4 ore. Bere 2 cucchiai. cucchiai fino a 4 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti.
  4. Avrai bisogno di un pezzo di tessuto morbido fatto di lana, senza impurità sintetiche e una testa di cavolo. Per prima cosa è necessario macinare la testa, quindi bene schiacciarla con un mortaio o con le mani, è preferibile usare stoviglie non ossidate. Dopo di che puoi spremere il succo nello spremiagrumi. Ora prendiamo il tessuto preparato e lo bagniamo nel succo di cavolo, mettiamo questo impacco sul giunto dolente. Vorrei anche notare che il succo spremuto può essere conservato non più di tre giorni dal momento della centrifuga.
  5. L'uso di farina d'avena bollita dà anche buoni risultati. Prendere tre o quattro cucchiai di farina d'avena, coprire con acqua bollente e cuocere a fuoco basso per cinque-sette minuti. La quantità di acqua utilizzata dovrebbe fornire un porridge denso che dovrebbe essere raffreddato e utilizzato come impacco per la notte. Utilizzare solo fiocchi appena bolliti. Il porridge di ieri per un impacco non è adatto.
  6. La farmacia acquisisce la radice devyasila. Di norma, è confezionato in confezioni da 50g. Per preparare la tintura è necessario un mezzo pacchetto di radici della pianta e 150 ml di vodka di alta qualità. Gli ingredienti sono mescolati, messi in una bottiglia scura e infusi per 12 giorni. Lo sfregamento si fa prima di coricarsi e, se possibile, al mattino.

Nel complesso, il trattamento dell'artrosi con i rimedi popolari non è in grado di sostituire completamente i tipi standard di terapia (farmaci, fisioterapia, massaggi, terapia fisica), ma può alleviare significativamente i sintomi della malattia, migliorare l'effetto di altre terapie e accelerare il recupero.

Come trattare l'osteoartrite - farmaci e rimedi popolari, chirurgia per sostituire l'articolazione

La patologia della cartilagine articolare è considerata una malattia comune, poiché secondo le statistiche, fino al 15% degli abitanti del mondo ne soffre. Il trattamento dell'artrosi dell'articolazione nelle prime fasi viene eseguito con successo, sia con farmaci che con rimedi popolari. Con la progressione della malattia, oltre ai farmaci, vengono applicate terapie chirurgiche. Patologie del ginocchio, dell'anca, della cartilagine falangea, che si sviluppano sullo sfondo dell'invecchiamento naturale del corpo o come conseguenza di lesioni, malattie croniche o infettive, sono considerate le più comuni.

Cos'è l'artrosi

Quando si verifica un dolore grave nell'articolazione, a qualsiasi persona senza una differenza si parla di una malattia. Tuttavia, per iniziare il trattamento nel tempo, è necessario sapere cos'è l'artrosi, una malattia distruttiva della cartilagine articolare derivante dalla sua sconfitta. Spesso la malattia inizia a disturbare le persone dopo 45 anni, ma ci sono delle eccezioni. La distruzione della cartilagine è una conseguenza di gravi lesioni, fratture o sforzi fisici eccessivi. La malattia si manifesta con esacerbazioni ricorrenti, che spesso colpiscono le dita dei piedi, le mani, le caviglie, le articolazioni dell'anca e le ginocchia.

Posso curare l'artrite

La malattia articolare si sviluppa gradualmente. All'inizio non ci sono quasi sintomi, quindi è difficile da determinare. In primo luogo, una persona avverte un dolore articolare corto, debole rigidità. Potrebbero essere necessari diversi anni prima che venga fatta una diagnosi. Quando una persona viene superata da un tale problema, naturalmente ha una domanda: l'artrosi può essere curata? Pareri medici su questo set, ma ogni caso deve essere considerato individualmente. Quindi, come sbarazzarsi di artrosi? La terapia primaria è volta a ripristinare la struttura articolare distrutta.

Metodi di terapia

La scelta del trattamento dipende dalla gravità del processo. Poiché i cambiamenti degenerativi dell'articolazione in questa malattia sono irreversibili, il compito principale del medico è quello di prevenire le complicanze, per preservare la funzione della cartilagine. Esistono diversi metodi e sono applicati in un complesso. Le loro indicazioni includono il miglioramento della nutrizione della cartilagine, l'espansione della gamma di movimenti, l'eliminazione delle comorbidità, la soppressione dei processi infiammatori (accumulo di liquidi, edema tissutale). Per fare ciò, applicare:

  • terapia farmacologica;
  • massaggio;
  • fisioterapia;
  • trattamento domiciliare con metodi tradizionali;
  • esercizi terapeutici;
  • intervento chirurgico

Trattamento dell'osteoartrosi senza chirurgia

Ci sono 4 gradi di sviluppo di questa patologia. Nelle fasi iniziali (fasi 1,2,3), viene applicato un trattamento conservativo. Durante il periodo in cui la distruzione della cartilagine, delle articolazioni e dei tessuti circostanti porta a una necrosi su larga scala, il paziente viene salvato chirurgicamente (fase 4). Il primo e lo stadio della malattia vengono trattati con metodi gentili volti a rafforzare l'immunità complessiva del corpo. Nella terza fase della malattia viene applicato un trattamento più serio:

  • antidolorifici (pillole, iniezioni);
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei;
  • condroprotettore che alleviano gonfiore, gonfiore;
  • agenti che stimolano la microcircolazione;
  • esercizio terapeutico;
  • dieta speciale;
  • fisioterapia (laser, crioterapia, onde magnetiche, ecc.).

operazione

Se la terapia farmacologica era impotente, viene prescritto l'intervento chirurgico. Applicare tre operazioni per l'artrosi: artroscopia, artroplastica, protesi. Nel primo caso, un ago viene inserito nell'articolazione interessata, con l'aiuto di quali aree dolenti vengono rimosse, quindi lucidate. La protesi è un'operazione più complicata in cui non viene rimossa solo l'area interessata, ma viene inserita una nuova protesi per sostituirla sotto forma di una protesi artificiale che il corpo non rifiuta e l'uso non provoca disagio.

Come trattare l'artrosi

I farmaci sono disponibili sotto forma di supposte, gel, soluzioni per iniezioni, compresse, unguenti, capsule, compresse. Oltre al trattamento conservativo in clinica ea casa, i pazienti vengono mostrati a riposo nei sanatori, fornendo un effetto benefico su tutto il corpo. I principali farmaci per l'artrosi, quando la malattia è in fase acuta, sono destinati al sollievo dal dolore. Degli altri medicinali usati;

  • Vitamine del gruppo B (cianocobalamina, tiamina);
  • agenti desensibilizzanti (Pipolfen, Suprastin);
  • ormoni surrenali (Prednisolone, Idrocortisone).

compresse

I FANS (Diclofenac, Ibuprofen, Nimesulide) aiutano a rimuovere il dolore. Tuttavia, il loro uso prolungato cancella l'immagine della malattia, e il paziente è sicuro che la patologia è scomparsa, ma la malattia continua a progredire, perché i farmaci anti-infiammatori rimuovono solo il dolore. Allevia infiammazione, gonfiore e dolore ai corticosteroidi (idrocortisone, Loracort), ma queste pillole con l'artrosi portano alla dipendenza e a molteplici effetti collaterali.

Cos'è l'artrosi e come trattarla?

L'osteoartrite è una malattia cronica delle articolazioni di eziologia non infiammatoria, che porta a deformità nelle aree affette dell'apparato osteo-articolare. Che cos'è l'artrosi e come trattarla è una questione che sta diventando sempre più importante perché colpisce circa il 7% della popolazione adulta dei paesi sviluppati. Ma a seconda della componente di età, i numeri cambiano: tra le persone di età inferiore ai 45 anni, l'artrosi viene diagnosticata solo nel 2% dei casi, da 45 a 64 anni - 30%, dopo i 65, le cifre aumentano al 65-85%.

Le principali cause e fattori di rischio

L'osteoartrosi è una malattia che inizia con la distruzione dello strato cartilagineo, quindi i processi degenerativi-distruttivi si diffondono alla capsula articolare, alla sinovia, ai legamenti, al tessuto osseo dell'articolazione e ai muscoli vicini. La malattia si sviluppa per diversi anni. Inizialmente, i sintomi dell'osteoartrite sono lievi, ma gradualmente aumentano i sintomi patologici. L'artrosi delle grandi articolazioni delle gambe - caviglia, ginocchio, anca, ha l'effetto più negativo sul tenore di vita e sul grado di capacità lavorativa.

La patologia deriva dalla perdita di elasticità del tessuto cartilagineo. Ciò porta ad una maggiore usura della cartilagine e alla comparsa di fessure sulla sua superficie. Agli anziani viene spesso diagnosticata un'artrosi legata all'età, che si verifica a causa di cambiamenti naturali correlati all'età nel tessuto articolare. Questa forma di patologia è chiamata idiopatica, o artrosi primaria. L'artrosi secondaria si sviluppa negli adulti e nei bambini come complicazione di altri processi patologici. Le principali cause di artrosi delle articolazioni in giovane età includono:

  • Lesioni meccaniche dell'apparato osteo-legamentoso (contusioni, fratture ossee, dislocazioni, lesioni al menisco dell'articolazione del ginocchio, distorsioni e rotture legamentose);
  • La displasia è un sottosviluppo congenito dell'articolazione, spesso anca, a causa della quale si origina un errato orientamento nella cavità articolare, minacciando la dislocazione;
  • Disturbi metabolici che causano alterazioni patologiche nella struttura della cartilagine e dei tessuti ossei, portando alla loro deformazione;
  • Le malattie autoimmuni, causate da errori immunitari, non sono note alla fine dei motivi per reagire alle cellule del proprio organismo rispetto agli elementi estranei;
  • Processi infiammatori non specifici dell'area articolare (artrite purulenta acuta);
  • Patologie specifiche (tubercolosi ossea, encefalite da zecche, gonorrea, sifilide);
  • Patologie endocrine (diabete mellito, patologie tiroidee);
  • Malattie degenerative distrofiche dell'apparato osteo-articolare (malattia di Perthes);
  • Malattie che portano ad una maggiore mobilità articolare e debolezza dei legamenti;
  • Emofilia: l'artrosi si verifica a causa di frequente emartro - emorragie nell'area articolare.

Oltre alle cause elencate di artrosi, la probabilità di sviluppare patologia aumenta a causa di:

  • Sovrappeso. Un eccesso significativo di peso corporeo porta a una precoce usura delle articolazioni;
  • Carico eccessivo su uno o più giunti. Il motivo può essere sistematicamente eseguito duro lavoro fisico, allenamento sportivo organizzato in modo improprio. A volte la ridistribuzione del carico si verifica a causa di gravi lesioni. Una persona è costretta a proteggere la gamba ferita per un lungo periodo, sovraccaricando la gamba sana e creando così le condizioni per lo sviluppo dell'artrosi in essa;
  • Predisposizione ereditaria Se i parenti stretti soffrono di artrite, aumenta il rischio del paziente di sviluppare la malattia;
  • Squilibrio ormonale;
  • Esposizione a lungo termine a sostanze tossiche causate dall'esecuzione di compiti professionali, cattive abitudini o assunzione incontrollata di prodotti farmaceutici;
  • Mancanza di micronutrienti e vitamine a causa della malnutrizione;
  • Chirurgia su articolazioni con alto grado di trauma, che richiede la rimozione di una significativa quantità di tessuto articolare. Le articolazioni diventano non congruenti, cioè l'adattamento delle superfici articolari e la cavità articolare è rotta. Di conseguenza, il carico sul giunto aumenta, le superfici iniziano a consumarsi rapidamente.

Le persone a rischio dovrebbero essere attente alle condizioni delle loro articolazioni. Se compaiono i sintomi, indicando l'inizio del processo patologico, è necessario consultare un artrologo.

Come si sviluppa l'artrosi

La patologia del codice ICD 10 (decima variante della classificazione internazionale delle malattie) varia da M15 a M19, a seconda della forma:

  • La poliartrosi (artrosi di più di un'articolazione o artrosi di tutte le articolazioni simultaneamente) è il codice M15;
  • Il codice ICD per l'artrosi dell'articolazione dell'anca (coxartrosi) è M16;
  • Osteoartrosi del ginocchio (gonartrosi) - M17;
  • Artrosi della prima articolazione carpale-metacarpale della mano - M18;
  • Altre artrosi - M19.

Indipendentemente dal tipo e dalle cause della malattia, il meccanismo del suo sviluppo è lo stesso. Durante il processo patologico, la parte cartilaginea dell'articolazione viene gradualmente distrutta a causa della rottura della nutrizione normale. La cartilagine sana è una guaina elastica e liscia che copre la parte ossea della testa articolare ed è anche rivestita dall'interno della cavità articolare. Questo strato, leggermente lubrificato con fluido articolare, consente un facile, indolore e scorrevole scorrimento delle ossa dell'articolazione articolare e ammortizzazione sotto carico.

Patogenesi dell'artrosi: la cartilagine perde la sua naturale levigatezza, diventando ruvida. Questo complica il movimento degli arti, dal momento che le superfici della testa articolare e le sue depressioni iniziano ad aggrapparsi l'una all'altra e il loro reciproco attrito aumenta. Lo strato cartilagineo viene distrutto, pezzi di esso vengono scheggiati. Entrano nel fluido periarticolare e violano l'integrità della membrana sinoviale e schegge e crepe appaiono sulla superficie della cartilagine. Inizia l'erosione, sorgono le cisti, attorno a cui si sviluppa l'ossificazione. A causa del costante attrito, la capsula articolare e la membrana sinoviale dell'articolazione diventano ispessite, si formano dei filamenti fibrosi. C'è un assottigliamento graduale della cartilagine, la superficie adiacente dell'articolazione si deforma, appaiono delle sporgenze. Aumenta il carico sull'apparato muscolo-legamentoso, aumenta il rischio di trauma ad esso - distorsioni e rotture di muscoli e legamenti.

I segni iniziali dell'osteoartrite sono dolore e scricchiolio nell'articolazione, che si manifestano durante il movimento e lo sforzo. Se una persona smette di muoversi, il dolore si attenua. Con questo, l'artrosi è diversa dall'artrite, in cui la sindrome del dolore è meno colpita nei movimenti, ma in uno stato immobilizzato aumenta. Anche tra i sintomi di artrosi delle articolazioni è il cosiddetto dolore iniziale - appare quando, dopo uno stato di riposo prolungato, riprende il movimento dell'articolazione. È causato dai detriti - un film costituito dai componenti della cartilagine distrutta e depositato sulla superficie dell'articolazione. Con il movimento continuo, il detrito passa dall'articolazione alla borsa articolare, di conseguenza il dolore cessa. Pizzicare un pezzo di cartilagine, che si è rotto dalla sua superficie e muoversi liberamente nella borsa articolare, porta al blocco - un improvviso dolore acuto che priva completamente l'articolazione della possibilità di movimento.

Gli esperti distinguono tre gradi di artrosi, ognuno dei quali è caratterizzato da sintomi specifici:

  • Il primo grado di osteoartrosi si manifesta con pochi o nessun sintomo. Minori sensazioni dolorose si verificano durante un movimento prolungato o uno sforzo fisico intenso. La cartilagine articolare in questo stadio non ha un danno significativo, ma si verificano cambiamenti nella composizione del liquido sinoviale;
  • Nella seconda fase dell'artrosi, lo strato cartilagineo inizia a degradarsi gradualmente, le escrescenze compaiono sui bordi della superficie ossea dell'articolazione. I dolori assumono un carattere sistematico, poi si placano, quindi ritornano di nuovo, reagendo non solo al carico, ma anche al tempo. Durante le convulsioni, l'infiammazione è esacerbata. C'è una lieve disfunzione dei muscoli periarticolari;
  • Il diradamento della cartilagine articolare è caratteristico del terzo stadio dell'artrosi, sulla sua superficie compaiono focolai di distruzione. La deformazione dell'articolazione porta ad un cambiamento nell'asse dell'arto, devia verso il lato, che è chiaramente visibile nella foto dell'artrosi.

Le conseguenze dell'osteoartrosi possono portare alla disabilità. Per evitare questo, la diagnosi tempestiva e il trattamento della patologia aiuteranno.

Diagnosi di artrosi

La definizione dei sintomi e il trattamento dell'artrosi sono strettamente correlati alla sua diagnosi accurata. Cruciale nella diagnosi di osteoartrosi è l'esame a raggi X. Sulla fotografia a raggi X, sono chiaramente visibili i cambiamenti patologici che si verificano con la cartilagine e il tessuto osseo dell'articolazione nello sviluppo della patologia. In medicina, vengono utilizzati due tipi di classificazione degli stadi radiologici dell'artrosi.

La classificazione proposta nel 1961 da N.S. Kossinskaya - Dottore in Scienze Mediche, Professore, il più grande specialista sovietico nella diagnosi delle patologie osteo-articolari - comprende tre fasi:

  • Quello iniziale, in cui la radiografia registra un leggero restringimento del gap inter-articolare, che è evidente solo se confrontato con un'articolazione sana, e un danno debolmente pronunciato alla cartilagine articolare;
  • Lo stadio dei cambiamenti pronunciati - il restringimento del gap interarticolare è chiaramente visibile, poiché diventa due o più volte inferiore alla norma. La distruzione del tessuto cartilagineo assume un carattere pronunciato nei luoghi di maggior carico dell'articolazione;
  • Lo stadio dei cambiamenti pronunciati: una fotografia a raggi X mostra la completa distruzione della copertura cartilaginea dell'articolazione. Il gap articolare è praticamente assente, i tessuti ossei delle articolazioni sono in contatto tra loro, coincidono completamente, le loro superfici sono deformate, le escrescenze ossee sono pronunciate. Questo stadio è chiamato osteoartrite deformante, in cui le funzioni motorie dell'articolazione sono gravemente compromesse.

Esiste un'altra classificazione radiologica dell'artrosi secondo Kellgren Lawrence, proposta nel 1957. In accordo con questo, la malattia passa attraverso quattro fasi:

  • I - la comparsa di cisti nella struttura ossea, l'insorgenza di osteosclerosi, la presenza di osteofiti minori - escrescenze ossee nella zona marginale dell'articolazione;
  • II - osteosclerosi più pronunciata e restringimento del gap inter-articolare vengono aggiunti ai sintomi del primo stadio;
  • III - osteosclerosi pronunciata, un aumento delle crescite ossee, un restringimento significativo del gap inter-articolare;
  • IV - massicce crescite del tessuto osseo dell'articolazione, la superficie delle ossa che formano l'articolazione sono deformate, il tessuto osseo è fortemente compattato, il gap interarticolare è debolmente percepibile.

Il numero 0 nella classificazione di Kellgren Lawrence è caratterizzato da uno stadio precoce della malattia, in cui anche una radiografia non è in grado di rilevare i cambiamenti nell'osso e nel tessuto cartilagineo. Ma questo non significa che non ci sia patologia. Se compaiono i sintomi sopra descritti, sono necessari ulteriori test.

Oltre ai raggi X, vengono utilizzati i moderni metodi di diagnosi strumentale dell'artrosi. Gli ultrasuoni e la tomografia computerizzata delle articolazioni forniscono ulteriori informazioni sullo stato dell'osso, della cartilagine e del tessuto periarticolare nella zona interessata.

Trattamento per l'artrosi

Nel trattamento dell'artrosi delle articolazioni, viene applicata una serie di procedure, compresi i metodi conservativi e operativi. Quale metodo di trattamento dell'artrosi applicare in ciascun caso, il medico decide in base alle condizioni del paziente e ai risultati dell'esame diagnostico. I metodi conservativi includono:

  • Terapia farmacologica - antidolorifici e farmaci antinfiammatori (compresse, unguenti, iniezioni), condroprotettori, iniettati nell'articolazione;
  • Fisioterapia - radiazioni ultraviolette, trattamento con correnti ad alta frequenza, terapia ad onde d'urto, esercizi terapeutici e massaggi, applicazioni di fanghi, bagni minerali;
  • Trattamento termale

Nella fase iniziale dell'artrosi, i metodi tradizionali di cura della malattia possono essere utilizzati contemporaneamente a quelli tradizionali. Gli erboristi propongono di trattare l'artrite con impacchi di rafano, cavoli, miele, farina d'avena. Bene rimuove il dolore artritico, strofinando le articolazioni con la tintura delle radici di elecampane sulla vodka. Buoni bagni caldi con fieno cotto a vapore.

Nel caso del terzo e quarto stadio dell'artrosi, la terapia conservativa non è efficace. A questo punto, avviene la distruzione completa della membrana cartilaginea e quindi del tessuto osseo dell'articolazione. Una persona diventa invalida: la cosa principale è l'artrosi pericolosa. Inoltre, una delle conseguenze dell'osteoartrosi degli arti inferiori è patologia spinale (curvatura, ernia dei dischi intervertebrali) a causa della persistente violazione della postura e dell'andatura.

In questo caso, vengono utilizzate tecniche operative per ripristinare le normali funzioni motorie del giunto. Questa può essere un'operazione per rimuovere residui di cartilagine, chiusura artificiale dell'articolazione allo scopo di immobilizzarla per impedire un'ulteriore distruzione dell'osso - artrodesi. L'artroprotesi significa sostituzione parziale di un'articolazione con uno artificiale. Una tecnica radicale comporta la sostituzione completa di un'articolazione con un'endoprotesi. La prognosi dopo tale operazione è per lo più positiva - in assenza di complicanze, le funzioni motorie vengono completamente ripristinate.

Il trattamento e la prevenzione dell'osteoartrosi comprendono la dieta. La dieta dei pazienti, così come delle persone a rischio, dovrebbe includere:

  • Tutti i tipi di prodotti lattiero-caseari;
  • Uova di pollo e quaglie;
  • Gelatina e muscoli: contengono collagene, un tessuto cartilagineo necessario;
  • Vari cereali;
  • Frutta e verdura;
  • Pesce di fiume e di mare;
  • Vari tipi di oli vegetali;
  • Noci, uvetta, pane integrale e crusca.

Di grande importanza per la prevenzione dell'osteoartrosi è uno stile di vita attivo e l'assenza di cattive abitudini. È necessario monitorare il peso, evitare l'ipotermia e un sovraccarico fisico significativo.

Recensioni

Le recensioni dei pazienti sul trattamento dell'osteoartrosi sono diverse:

Mi hanno fatto iniezioni di un condroprotettore nel ginocchio. Dirò subito: la procedura non è piacevole: anche se hanno fatto l'anestesia locale, è stato doloroso. Ma dopo tre iniezioni ci fu un sollievo, e l'articolazione non si preoccupò per quasi un anno. Quindi il corso doveva essere ripetuto, e già per tre anni.

Alexey, 39 anni, Omsk.

Ho avuto un'operazione di endoprotesi - hanno sostituito l'articolazione dell'anca. L'operazione è molto costosa, ma per sei anni ho camminato normalmente, senza bastone, e ho cercato di non ingrassare - il dottore ha avvertito che questo potrebbe negare l'effetto positivo dell'operazione.

Nadezhda Ivanovna, 48 anni, Ufa.

Il fango curativo mi ha aiutato bene - dopo tre settimane in un sanatorio a Lipetsk ho dimenticato le articolazioni per un anno intero. E lì hanno fatto bagni minerali - anche una procedura piacevole e utile. Viene pagato solo il trattamento - risparmio i soldi e ci tornerò.

Anna, 42 anni, Ryazan.

Curare completamente l'artrosi è impossibile, ma per ottenere una remissione stabile della medicina moderna è abbastanza capace. La cosa principale - non eseguire la malattia e seguire le istruzioni degli specialisti.

Osteoartrosi - che cos'è e i suoi metodi di trattamento

Osteoartrosi (artrosi) - una malattia delle articolazioni, che porta alla loro distruzione. Soffrono il 10% della popolazione mondiale.

Con la diagnosi di osteoartrite, i sintomi sono pronunciati e il trattamento della malattia dovrebbe essere completo.

È necessario ridurre il carico, normalizzare la nutrizione, rimuovere l'infiammazione, alleviare lo spasmo muscolare. Quali sono le caratteristiche dell'artrosi, come determinarne l'aspetto e come scegliere un trattamento?

Il 10% della popolazione mondiale soffre di artrosi

Osteoartrosi - che cos'è

L'artrosi delle articolazioni è un cambiamento degenerativo della loro struttura, che è accompagnato da dolore e deformità visibile. Il secondo nome della malattia, che viene utilizzato nella classificazione internazionale è l'osteoartrosi. Diamo un'occhiata ai motivi per cui si verifica e come viene diagnosticata. Osteoartrosi - che cos'è?

Con lo sviluppo della malattia, la cartilagine viene distrutta

La malattia inizia con la malnutrizione della cartilagine e la sua distruzione. Lo strato cartilagineo interno diventa sottile, l'articolazione perde la sua forza e il tessuto osseo si riempie di sali e crescite (per compensare la forza).

Pertanto, l'artrosi si chiama deformante - quando si sviluppa, l'articolazione acquisisce forme "contorte" brutte.

L'artrosi deformante ha tre fasi di sviluppo:

  • Osteoartrosi del 1 ° grado - non presenta sintomi evidenti, tranne che per lieve scricchiolio e dolore periodico durante lo spostamento;
  • Osteoartrosi Grado 2 - accompagnato dalla formazione di escrescenze, dall'apparizione di dolore evidente, aumento di crunch, indebolimento dei muscoli;
  • Osteoartrosi di grado 3 - è chiamata la forma acuta della malattia. L'artrosi acuta è accompagnata dall'apparizione di deformità articolari e mobilità limitata.

Quali articolazioni sono interessate dall'artrosi

La deformità e l'infiammazione spesso colpiscono le articolazioni degli arti inferiori - anca, ginocchio, dita dei piedi (più spesso - il pollice). Più raramente - caviglie e dita.

Tuttavia, la malattia può svilupparsi in altre parti del corpo.

Nella coxartrosi, le articolazioni dell'anca sono colpite (spesso causate da displasia congenita non trattata). La distruzione delle articolazioni vertebrali è chiamata spondiloartrosi, la gonartrosi del ginocchio. La lesione di diverse articolazioni è chiamata poliartrosi.

Con la poliartrosi, il dolore si verifica in diverse articolazioni.

I sintomi della poliartrosi sono la gravità della condizione generale, la prevalenza del processo, la curvatura e il dolore in più articolazioni allo stesso tempo (su gambe, braccia, dita, nella colonna vertebrale).

L'infiammazione nella poliartrosi si diffonde in modo asimmetrico, influenza diversi composti ossei in modi diversi. Con la diagnosi di poliartrosi, il trattamento è diverso nella durata.

Cause di artrosi

Due fattori contribuiscono alla formazione dell'artrosi - il carico e la mancanza di un'alimentazione adeguata, che fornisce vitamine, minerali per la riparazione dei tessuti. Le articolazioni di ogni persona sopportano il carico. Negli atleti e nei ballerini, durante il lavoro fisico, il carico sulle gambe è maggiore, il che significa che le articolazioni ossee si consumano più velocemente e richiedono un'alimentazione di alta qualità. Con uno stile di vita rilassato, l'apparato di supporto si consuma più lentamente, ma richiede anche un rinnovo periodico del tessuto.

Pertanto, la condizione principale per la distruzione e la deformazione delle articolazioni diventa un'alimentazione inadeguata, la mancanza di assimilazione di componenti utili, che spesso si verifica con disturbi metabolici.

Elenchiamo i fattori che contribuiscono al deterioramento delle articolazioni articolari e dei disturbi metabolici:

  • Debolezza muscolare e carico improprio delle articolazioni. L'indebolimento di uno o più muscoli aumenta il carico sul giunto e lo distribuisce in modo non uniforme all'interno della giunzione ossea. Inoltre, durante la flat-footedness, la scoliosi, si forma un carico improprio dei muscoli, con queste malattie "innocue", i tessuti della cartilagine si consumano con l'età, compare l'artrosi.

La probabilità di artrosi aumenta con un forte sforzo fisico.

Se i carichi giornalieri superano la capacità del tessuto osseo, si formano dei microtraumi. Sul luogo del trauma ci sono ispessimenti, che alla fine crescono e deformano l'articolazione;

  • Disturbi metabolici (malattie gastrointestinali - stasi biliare, disbiosi, gastrite, colecistite, pancreatite, malattia metabolica - diabete);
  • Cause psicosomatiche: l'artrosi psicosomatica conferma che anche uno stato emotivo negativo diventa la causa della malattia. Lo stress crea spasmi muscolari, lo stress costante interrompe la nutrizione di tutti i tessuti (organi interni, ossa, articolazioni);
  • Eredità (tipo ereditario del metabolismo e sue possibili violazioni, tendenza alla debolezza muscolare o formazione impropria dell'apparato osseo, alla cattiva digestione - che è la base per lo sviluppo dell'artrosi negli anziani).
  • Ogni secondo pensionato sopra i 70 anni soffre di artrite

    L'osteoartrosi è una malattia delle articolazioni logore, che hanno perso un apporto significativo di sostanze minerali e la capacità di contrastare lo stress e la distruzione.

    Pertanto, con l'età, aumenta la suscettibilità alla malattia. Dopo 70 anni, l'artrosi viene diagnosticata in ogni secondo pensionato.
    Poiché il carico massimo cade sulle gambe (una persona si muove - cammina, si leva in piedi, corre, salta), questo è dove i primi segni di artrosi si formano.

    Sintomi di artrosi

    Per diagnosticare una malattia delle articolazioni può essere su un numero di sintomi dolorosi - dolore, gonfiore, crunch.

    Sintomo n. 1: dolore

    Il sintomo principale della malattia è il dolore alle articolazioni. Il suo aspetto è associato alla deformazione delle borse articolari, alla formazione di escrescenze.

    Se hai l'artrosi, i sintomi del dolore aumentano con il movimento e la facilità a riposo.

    O si presentano in una posizione scomoda e scompaiono quando si sceglie una posizione che è conveniente per la gamba e l'articolazione.
    L'artrosi è diversa dall'artrite, in cui fa male il contrario, più spesso di notte, a riposo, e meno durante il giorno in cui una persona "cammina intorno".

    All'inizio, le malattie del dolore compaiono periodicamente (quando si muove o si scomoda). Con lo sviluppo della malattia, il dolore si fa sentire più spesso e diventa più forte. Si tratta del fatto che il resto non porta sollievo, le articolazioni fanno male anche a riposo. Poiché a quest'ora la circolazione del sangue è già disturbata, la "sensibilità" dell'articolazione ai cambiamenti del tempo appare ("colpi di scena", fa male).

    Sintomo n. 2: crunch

    Lo scricchiolio si verifica a causa della posizione relativa libera delle ossa nell'articolazione dolorante l'una rispetto all'altra.

    Tuttavia, lo sgranocchiare leggero è possibile anche in borse articolari sane (con legamenti deboli, con articolazioni mobili ereditarie).

    Crunch artritico differisce in aumento. Col tempo, aumenta, diventa più forte e più chiaro.

    Sintomo n. 3: deformità articolare e riduzione della mobilità

    Questo sintomo appare con lo sviluppo della malattia. Progredisce con l'aumento del dolore ed è associato alla crescita di escrescenze saline che non consentono all'articolazione di piegarsi e raddrizzarsi completamente.
    La deformità diventa evidente nelle fasi successive della malattia. Inizialmente, l'articolazione si gonfia, dopo - si formano "protuberanze", si forma una curvatura insalubre, "torsione" della borsa articolare.

    Negli stadi successivi della malattia, la deformità articolare diventa evidente.

    Trattamento delle articolazioni nell'osteoartrite

    Il trattamento dell'osteoartrosi (osteoartrite) si basa su due postulati: elimina lo stress e fornisce alle articolazioni una buona nutrizione. Come trattare l'osteoartrosi per ottenere un miglioramento stabile e fermare la distruzione della cartilagine e la degenerazione del tessuto del fuoco da campo?
    Il trattamento dell'artrosi deformante utilizza un effetto complesso. Al paziente vengono prescritte pillole e iniezioni, compresse e fisioterapia.

    Con la diagnosi di trattamento dell'osteoartrosi non può essere unilaterale.

    Non solo puoi nutrire i condroprotettori del tessuto cartilagineo o semplicemente rilassare i muscoli. Le misure unilaterali non aiuteranno a far fronte a una malattia così grave.
    Come trattare correttamente l'artrosi? Quando il trattamento è selezionato diverse aree della terapia:

    • Terapia farmacologica: pillole, iniezioni, blocco. In caso di artrosi, il trattamento con compresse, polveri e capsule fornisce condroprotettore nel corpo. I preparati con condroitina migliorano la sintesi del collagene, che nutre e ripristina il tessuto cartilagineo. Questi sono glucosamina e condroitin solfato. Sono prodotti sotto forma di compresse per l'artrosi, capsule o polveri. Quali pillole per l'artrosi sono più efficaci? Struktum, Artra, Dona, Teraflex, e anche condroitina russa e Hondraloks.

    Medicinali in grado di ripristinare la cartilagine

    Aiutano nelle fasi iniziali della malattia e perdono la loro efficacia in condizioni avanzate quando la cartilagine è quasi completamente usurata o distrutta. In questo caso, il paziente viene operato (endoprotesi), l'articolazione distrutta viene sostituita con i tessuti artificiali. Iniezioni anche prescritte con componenti anti-infiammatori e analgesici - blocco. E colpi nell'articolazione. In caso di artrosi, con il loro aiuto vengono iniettati nel composto osseo gel che imitano il fluido intra-articolare e sostanze analgesiche e antinfiammatorie.

    Le iniezioni nell'articolazione forniscono farmaci al centro dell'infiammazione.

    L'uso di tali iniezioni può ridurre il numero di pillole per l'artrosi. Inoltre, sono prescritti complessi vitaminici-minerali per nutrire i tessuti;

  • Esercitare la terapia. In caso di artrosi, il medico curante seleziona un complesso di esercizi ginnici per prestazioni indipendenti a casa. Puoi imparare come eseguirli negli esercizi della clinica.

    Puoi imparare una serie di esercizi nella clinica

    La ginnastica con l'artrite aiuta a ripristinare il tono muscolare e rimuovere una delle cause della malattia - debolezza delle fibre muscolari;

  • Trattamento di fisioterapia Questi includono la terapia ad onde d'urto (distrugge grandi depositi di sale, normalizzano il flusso sanguigno, attiva la sintesi del proprio collagene), l'ossigenoterapia (saturazione dell'articolazione con ossigeno), il massaggio (rilassamento muscolare e scarico delle articolazioni), elettroterapia, tecniche ondulatorie, ecc.;
  • Alimentazione dietetica Nella diagnosi di osteoartrite, il decorso della malattia dipende dalla nutrizione. Nell'osteoartrite, la dieta esclude qualsiasi pianta solanacea (patate, pomodori, peperoni dolci, melanzane). Inoltre, il cibo per l'artrosi limita l'alcol, lo zucchero, i prodotti da forno, i dolciumi;
  • L'uso di amplificatori aggiuntivi (corsetti ortopedici per sostenere le articolazioni - ortesi);

    I corsetti speciali supportano le articolazioni

    Per trattare con successo l'artrosi, è necessario applicare l'intero complesso delle procedure e delle attività elencate per diversi mesi (da 4 a 7).

    Chi tratta l'artrite

    Quale medico è un esperto nel trattamento dell'artrosi? Elenchiamo gli specialisti che possono fornirti un'assistenza efficace:

    • Un reumatologo è un medico che tratta con metodi terapeutici (pillole, iniezioni, fisioterapia);
    • Artrologo - un medico specializzato nella diagnosi e nel trattamento delle malattie delle articolazioni, ha metodi di trattamento conservativo e chirurgico, purtroppo, una specialità rara;
    • L'ortopedico - spesso lavora con pazienti in regime ambulatoriale, ma in istituti di ricerca specializzati, i chirurghi ortopedici eseguono un trattamento chirurgico;
    • Il terapeuta, il chirurgo - i medici che si trovano in qualsiasi clinica, hanno bisogno di rivolgersi a loro per ricevere un rinvio per l'esame e il trattamento iniziale.

    Trattamento di rimedi popolari per l'artrosi

    Cosa puoi fare da solo? Con la diagnosi di "artrosi" il trattamento con i rimedi popolari a casa spesso permette di ridurre il dolore e mantenere la mobilità.

    Spesso usato è il trattamento dell'osteoartrosi con gelatina (che il corpo usa per riparare la cartilagine).

    Maggiori informazioni sul trattamento dell'osteoartrite con metodi tradizionali.

    Prevenzione dell'osteoartrite

    La prevenzione dell'osteoartrite deformante consiste nelle seguenti attività:

    • Limitazione del carico;
    • Massaggi dopo l'esercizio;
    • Menù completo sano con vitamine, minerali, enzimi e batteri (prodotti caseari), carboidrati, grassi e proteine;
    • Controllo sovrappeso.

    Nella diagnosi di osteoartrite, il decorso della malattia dipende da misure preventive, nutrizione, presenza di carichi fisici (emotivi).

    La prevenzione della malattia è raccomandata per le persone il cui lavoro e le attività quotidiane sono associate a un aumento dello stress sulle articolazioni. Così come quelli la cui età supera i 45 anni.

    L'osteoartrosi è più facile da prevenire che da trattare. Un'articolazione è più facile da mantenere in uno stato sano rispetto alla riparazione del tessuto cartilagineo dopo la sua distruzione.

    artrosi

    L'artrosi è una malattia cronica degenerativa-distrofica delle articolazioni, a seguito della quale la cartilagine viene distrutta, si verificano cambiamenti patologici nella capsula, nella membrana sinoviale, nell'apparato legamentoso e nelle strutture ossee adiacenti. La causa principale della malattia è una violazione dei processi metabolici. Tuttavia, lesioni, malformazioni congenite, malattie infiammatorie delle articolazioni, sovraccarico, sovrappeso e una serie di altri fattori svolgono un ruolo. L'artrosi si manifesta con dolore, rigidità mattutina e mobilità limitata. Una progressione graduale dei sintomi è caratteristica, tuttavia, il tasso di sviluppo della malattia può essere diverso. La diagnosi viene fatta sulla base dell'anamnesi, dell'esame clinico e dei risultati radiografici. Il trattamento dell'artrosi è generalmente conservativo: terapia fisica, farmaci antinfiammatori, fisioterapia, blocchi, ecc. Quando le superfici articolari vengono distrutte, viene eseguita l'artroplastica.

    artrosi

    L'artrosi è una malattia cronica in cui si sviluppano progressivamente alterazioni degenerative-distrofiche nell'articolazione a causa di una violazione dei processi metabolici. La malattia si basa sul danno alla cartilagine articolare, tuttavia, il processo patologico nell'artrosi coinvolge non solo la cartilagine, ma anche strutture anatomiche adiacenti: la capsula, i legamenti, la membrana sinoviale, le strutture ossee sotto la cartilagine e i muscoli periarticolari.

    Prevalenza dell'artrosi

    L'artrosi è la malattia articolare più comune. Secondo i medici americani, negli Stati Uniti questa malattia è stata osservata in circa il 7% della popolazione. Gli esperti russi esprimono quasi gli stessi numeri: secondo gli studi su larga scala sull'artrosi, il 6,43% dei russi soffre. Uomini e donne soffrono di artrite altrettanto spesso, ma tra i giovani pazienti c'è una certa predominanza di uomini e tra gli anziani - donne. Un'eccezione al quadro generale è l'artrosi delle articolazioni interfalangee, che si sviluppa nelle donne 10 volte più spesso che negli uomini.

    Con l'età, l'incidenza aumenta drammaticamente. Pertanto, secondo gli studi condotti da medici americani, l'artrosi viene rilevata nel 2% delle persone di età inferiore ai 45 anni, nel 30% delle persone di età compresa tra 45 e 64 anni e nel 65-85% nelle persone di età pari o superiore a 65 anni. L'artrosi delle piccole articolazioni della mano, la prima articolazione metatarso-falangea, la colonna lombare e cervicale, così come le articolazioni dell'anca e del ginocchio sono le più comuni. Tuttavia, l'artrosi delle articolazioni del ginocchio, dell'anca, della spalla e della caviglia ha il più grande significato clinico a causa del suo effetto negativo sul tenore di vita e capacità di lavoro dei pazienti.

    Cause e fattori di rischio per l'artrosi

    In alcuni casi, la malattia si verifica senza motivo apparente, tale artrosi è chiamata idiopatica o primaria. C'è anche artrosi secondaria - sviluppata come risultato di qualche processo patologico. Le cause più comuni di artrosi secondaria sono:

    • Lesioni (fratture, lesioni del menisco, lacrime del legamento, distorsioni, ecc.).
    • Displasia (disturbi congeniti dello sviluppo dell'articolazione).
    • Disordini metabolici
    • Malattie autoimmuni (artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico).
    • Infiammazione non specifica (artrite suppurativa acuta).
    • Infiammazione specifica (tubercolosi, encefalite da zecche, gonorrea, sifilide).
    • Alcune malattie endocrine.
    • Processi degenerativo-distrofici (malattia di Perthes, osteocondrite da dissezione).
    • Malattie e condizioni in cui vi è una maggiore mobilità delle articolazioni e debolezza dei legamenti.
    • Emofilia (l'artrosi si sviluppa a causa di frequente emartro).

    I fattori di rischio per l'artrosi includono:

    • Vecchiaia
    • Peso eccessivo (a causa dell'aumento del carico il giunto è costantemente sovraccarico, le superfici articolari "si consumano prematuramente).
    • Carico eccessivo sui giunti o un giunto specifico. Può essere dovuto a condizioni di lavoro, organizzazione inadeguata degli allenamenti (soprattutto se vi è una storia di lesioni alle articolazioni), alcune malattie, così come le conseguenze di malattie e lesioni (per esempio, claudicatio, che aumenta il carico su una gamba sana e quando si usa un bastone). mano).
    • L'intervento chirurgico sull'articolazione, in particolare le operazioni altamente traumatiche con la rimozione di un gran numero di tessuti, con conseguente superficie articolare diventano incongruenti, e il carico su di essi aumenta.
    • Predisposizione ereditaria (presenza di artrosi nella famiglia immediata).
    • Violazione dell'equilibrio endocrino nelle donne in postmenopausa.
    • La mancanza di elementi in traccia.
    • Disturbi neurodistrofici nella colonna cervicale o lombare (re-artrite scapolo-omerale, sindrome del muscolo lombare-iliaco).
    • Esposizione a sostanze tossiche.
    • Condizioni ambientali sfavorevoli
    • Ipotermia.
    • Microtraumi ripetitivi dell'articolazione.

    Il meccanismo di sviluppo dell'artrosi

    L'osteoartrite è una malattia polietiologica, che si basa su, indipendentemente dalle specifiche cause di insorgenza, una violazione della normale formazione e riparazione delle cellule della cartilagine.

    Nella normale cartilagine articolare è liscia, elastica. Ciò consente alle superfici articolari di muoversi liberamente l'una rispetto all'altra, fornisce l'ammortizzazione necessaria e, quindi, riduce il carico sulle strutture adiacenti (ossa, legamenti, muscoli e capsula). Nell'artrosi, la cartilagine diventa ruvida, le superfici articolari iniziano a "aggrapparsi" l'un l'altro durante i movimenti. La cartilagine sta diventando sempre più agitata. Piccoli pezzi sono separati da esso, che cadono nella cavità articolare e si muovono liberamente nel fluido articolare, ferendo la membrana sinoviale. Nelle aree superficiali della cartilagine compaiono piccoli fuochi di calcificazione. Appaiono negli strati profondi di ossificazione. Nella zona centrale si formano le cisti che comunicano con la cavità articolare attorno alle quali, a causa della pressione del fluido intra-articolare, si formano anche zone di ossificazione.

    A causa del trauma costante, la capsula e la membrana sinoviale dell'articolazione diventano ispessite durante l'artrosi. Villi appaiono sulla membrana sinoviale e nella capsula si formano focolai di trasformazione fibrosa. Nel corso del tempo, a causa del diradamento e della rottura della forma e della funzione normali della cartilagine, le superfici ossee adiacenti si deformano e le sporgenze ossee appaiono sui bordi. A causa dell'aumento del carico nei legamenti e nei muscoli, ci sono focolai di degenerazione fibrosa. La probabilità di danni al sistema muscolo-scheletrico (distorsioni, lacrime, lacrime) aumenta, a volte l'articolazione "va" in uno stato di sublussazione. Con una significativa distruzione del movimento della cartilagine è gravemente limitato, la formazione di anchilosi è possibile.

    Stage di artrosi

    Ci sono tre fasi di artrosi:

    • Il primo stadio di artrosi - i cambiamenti morfologici pronunciati sono assenti, solo la composizione del liquido sinoviale è disturbata. Il fluido peggiore fornisce nutrienti al tessuto cartilagineo, la resistenza della cartilagine ai carichi normali è ridotta. Il sovraccarico delle superfici articolari provoca infiammazione e dolore.
    • Il secondo stadio di artrosi - la cartilagine articolare inizia a collassare e le crescite marginali delle ossa compaiono ai margini dell'area articolare. I dolori diventano permanenti, abituali, il processo infiammatorio si placa, poi peggiora. C'è una disfunzione debole o moderata dei muscoli periarticolari.
    • La terza fase di artrosi - la cartilagine articolare è assottigliata, ci sono ampi centri di distruzione. Esiste una significativa deformazione dell'area articolare con una variazione nell'asse dell'arto. A causa della rottura della normale relazione tra le strutture anatomiche dell'articolazione e gli ampi cambiamenti patologici nel tessuto connettivo, i legamenti diventano insostenibili e accorciati, a seguito dei quali la mobilità patologica dell'articolazione si sviluppa in combinazione con la limitazione del range naturale di movimento. Ci sono contratture e sublussazioni. I muscoli periarticolari sono allungati o accorciati, la capacità di ridurre indebolito. La nutrizione dell'articolazione e del tessuto circostante è compromessa.

    Dolore all'artrosi

    Il dolore è il sintomo più comune di artrosi. I segni più evidenti di dolore nell'artrite sono dovuti allo sforzo fisico e al tempo, ai dolori notturni, al dolore iniziale e all'improvviso dolore acuto combinato con il blocco dell'articolazione. Un certo ritmo del dolore da artrite è direttamente correlato al carico sull'articolazione. Con un lungo carico (camminare, correre, stare in piedi), il dolore aumenta e a riposo si attenua. Ciò è dovuto alla diminuzione della capacità della cartilagine di fornire ammortizzazione durante i movimenti. La causa dei dolori notturni con l'artrosi è la congestione venosa, così come un aumento della pressione arteriosa intraossea. Il dolore è aggravato da fattori meteorologici avversi: alta umidità, bassa temperatura e alta pressione atmosferica.

    Il segno più caratteristico dell'osteoartrosi è il dolore iniziale - il dolore che si verifica durante i primi movimenti dopo uno stato di riposo e passa mentre si mantiene l'attività fisica. La causa del dolore iniziale in caso di artrosi è il detrito - un film di componenti del tessuto cartilagineo distrutto che si deposita sulle superfici articolari. Come conseguenza dei movimenti, il detrito si sposta dalla cartilagine alla torsione delle borse articolari, quindi il dolore scompare. I blocchi sono improvvisi dolori acuti e l'impossibilità di fare movimenti nell'articolazione. La loro causa è la menomazione del mouse articolare - un pezzo di cartilagine o di osso che giace liberamente nella cavità articolare. Oltre a questi tipi di dolore, nello sviluppo di sinovite reattiva nei pazienti con artrosi, può verificarsi un altro dolore - costante, dolorante, inarcato, indipendente dai movimenti.

    Sintomi di artrosi

    L'artrosi si sviluppa gradualmente, gradualmente. Inizialmente, i pazienti sperimentano un dolore debole a breve termine senza una chiara localizzazione, aggravata dallo sforzo fisico. In alcuni casi, il primo sintomo è un movimento scricchiolante. Molti pazienti con artrosi avvertono una sensazione di disagio nella rigidità articolare e transitoria ai primi movimenti dopo un periodo di riposo. Nel quadro clinico successivo è completato da dolori e dolori di notte "sul tempo." Nel tempo, i dolori diventano più pronunciati, c'è una notevole restrizione dei movimenti. A causa dell'aumento del carico, l'articolazione inizia a ferire dal lato opposto.

    I periodi di esacerbazioni si alternano a remissioni. Esacerbazioni dell'artrosi si verificano spesso sullo sfondo di un aumento dello stress, durante le riacutizzazioni si sviluppa la sinovite. A causa del dolore, i muscoli dell'arto vengono riflessi in modo riflessivo, si possono formare contratture muscolari. Il crunch nel giunto sta diventando più permanente. A riposo, compaiono crampi muscolari e disagio nei muscoli e nelle articolazioni. A causa della crescente deformazione della sindrome del dolore articolare e pronunciata, si verifica la zoppia. Negli ultimi stadi dell'artrosi, la deformità diventa ancora più pronunciata, l'articolazione è piegata e i movimenti in essa contenuti sono significativamente limitati o assenti. Il supporto è difficile, quando si sposta un paziente con artrosi deve usare una canna o stampelle.

    Quando si esamina un paziente con artrite nelle prime fasi di cambiamenti visivi non vengono rilevati. L'articolazione è di forma normale, leggero gonfiore è possibile. La palpazione è determinata da dolore lieve o moderato. Movimento quasi per intero. Nella successiva deformazione diventa sempre più evidente, con la palpazione si evidenzia dolore severo, mentre il paziente, di regola, annota chiaramente i punti più dolorosi. Lungo il bordo dell'intensità dello spazio articolare viene determinato. Il movimento è limitato, c'è instabilità nel giunto. Può essere rilevata la curvatura dell'asse dell'arto. Con lo sviluppo della sinovite reattiva, l'articolazione è aumentata di volume, ha un aspetto sferico e la fluttuazione è determinata dalla palpazione.

    Diagnosi di artrosi

    La diagnosi viene effettuata sulla base dei segni clinici caratteristici e del quadro radiografico dell'artrosi. Le immagini sono prese del giunto dolente (di solito in due proiezioni): per gonartrosi - radiografia dell'articolazione del ginocchio, per la coxartrosi - radiografia dell'articolazione dell'anca, ecc. Il quadro radiografico dell'artrosi è costituito da segni di alterazioni distrofiche nell'area della cartilagine articolare e dell'osso adiacente. La fessura articolare si restringe, la piattaforma ossea si deforma e si appiattisce, si evidenziano cisti, osteosclerosi subcondrale e osteofiti. In alcuni casi, con l'artrosi, si riscontrano segni di instabilità articolare: una curvatura dell'asse dell'arto, sublussazione.

    La luminosità delle manifestazioni cliniche dell'artrosi non è sempre correlata alla gravità dei segni radiografici della malattia. Tuttavia, alcuni modelli esistono ancora. Quindi, gli osteofiti si verificano nelle prime fasi della malattia e sono di solito il primo segno radiologico di artrosi. Inizialmente, i bordi delle superfici articolari si acuiscono, man mano che la malattia progredisce, si addensano sempre più, formando infine punte e escrescenze ossee. Il restringimento dello spazio articolare appare più tardi. In questo caso, a causa dell'instabilità dell'articolazione, il divario può assumere la forma di un cuneo. Quasi allo stesso tempo, si sviluppa l'osteosclerosi della zona subcondrale dell'osso, le formazioni cistoide avvengono nel tessuto osseo adiacente.

    Prendendo in considerazione i segni radiologici, gli specialisti in ortopedia e traumatologia distinguono le seguenti fasi di artrosi (classificazione di Kellgren-Lawrence):

    • Fase 1 (artrosi dubbia) - un sospetto di restringimento dello spazio articolare, gli osteofiti sono assenti o in piccole quantità.
    • Stadio 2 (artrosi lieve) - sospetto restringimento dello spazio articolare, gli osteofiti sono chiaramente definiti.
    • Stadio 3 (artrosi moderata) - un restringimento chiaro dello spazio articolare, vi sono osteofiti chiaramente espressi, deformità ossee possibili.
    • Stadio 4 (artrosi grave) - pronunciato restringimento dello spazio articolare, osteofiti principali, deformità ossee pronunciate e osteosclerosi.

    A volte i raggi X non sono sufficienti per valutare accuratamente la condizione dell'articolazione. Per studiare le strutture ossee, viene eseguita la TC dell'articolazione e, per valutare la condizione dei tessuti molli, viene eseguita la risonanza magnetica dell'articolazione. Se si sospetta una malattia cronica che causa un'artrosi secondaria, l'ortopedico consiglia gli specialisti appropriati: endocrinologo, ematologo, ginecologo, ecc. Se necessario, una diagnosi differenziale di artrosi con le malattie reumatoidi del paziente viene indirizzata a un reumatologo per la consultazione.

    Trattamento per l'artrosi

    L'obiettivo principale del trattamento dei pazienti con artrosi è prevenire un'ulteriore distruzione della cartilagine e preservare la funzione dell'articolazione. La terapia è a lungo termine, complessa, include sia attività locali che generali. Uno dei compiti più importanti nell'artrite è ottimizzare il carico sull'articolazione. È necessario escludere lunghe passeggiate, movimenti stereotipati ripetitivi, lunga durata, lunga permanenza in una postura fissa e pesi. Un ruolo enorme nel ridurre al minimo il carico sulle superfici articolari è giocato dalla perdita di peso durante l'obesità.

    Nel periodo di remissione, il paziente con artrite si riferisce alla terapia fisica. Il complesso di esercizi dipende dallo stadio di artrosi. Nelle fasi iniziali è consentito nuotare e andare in bicicletta, in caso di artrosi grave, si dovrebbe eseguire una serie di esercizi appositamente studiati mentre si sta sdraiati o seduti. Nel periodo di esacerbazione dell'artrosi, viene prescritto un riposo a letto semi-letto. Nelle fasi successive, si consiglia di camminare con una stampella o un bastone da passeggio.

    Il trattamento farmacologico nella fase acuta dell'artrosi comprende la nomina di farmaci anti-infiammatori non steroidei (diclofenac, ibuprofene), a volte in combinazione con sedativi e rilassanti muscolari. La dose di FANS è selezionata singolarmente, tenendo conto delle controindicazioni. Insieme ai farmaci per la somministrazione orale vengono prescritte iniezioni intramuscolari e supposte rettali. Nella fase di remissione dell'artrosi, non è raccomandato assumere i FANS a causa dei loro effetti negativi sul metabolismo del tratto gastrointestinale e della cartilagine. Con sinovite reattiva, vengono eseguite punture delle articolazioni seguite dalla somministrazione di glucocorticosteroidi (diprospan, triamcinolone, idrocortisone). In questo caso, il numero di iniezioni di GCS non deve superare 4 volte durante l'anno.

    Il farmaco a lungo termine per l'artrosi comprende condroprotettori (glucosamina solfato, Ostenil, Synvisc), che vengono iniettati nella cavità articolare secondo uno schema specifico. Per uso topico vengono usati pomate riscaldanti e antinfiammatorie. Per alleviare il dolore, ridurre l'infiammazione, migliorare la microcircolazione ed eliminare gli spasmi muscolari di un paziente con artrosi, vengono indirizzati per la fisioterapia. Nella fase di esacerbazione vengono prescritti laser terapia, campi magnetici e irradiazione ultravioletta e nella fase di remissione vengono assegnati elettroforesi con dimexide, trimecain o novocaina, fonoforesi con idrocortisone, induttotermia, procedure termiche (ozocerite, paraffina), solfuro, radon e bagni marini. L'elettrostimolazione viene eseguita per rafforzare i muscoli. Nella fase di remissione dell'artrosi può anche essere prescritto un leggero massaggio.

    In caso di distruzione delle superfici articolari con una pronunciata disfunzione dell'articolazione, viene eseguita la sostituzione dell'endoprotesi. In alcuni casi, vengono eseguiti interventi palliativi per alleviare l'articolazione: in coxartrosi, osteotomia pertroctile e fenestrazione dell'ampia fascia della coscia, nella gonartrosi, artrotomia con rimozione di aree non vitali delle superfici articolari in combinazione con osteotomia e correzione dell'asse della tibia.