Principale

Gomito

Osteoartrite dell'articolazione clavicolare sterno

Un importante collegamento dell'arto superiore con il torace è l'articolazione sternoclavicolare. Grazie a lui, un uomo alza le mani o la conduce sopra la sua testa. L'infiammazione di tale articolazione, artrite, dislocazione dovuta a un soffio diretto o caduta su gomiti estesi all'indietro può causare una violazione delle sue funzioni e portare a una perdita delle prestazioni umane.

Anatomia dell'articolazione sternoclavicolare

L'articolazione di questa parte dello scheletro ha una forma a sella. Il movimento in esso avviene a causa del movimento di un osso, rispetto a un altro, c'è la possibilità di fare un giro della clavicola attorno al suo asse. All'esterno, l'articolazione è coperta da una densa capsula di tessuto connettivo che la protegge dalle lesioni. All'interno è un elemento di collegamento - disco articolare. Regola la pressione tra le strutture ossee. È rafforzato dalla superficie costale anteriore e dal legamento sternoclavicolare.

Lo scopo principale del giunto è quello di collegare le braccia al torace combinando le ossa della clavicola e la cintura della spalla con il corpo. Nella forma, è un rudimento.

Patologie e sintomi

Tutte le lesioni o le lesioni che colpiscono l'articolazione sternoclavicolare causano una violazione della qualità della vita di una persona, limitando la libertà di movimento. Pertanto, qualsiasi azione è accompagnata da dolore acuto e straziante, intorpidimento e formicolio del braccio, della spalla o del collo. La pelle sopra l'area danneggiata diventa infiammata e gonfia.

Quali malattie possono influenzare?

Le malattie comuni dell'articolazione sternoclavicolare comprendono l'artrite, che si sviluppa a causa dell'infiammazione dei tessuti articolari. L'artrite purulenta acuta è anche possibile se un'infezione viene introdotta nella cavità articolare dopo una lesione o un'osteomielite ematogena. L'osteocondrosi della clavicola o il danno autoimmune ai tessuti della cartilagine può causare danni all'articolazione. Quando è danneggiato, si verificano i seguenti sintomi caratteristici:

  • dolore acuto con aumento del movimento;
  • aumento della temperatura locale;
  • arrossamento e gonfiore della pelle nel punto di articolazione;
  • l'incapacità di muovere completamente la mano;
  • febbre e debolezza.

Lo sviluppo dell'artrosi dell'articolazione si verifica raramente e, di regola, viene combinato con danni ad altre parti del corpo. Ciò è facilitato dalla degenerazione ossea nella clavicola e nello sterno, che avviene con l'osteocondrosi. Può impedire il movimento dell'arto superiore. L'area interessata inizia a ferire costantemente, a volte la parte anteriore dell'osso si deforma, qualsiasi movimento del braccio provoca uno scricchiolio.

Lesioni articolari

Il danno articolare è associato a una rottura del tessuto cartilagineo o dei legamenti durante la lussazione. Più spesso, le lesioni sono causate da un danno diretto nella zona dell'articolazione quando colpite o cadono su un braccio diritto, retratto. In questo caso, la persona avverte un dolore acuto, aggravato durante il movimento dell'arto. Nell'area di localizzazione del gonfiore articolare, si sviluppano ematomi o lividi. Potrebbe esserci una marcata deformità dell'osso, simile a una protrusione, che quando premuta diventa ancora più evidente. I movimenti attivi con un arto sono completamente impossibili e quelli passivi causano dolori lancinanti.

In caso di dislocazione di un composto del genere, la sua sostituzione non viene eseguita.

Diagnosi e trattamento

Per identificare la dislocazione o altre patologie che interessano l'articolazione sternoclavicolare, è possibile utilizzare la radiografia. Le caratteristiche del quadro aiuteranno a determinare la violazione dell'anatomia delle superfici articolari delle ossa o della loro articolazione. Nell'infiammazione infettiva, il liquido intraarticolare viene perforato. Il materiale risultante viene seminato su terreni nutritivi con la determinazione della sensibilità dei batteri agli antibiotici. I risultati di questo studio determinano quale di essi dovrebbe essere applicato. I farmaci antinfiammatori sotto forma di unguenti sono usati per trattare problemi con l'articolazione sternoclavicolare. I condroprotettori e i complessi vitaminici hanno un effetto terapeutico efficace. Rafforzano i tessuti dell'articolazione e ne impediscono la distruzione.

Osteoartrite dell'articolazione clavicolare sterno

Trattamento dell'artrosi dell'articolazione acromioclavicolare: farmaci e fisioterapia

Nel corpo umano - molte articolazioni nascoste, le cui funzioni sono invisibili. Pertanto, la scapola è collegata alla clavicola da un giunto mobile. Il ruolo principale di questa articolazione è quello di aiutare a sollevare le braccia e aumentare l'ampiezza dei movimenti nella spalla. A volte c'è un'età o una degenerazione traumatica delle superfici articolari dell'articolazione acromioclavicolare, che porta a una spiacevole malattia: l'artrosi. Come conseguenza della malattia, la funzione dell'arto superiore è gravemente compromessa, il che compromette gravemente la qualità della vita di una persona malata.

Cause, problemi di anatomia e biomeccanica

Movimento associato all'innalzamento degli arti superiori, eseguito da articolazione della spalla, scapola e clavicola. Queste formazioni ossee formano articolazioni di vari livelli di attività. Appena sopra l'omero c'è l'acromion, un processo semicircolare della scapola. La sua estremità distale è collegata alla clavicola prossimale. Questo posto è chiamato articolazione acromioclavicolare. Oltre alle strutture ossee, i legamenti e il tessuto cartilagineo sono presenti nell'area della giunzione. Quest'ultima forma una capsula attorno all'articolazione, ma all'interno del liquido sinoviale è praticamente assente, poiché la gamma dei movimenti articolari è limitata.

Per il pieno funzionamento del contenuto abbastanza comune all'interno della cavità è abbastanza denso tessuto cartilagineo. Tuttavia, per varie ragioni, le strutture ossee crescono, appaiono delle crepe (osteofiti), che portano alla comparsa dei sintomi clinici della malattia. Il fattore esatto che porta all'artrosi dell'articolazione acromioclavicolare non è stato identificato, ma ci sono situazioni che provocano la comparsa della malattia. Questi includono:

  • sollevamento pesi;
  • lavoro lungo con le mani alzate;
  • caratteristiche ereditarie dell'articolazione osteo-cartilaginea (debolezza dell'apparato legamentoso, condrociti sottosviluppati);
  • danno acromioclavicolare;
  • malattie sistemiche del tessuto connettivo (lupus, artrite reumatoide);
  • operazioni trasferite nella stessa zona;
  • abitudine di dormire, mettendo un braccio piegato sotto la testa.

Il più alto valore nello sviluppo dell'artrosi acromioclavicolare ha un alto carico professionale sulla zona della spalla. Pertanto, sono prevalentemente le persone con più di 35 anni che soffrono delle seguenti professioni per un lungo periodo:

  • weightlifters;
  • culturisti;
  • saldatori;
  • atleti coinvolti con barre o traverse;
  • minatori;
  • altre specialità in cui le mani sono sottoposte al carico massimo nello stato sollevato (elettricisti, allenatori, pugili, ecc.).

La principale causa immediata dell'insorgenza dei sintomi clinici è la sostituzione del tessuto cartilagineo mobile con strutture statiche ossee. Appaiono gli osteofiti, che limitano l'attività già scarsa dell'articolazione. L'artrosi acromioclavicolare si forma per un lungo periodo, quindi, all'inizio del dolore, la patologia è già molto avanzata.

Principali sintomi e manifestazioni cliniche

La malattia si sviluppa lentamente. I primi sintomi compaiono gradualmente, di solito al culmine di un grave sforzo fisico. Per molto tempo il paziente non presta alcuna attenzione a loro, tuttavia, stanno progredendo spiacevoli segni di problemi nel giunto. I principali sintomi che caratterizzano l'artrosi dell'articolazione acromioclavicolare includono:

  • dolore alla spalla;
  • irradiazione del dolore al braccio, collo e scapola;
  • capacità bruscamente limitata di alzare le mani;
  • il sonno è disturbato, poiché nella posizione supina il dolore si intensifica;
  • irritabilità, depressione;
  • l'intero cingolo scapolare superiore soffre: rigidità dei movimenti, si forma la limitazione della funzione dell'arto. La qualità della vita si sta deteriorando bruscamente.

Il principale sintomo dell'artrosi acromioclavicolare è il dolore. Inizialmente appare solo all'altezza dello sforzo fisico o alza le mani in alto. Quindi diventa permanente, aumentando con il minimo movimento. Una persona non può affrontare le situazioni quotidiane più semplici:

  • incrocia le braccia;
  • sollevali il più possibile;
  • dormire sul lato affetto;
  • sollevare la borsa anche con peso ridotto;
  • metti il ​​bambino sulle spalle;
  • trasforma la metà malata del corpo a lato.

Il più grande problema è il problema di addormentarsi. Le sensazioni dolorose sono intensamente intensificate, il che richiede un uso costante di analgesici. Non ci sono complicazioni fatali nell'osteoartrosi dell'articolazione acromioclavicolare. Tuttavia, i forti dolori e le restrizioni costanti dei movimenti quotidiani causano gravi problemi e peggiorano la qualità della vita. Il più alto grado di problemi che una malattia può fornire è l'impossibilità totale di sollevare il braccio colpito.

Se confrontiamo le caratteristiche del decorso della malattia per vari motivi, appare uno schema. I sintomi più favorevoli e lentamente in progressione nei processi degenerativo-distrofici nell'articolazione a causa di cambiamenti involutivi. Negli atleti, specialmente quelli con una maggiore massa corporea, il dolore è molto meno pronunciato rispetto alla limitazione della funzione degli arti. La patologia più sfavorevole è associata a lesioni traumatiche e operazioni precedenti. Altrettanto difficile, ma efficacemente curabile, i sintomi si manifestano con le malattie sistemiche del tessuto connettivo.

Difficoltà diagnostiche

Con i sintomi tipici, non è troppo difficile sospettare il problema, è più difficile agire dal punto di vista della medicina basata sull'evidenza, cioè identificare il substrato anatomico della malattia. Immediatamente, i frammenti ossei dell'acromion e della clavicola sono interessati nelle fasi più avanzate, quando il trattamento è mirato a fermare i sintomi. Inizialmente, i cambiamenti riguardano il tessuto cartilagineo e la comparsa di piccoli osteofiti. Pertanto, l'intera gamma di misure diagnostiche dovrebbe includere:

  • esami del sangue per escludere un processo sistemico;
  • Raggi X della spalla - un medico esperto sarà in grado di notare una diminuzione della distanza tra l'estremità distale della scapola e la clavicola;
  • tomografia computerizzata - tutte le sottigliezze dei cambiamenti nel tessuto osseo sono visibili;
  • RM - offre l'opportunità di valutare la patologia di tendini, cartilagine e ossa;
  • densitometria - per identificare l'osteoporosi legata all'età.

Tutte le domande rimuovono solo l'esame di risonanza magnetica. Chiaramente visibile è la distruzione della capsula articolare, una diminuzione della quantità di tessuto cartilagineo nella cavità dell'articolazione e crescita delle ossa marginali.

Per diagnosi differenziale è mostrato il coinvolgimento di dottori nelle specialità seguenti:

  • terapeuta - il collegamento principale, l'organizzazione del processo diagnostico;
  • reumatologo - l'eccezione della natura sistemica della lesione;
  • neurologo - valutazione della condizione dell'arto superiore e nomina del trattamento conservativo;
  • traumatologo - determinazione delle indicazioni per la correzione chirurgica e l'esecuzione delle procedure chirurgiche;
  • esercizio fisico (istruttore) - lo sviluppo di esercizi individuali per migliorare i processi di recupero nell'articolazione.

Solo il lavoro congiunto di specialisti consentirà di stabilire un'attività efficace per la diagnosi completa e il trattamento dell'artrosi dell'articolazione acromioclavicolare. In alcuni casi, c'è una sottostima del significato del danno in questa articolazione, che porta a una diagnosi ritardata e ad un periodo protratto di sintomi dolorosi per il paziente.

Trattamento e riabilitazione

I metodi di trattamento conservativi non possono curare completamente la malattia. Tuttavia, questo modo di aiutare il paziente è efficace in termini di controllo dei sintomi della malattia. È possibile rimuovere le manifestazioni dell'artrosi acromioclavicolare per stabilizzare la progressione delle alterazioni ossee e cartilaginee. I principi di base del trattamento possono essere rappresentati come segue:

  • anestesia efficace - FANS usati e analgesici semplici, blocco intraarticolare;
  • miglioramento del flusso sanguigno nella zona articolare - vengono utilizzati vasodilatatori periferici;
  • trattamento anti-infiammatorio - gli ormoni sono utilizzati per via parenterale in un breve ciclo e la somministrazione intra-articolare;
  • terapia condroprotettiva - ripristino del tessuto cartilagineo;
  • farmaci per uso esterno - migliorare l'efficacia degli agenti sistemici;
  • Esercizio terapia, massaggio, agopuntura.

Con l'inefficacia dell'intero complesso di metodi conservativi, l'aumento dei sintomi clinici, viene eseguita la correzione chirurgica dell'artrosi.

La tabella seguente mostra i principali farmaci, il corso del trattamento e le principali dosi per vari tipi di somministrazione di farmaci nell'area interessata.

Osteoartrite dell'articolazione clavicolare sterno

Anatomia dell'articolazione sternoclavicolare e sua patologia

Per molti anni cercando di curare le articolazioni?

Il capo dell'Istituto di trattamento congiunto: "Sarai stupito di quanto sia facile curare le articolazioni prendendo 147 rubli al giorno tutti i giorni.

L'articolazione grudino-clavicolare è una delle articolazioni principali della cintura degli arti superiori, che crea una struttura forte e affidabile per l'articolazione della spalla che collega il braccio di un uomo al petto. Nonostante l'alta resistenza dell'articolazione, è allo stesso tempo molto flessibile, che consente alla clavicola di muoversi, e con essa l'intero arto superiore, in tre piani diversi.

Grazie a questa articolazione, una persona può alzare le mani, metterle dietro la testa, eseguire movimenti rotatori nelle spalle. Se la funzione dell'articolazione sternoclavicolare è compromessa da una lesione o da una malattia, diventa impossibile il movimento dell'articolazione della spalla.

L'articolazione grudino-clavicolare ha un duplice significato. Da un lato, limita la mobilità nella cintura degli arti superiori, garantendo la sua stabilità, e d'altra parte, aiuta a svolgere movimenti di ampiezza elevata.

Per il trattamento delle articolazioni, i nostri lettori usano con successo Artrade. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Anatomia dell'articolazione

L'articolazione grudino-clavicolare è formata dalla tacca della clavicola sullo sterno e dall'estremità sternale della clavicola. Le superfici articolari delle ossa sono coperte con cartilagine ialina, che non fornisce completa congruenza.

Per riferimento: la congruenza dell'articolazione è la completa corrispondenza reciproca della forma delle superfici articolari delle ossa, che sono articolate tra loro. Se la superficie dell'articolazione perde la congruenza, i movimenti diventano ostruiti e in alcuni casi impossibili.

Ma la natura si prese cura dell'uomo e trovò la soluzione perfetta per un tale problema. Per quanto riguarda l'articolazione sternoclavicolare, la questione della completa congruenza viene risolta per mezzo di un disco intra-articolare, che si trova tra le superfici articolari delle due ossa, senza unirle. È attaccato al perimetro della capsula articolare. Questo disco divide la cavità articolare in 2 parti separate: la parte inferiore centrale e quella superiore laterale. In alcune persone, il disco intra-articolare può avere un foro nel mezzo e entrambe le cavità articolari in questi casi sono interconnesse.

Ci sono ancora discussioni tra gli anatomisti sulla classificazione di questa articolazione. Alcuni esperti sostengono che l'articolazione appartiene all'appartamento, altri insistono che è sferica nella funzione, altri ancora la attribuiscono alla sella. Poiché l'ampiezza dei movimenti è troppo grande per un'articolazione piatta, e troppo piccola per la sfera, al contrario, assumeremo che l'articolazione sternoclavicolare sia una sella, di struttura semplice e complessa.

Una comune articolazione è formata da non più di due superfici articolari delle ossa.

Un giunto complesso è uno che contiene componenti cartilaginei aggiuntivi all'interno della capsula articolare per garantire congruenza. In questo caso, si tratta di un disco cartilagineo intraarticolare.

Un'articolazione della sella è una che è formata da 2 superfici articolari che si posizionano a cavallo l'una dell'altra. In questo caso, i movimenti vengono eseguiti facendo scorrere un osso lungo l'altro. Ciò fornisce mobilità in due assi reciprocamente perpendicolari. Ma, come è stato detto, i movimenti nell'articolazione sternoclavicolare sono possibili in 3 piani (c'è anche una piccola ampiezza di rotazione dell'estremità sternale della clavicola), che è stata la ragione delle dispute degli scienziati. Ma, secondo la maggioranza, questo giunto è ancora considerato sella.

Sulla parte superiore del giunto è coperta da una capsula densa e sigillata con diversi legamenti molto forti:

  1. Il legamento sternoclavicolare (anteriore e posteriore), che rinforza la capsula articolare lungo le superfici anteriore, superiore e posteriore. Sono larghi, ma corti, possono essere intrecciati per tutto il tessuto connettivo della capsula.
  2. Il legamento costoclavicolare inizia dal bordo superiore della prima costola e si attacca all'osso clavicolare. È molto denso, ampio e forte. Inibisce l'aumento della mobilità nell'articolazione e stabilizza la cintura dell'arto superiore.
  3. Il legamento interclavicolare è teso tra le due estremità sternali della clavicola sopra il taglio giugulare dello sterno. Limita la mobilità non necessaria della clavicola verso il basso.

Funzione congiunta

Le caratteristiche anatomiche della struttura dell'articolazione sternoclavicolare consentono il movimento in tre piani:

  • attorno all'asse verticale (riduzione e diluizione delle spalle e delle scapole);
  • attorno all'asse sagittale (alzando e abbassando le spalle);
  • attorno all'asse frontale (movimenti rotazionali nelle spalle).

Inoltre, l'articolazione sternoclavicolare è l'unica articolazione che collega lo scheletro assiale di una persona con l'arto superiore. Vale la pena notare che negli esseri umani questa articolazione è alquanto rudimentale, cioè quella che, nel processo di evoluzione e camminata verticale, ha perso il suo scopo funzionale. Negli animali, svolge molte più funzioni, e l'ampiezza dei movimenti in essa è molto grande.

Metodi per valutare l'articolazione

In questo abbinamento, tutti i tipi di movimenti sono combinati con quelli nelle articolazioni acromioclavicolare e della spalla. La sua condizione può essere valutata mediante esame, palpazione e tecniche di ricerca aggiuntive (radiografia, risonanza magnetica, TC).

ispezione

Quando si esamina visivamente l'articolazione, non è sempre possibile vedere chiaramente, poiché questo può essere un ostacolo per un tessuto adiposo sottocutaneo ben sviluppato. Nelle persone in sovrappeso, le articolazioni non sono visibili, ma in quelle con fisico astenico (in magro), l'articolazione è chiaramente contornata. Aiuta a rivelare l'articolazione delle spalle. Normalmente, entrambe le articolazioni sternoclavicolari sono simmetriche, il colore della pelle sopra di loro non è cambiato, non c'è gonfiore, i movimenti sono liberi, indolori e non sono accompagnati da crepitio (scricchiolio).

In caso di rilevamento di una deformazione dell'iperemia della pelle sull'articolazione, si deve sospettare dolore o limitazione dell'ampiezza durante i movimenti, edema, qualsiasi patologia (malattia o lesione).

palpazione

La palpazione dell'articolazione viene eseguita dal medico con il 2 ° e 3 ° dito di una mano. Per migliorare la qualità della palpazione, è necessario alzare le spalle e portare le articolazioni in una posizione favorevole per lo studio. Per valutare meglio la mobilità, al paziente viene chiesto di riprendere le spalle. Allo stesso tempo la capsula è allungata davanti.

Normalmente, l'articolazione non è dolorosa durante la palpazione, non c'è gonfiore e non si osserva un aumento della temperatura locale della pelle, crepitio o deformità, l'ampiezza dei movimenti è entro i valori normali.

Dei metodi di ricerca aggiuntivi, i raggi X del torace sono più spesso utilizzati. Nei casi più gravi, la diagnosi potrebbe dover eseguire la risonanza magnetica o la tomografia computerizzata.

Possibili malattie

Come già accennato, qualsiasi danno a questa articolazione influenza la possibilità di movimento libero dell'arto superiore e riduce significativamente la qualità della vita di questi pazienti. Ogni attività quotidiana che hanno è accompagnata da dolore e dall'incapacità di eseguire il movimento desiderato. Considerare i tipi più comuni di malattie dell'articolazione sternoclavicolare.

artrosi

L'artrosi di questa articolazione appartiene alle localizzazioni rare e poco conosciute di questa malattia. Molto spesso si verifica dopo un infortunio ed è a senso unico, è molto raro trovare la sconfitta simultanea di entrambi i composti.

Il più delle volte, questa malattia si presenta sotto l'aspetto della periartrite omerale, artrosi dell'articolazione della spalla, nevralgia intercostale, osteocondrosi, angina pectoris. Molto spesso, tali pazienti ricevono una diagnosi errata, che porta a un trattamento a lungo termine e senza successo.

I seguenti sintomi aiuteranno nella diagnosi:

  • dolore alla palpazione delle articolazioni sternoclavicolari;
  • lo sviluppo di deformità in questa parte del corpo;
  • lieve gonfiore;
  • la presenza di crunch durante i movimenti;
  • disagio e dolore quando si trova sullo stomaco.

Nella diagnosi, la radiografia dell'area di articolazione aiuta, dove vengono rilevati i cambiamenti patologici tipici dell'artrosi.

Può essere trattato bene. Applicare fisioterapia, terapia manuale, fisioterapia, farmaci per eliminare il dolore acuto. Se necessario, eseguire il blocco della regione del composto con preparazioni di glucocorticosteroidi.

artrite

Questa è un'infiammazione dell'articolazione sternoclavicolare, che può avere diverse cause. Molto spesso, questa articolazione è influenzata dalla poliartrite reattiva (sindrome di Reiter). L'artrite purulenta acuta può anche svilupparsi quando viene introdotta un'infezione nella cavità articolare. In alcuni casi, questo composto può essere coinvolto in un processo patologico nelle malattie autoimmuni sistemiche, ad esempio nell'artrite reumatoide, nella spondilite anchilosante, ecc.

  • dolore acuto nell'articolazione, che aumenta con qualsiasi movimento;
  • gonfiore e arrossamento della pelle oltre l'articolazione, aumentando la temperatura locale;
  • l'incapacità di muovere liberamente il braccio a causa del dolore;
  • sintomi comuni: febbre, malessere, dolori muscolari, debolezza.

Il trattamento dell'artrite dell'articolazione sternoclavicolare dipende dalla sua causa. Pertanto, quando appaiono questi segni, è necessario cercare aiuto da un terapeuta, ortopedico o reumatologo. Se l'artrosi non viene trattata, può verificarsi anchilosi dell'articolazione, cioè la completa scomparsa della cavità articolare e l'immobilità. E questa condizione può essere corretta solo con un trattamento chirurgico.

lesioni

Molto spesso è necessario affrontare una dislocazione dell'articolazione sternoclavicolare, con rottura parziale o completa dei suoi legamenti.

Lo sviluppo di tale lesione è associato ad un effetto dannoso diretto in questa zona, ad esempio, con un colpo o una caduta su un braccio raddrizzato, retratto.

Sono possibili due varianti di lussazione: anteriore e posteriore (a seconda di dove si è spostata la parte sternale dello sterno - verso la parte anteriore o posteriore dello sterno).

Sospettare una dislocazione aiuterà questi sintomi:

  • dolore acuto al sito di lesione, che aumenta con qualsiasi movimento;
  • aumento dell'edema, deformazione di questa zona anatomica, lividi, ematoma;
  • palpazione, si può sentire l'estremità sfalsata della clavicola;
  • una significativa limitazione del movimento attivo della mano e un forte dolore durante il tentativo di movimenti passivi;
  • con la pressione sulla clavicola, è possibile rilevare una maggiore mobilità dell'osso, che è normalmente assente.

Quando la clavicola è dislocata, vi è il pericolo di lesioni agli organi del collo e del torace, quindi il paziente deve essere immediatamente portato in un ospedale traumatologico dove gli verrà dato tutto l'aiuto necessario.

A seconda del tipo di danno e del suo grado, il trattamento può essere conservativo o chirurgico.

Ci sono anche più malattie rare dell'articolazione sternoclavicolare, per esempio, la sindrome di Friedrich (necrosi asettica della testa sternale della clavicola), sindrome di SAPHO (una combinazione di iperostosi dell'articolazione sternoclavicolare con palme e piante pustolose, psoriasi o acne, lesioni spinali sotto forma di osteite, artrite, sacroileite), ma si verificano in casi isolati.

Pertanto, l'articolazione sternoclavicolare è un'articolazione piccola ma molto importante nel nostro corpo. Una violazione della funzione di questa articolazione porta all'incapacità di eseguire movimenti con le mani, a disagio significativo, perdita di capacità di lavoro e diminuzione della qualità della vita di tali pazienti.

Dolore al collo e alla spalla, che può dare al braccio - una causa comune di ricerca di cure mediche. Questo dolore si verifica nel 50% della popolazione ed è più spesso associato al fatto che la colonna vertebrale cervicale è la più attiva.

È un'attività alta che rende la zona del collo e delle articolazioni delle spalle vulnerabile a stress meccanici e cambiamenti degenerativi.

motivi

Le cause del dolore al collo, che danno alla spalla e al braccio (destra o sinistra), possono essere sia patologiche che fisiologiche. Questi ultimi includono dolore dopo aver dormito in una posizione scomoda, ipotermia, stress prolungato sulla colonna vertebrale.

artrosi

Una malattia degenerativa che è caratterizzata da un lungo percorso e porta a una restrizione della mobilità articolare.

La natura e la posizione del dolore

Il dolore doloroso cronico alla spalla, che si irradia al collo, è caratteristico dell'artrosi.

I sintomi dell'osteoartrosi all'inizio del suo sviluppo sono appena evidenti. Di solito nella fase iniziale della malattia, una persona nota un leggero dolore durante i movimenti. Mentre la malattia progredisce, il dolore aumenta e compaiono i seguenti sintomi:

  • il dolore al collo dà alla mano;
  • scricchiolare nell'articolazione durante lo spostamento;
  • mobilità limitata nel comune;
  • gonfiore nella zona dell'articolazione colpita;
  • arrossamento della pelle sopra l'articolazione malata.

Diagnosi e trattamento

Per la diagnosi di patologia usare:

Per il trattamento delle articolazioni, i nostri lettori usano con successo Artrade. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

  • raggi x in 2 proiezioni;
  • ultrasuoni;
  • artroscopia;
  • Risonanza magnetica e TC;
  • La scintigrafia;
  • termografia;
  • esami generali del sangue e delle urine;
  • esame del sangue biochimico.

Per questo uso:

  • FANS all'interno e locali;
  • corticosteroidi per iniezione nella cavità articolare;
  • antidolorifici;
  • hondroprotektory.

Anche i metodi più usati di fisioterapia.

artrite

Malattia causata da infiammazione della cartilagine articolare, degenerazione e usura delle articolazioni cartilaginee.

La natura e la posizione del dolore

La malattia è caratterizzata da dolori crescenti - inizialmente opachi, doloranti, poi acuti, persistenti. L'intensità dipende dal grado di deformità dell'articolazione. Con una malattia dell'articolazione scapolare-toracica, il dolore è localizzato sulla superficie posteriore della spalla, con la sconfitta del dolore dell'articolazione acromioclavicolare nella spalla di fronte. Mentre colpisce entrambe le articolazioni, la malattia causa dolore su entrambi i lati della spalla.

Ci sono altri segni di artrite alla spalla, come:

  • gonfiore del tessuto attorno all'articolazione;
  • aumento della temperatura locale nella zona interessata;
  • dolore, aggravato dai movimenti;
  • deformità articolare;
  • febbre di basso grado;
  • letargia, sonnolenza, stanchezza;
  • segni di intossicazione.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi e il trattamento dell'artrite della spalla sono condotti con metodi simili a quelli dell'artrosi.

osteocondrosi

Nell'osteocondrosi del rachide cervicale, il tessuto cartilagineo dei dischi intervertebrali è interessato.

La natura e la posizione del dolore

La localizzazione e la natura della sindrome del dolore sono direttamente correlate al luogo di sviluppo del processo degenerativo e alla spremitura delle radici nervose.

Molto spesso, il dolore è localizzato nel collo, nella regione suboccipitale e negli arti superiori ed è forte, acuto.

Insieme al dolore, i pazienti spesso si lamentano di:

  • formicolio, pelle d'oca, intorpidimento delle mani, schiena;
  • perdita di sensibilità delle singole aree della pelle;
  • diminuzione del tono muscolare e diminuzione della forza nelle mani;
  • cambiamento nel colore della pelle;
  • mani fredde;
  • gonfiore;
  • ipertonicità dei muscoli degli arti inferiori;
  • spasmi muscolari;
  • vertigini e mal di testa;
  • rumore / tinnito;
  • disturbi digestivi;
  • sensazione di corpo estraneo in gola.

Diagnosi e trattamento

È possibile identificare la malattia con l'aiuto di immagini a raggi X, a risonanza magnetica e computerizzata.

Da farmaci usano:

  • FANS sotto forma di unguenti, compresse (capsule) e soluzioni per l'amministrazione interna;
  • antidolorifici;
  • hondroprotektory;
  • rilassanti muscolari;
  • preparati vitaminici;
  • glucocorticosteroidi.

Ernia intervertebrale

Malattia associata a alterata circolazione sanguigna e processi metabolici nei dischi intervertebrali. Man mano che la malattia progredisce, i dischi si seccano e perdono le loro proprietà ammortizzanti.

La natura e la posizione del dolore

Il dolore è localizzato nel collo, nella spalla e nel braccio. Caratterizzato come acuto, diventa più intenso quando si gira la testa, starnutisce, tossisce. Dolore al collo e alla spalla meno quando si mettono le mani dietro la testa.

Con lo sviluppo di un'ernia tra le vertebre della regione cervicale, si notano i seguenti segni clinici:

  • mal di testa;
  • vertigini;
  • debolezza e stanchezza;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • debolezza muscolare degli arti superiori;
  • intorpidimento, formicolio della pelle;
  • aumento della sudorazione;
  • pallore della pelle.

Diagnosi e trattamento

Le misure diagnostiche per identificare l'ernia intervertebrale includono:

  • Raggi X;
  • CT e RM;
  • mielografia TC invasiva.

Il trattamento viene eseguito da FANS, analgesici e glucocorticoidi.

Plex

Malattia infiammatoria del plesso nervoso formata dai rami anteriori dei recettori del midollo spinale.

La natura e la posizione del dolore

La plexite cervicale è caratterizzata dalla presenza di dolore acuto parossistico nel collo, che in alcuni casi può restituire la testa.

Altri sintomi della plexite cervicale includono:

  • debolezza muscolare nel collo;
  • singhiozzo;
  • alterazione della funzione respiratoria;
  • debolezza muscolare nelle braccia;
  • mani scottanti e fredde;
  • gonfiore delle mani;
  • fragilità della lamina ungueale sulle dita degli arti superiori.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi viene effettuata utilizzando:

  • esame neurologico;
  • esame del sangue generale;
  • elettroneuromiografia;
  • RM e TC.

Il trattamento è finalizzato principalmente all'eliminazione delle cause dell'infiammazione. Per questi scopi, vengono usati sia i farmaci antibatterici che quelli antivirali.

  • agenti ipoglicemizzanti;
  • farmaci ipouricemici;
  • analgesici;
  • preparati vitaminici.

Periartrite della cintura scapolare

Malattia infiammatoria della capsula dell'articolazione della spalla e dei tendini, che procede con dolore acuto alla spalla, che si estende fino al braccio e, talvolta, al collo.

La natura e la posizione del dolore

La periartrite è caratterizzata da un aumento del dolore acuto. Mentre la malattia progredisce, il paziente inizia a disturbare il paziente non solo con i movimenti, ma anche a riposo. Il dolore è localizzato su un lato (nei destrimani nell'articolazione della spalla destra, nei mancini - nell'articolazione sinistra).

Oltre al dolore, la malattia ha il seguente quadro clinico:

  • si sviluppa rigidità dell'articolazione dolorante;
  • il dolore per il dolore (all'inizio della malattia) si trasforma in un noioso e permanente;
  • dolore alla spalla, al braccio e al collo, accompagnato da emicrania, vertigini.

Diagnosi e trattamento

Il più delle volte per la diagnosi di periartrite ricorrono alla ricerca radiografica, all'ecografia, alla risonanza magnetica, alla TC, all'artrogramma e all'analisi del sangue clinico. Effettuare anche la differenziazione con tromboflebiti delle vene degli arti superiori, vasculite diffusa, dermatiti, herpes zoster e altre malattie.

La periartrite acuta viene trattata con farmaci anti-infiammatori non steroidei, con l'esecuzione di blocchi con glucocorticoidi. Da fisioterapia ricorso all'elettroforesi, applicazioni di paraffina.

Spondilosi cervicale

Una malattia che è una raccolta di cambiamenti degenerativi, come ad esempio:

  • formazione di osteofiti;
  • ipertrofia delle articolazioni intervertebrali;
  • ipertrofia dell'apparato legamentoso;
  • infiammazione dei tessuti molli.

La natura e la posizione del dolore

La spondilosi si verifica con dolore acuto al collo e alla spalla, che scompare dopo una settimana. Anche il dolore marcato al collo, che appare quando si gira la testa.

I sintomi principali, oltre al dolore, sono:

  • limitazioni del collo;
  • affaticamento muscolare del collo;
  • svenimento e svenimento.

Diagnosi e trattamento

I principali metodi diagnostici sono considerati un esame radiografico della colonna vertebrale.

mialgia

Dolore muscolare dovuto a grave stress fisico, restrizione prolungata nei movimenti, deviazioni nel sistema vascolare, disordini metabolici, esposizione a tossine.

La natura e la posizione del dolore

I pazienti con mialgia spesso lamentano forti dolori muscolari alle braccia, alle spalle e al collo.

  • rigidità del movimento al mattino e alla sera;
  • diminuzione dell'attività mentale e fisica;
  • stanchezza;
  • dolori crampi;
  • crampi muscolari;
  • sensazione di pesantezza nel corpo;
  • disturbi neuropsichiatrici;
  • atrofia muscolare.

Diagnosi e trattamento

Dopo l'esame e l'anamnesi, lo specialista di solito raccomanda le seguenti misure diagnostiche:

  • esame del sangue generale e biochimico;
  • test reumatici;
  • elettromiografia;
  • Raggi X;
  • CT e RM;
  • biopsia muscolare.

Stenosi spinale

Una patologia pericolosa che può portare a compressione spinale e mielopatia cervicale. Si sviluppa sullo sfondo della compressione del nervo spinale da un osteofita o da un disco deformato. Come risultato di questo processo, la funzione nervosa viene disturbata e si sviluppa una perdita di sensibilità.

La natura e la posizione del dolore

Non ha una localizzazione chiara ed è descritto da pazienti doloranti, oppressivi.

  • aumento del tono muscolare;
  • debolezza negli arti superiori e inferiori;
  • interruzione degli organi pelvici.

Diagnosi e trattamento

Per la diagnosi mediante radiografia, risonanza magnetica e TC.

Il trattamento della malattia, in cui i sintomi sono moderati, viene effettuato con farmaci, fisioterapia e massaggi.

Curvatura della colonna vertebrale

Spesso le cause del dolore al collo, alla spalla e al braccio sono varie curvature della colonna vertebrale.

La natura e la posizione del dolore

Il dolore a una curvatura non ha una localizzazione accurata e, più spesso, il collo, tutto dietro, uno sterno, le mani e una vita fa male.

Il sintomo principale della curvatura spinale è l'asimmetria della colonna vertebrale. Inoltre, vi è un aumento della fatica, mobilità limitata, disfunzione degli organi interni e dei sistemi di organi.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi della curvatura viene effettuata esaminando il paziente e l'esame a raggi X della colonna vertebrale.

Lesione alla spalla

Qualsiasi lesione alla spalla comporta l'insorgenza di dolore al sito di lesione, irradiandola alle aree vicine.

La natura e la posizione del dolore

La natura del dolore dipende dal tipo di lesione. Ad esempio, quando il dolore livido è descritto come moderato, noioso. Con lussazione e frattura, il dolore è grave, acuto, aggravato quando si cerca di muovere il braccio e la spalla.

I sintomi dipendono anche dal tipo di lesione. Molto spesso, l'infortunio è accompagnato da:

  • gonfiore e arrossamento della pelle sull'area del danno;
  • formazione di ematoma;
  • asimmetria visiva delle articolazioni della spalla (per fratture e lussazioni), ecc.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi è ridotta all'ispezione, alla palpazione e alla radiografia.

Dislocazione dei dischi cervicali o lesioni al collo

Questa condizione è caratterizzata dall'insorgenza di dolore spontaneo, concentrato nel collo e nella spalla, la cui intensità aumenta con i giri della testa.

La diagnosi e il trattamento di questa condizione sono coinvolti in un traumatologo.

Infiammazione o rottura dei tendini

Una condizione caratterizzata da un forte dolore sordo localizzato nel punto della ferita e irradiato al braccio.

Diagnosi e trattamento

La diagnostica include l'esame radiografico, a volte ricorrono alla risonanza magnetica o alla TC.

Il trattamento viene effettuato con farmaci non steroidei (locali, iniettabili e in forma di compresse), antidolorifici. A volte è indicato un intervento chirurgico.

Malattie di organi interni e sistemi

Tra le malattie, uno dei sintomi è il dolore al collo, alla spalla e al braccio, sono:

  • angina pectoris;
  • malattia della tiroide;
  • parotite ("parotite");
  • bruciare esofago;
  • ascesso del diaframma;
  • pleurite diaframmatica;
  • ulcera peptica e 12 ulcera duodenale;
  • lupus eritematoso sistemico;
  • sclerodermia;
  • malattie infettive;
  • patologia del cancro, ecc.

Mal di spalla destra e collo

Anche il dolore al collo e alla spalla a destra, che dà al braccio, richiede attenzione, poiché può indicare patologie del fegato, del polmone destro e della cistifellea.

Dolore alla spalla sinistra e al collo

Il dolore del lato sinistro può indicare danni al polmone sinistro o alla milza.

In quale caso è urgente la necessità di consultare un medico?

Rivolgersi immediatamente a un medico se:

  • il dolore alla spalla sinistra è accompagnato da una sensazione di spremitura nel petto;
  • il dolore al collo e nella mano è accompagnato da confusione;
  • il dolore al collo e alla spalla aumenta e non viene fermato dagli analgesici;
  • c'è una frattura alla spalla aperta.

Pronto soccorso

In caso di dolore al collo, alla spalla e al braccio, gli esperti raccomandano di organizzare la pace fisica ed emotiva del paziente, per assicurare la rigidità del collo o dell'articolazione. Puoi anche assumere una pillola di un farmaco anestetico, ad esempio Analgin o Ibuprofen. Se non ci sono controindicazioni, puoi massaggiare la zona dolente, fare alcuni esercizi ginnici per flettere / estendere l'articolazione, girando il collo.

Assicurati di guardare il seguente video sull'argomento.

Senza scoprire la causa del sintomo, è molto difficile liberarsene. I medici raccomandano vivamente di non intraprendere l'auto-diagnosi e l'auto-trattamento, perché in alcuni casi questa tattica è pericolosa per la vita.

La sindrome di Titse è una malattia in cui la parte cartilaginea di alcune costole si ispessisce e diventa dolorosa. Questa malattia è chiamata condropatia, che si manifesta come infiammazione asettica della cartilagine superiore delle costole nei punti di attaccamento allo sterno.

Una cosa come la sindrome di Titz ha un certo numero di sinonimi - condrite costiero, cartilagine pseudotumorale costale (uno dei nomi più comuni), pericondrite, ecc. Tale diversità in alcuni casi porta alla confusione e alcuni specialisti non molto esperti semplicemente non conoscono tutte le opzioni. titoli.

Questa malattia si verifica nelle donne e negli uomini con la stessa frequenza, ma colpisce spesso relativamente giovani tra i 20 ei 40 anni. Anche la condrite costale è una causa abbastanza comune di dolore nell'area toracica negli adolescenti (fino al 30% di tutti i dolori in quest'area). Molto spesso, ai medici viene diagnosticata una lesione unilaterale nell'area di 1-2 costole e articolazioni costale-clavicolari, un po 'meno spesso nella zona di 3 e 4 costole. Altre costole sono affette da questa malattia molto raramente.

Le cause dello sviluppo e le manifestazioni della sindrome

Sebbene la sindrome di Tietze sia nota da molto tempo (è stata descritta per la prima volta nel 1921), le ragioni del suo sviluppo non sono state ancora stabilite. Tuttavia, sono stati identificati diversi fattori, la presenza di uno dei quali (o diversi contemporaneamente) precede il suo sviluppo.

Prima di tutto, è un serio sforzo fisico periodico sul petto e sul cingolo scapolare. Un altro prerequisito per lo sviluppo della sindrome sono le contusioni sistematiche e le lesioni del torace, che si riscontra spesso negli atleti impegnati nelle arti marziali. È anche possibile lo sviluppo di questa malattia nei disordini metabolici del tessuto connettivo, che si osserva nell'artrite, nella collagenosi, nell'artrosi, ecc.

Malattie autoimmuni, proprietà immunologiche ridotte del corpo dovute a allergie, infezioni gravi e malattie respiratorie associate - tutto questo può anche essere un prerequisito per lo sviluppo di questa sindrome.

Con lo sviluppo di questa malattia, si verifica un riarrangiamento della cartilagine fibrocistica, che porta ad un leggero aumento del suo volume (iperplasia), che è accompagnato dalla deposizione di sali di calcio in esso. Questo fenomeno porta alla comparsa di sintomi caratteristici di una malattia come la sindrome di Tietze.

Tipicamente, le manifestazioni di questa malattia sono piuttosto caratteristiche - ci sono sensazioni dolorose vicino allo sterno, che possono aumentare con movimenti improvvisi, tosse e anche con un respiro profondo, che può essere dato al collo o al braccio. Tali dolori si intensificano con la pressione nella zona della costola colpita, nella maggior parte dei casi sono piuttosto lunghi. In alcuni casi, il dolore aumenta anche durante la stagione fredda. Inoltre, l'edema compare di solito nella zona interessata, la temperatura locale della pelle aumenta leggermente.

Questa è una malattia cronica che dura per anni, periodicamente alternata a remissioni. Fortunatamente, questo pseudotumore non degenera in un tumore maligno.

Come trattare questa malattia?

Va notato che questa malattia è completamente trattata solo chirurgicamente - con l'aiuto della resezione sottoperiostale. Ma questa situazione è considerata un caso estremo, e di solito i medici cercano di fare con i metodi medici di trattamento.

Come trattare la sindrome di Tietze senza l'aiuto di un chirurgo? La terapia conservativa prevede l'uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei (sia sotto forma di compresse, sia come parte di unguenti e gel), che è l'obiettivo principale del processo di trattamento. Naturalmente, tali farmaci non possono eliminare la formazione di fibrocisti, ma riducono con successo l'infiammazione e il gonfiore, oltre a ridurre il dolore. Se necessario, possono essere prescritti analgesici. Per i dolori gravi, vengono utilizzati i blocchi novocainici con corticosteroidi, che aiutano anche a sbarazzarsi del dolore.

Poiché la sindrome di Tietze è una malattia cronica che costantemente "ritorna", e i farmaci antinfiammatori non steroidei tendono a causare una serie di spiacevoli effetti collaterali, i medici spesso incoraggiano il trattamento con metodi tradizionali. La medicina tradizionale, naturalmente, non è in grado di alleviare il dolore in modo così rapido ed efficace, poiché la maggior parte dei suoi metodi si basa sul semplice effetto di riscaldamento. Ma tali metodi possono ridurre il gonfiore e ridurre l'infiammazione, in modo che anche il dolore si allontani.

Prima di utilizzare qualsiasi metodo o strumento "popolare", dovresti consultare il tuo medico - solo uno specialista sarà in grado di valutare obiettivamente se ciascuna particolare prescrizione non sarà dannosa. Ma i metodi più comuni sono gli unguenti e lo sfregamento a base alcolica relativamente sicuri, che hanno un effetto riscaldante.